martedì 6 gennaio 2009

IL GIORNO 8 GENNAIO SI SCIOPERA, SENZA SE E SENZA MA..



L'8 gennaio dobbiamo promuovere uno sciopero spontaneo in tutte le sedi. Promuovere le assemblee e le occupazioni permanenti. Dobbiamo dare un segnale preciso ai burocrati sindacali territoriali e nazionali. Altrimenti è troppo tardi!!

L'8 Gennaio decideranno le cessioni dei rami aziendali di Eutelia. L'accordo sarà poi sottoscritto il 12 al Ministero. I sindacalisti cercheranno di convincerci sostenendo che tutto sommato le cessioni sono un rospo da ingoiare perchè "è importante ottenere garanzie sull'efficienza delle aziende acquirenti e la salvaguardia dei livelli occupazionali".

Falso! Non ci dimentichiamo l'esperienza che abbiamo subìto quando gli stessi sindacati ci hanno fatto ingoiare le cessioni e le vendite in passato.

Ci faranno assumere da aziende che ci licenzieranno fra qualche anno. Alcune aziende sono 'amiche' anzi di proprietà di parenti di sindacalisti nazionali.

I burocrati del sindacato hanno diffuso un comunicato proclamando uno sciopero per il 12 gennaio prossimo. Nello stesso comunicato, però, non escludono di revocare lo sciopero qualche ora dopo la riunione del giorno 8....

COMMEDIANTI!!

E' giunta l'ora di un nuovo soggetto sindacale: i Cobas. E' la scelta che hanno fatto i colleghi di Almaviva, Vodafone, Telecom, Wind delusi dai burocrati del sindacato.

Dobbiamo rimanere negli organici Eutelia. Dobbiamo chiedere al Governo e ai presidenti delle Regioni, dove è presente la nostra azienda, di impegnarsi ad individuare una soluzione sulla crisi del comparto telecomunicazioni e Ict.

Nessuna cessione o esternalizzazione!!

SCIOPERO IL GIORNO 8 GENNAIO.

SCIOPERO IL GIORNO 12 GENNAIO.

205 commenti:

1 – 200 di 205   Nuovi›   Più recenti»
Anonimo ha detto...

La redazione ha ragione da vendere.
Voglio ricordare che la dirigenza Eutelia ha rifiutato ogni confronto sindacale finchè non gli è servito per i cds.
I sindacati si sono stracciati le vesti per i rifiuti dell'azienda fino a quando non hanno potuto firmare un accordo, quello per i cds.
Noi paghiamo soldi veri in cambio di promesse.
Cosa ci chiederanno ora in cambio delle solite promesse che, come sempre non verranno mantenute. ????????

Anonimo ha detto...

scusate quali rami azziendali verranno ceduti e a chi?

Anonimo ha detto...

qualcuno mi sa spiegare a che serve scioperare un giorno in una situazione del genere!
Se vogliamo veramente farci sentire e farci spiegare cosa hanno in mente i nostri "scienziati" blocchiamo tutto ad oltranza da subito; non saranno 15 o 30 giorni di stipendio che ci cambiano la vita.
Restare a casa per sempre si!

Anonimo ha detto...

mi è stato riferito che piccole aziende amiche di mogli, amici e parenti di sindacalisti nazionali sono pronte a comprarsi a pezzi stracciati divisioni di Eutelia.
Che schifo!
Sciopero, sì redazione, sciopero il giorno 8 ed anche il giorno 12.
Colleghi non lasciamoci incantare dai sindacalisti che vanno dicendo in giro che è meglio andare via.
Con chi? Stanno tutti licenziando!!
meglio rimanere in Eutelia.

Anonimo ha detto...

Mi è stato riferito che il cugino del salumiere giu da basso al mio palazzo, che ha un negozio di bijoux è in trattativa per rilevare una parte dell' azienda che verrà messa in vendita

Anonimo ha detto...

SCIOPERO è questa la parola d'ordine!! Strappiamo tutte le tessere di questo sindacato venduto e mettimo al nostro fianco i COBAS, solo cosi possiamo combattare ad armi pari. Secondo loro è già tutto fatto devono solo espletare situazioni burocratiche ed apporre le firme per l'accordo.
Sanno già tutto e ci tengono all'oscuro. SONO FINITI I TEMPI DELLA GETRONICS, avete smesso di fare "pastette" adesso ci siamo noi: I LAVORATORI. Gli unici che da domani pagheranno le vostre "stronzate" quindi fuori dalle palle, voi non ci rappresentate, non "portate" il nostro pensiero, non abbiamo bisogno di gente che si vende anche la mamma pur di fare carriera!!
FIM-FIOM-UIL FUORI DALLE PALLE. VENDUTI, PECORONI E FIGLI DI P.....A!!!

Anonimo ha detto...

