lunedì 26 gennaio 2009

SCAPPANO GLI AZIONISTI EUTELIA ED ARRIVANO I PRIMI NUMERI SUGLI ESUBERI...



Alcune indiscrezioni raccolte in piazza Affari affermano che molti azionisti stanno abbandonando Eutelia. In molti, in queste ore hanno deciso di vendere. L'azienda, nel frattempo sembra che sia spostando ingenti risorse finanziarie all'estero. Nel frattempo, prepara un piano industriale poco attendibile, utile per beneficiare due anni di cassa integrazione straordinaria per crisi di mercato. Gli 'spezzatini' aziendali dovrebbero essere ceduti a società indirettamente controllate dalla finanziaria di famiglia. Sarebbero gestite da alcuni 'dirigenti' Eutelia che avrebbero il compito di 'tagliatori di testa'. Altri dirigenti si candiderebbero addirittura per comprare pezzi e pezzettini.
Le stesse fonti sostengono:
  • Rimarrebbero in Eutelia 326 dipendenti, 'caricati' su Arezzo come centro di costo
  • 300 (forse) potrebbero beneficiare della mobilità di accompagnamento alla pensione, non ci sono però coperture finanziarie governative
  • 400 dovrebbero essere licenziati dopo la cassa integrazione straordinaria
  • 1787 sarebbero ceduti a varie 'società' (spezzatino).

Queste le prime notizie.

65 commenti:

Anonimo ha detto...

che fonti ?

Anonimo ha detto...

ma i numeri non tornano !!!

Anonimo ha detto...

...300 (forse) potrebbero beneficiare della mobilità di accompagnamento alla pensione, non ci sono però coperture finanziarie governative...

Ma perchè mai dovrebbero servire le coperture Governative?
Quando la Bull cedette la consociata Italia predispose un piano di riduzione del personale, con 7 milioni di euro di cassa, per coloro che andavano volontariamente in mobilità. Samuele Landi non riconobbe l'accordo già firmato dal Sindacato e accettato dai lavoratori, fece rientrare i lavoratori ed incamerò la cassa.
Cominciamo a usare quelli, e poi la sede di Pregnana vale qualche euro no?
Vogliamo lasciarla in carico alla FINITAL, a gratis? Fuori i soldi, è sempre la solita storia:

Privatizzare gli utili, scaricare alla collettività le perdite.

E' ora di finirla!

Anonimo ha detto...

Forse è ora di chiedere agli enti preposti di indagare....

Anonimo ha detto...

Niente di nuovo!

Continuamo con le nostre azioni di lotta!

Occupiamo tutte le sedi!

Denunciamo la proprietà per spostamenti di capitali!

Dobbiamo rovinarli questi truffatori!

Anonimo ha detto...

Sono un collega di Arezzo.
Anch'io ho sentito in giro le voci rivelate dalla redazione.Più o meno sono quelli i numeri.
Ma ad Arezzo sono previsti ulteriori esuberi.
Gli azionisti stanno scappando.

Anonimo ha detto...

Che gli Azionisti stiano scappando, non me ne può fregar di meno.
Il vero problema è che stanno scappando i clienti. Di questo passo, se questa storia tira avanti ancora per 2 mesi, la chiusura sarà inevitabile, per mancanza di lavoro. So già di un cliente, una banca non di primo piano, un contratto piccolo per carità, poche decine di migliaia di euro, per lavoro di manutenzione ad una sua applicazione per gestire un piccolo DB, che venuto a conoscenza degli annunci dell'Azienda, ha provveduto a congelare il rinnovo del contratto subordinandone il suo rinnovo ad una schiarita nelle vicende Eutelia, un Cliente soddisfatto del nostro operato che era già al secondo rinnovo, che stava per richiederci nuovi sviluppi.
E' importante che i colleghi che lavorano presso un cliente pubblico o privato, vigilino, sicuramente i commerciali delle società concorrenti si stanno muovendo per subentrare sulle nostre commesse, ed il loro operato sicuramente viene benedetto dai nostri contraenti.
Dobbiamo denunciare con forza eventuali pastette ai nostri danni.

Anonimo ha detto...

Cosa è una gara a chi le spara più grosse?
Questa non è informazione, è solo confusione. Le fonti devono essere verificate altrimenti sono solo chiacchiere.

Anonimo ha detto...

e intanto continuano a non pagare i rimborsi spese.
bisogna bloccare i servizi fino a quando non ci rimborsano.
non possiamo continuare a tirare fuori soldi per lavorare.

Anonimo ha detto...

come si fa a chiamarlo accompagnamento alla pensione?
mi sembra solo licenziamento per chi è vicino alla pensione.

Anonimo ha detto...

326 e 1787 non mi sembrano numeri a caso.
chi sa, parli o non spari numeri a casaccio.

Anonimo ha detto...

Se cosi' fosse non sarebbe che un ritorno indietro a 3 anni fà quando Getronics stava per licenziare 700 persone e Bull ne aveva già in cassa integrazione 110.

Anonimo ha detto...

Si sta come d'autunno
sugli alberi le foglie

Anonimo ha detto...

Loro ad organizzarsi con i licenziamenti, a portare capitali all'estero a ROVINARCI LA VITA e noi dietro i PC a fare i planning. Noi siamo dei pecoroni e il sindacato cosa fa?? NULLA
AREZZO come AMSTERDAM: l'ultima tappa burocratica prima di farci fare una brutta fine.
Poveri noi
TUTTI DAGLI AVVOCATI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!!

Anonimo ha detto...

da roma.repubblica.it:

Oltre al caso Telecom, che dopo gli annunci di Franco Bernabè sui 9.000 esuberi da tagliare entro il 2010 porta oggi in mobilità nel Lazio 650 persone, un´altra l´azienda di telecomunicazioni promette un drastico ridimensionamento della forza lavoro: Eutelia, il gruppo della famiglia Landi cresciuto nell´information technology dopo gli acquisti nel 2006 di Getronics e Bull. L´intenzione è vendere tutto il comparto IT (a questo proposito si parla dell´interessamento di un fondo di New York) che impiega circa 1.900 dipendenti sui 2.300 totali. Secondo la Cgil, 600 di loro si troveranno subito senza lavoro, 250 saranno messi in mobilità fino alla pensione e 1.100 rientreranno nella vendita che la proprietà spera di concludere al più presto. Il peso romano della partita non è ancora ben quantificabile, ma si tratta almeno di 300 tra tecnici e operatori. A fine mese Eutelia dovrà presentare il suo piano industriale al ministero delle Attività Produttive.

Anonimo ha detto...

FORSE NON E' CHIARO.
NON VOGLIAMO SENTIR PARLARE DI NUMERI.
NESSUNO DEVE TROVARSI SENZA LAVORO.
SE I SINDACATI FIRMANO LO FARANNO SENZA APPROVAZIONE DEI LAVORATORI...E GIU' A STRACCIAR TESSERE E RICORRERE AGLI AVVOCATI INDIPENDENTI.

Anonimo ha detto...

Redazione, ti preghiamo aiutaci anche tu!! Consigliaci, cosa dobbiamo fare, quello che scrivi è gravissimo e purtoppo io credo ciecamente in quello che tu ci dici con una informazione sempre precisa e puntuale. Poichè sono sicuro che quello pubblicato avverrà di sicuro consigliaci anche su come possiamo difenderci, visto che il sindacato sicuramente avallerà questo quadro!
Facendosi anche bello, già immagino le loro parole: "E' una vittoria, siamo riusciti a salvare più di 1000 lavoratori in questa situazione tragica"
Ma nessun cenno agli altri che patiranno la fame.
Il messaggio dovrebbe essere: NEMMENO UN POSTO DI LAVORO SARA' PERSO, ma forse io sono solo un povero idealista; ma pronto a combattere a fare di tutto per salvare il pane da dare ai miei figli, per questo motivo ti chiedo per favore di darci anche consigli su come tutelarci dall'azienda e dal sindacato corrotto.
Grazie

Anonimo ha detto...

I lavoratori di Eutelia di Bari, circa 130 persone, ex-Olivetti, ex Getronics, sono "fortemente allarmati delle voci insistenti che danno la sede di Bari ceduta ad una piccola S.r.l. di Napoli molto interessata, sembrerebbe, solo ai finanziamenti pubblici".

Lo comunica in una nota la Rsu della sede pugliese dell'azienda che nei giorni scorsi ha partecipato attivamente allo sciopero nazionale del gruppo e alla manifestazione di Arezzo alla quale hanno preso parte almeno mille lavoratori di tutte le sedi d’Italia.


Secondo la Rsu Eutelia di Bari la cessione della sede "in questo momento ed in queste condizioni, sarebbe un gravissimo atto di vera e inaccettabile pirateria".

Per queste ragioni la Rsu chiede al prefetto di Bari, ai Governi regionali, provinciali e comunali "il massimo della attenzione" perché non si consumi questa ennesima "violenza ai danni dei lavoratori di Bari" e che, invece, ci sia "il massimo dello sforzo per trovare soluzioni che mantengano posti di lavoro, commesse e competenze professionali certamente utili al nostro territorio".

Anonimo ha detto...

Una domanda per i colleghi di Bari: la società di Napoli si chiama Cid Software srl con sede nel centro direzionale di Napoli?
Sembra che dietro all'operazione ci siano alcuni personaggi che attualmente rivestono il ruolo di 'dirigenti' di Eutelia...

Anonimo ha detto...

Sapete che la Plug.it international con sede in Romania è quella che offre il servizio ricerca numero abbonati, il 1640?