Domanda formale:
chissà se lo spugna/salpietro/ragazzo di 38 anni aderirà allo sciopero?
Non può dire che non lo sapeva e cmq, mi ricordo che ai tempi di alchera, anche i capetti facevano sciopero.
Attendiamo fiduciosi la risposta.
GRAZIE.

Tecnici STAC Milano.

Anonimo ha detto...

Eutelia: ok a dismissione del comparto IT
(7 Gennaio 2009 - 20:03)

MILANO (Finanza.com) - “Il Consiglio di Amministrazione di Eutelia, riunitosi in data odierna, ha deliberato la dismissione delle attività IT del gruppo ha quindi dato mandato all’Amministratore Delegato, di procedere agli adempimenti necessari, individuando, ove possibile, acquirenti che garantiscano gli elevati standard di servizio e di assistenza ai numerosi e prestigiosi clienti, ai quali Eutelia continuerà a garantire l’erogazione dei servizi e l’assistenza tecnica per tutto il tempo necessario alla conclusione dell’operazione. “

Queste le dichiarazioni rilasciate in una nota dal CDA che ha anche affermato che l’intera struttura del gruppo Eutelia beneficerà della dismissione della divisione IT e le attività si concentreranno sul comparto delle Telecomunicazioni.
A questo proposito il Consiglio di Amministrazione ha incaricato l’Amministratore Delegato di predisporre un nuovo piano industriale che individui le azioni che l’azienda intende intraprendere nel prossimo triennio al fine di aumentare progressivamente valore ad Eutelia.


http://www.finanza.com/dettaglionotizia.asp?ActionNum=245503&Tipo=N

Anonimo ha detto...

E' ora di chiedere danni ai Landi,e mandarli in galera!!

Anonimo ha detto...

EUTELIA: CDA DELIBERA DISMISSIONE COMPARTO IT
AREZZO (ITALPRESS) - Il Cda di Eutelia ha deliberato la
dismissione delle attivita' IT del gruppo e ha dato mandato all'Ad
di procedere agli adempimenti necessari, individuando, ove
possibile, acquirenti che garantiscano gli elevati standard di
servizio e di assistenza ai numerosi e prestigiosi clienti, ai
quali Eutelia continuera' a garantire l'erogazione dei servizi e
l'assistenza tecnica per tutto il tempo necessario alla
conclusione dell'operazione. La dismissione delle attivita' IT -
si legge in una nota - rendera' piu' snella l'intera struttura del
gruppo Eutelia che si concentrera' sul comparto delle
Telecomunicazioni. A questo proposito il Cda ha incaricato
l'Ad di predisporre un nuovo piano industriale che, alla luce
dello stato attuale dell'azienda e delle prospettive del mercato
dei prossimi anni, individui le azioni che l'azienda intende
intraprendere nel prossimo triennio al fine di aumentare
progressivamente valore ad Eutelia.
(ITALPRESS).

Anonimo ha detto...

http://www.finanzaonline.com/notizie/news.php?id=%7B6017A55E-33DD-4D86-8B3B-E04D896E87CE%7D

*Eutelia: ok a dismissione del comparto IT*


/Finanzaonline.com - 7.1.09/20:03/

"Il Consiglio di Amministrazione di Eutelia, riunitosi in data odierna, ha deliberato la dismissione delle attività IT del gruppo ha quindi dato mandato all?Amministratore Delegato, di procedere agli adempimenti necessari, individuando, ove possibile, acquirenti che garantiscano gli elevati standard di servizio e di assistenza ai numerosi e prestigiosi clienti, ai quali Eutelia continuerà a garantire l?erogazione dei servizi e l?assistenza tecnica per tutto il tempo necessario alla conclusione dell?operazione. "

Queste le dichiarazioni rilasciate in una nota dal CDA che ha anche affermato che l?intera struttura del gruppo Eutelia beneficerà della dismissione della divisione IT e le attività si concentreranno sul comparto delle Telecomunicazioni.

A questo proposito il Consiglio di Amministrazione ha incaricato l?Amministratore Delegato di predisporre un nuovo piano industriale che individui le azioni che l?azienda intende intraprendere nel prossimo triennio al fine di aumentare progressivamente valore ad Eutelia.

Anonimo ha detto...

DENUNCE IN TUTTE LE PROCURE D'ITALIA E TUTTI A COSTUTUIRCI PARTE CIVILE NEL PROCESSO PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE PER I LANDI

Anonimo ha detto...

*IL CASO*

*Eutelia, inchiesta quasi chiusa
Dopo le feste l'avviso di conclusione*

Mesi e mesi di indagini della guardia di finanza sono sfociati nella clamorosa operazione del 21 maggio. La società Eutelia nega tutto ma il Pm Roberto Rossi contesta l'associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale e al falso in bilancio



Arezzo, 29 dicembre 2008 - *E' la prima delle grandi inchieste del 2008 che taglia il traguardo della chiusura.* Per Eutelia l'avviso di conclusione delle indagini, in gergo '415 bis' come l'articolo del codice di procedura penale che lo regola, dovrebbe arrivare già ai primi di gennaio, non appena la macchina del Palazzo di giustizia riprenderà a girare a pieno ritmo, subito dopo la Befana. D'altronde, secondo le indiscrezioni, è già tutto pronto, fatta eccezione per qualche adempimento formale di scarsa importanza rimandato perchè incombevano le feste di Natale.

*I reati contestati restano quelli ipotizzati fin dal clamoroso blitz del 21 maggio che diede sostanza a mesi e mesi di paziente lavoro della Guardia di Finanza:* associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale (cioè all'evasione) e al falso in bilancio. In sostanza, il meccanismo che il Pm Roberto Rossi e le Fiamme Gialle sono convinti di aver ricostruito è quello relativo a un colossale giro di denaro attraverso società fittizie costituite ad hoc che avrebbero consentito di stornare 50 milioni di euro dai bilanci ufficiali per dirottarli all'estero. E questo appunto è il falso in bilancio. Visto poi che su questa cifra nessuno avrebbe pagato le tasse, è scattata anche l'accusa di evasione.

*Inutile dire che Eutelia, compagnia telefonica fra le più importanti d'Italia, nata dalla fusione fra Plug-it ed Edison-tel e ben presto ascesa al gradino di quarta società nazionale del settore, nega tutto o al massimo è disposta a concedere qualche irregolarità di poco conto.* Ma la difesa del gruppo di via Calamandrei non ha affatto convinto il Pm Rossi, protagonista di un altro anno, il 2008, a tutto gas, dalla vittoria nel processo di Variantopoli all'inchiesta sul presunto inquinamento alla Chimet. Lo dice lo stesso avviso di chiusura delle indagini, che viene inviato solo nel caso il magistrato preveda di chiedere successivamente il rinvio a giudizio. Altrimenti si procede con la richiesta di archiviazione. Teoricamente le ulteriori mosse difensive di Eutelia potrebbero spingere l'accusa a proporre l'archiviazione dopo i venti giorni previsti dal 415 bis, ma non sembra questo il caso.

*Nel mirino della procura c'è quasi tutta la famiglia Landi, che controlla il pacchetto di maggioranza. *Innanzitutto Samuele Landi, amministratore delegato e uomo forte di via Calamandrei. Con lui il fratello Raimondo e i figli di questi Sauro ed Eva. Indagati anche un altro cugino, Alessandro, figlio di Angelo, il presidente di Eutelia, Pasquale Pallini e Daniele Bonarini. Due gli avvocati difensori: Alessandra Cacioli e, soprattutto, Ennio Amodio, principe del foro milanese che in passato ha avuto a lungo per cliente Silvio Berlusconi. Come a dire che i Landi (formalmente la nomina di Amodio è stata effettuata solo da Samuele, ma inevitabilmente si trascina dietro anche le altre posizioni) sono intenzionati a difendersi al meglio. Costi quel che costi.

Salvatore Mannino

Anonimo ha detto...

Per vs. info l'incontro del 7 è stato rinviato al giorno successivo per impegni precedenti presi dalle OO.SS. Nazionali.
????????????

Eutelia: ok a dismissione del comparto IT
(7 Gennaio 2009 - 20:03)

MILANO (Finanza.com) - “Il Consiglio di Amministrazione di Eutelia, riunitosi in data odierna, ha deliberato la dismissione delle attività IT del gruppo ha quindi dato mandato all’Amministratore Delegato, di procedere agli adempimenti necessari, individuando, ove possibile, acquirenti che garantiscano gli elevati standard di servizio e di assistenza ai numerosi e prestigiosi clienti, ai quali Eutelia continuerà a garantire l’erogazione dei servizi e l’assistenza tecnica per tutto il tempo necessario alla conclusione dell’operazione. “

il sindacato rinvia l'incontro ed eutelia riunisce il consiglio d'amministrazione.
mah!!!

Anonimo ha detto...

Dopo aver rotto il giocattolo lo buttano.....migliaia di famiglie rovinate da quattro stronzi....vi troveremo anche in capo al mondo.

Anonimo ha detto...

Cosa racconteremo ai nostri figli?

Anonimo ha detto...

Io sono cliente eutelia e ho a che fare quasi ogni giorno con voi che ci lavorate, avete tutta la mia solidarietà!

Ora che svendono il settore IT (che tral'altro generava un po' di utili) come possono restare in piedi?

Anonimo ha detto...

Leggete i vari forum riguardo la TLC EUTELIA e vi rederete conto di quanto fanno schifo i loro servizi!!!
Mentre sulla IT andate dai clienti e vi confermeranno la loro soddisfazione.