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
FORSE NON E' CHIARO.
NON VOGLIAMO SENTIR PARLARE DI NUMERI.
NESSUNO DEVE TROVARSI SENZA LAVORO.
SE I SINDACATI FIRMANO LO FARANNO SENZA APPROVAZIONE DEI LAVORATORI...E GIU' A STRACCIAR TESSERE E RICORRERE AGLI AVVOCATI INDIPENDENTI.

martedì, 27 gennaio, 2009

**************************************

Io invece li andrò a trovare di persona...

Anonimo ha detto...

Forse...... affinchè non ci siano nuove SUME o nuove ALCHERA,non c'è che una strada.
Far i modo che questi BANDITI portano i libri in tribunale.
Leggasi BANCAROTTA FRAUDOLENTA.
Pertanto prego la redazione di mettere sul sito l'indirizzo del P.M. che stà indagando questi SIGNORIe chi ha notizie certe di reato perpetrato da costoro che abbia la compiacenza di inviare la notizia al P.M.,se ancora crediamo nella giustizia.

Anonimo ha detto...

http://www.debiase.com/itstories/story$month=4&num=430&year=2005

Anonimo ha detto...

Peri colleghi di Bari:
La CID software di Napoli è una societa chefa capo ad un certo Massimo Palmieri, ammanigliarissimo con Bassolino e co.
E' uno che intrallazza parecchio.
Basta fare un pissola ricerca in internet e trovate tantissimo materiale spesialmente giudiziario.

Anonimo ha detto...

Da viaroma100.net

FIRENZE - Il Consiglio provinciale fiorentino ha affrontato la dismissione di attività da parte dell’azienda Eutelia con una domanda d’attualità di PRC alla quale ha risposto l’assessore al lavoro Stefania Saccardi.

“Nata nel 1998 negli ultimi anni l’Eutelia è stata protagonista di acquisizioni da parte di varie società in crisi finanziarie".

"Non tutte le acquisizioni sono andate a buon fine – ha spiegato l’assessore – e, nel tempo, Eutelia ha fatto ingresso nel settore dell’information tecnology con la finalità di offrire ai clienti servizi e soluzioni integrate di comunicazione voci dati, connessione internet, infrastrutture, sicurezza per rispondere alle loro esigenze di business".

"La complessa situazione aziendale potrebbe produrre effetti molto pesanti. L’intero settore information di Eutelia infatti dovrebbe essere dimesso con potenziale rischio di esuberi per 1800 dei 2400 addetti a livello nazionale. Su Firenze la ricaduta riguarderebbe tutti i 150 dipendenti presenti nelle sedi di Firenze e Calenzano".

"I sindacati chiedono la convocazione delle parti ed insistono perché l’azienda presenti un nuovo piano industriale che chiarisca le prospettive”.

Per Calò (PRC): “La vicenda dell’Eutelia è inquietante. Qui non c’è solamente una crisi economica e sociale, qui non c’è solamente una recessione che colpisce il mercato e quindi i consumi, qui c’è un atteggiamento pericoloso dei vertici di Eutelia che approfittano di una crisi industriale per dimettere tutte le attività in campo".

"Si continua a colpire il lavoro stabile e qualificato. Occorre che la Provincia di Firenze faccia la sua parte e dopo l’interessamento della Regione Toscana c’è una richiesta, da parte delle organizzazione sindacali, di intervento da parte del Governo e della Presidenza del Consiglio, affinché sulla vicenda Eutelia, si giunga quanto prima ad una risposta a livello nazionale”.

Anonimo ha detto...

*******
Pertanto prego la redazione di mettere sul sito l'indirizzo del P.M. che stà indagando questi SIGNORIe chi ha notizie certe di reato perpetrato da costoro che abbia la compiacenza di inviare la notizia al P.M.,se ancora crediamo nella giustizia
*******

...questa non mi sembra affatto un'idea sbagliata...

Anonimo ha detto...

I clienti riconoscono sempre di più la nostra professionalità e ammettono che come noi non ci sono altri sul mercato.
Chi è passato ad altri fornitori ci rimpiange e vorrebbe tornare con noi.
Di contro l'azienda non partecipa ai bandi, anche a quelli che porteremmo a casa di sicuro.
Facciamola finita con questa Banda Bassotti, abbiamo bisogno di un imprenditore vero perchè noi siamo ancora in grado di fargli guadagnare parecchio e soprattutto ABBIAMO ANCORA VOGLIA DI LAVORARE.

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
come si fa a chiamarlo accompagnamento alla pensione?
mi sembra solo licenziamento per chi è vicino alla pensione.
----------------------------

Concordo pienamente, se mancassero solo pochi mesi si potrebbe fare anche un sacrificio, ma quando mancano due o tre anni la cosa diventa problematica, specie se si è monoreddito e con figli e rate da pagare.
Se accompagnamento deve essere, che sia almeno concordato e che causi meno danni possibili.
Capito sindacalisti???????????