Anonimo ha detto...

Se fossi nel governo mi farei ridare i soldi

Anonimo ha detto...

Comunicato n. 1 per il 'Capitano'

Pensi, di farci paura?
Comportati bene. Tratta bene noi lavoratori. Altrimenti quel Paese africano che si chiama LIBERIA potrà determinare la tua rovina..
Fine Comunicato.

Anonimo ha detto...

Sindacalisti di merda non vi permettete di trattare in nome e per conto nostro.
Vi romperemo il culo.
Avete organizzato la commedia durante le feste di natale approfittando che stavamo in ferie. Vero?
Vi aspettiamo...

Anonimo ha detto...

amici lavoratori di eutelia, sono un azionista che ci sta rimettendo un occhio in questa pagliacciata organizzata dai landi che si portano 50 milioncini all'estero facendoli sparire dal bilancio, e per questo vi posto la mia più totale solidarietà nella lotta contro questi "signori" che stanno rischiando di mandare a gambe per aria intere famiglie. un abbraccio a tutti da roma.

Anonimo ha detto...

Ma tutti gli asset "regalati alla finanziaria"????

Anonimo ha detto...

fine dei giochi ..fine delle illusioni..il capitano del titanic ...l'uomo nuovo , quello delle mail con le faccine ...quello che dialogava con i suoi dipendenti
ILLUSI POVERI ILLUSI
non e' altro che il tipo imprenditore italiano "arraffa tutto il maloppo e scappa" e ora per gli ex getronics e ex bull che rimarra'??? , dato che si sono rubati immobili , soldi e davanti ai clienti siamo ormai dei poveracci?
Ultima cosa... ai vari landi, salpietro e leccaculi di arezzo (uno per tutti "+LANDI -FANTI") andate a fare in culo e spero con tutto il cuore che il male che ci state facendo vi si ritorcera' contro!!!
SIETE DEI LADRI E DELLE MERDE

Anonimo ha detto...

Voui cedere la parte IT? E quale è il problema.
Posa la liquidità che ti ha dato Getronics e Bull. Molla gli immobili e vai a morire tu, le tue due mogli e tutta la tua razza

Anonimo ha detto...

Poichè il sindacato è assente, non ha le palle ed è venduto, bisogna raccogliere 1500 firme e denunciare i Landi, anche in relazione alla conclusione delle indagini del pm Rossi alla magistratura. Nel frattempo penso che sia necessario denunciare anche il sindacato per il loro "assenteismo"

Anonimo ha detto...

Il 12 tutti a Roma ed al ministero deve salire una delegazioni di lavoratori altrimenti i nazionali TLC e IT ci massacrano. DOBBIAMO ESSERE ATTENTI, VIGILI E PRONTI A ROMPERGLI LA FACCIA

Anonimo ha detto...

Mai possibile che i nazionali non sapessero?? A loro possiamo già assegnare il pinocchio d'oro 2009. Ma il naso di pinocchio sanno dove gli lo mettiamo????

Anonimo ha detto...

Salpietro dismesso......
Dismesso dai landi....

che ridere!!!!!

Anonimo ha detto...

E adesso il salpietro/spugna/santone che ci dirà?
Sicuramente scriverà che è un segno del Signore, della Madonna, che dobbiamo esser forti, mostrarci consenzienti a queste prove che ci mandano i Santi...
MA VAI A C.....E te, il tuo pensiero e la tua faccia tosta!!

Anonimo ha detto...

Dismissioni IT

Chissà se Salpietro sarà dismesso.

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Può essere interessante.........

http://archiviostorico.corriere.it/2008/ottobre/06/Eutelia_quegli_strani_report_Deutsche_ce_0_081006026.shtml

Anonimo ha detto...

Tante grazie famiglia landi vi auguro di fallire e tutto il male che avete fatto e che farete ricada su di voi e i vostri figli
VERGOGNATEVI MERCENARI.

Anonimo ha detto...

Il settore It porta utili, ma che ti fumi??? IN Eutelia è solo il ramo TLC ha portare soldi in casa.

Se i tuoi numeri sono fortunati comunicaceli così li giochiamo al LOTTO .

collettivolavoratorigetronics ha detto...

Il collettivo redazionale di 'Eutelia Workers' chiede ai colleghi di raccontare quanto accade nelle varie sedi.

Anonimo ha detto...

Ad Arezzo si Lavora.

Anonimo ha detto...

Ad Arezzo lavoriamo...come sempre....anche perchè ci stanno pagando per questo!!!!!! Se essere leccaculi significa lavorare ne sono fiero!!!!

Anonimo ha detto...

Non so come si possa affermare che la parte TLC porta soldi. Ho visto come si fanno i conti in Eutelia (lo hanno capito anche i revisori!!)...non esiste alcun sistema informativo che tiene conto delle commesse, delle spese, nulla! Tutti i conti sono campati in aria, frutto di qualche pensata dei capi! Ricordate che eravamo in pareggio a Febbraio 2008 secondo il nostro Sammy? Due mesi dopo apriti cielo e ci siamo trovati con i CDS ! Comunque tutta Italia, anche grazie a "Mi Manda RAI 3", ha capito come FACEVA soldi Eutelia : con i dialer, le pornolinee e truffe varie!!

Il Gibbone

Anonimo ha detto...

Be' non è andata cosi' male in fin dei conti nel 2006 ci avrebbero mandati tutti a casa se non fossero arrivati i Landi. Abbiamo lavorato altri 3 anni e lo stipendio ce l'hanno sempre pagato.
E' evidente a tutti che la barca affonda cosi' come è messa ed è indispensabile alleggerire per non affondare tutti.

Alcuni rami sono evidentemente profittevoli e saranno venduti o mantenuti come le Tlc. Le parti che per un motivo o l'altro provano perdite non potranno essere vendute e dovranno essere solo chiuse.

Vedendo le perdite accumulate da Eutelia a causa dell'ingombrante It, penso proprio che non si possa chiedere di continuare in un suicidio collettivo, anzi.....

Anonimo ha detto...

A Roma si lavora, solo i soliti fancazzisti sindacalisti sono a spasso, ma non è certo una novità.

Anonimo ha detto...

Gibbone sei veramente un insulto, vatti a vedere nei bilanci dove fattura Eutelia e vedrai che il premium rate ormai da anni rappresenta un piccolissima parte del fatturato.

E' per colpa di gente come te che le cose vanno male. Se fossimo stati tutti uniti davvero, non saremmo in Cds adesso.

Anonimo ha detto...

Ora ho capito perche' Samuele e' sparito : ha paura e si vergogna di quello che ha combinato. Non c'e' altra spiegazione: purtroppo la dirigenza Eutelia pensava di saperci fare, ha mandato via un sacco di gente valida e ci ha fatto perdere vari clienti e tante commesse. Mi hanno riferito che anche grazie all'intervento personale di Samuele abbiamo perso una grossa ed importante commessa perche' ha aumentato il margine all'ultimo momento, dopo che i nostri commerciali avevano gia' preparato una proposta vincente....e hanno il coraggio di dire che l'IT non porta utili! E' la dirigenza aretina che e' INCAPACE, basta vedere i successi delle TLC in Liberia, Arabia Saudita e Polonia!!!

Il Gibbone

Anonimo ha detto...

Ci sono novità dalla riunione con i sindacati?

Anonimo ha detto...

Una analisi cinica quanto logica.
Per non far affondare la nave, occorre alleggerirla. Non sta a me fare i conti, ma è evidente che non tutte le divisioni sono in perdita. Quelle che lo sono (per carità, non sempre a causa dei facenti parte) non potranno essere oggetto di vendita. Probabilmente sarò tra queste. Non lo so, ma la logica è questa.

Anonimo ha detto...

Quando finira' questa agonia???
Qualcuno ci fa sapere nomi e modalita' di questi pseudo-accordi??

ps: no violent verba .... non e' bello...

Anonimo ha detto...

Ad Arezzo lavoriamo...come sempre....anche perchè ci stanno pagando per questo!!!!!! Se essere leccaculi significa lavorare ne sono fiero!!!!

Lavorare è una cosa essere stronzi è un'altra, ad arezzo appartenete alla seconda!!!!

Anonimo ha detto...

Abbiamo lavorato altri 3 anni e lo stipendio ce l'hanno sempre pagato.

Certo hai ragione, ti ABBIAMO PAGATO LO STIPENDIO con i NOSTRI SOLDi dei NOSTRI TFR (getronics-Bull) e ti ricordo che gli stabili di Pregnana, Roma, Avellino e Rende sono i nostri
PEZZENTI E CONTADINI e PRESUNTUOSI ecco chi sono i dipendenti eutelia

Anonimo ha detto...

A Roma si lavora, solo i soliti fancazzisti sindacalisti sono a spasso, ma non è certo una novità.

A Roma come in tutta italia, fra 25 giorni andrete a lavorare vicino i semafori x vendere i fazzolettini grazie al mitico Samuele

Anonimo ha detto...

Ecco la bella notizia: tutti in mobilità più un comparto di TLC, altro che vendita!!!!!
Se andiamo in mobilità perderemo immediatamente tutti i nostri clienti/contratti e a quel punto non ci acquista nessuno nemmeno per 1 Euro!!
Siamo finiti e Samuele adesso è meglio che se ne scappa nello stesso posto dove ha portato i 50 milioni, adesso è un uomo finito

Anonimo ha detto...