Anonimo ha detto...

Deve essere chiaro ai signori "sindacalisti" che non accetteremo nè mobilità nè cigs nè altro.

L'unica cosa che vogliamo è il rilancio dell'intera azienda con TUTTE le 2300 persone a bordo.

Lo Stato aiuti noi come ha aiutato Alitalia !!!!

Se persino negli USA si ritorna agli aiuti pubblici, possiamo farlo anchi qui da noi.

Anonimo ha detto...

Sono un collega della sede di Napoli, vorrei sapere che fine faranno i colleghi di Pozzuoli che non sono mai mensionati nei post. In quella sede non c' è aria di crisi, come mai? non fà parte della struttura dei Landi. Ho saputo ultimamente che i signori lì presenti, prendono soldi e bonus, per la faccia nostra. Questo vale anche per il collega ragioniere che da un pò a questa parte non si sente più.
Rispondete in massa a questo post.
Un'altra ipotesi è quella di occupare la sede di Pozzuoli e bloccare le attività.

Anonimo ha detto...

troppo silenzio in questi giorni.
anche dai livelli un pochino superiore.. che ci sia qualche intrallazzo sotto banco con qualche pseudo-sindacalista?

Anonimo ha detto...

LAVORO: NANNICINI (PD), SU EUTELIA GOVERNO DA' DUE RISPOSTE DIVERSE A NOSTRA INTERROGAZIONE


Roma, 29 gen. - (Adnkronos) - ''Ad una nostra interrogazione sulla salvaguardia dell'occupazione in Eutelia, presentata nelle commissioni Lavoro (primo firmatario Cesare Damiano) ed Attivita' produttive (Andrea Lulli), il governo ha dato due diverse risposte, sebbene in sostanza la questione viene rinviata alla presentazione del piano industriale da parte dell'azienda''. Lo rende noto il deputato del Partito Democratico Rolando Nannicini il quale invita ''il governo a seguire con piu' attenzione il delicato caso di Eutelia. La risposta data da ministero delle Attivita' produttive e' molto generica, quella del ministero del Welfare e' piu' concreta e dettagliata: comunque si dovra' aspettare per conoscere la sorte dei lavoratori di Eutelia, fino ad oggi sostenuti da un contratto di solidarieta' di 12 mesi, valido fino alla fine di giugno 2009, e che doveva consentire all'azienda risparmi superiori a 40 milioni di euro. Percio' non e' comprensibile da parte dei vertici di Eutelia la previsione di una nuova pesantissima ristrutturazione che mette a rischio 2400 posti di lavori e la sua stessa sopravvivenza''.

Anonimo ha detto...

EUTELIA;NANNICINI, GOVERNO SEGUA CASO CON ATTENZIONE (ANSA) - FIRENZE, 29 GEN - ''Il Governo segua con piu' attenzione il delicato caso di Eutelia''. Lo chiede il deputato del Pd Rolando Nannicini che, in un nota, ricorda che ''ad una nostra interrogazione sulla salvaguardia dell'occupazione in Eutelia, presentata nelle commissioni lavoro (primo firmatario Cesare Damiano) ed Attivita' produttive (Andrea Lulli), il governo ha dato due diverse risposte, sebbene in sostanza la questione viene rinviata alla presentazione del piano industriale da parte dell'azienda''. Secondo il deputato Pd ''la risposta data da ministero delle Attivita' produttive e' molto generica, quella del ministero del Welfare e' piu' concreta e dettagliata: comunque si dovra' aspettare per conoscere la sorte dei lavoratori di Eutelia, fino ad oggi sostenuti da un contratto di solidarieta' di 12 mesi, valido fino alla fine di giugno 2009, e che doveva consentire all'azienda risparmi superiori a 40 milioni di euro''. Nanncinici sottolinea come ''non e' comprensibile da parte dei vertici di Eutelia la previsione di una nuova pesantissima ristrutturazione che mette a rischio 2400 posti di lavori e la sua stessa sopravvivenza''. (ANSA). 29-GEN-09 19:19

Anonimo ha detto...

L'articolo comparso sull'edizione odierna de "Il Sole 24 ore" lascia poche speranze riguardo il futuro del gruppo Eutelia inteso così come oggi. Le dichiarazioni di Angelo Landi e Andrea Iorio addossano la colpa del loro fallimento come amministratori ai lavoratori IT definiti la zavorra del gruppo perchè pesano per il 77,6% sul fatturato, il settore IT assorbe il 75% delle risorse e produce il 25% del fatturato. La causa scatenante della crisi Eutelia sarebbe la crisi mondiale economica, e la rescissione del contratto d'affitto EDA. Delle scelte, o non scelte, sbagliate del management, si tace senza abbozzare una minima autocritica.
Delle proprietà immobiliari ricavate dagli acquisti, non si accenna nemmeno, ormai sono considerate acquisite e facenti parte del gruppo.
La soluzione indicata è sempre la stessa di questo ultimo mese, disfarsi del settore IT senza troppi oneri, la salvaguardia dei posti di lavoro un problema secondario, l'importante è portare a termine le trattative.
Resta da capire come potranno farlo con esito positivo, viste le demenziali mosse e dichiarazioni di questo ultimo mese, demenziali perchè come dice un noto proverbio, l'oste non denigra mai il vino che serve ai tavoli della sua osteria.