Il 12 l'azienda chiederà al Governo la mobilità per gli ex Getronics-Bull ed un esiguo numero di dipendenti Eutelia!!
Acuistati per un euro, hai preso 71 milioni di euro, gli immobli poi la CDS e 41 milioni dal governo italiano. Adesso la mobilità!!
Niente più Samuele? ma che bravo imprenditore. Ladro e conigilio
Perchè il 12 non vieni a Roma, ti facciamo vedere una bella cosa!!!
ARETINI MERDE

Anonimo ha detto...

Vendita???? Si dei supplì!!
Fra 25 giorni tutti in mobilità!!!
E Samuele al composanto.
I sindacati hanno fatto l'ennesima sceneggiata: hanno abbandonato il tavolo dell'azienda indignati ed incazzati dando appuntamento il 12 a Roma. non sono d'accordo con quanto detto dall'azienda: eh si adesso dicevano pure che andava bene?!?!?!??!!?
Pazzesco.

Anonimo ha detto...

"Il Consiglio di Amministrazione di Eutelia, riunitosi in data odierna, ha deliberato la dismissione delle attività IT del gruppo ha quindi dato mandato all´Amministratore Delegato, di procedere agli adempimenti necessari, individuando, ove possibile, acquirenti che garantiscano gli elevati standard di servizio e di assistenza ai numerosi e prestigiosi clienti, ai quali Eutelia continuerà a garantire l´erogazione dei servizi e l´assistenza tecnica per tutto il tempo necessario alla conclusione dell´operazione. "
Queste le dichiarazioni rilasciate in una nota dal CDA che ha anche affermato che l´intera struttura del gruppo Eutelia beneficerà della dismissione della divisione IT e le attività si concentreranno sul comparto delle Telecomunicazioni. A questo proposito il Consiglio di Amministrazione ha incaricato l´Amministratore Delegato di predisporre un nuovo piano industriale che individui le azioni che l´azienda intende intraprendere nel prossimo triennio al fine di aumentare progressivamente valore ad Eutelia.

BALLE X GLI AZIONISTI - TUTTI IN MOBLITA' ECCO LA VERITA'. VENDETE VENDETE LE AZIONI !!!!

Anonimo ha detto...

Be' non è andata cosi' male in fin dei conti nel 2006 ci avrebbero mandati tutti a casa se non fossero arrivati i Landi

Ti ricordo che quelle bravissime persone dei Landi non li abbiamo certo chiamati noi e sono accusati di evasione fiscale, falso in bilancio con cui hanno truffato il governo italiano (vedi CDS)
Hanno intascato 71 milioni di euro + immobili
Ma tu sei nato stronzo o lo sei diventato?

Anonimo ha detto...

Non esiste nessuna vendita, solo moblità. Il 12 tutti a roma accompagnati dai COBAS

Anonimo ha detto...

Redazione ti prego stacci vicina, abbiamo bisogno del tuo aiuto del tuo diffondere le notizie.
Grazie

Il 12 tutti a Roma!!
P.S. Napoli-Bari-Rende-Milano-Ivrea-Firenze siete pronti?? non devonon esistere distanza per una volta facciamo un piccolo sacrificio per noi stessi e le nostre famiglia.
Aretini tutti a lavorare mi raccomando. E belate piano altrimenti Samuele vi frusta

Anonimo ha detto...

A Bari non si lavora.... anche perche' non abbiamo piu' una sede. Lunedi l'ativita' dovrebbe ricominciare presso la nuova sede, ma con questi chiari di luna...

Anonimo ha detto...

Borsa: Eutelia trionfa in vetta al listino

(Teleborsa) - Roma, 8 gen - Grande giornata per Eutelia che si colloca proprio in vetta al Listino milanese, venendo anche sospesa al rialzo e vantando un rialzo teorico del 16%. Il titolo viene così premiato all'indomani dell'annuncio della vendita della sua divisione IT.
Il CdA della compagnia ha infatti deliberato la dismissione delle attività IT del gruppo e ha dato mandato all'Amministratore Delegato, di procedere agli adempimenti necessari, individuando, ove possibile, acquirenti che garantiscano gli elevati standard di servizio e di assistenza. L'operazione ha l'obiettivo di focalizzare l'attività sul core business delle telecomunicazioni.


Ecco il loro obiettivo contiuare a speculare sugli azionisti e noi tutti in mobilità, si parla anche di un piccolo comparto di eutelia (TLC)
Vogliono fare un licenziamento collettivo

Anonimo ha detto...

Certo hai ragione, ti ABBIAMO PAGATO LO STIPENDIO con i NOSTRI SOLDi dei NOSTRI TFR (getronics-Bull) e ti ricordo che gli stabili di Pregnana, Roma, Avellino e Rende sono i nostri
PEZZENTI E CONTADINI e PRESUNTUOSI ecco chi sono i dipendenti eutelia.
---------------------------------------

Parli per te stesso evidentemente:
innanzitutto l'immobile di Roma è di proprietà di Eutelia da ben prima delle acquisizioni Getronics. In quanto al resto sono tutti immobili dell'azienda non certo dei dipendenti e puoi aggiungerci Ivrea e Torino.
Presentuoso sei tu che parli senza sapere.

Anonimo ha detto...

A Bari non si lavora.... anche perche' non abbiamo piu' una sede. Lunedi l'ativita' dovrebbe ricominciare presso la nuova sede, ma con questi chiari di luna...

giovedì, 08 gennaio, 2009
----------------------------------------
Ma finitela siete gli unici che non siete in Cds e che grazie al contratto Absc qualcuno vi rileverà di sicuro.

Anonimo ha detto...

Ti ricordo che quelle bravissime persone dei Landi non li abbiamo certo chiamati noi e sono accusati di evasione fiscale, falso in bilancio con cui hanno truffato il governo italiano (vedi CDS)
Hanno intascato 71 milioni di euro + immobili
Ma tu sei nato stronzo o lo sei diventato?
--------------------------------------
Sei tu Stronzo che non sai cosa dici. prova a sostenerlo in una denuncia quello che dici invece di scrivere cavolate in forma anonima.

Anonimo ha detto...

Dopo lo sciopero del 12 di Roma, ci sarà una grande manifestazione ad Arezzo ma non sotto la sede Eutelia, ma sotto il castello del ladro Samuele.
FORZA RAGAZZI UNITI SI VINCE

Anonimo ha detto...

Salpietro come mai non parli più. adesso quel ragazzo di 38 anni che ha varie bu in utile va in mobilità o il fatto di aver leccato tanto lo salverà??
Chissà!!!
Bhe' x una azienda in crisi 45 milioni annui sono tanti penso che hai poche speranze. Riuscirai vivere con 680 euro al mese? Penso di si tu sei bravo, credente e in italia lavori solo tu, non avrai nessun problema a trovare una nuova occupazione

Anonimo ha detto...

Per quelle merde di esseri viventi di Arezzo: cercate di partecipare allo sciopero del 12. Siete solo schiavi moderni

Anonimo ha detto...

Adesso che dite, la redazione aveva ragione ci aveva messo in guardia e gente ancora che credeva alla vendita. Era felice, contenta... Getreonics ed Eutelia non gli avevano insegnato nulla. Adesso tutti in MOBILITA'
Adesso siete svegli??? Sicuramente siete con le pezze al culo!

Anonimo ha detto...

PER I DIPENDENTI TLC EUTELIA:

FORSE QUESTA VOLTA VE LA SCANSATE.
PER NOI EX GETRONICS/BULL FORSE è GIA TUTTO DECISO.
MA STATE SICURI CHE ALLA PROSSIMA CIOE L'ANNO VENTURO VI MANDANO A C...ARE PURE A VOI.

SI PERCHE LA TLC E IN POSITIVO SOLO PERCHE TUTTI I SUI COSTI SONO STATI VOLUTAMENTE CARICATI SULL'IT.
IN REALTA' I SERVIZI TLC AL DETTAGLIO SONO STATI BOICOTTATI DALLA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEGLI UTENTI, BASTA LEGGERSI QUALCHE BLOG SU GOOGLE PER CAPIRE COME STANNO LE COSE.
pER QUELLI ALL'INGROSSO NON VA TANTO MEGLIO.
ORAMAI FATTURANO SOLO PER I CONTRATTI IN ESSERE CHE ASPETTANO LA SCADENZA.
CIO NON MI FA PIACERE, ASSOLUTAMENTE, ANCHE SE QUESTI LANDI NON SE LO MERITANO IO CI SEMPRE CREDUTO NEL MIO LAVORO.

SCUSATE SE VI HO ROVINATO IL 2009 A VOI DIPENDENTI TLC EUTELIA

Anonimo ha detto...

ragazzi, almeno 4 BMW X3 sono mie, per risarcimento danni.

Anonimo ha detto...

COMUNICATO SINDACALE EUTELIA



Le OO.SS. Nazionali ed il coordinamento delle RSU del settore metalmeccanico e telecomunicazioni di Eutelia, denunciano il gravissimo comportamento della società.

Infatti, invece di informare le rappresentanze sindacali sulla gestione della crisi e sulle eventuali misure da adottare per la sua risoluzione (così come previsto dall’accordo sindacale sottoscritto), si è presentata all’incontro annunciando la dismissione di tutto il settore IT (intendendo tutte le attività anche quelle TLC ma individuate dall’azienda come IT) come da comunicato del consiglio d’amministrazione del 7 gennaio u.s.

L’azienda non ha fornito alcuna informazione sui motivi della dismissione, sulle valutazione di carattere economico e/o industriale di tale decisione.