Anonimo ha detto...

Qui preganana:
Il sindacalista a tempo pieno sta incalzando...

Neanche Samuele è riuscito farlo lavorare

Vorrei che fosse pubblicata

Anonimo ha detto...

>Qui preganana:
>Il sindacalista a tempo pieno sta >incalzando...
>Neanche Samuele è riuscito farlo >lavorare

Cominciasse a lavorare prima Samuele e soci.....

Il pesce.....puzza dalla testa....

Quasar ha detto...

a parte il fatto che mi fa ribrezzo questa puerile invidia tra colleghi, ma vorrei ricordare al caro anonimo che ha scritto:

"....vorrei sapere che fine faranno i colleghi di Pozzuoli che non sono mai mensionati nei post. In quella sede non c' è aria di crisi, come mai? non fà parte della struttura dei Landi. Ho saputo ultimamente che i signori lì presenti, prendono soldi e bonus, per la faccia nostra...."

che:
Quando nell'era GETRONICS, fioccavano livelli ed aumenti, mentre i tuoi "colleghi" di Pozzuoli (pur lavorando come "cani" e portando profitti all'Azienda che , puntualmente se li ingoiava tutti, per tappare i molteplici buchi), non hanno mai e sottolineo MAI visto un centesimo, cosa dovevamo fare, occupare i vostri uffici?

forse non ne eri al corrente di tutto cio?

forse è una colpa riuscire a tenere in vita un'attività che dura da decenni, grazie all'impegno degli appartenenti?

e comunque non mi sognerei mai di far simili affermazioni su colleghi che stanno "un pizzico" meglio di me....non ho parole!

Anonimo ha detto...

Santone salpietro e scriba boatrade: DOVE SIETE FINITI???
Vi siete persi tra le stradine di Arezzo?
Battete un colpo se ci siete, anzi, basta che lo faccia lo spugna, tant'è che è loro pari.
Alla prossima.

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
*******
Pertanto prego la redazione di mettere sul sito l'indirizzo del P.M. che stà indagando questi SIGNORIe chi ha notizie certe di reato perpetrato da costoro che abbia la compiacenza di inviare la notizia al P.M.,se ancora crediamo nella giustizia
*******

...questa non mi sembra affatto un'idea sbagliata...

mercoledì, 28 gennaio, 2009


************************************

Ottima idea!
Condivido anche di percorrere anche questa strada per la lotta dei lavoratori!

BOATRADE ha detto...

Giusto per chi mi tira in causa interrompo momentaneamente la piacevole defecatio :
Eccomi
http://boatrade.blogspot.com/2009/01/si-espande-la-banda-larga-in-provincia.html#links

Non c'è bisogno di mandarmici , peccato che con i Posts , scarseggia la carta

Anonimo ha detto...

Dopo il 23 Gennaio, giorno della manifestazione ad Arezzo (FIERO DI ESSERCI), ho letto ed ascoltato elogi..assessori che si impegneranno... politici che fanno interrogazioni parlamentari...sindaci che ci stanno vicini...regioni al nostro fianco....sindacato, bhè qui lasciamo stare!!!, giornali che denunciano.
Benissimo, tutto alla grande. Compagni teniamo a mente questi giorni e questi nomi. Perchè?
Scommettiamo che a Febbraio quando l'azienda porterà i numeri dei dipendenti che andranno in mobilità ed in CIGS queste stesse persone ci diranno che "QUESTA E' LA SOLUZIONE MIGLIORE" e ben presto si dimenticheranno di noi cercando anzi di non dare molto risalto alla vicenda?
E' per questo motivo che dico che adesso inizia la vera lotta, la vera guerra. Ma questa volta deve essere una guerra "legale", dobbiamo unirci e fare cause collettive!!
Se la famiglia Landi viene giudicata colpevole dal PM Rossi per noi le possibilità di vincere in tribunale aumenteranno e allora perchè non provarci tutti insieme?
Mi raccomando però NIENTE AVVOCATI DEL SINDACATO

Anonimo ha detto...

Salpy ha fatto domanda alle Generali

Anonimo ha detto...

Anche gli esseri più miti come le mucche, le pecore e le galline reagiscono quando si trovano in pericolo.
Se si deve proprio morire, allora è meglio farlo combattendo e vendendo cara la pelle.
Spero che lo capiscano anche quei colleghi ex Alchera, Sume e Education che hanno già provato sulla loro pelle quello che sta per succedere ma che hanno pensato bene di non farsi vedere ad Arezzo e aspettano che siano altri a lottare anche per loro.
E' nelle situazioni estreme, quando si è toccato il fondo, che si trova la forza di risalire in superficie.
NON DIMENTICATELO!!!!!

Anonimo ha detto...

"Spero che lo capiscano anche quei colleghi ex Alchera, Sume e Education che hanno già provato sulla loro pelle quello che sta per succedere ma che hanno pensato bene di non farsi vedere ad Arezzo e aspettano che siano altri a lottare anche per loro."
Ti sbagli alla grande c'eravamo e anche in molti....forse non quelli che conosci tu.

Anonimo ha detto...

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?
Da Milano Finanza di oggi 31.01.09.

Con la decisione di cedere il settore dell'information technology la società aretina si prepara a concentrarsi sulle tlc. Tra febbraio e marzo il management si prepara a presentare il nuovo piano industriale triennale.
Dismissione del settore dell'information tecnology e predisposizione del nuovo piano industriale. Sono questi i due passaggi fondamentali stabiliti dal management di Eutelia per il rilancio della società di telecomunicazioni. Il punto della situazione è stato fatto nel corso consiglio [...]
? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Anonimo ha detto...

BOATRADE ha detto...
Giusto per chi mi tira in causa interrompo momentaneamente la piacevole defecatio :
Eccomi
http://boatrade.blogspot.com/2009/01/si-espande-la-banda-larga-in-provincia.html#links

Non c'è bisogno di mandarmici , peccato che con i Posts , scarseggia la carta

venerdì, 30 gennaio, 2009

=============================
Ecco, bravo ritorna nel luogo dove eri e continua ad espletare le funzioni organiche.

Dai su ...op op ... veloce!

Anonimo ha detto...

"Spero che lo capiscano anche quei colleghi ex Alchera, Sume e Education che hanno già provato sulla loro pelle quello che sta per succedere ma che hanno pensato bene di non farsi vedere ad Arezzo e aspettano che siano altri a lottare anche per loro."
Ti sbagli alla grande c'eravamo e anche in molti....forse non quelli che conosci tu.
----------------------------------
Non generalizziamo, il mio messaggio era rivolto a "quei colleghi ex Alchera, Sume e Education"...."che hanno pensato bene di non farsi vedere ad Arezzo".
Ne conosco, se non tutti, almeno una gran quantità, e ti posso garantire che quelli del nord non hanno certo brillato per la presenza. Rendo merito a quei colleghi che ho salutato e abbracciato, ma gli altri????????

Anonimo ha detto...

So un cliente Eutelia. Vorrei disattivare l'adsl Eutelia, sono un privato. Posso farlo nell' area clienti, oppure bisogna fare una raccomandata? Grazie e in bocc al lupo!

Anonimo ha detto...

A boatrade, ripassa le regole grammaticali dell'italiano ed impara a scrivere; e poi che cosa c'entri con noi?
Torna a veleggiare sui tuoi lidi e piattaforme.
Thanks.

P.S.
NON TI SEI FATTO VEDERE AD AREZZO, VERO?
CODA DI PAGLIA?

Anonimo ha detto...

"quei colleghi ex Alchera, Sume e Education"...."che hanno pensato bene di non farsi vedere ad Arezzo".
-----------------

Non farai parte di quelli che quando sono usciti da Getronics si è sentito salvo.

Che qundo erano in mezzo a cause di ogni tipo ti sentivi a posto?

Non giudicare chi ha gia pagato molto piu di te e in particoalere:

Non evidenziare fratture

Se hai coraggio critica i colleghi di Arezzo quelli si che hanno fatto un bel servizio a tutti

Anonimo ha detto...

Siete degli imbecilli.
Dobbiamo fare fronte comune verso il nemico che sono i Landi.
Non andate dietro a qualche schiavetto del padrone che scrive solo per mettere zizzagna.

Anonimo ha detto...

Per il pessimo elemento di boatrade che non si è fatto vivo ad Arezzo ( e con lui il salpietro con l'esimio spugna ):
"Non c'è bisogno di mandarmici"
.... di mandarmi;
"peccato che con i Posts , scarseggia la carta"
.... scarseggi la carta.

GNIURANT!

Anonimo ha detto...

E' incredibile... è vero la voce che qualcuno fa la cresta su rimborsi e trasferte...?!'!Con questa situazione di cassa, mi chiedo, come si possa arrivare a tanto!!!!

Anonimo ha detto...

Anonimo Anonimo ha detto...

"quei colleghi ex Alchera, Sume e Education"...."che hanno pensato bene di non farsi vedere ad Arezzo".
-----------------
Ricordati quando c'è stata la cessione ad Alchera Sume ecc nessuno ha mosso un dito perchè tanto non toccava a loro.

Anonimo ha detto...

Ma il predicatore folle, lo sparaccazzate di salpietro.....
DOVE STA ????????????????
Esci fuori venduto !!!!!!!!!!!
Vogliamo sentire, anzi "leggere" le tue folli omelie !!!!!!!!!!!
Sei solo un povero schiavo del padrone landi !!!!!
Che fai abbandoni il "vascello"????
Vergognati pigmeo !!!!!!!

Anonimo ha detto...

DALLA GALASSIA LANDI 1 Ora, 40 minuti fa Karma: -1
28 gennaio 2009 --- Notizie lavoratori società ATS Building di Arezzo - proprietà Landi

(fonte CGIL)
vi aggiorno sulle ultime vicende in quel di Arezzo.
oggi siamo stati convocati dalla commissione attività produttive del comune di arezzo, alla presenza dell'assessore.
abbiamo illustrato la situazione, il punto a cui siamo e ciò che riteniamo sia utile fare per il mantenimento dell'azienda e dei posti di lavoro.
al termine tutti hanno condiviso la nostra posizione e le nostre preoccupazioni.
Il quadro direi che per quanto riguarda la toscana e arezzo è completo: regione, provincia e comune ci appoggiano in tutto e per tutto e, seppur in modi diversi, tutti si attiveranno con l'azienda e nei modi d tempi di loro pertinenza.
purtroppo, nel frattempo i 53 lavoratori di ATS Buildingi rischiano di rimanere sulla strada alla fine del mese.
anche in questo caso l'azienda ha dato il meglio di sé: in questi ultimi giorni l'azienda ha cambiato le carte in tavola più volte, alla fine chiedendo alle OOSS di firmare un accordo per la mobilità per tutti i lavoratori per poi riasumerli in 5 società nuove (ancora inesistenti) risparmiando contributi, stipendi, benefit, ecc. ecc.
una perla che dimostra che tipo di proprietà esiste in eutelia.
ovviamente gli è stato detto di no.
ora dovremo decidere che fare su arezzo per questi lavoratori e lo decideremo insieme alla categoria degli edili che seguono la vertenza.
Lunedì 2 febbraio saremo ancora dal prefetto, convocati per un intervento forte a favore della soluzione della vertenza.

02/02/09
vi informo che l'azienda ha dichiarato che vuole licenziare i 53 dipendenti dell'ATS building e che le 5 società che dovevano esserci per riprendere parte del personale non ci sono.
venerdì l'azienda ha comunicato ai lavoratori che da lunedì 2 febbraio sarebbero stati licenziati, ma poi siamo intervenuti e grazie ad un errore di forma siamo riusciti a stoppare questi licenziamenti.
ovviamente l'azienda vorrà andare avanti anche con questi 53 licenziamenti, ma noi stiamo cercando di fare il possibile per salvare il loro posto di lavoro.

Anonimo ha detto...

PER TUTTI I LECCACULI E QUELLI CHE HANNO CREDUTO NEL CAPITANO (DEL TITANIC):
SCRIVEVA SAMUELE LANDI 1 ANNO FA' :

Cari amici, ho dovuto scrivervi a cose fatte perché Eutelia è una societa quotata in borsa e non posso dare notizie "price sensitive" che non siano già state comunicate ai mercati finanziarie.

Abbiamo individuato in Felice Marano il miglior Comandante per guidare Eutelia con l'aiuto del nuovo direttore Generale Andrea Iorio.
Siamo tutti convinti che sapranno operare molto meglio di quanto abbiamo potuto fare noi umili auto-didatti della campagna aretina.......

Ho letto i vostri post e la risposta a tutti i quesiti poste si risolve molto semplicemente:

I soliti “noti” continuano a prevedere chissà quali catastrofi e l'Azienda vi comunica trasparantemente i risultati dei bilanci certificati o resoconti trimestrali.

DECIDETE se credere a chi vi ha detto SEMPRE bugie o a chi non è MAI stato smentito.

In entrambi i casi è inutile chiedere anticipazioni rispetto alle comunicazioni ufficiali alla Borsa in quanto è vietato per legge.

L'Azienda và bene e lo vedrete dai dati di bilancio. Non è certo immune da difetti o malfunzionamenti (quale azienda lo è?), ma se guardiamo indietro solo di qualche mese siamo 1000 miglia (nautiche) più avanti..... e migliora ogni ora che passa...

Gli investimenti esteri fornirano abbondante lavoro alla società italiana e la quotazione del titolo Eutelia che riporta ad un capitalizzazione pari ad 1/3 del patrimonio netto ridicolizza l'intero sistema della Borsa Italiana. Potrebbe essere l'occasione per spostare lo quotazione in un mercato internazionale più serio, ma questo è solo un mio pensiero come azionista. Ad ogni modo, la capitalizzazione è ininfluente sull'andamento dell'Azienda.

State tranquilli, non rallentate ed applicate/applichiamo ogni giorno, "Il metodo anti-stronzi". Quel libro non vi è stato regalato per sbaglio, ma rappresenta la _base_ del sistema di gestione aziendale 2008.


Un saluto dai tempestosi mari della West Africa .


Samuele Landi


....SENZA COMMENTO!!!!

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici e Colleghi,

passavo da queste parti e sono passato per vedere come vanno le cose?

ho provato a lasciare qualche post- ma senza successo...peccato!

In ogni modo, la DG è alla lavoro per trovare una, due, tre, quattro soluzioni possibili per il futuro di Eutelia....ma a voi questo non interessa...voi fate tutto da soli: non vi serve nessuno...vero?

Non ascoltate i messaggi di nostra SV Maria, non ascoltate il Capitano, non ascoltate Salpietro, non ascoltate nessuno: voi vi bastate da soli..giusto?

Se è così, credo non vi manchi più nulla.

"Vogliamo sentire, anzi "leggere" le tue folli omelie "

I messaggi di Ss.V. Maria li puoi leggere su www.medjugorie.org, quelli del Santo Padre sul sito del vaticano, quelle della tua diocesi: recandoti in chiesa a messa la domenica.

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire: pertanto non credo di mancarti davvero.

Se mi cercate, sapete dove trovarmi e dove trovare le persone che lavorano con me: dai clienti.

Grazie,
Daniele Salpietro
Dipendente Eutelia
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

It Way pronta a rilevare il business It di Eutelia. Dossier già allo studio, l’accordo in tempi brevi
L’azienda intanto chiude in salute i conti del 2008 Mentre decolla la collaborazione con Motorola

Anonimo ha detto...

Gira voce che a Roma i progetti migliori come Shenghen e Giustizia se li prenda Schisano!
AIUTO!
Meglio in cassa che con quello!!!
tempo sei mesi e siamo falliti!

Anonimo ha detto...

Mai possibile che da parte dei lavoratori non ci sia nessuna iniziativa. Mentre la famiglia sta organizzando il nostro licenziamento noi non facciamo altro che i planning!
Aussurdo

Anonimo ha detto...

Si è svolto questa mattina in Prefettura un incontro per fare il punto sulla situazione di Eutelia.
Al centro del confronto la definizione di strategie per affrontare la situazione dell’azienda già all’attenzione dei Ministeri del Lavoro e dello Sviluppo Economico e la richiesta da parte delle organizzazioni sindacali di chiarimenti in merito alla predisposizione di un piano industriale da seguire nel prossimo futuro.
Eutelia si è impegnata a presentare entro la metà di febbraio il Piano Industriale tra l’altro già redatto e in fase di certificazione in sede ministeriale.
Al tavolo istituzionale presieduto dal Prefetto di Arezzo, Salvatore Montanaro, hanno partecipato gli onorevoli Maurizio Bianconi e Rolando Nannicini, il Presidente della Provincia, Vincenzo Ceccarelli, l’assessore alle attività produttive del Comune di Arezzo Ducci, una rappresentante della Regione Toscana, i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali Cgil, Cisl e Uil e l’Amministratore Delegato Angelo Landi assieme a Iorio, il direttore generale di Eutelia.

Guardate qui che bella notizia!!
I sindacati contiunuano ad organizzare tutto alle nostre spalle.
POSSIBILE CHE NOI NON DOBBIAMO SAPERE COSA STANNO ORGANIZZANDO.
PENSO CHE TUTTO CIO' DA PARTE DEL SINDACATO SIA VERGOGNOSO. BASTARDI!!!

Anonimo ha detto...

OH bella, ecco il servo della giustizia, in compagnia del delirante prof spugna che tutto cancella, che riappare lamentando che dei suoi post non sono stati pubblicati...
Spett. Redazione a voi la parola: se nel DB in vostro possesso c'è qualche post dell'oracolo di Pregnana, pubblicatelo oppure smentitelo!!!
CMQ sal,spugna e boa siamo sempre lì con le solite domande che avete potuto leggere ( visto che sono state pubblicate ): DOV'ERAVATE quando siamo stati ad AREZZO ???
VI SIETE FATTI RICONOSCERE oppure eravate nascosti dietro l'angolo?
ORSU' un pò di forza e di onestà.

GRAZIE.

Anonimo ha detto...

farete la stessa fine che abbiamo fatto noi nel 2004 con Noicom. E saranno tutti cazzi vostri, come all'epoca fu per noi. I sindacati non esistono, è tutto un magna magna. Se vi offrono la buona uscita per licenziarvi, non accettate. Resistete. Coraggio!

Anonimo ha detto...

...ho notizia che esiste una richiesta da parte di una azienda toscana non collegata ad alcuna società controllata che ha interesse all'acquisizione del personale e commesse zona toscana. Sindacati e società ne dovrebbero essere a conoscenza da mesi... chiedete in giro!