Sulla base di quanto dichiarato dall’azienda le OO.SS. e il coordinamento delle RSU confermano lo sciopero già proclamato per 12 gennaio p.v. e la manifestazione sotto il Ministero dello Sviluppo Economico.

La manifestazione a si terrà a Roma in via Molise 2 dalle ore 10,00 alle ore 13,00.





FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
FISTEL, SLC, UILCOM NAZIONALI

Roma, 8 gennaio 2009

Anonimo ha detto...

8 Gennaio 2009 - Gravissimo annuncio dell'azienda all'incontro dell'8 gennaio 2009 con i sindacati: Eutelia intende dismettere l'intero comparto IT ponendo i lavoratori in mobilita' e gestendo in parallelo eventuali trattative con eventuali acquirenti di "pezzi". Per lunedi' 12 c.m. confermati sia lo sciopero per l'intera giornata che la manifestazione a Roma sotto il Ministero dello Sviluppo Economico dalle 10:00 alle 13:00.

Anonimo ha detto...

ho un amico che gratis ci accompagna ad Arez, basta che gli paghiamo le spese.. ha un mercedes con 120 posti a sedere.
Facciamo una bella visita collettiva alla famiglia.

Anonimo ha detto...

Giusto,..-ayin tachat ‘ayin,

Anonimo ha detto...

bisogna incendiare la Finital...gli stronzi fidati stanno tutti lì...compresi i traferiti....

Anonimo ha detto...

L'azienda al Ministero deve portare lo stato patrimoniale del ramo che vuole cedere e l'elenco nominativo dei lavoratori interessati, è obbligatorio...se il sindacato non lo pretenderà allora vuol dire che era già tutto previsto: botte da orbi!!

Anonimo ha detto...

scusate ma di che tipo di mobilità si parla? ma stiamo scherzando?? che ci siete andati a fare a Roma sindacati di merda!!!!!!

Anonimo ha detto...

A Bari non si lavora.... anche perche' non abbiamo piu' una sede. Lunedi l'ativita' dovrebbe ricominciare presso la nuova sede, ma con questi chiari di luna...

Domani alle 11 i sindacalisti hanno convocato un'assemblea sul piazzale della sede di Bitritto. Speriamo non per discutere ancora dei ticket restaurant ...

Anonimo ha detto...

Senza la firma dei nazionali che bloccano la CDS l'azienda non può avere la mobilità, quindi siamo attenti sulle mosse dei nazionali "venduti e lecchini".
Dobbiamo vigilare su di loro e se c'e' bisogna menare mazzate.
W I COBAS

Anonimo ha detto...

ma possibile che questi dicano mobilità per tutti, senza avere un piano, una strategia uno straccio di idea ? Mi sembra una cosa di una gravità pazzesca. Nemmeno per Alitalia si è mai parlato in questi termini... Quanti sono i lavoratori Bull/Getronics interessati ?

Anonimo ha detto...

Salpietro come mai non parli più. adesso quel ragazzo di 38 anni che ha varie bu in utile va in mobilità o il fatto di aver leccato tanto lo salverà??
Chissà!!!
Bhe' x una azienda in crisi 45 milioni annui sono tanti penso che hai poche speranze. Riuscirai vivere con 680 euro al mese? Penso di si tu sei bravo, credente e in italia lavori solo tu, non avrai nessun problema a trovare una nuova occupazione


Ci siete cascati come polli: quanti di noi hanno tentato di spiegarvi che Salpietro non era il problema piu' grave che avevamo !!! Lo avete capito adesso ? Faceva (forse inconsapevolmente) il parafulmine per evitare che discutessimo della reale situazione aziendale.
Ora e' troppo tardi......

Complimenti !!!!

Anonimo ha detto...

Vergogna, vergogna, vergogna!

Anonimo ha detto...

Pensate: eutelia prima delle acquisizioni era l'unica azienda al mondo senza nessun sindacato!!!
Ad arezzo sono tutti ESCREMENTI!!!!!

Anonimo ha detto...

Ragazzi, il ramo Tlc ha prodotto cassa per 27 milioni nel 2008 ed il ramo It ne ha persi ben 46. E' ovvio che la cosa non possa reggere e vedendo i bilanci ha già retto troppo per qualsiasi azionista anche insensato.
Purtroppo la crisi c'e' ed Eutelia ne è stata colpita come del resto moltissime altre aziende. Purtroppo non è un caso isolato e toccherà inventarsi qualcosa per sopravvivere decentemente. Secondo me possiamo scioperare anche per 6 mesi ma l'essenza del problema non cambierà di una virgola.

Anonimo ha detto...

Speriamo solo che ci siano molti compratori, perchè per quelli dell'It che rimarrano, la mobilità mi pare proprio assicurata.

Anonimo ha detto...

ma possibile che questi dicano mobilità per tutti, senza avere un piano, una strategia uno straccio di idea ? Mi sembra una cosa di una gravità pazzesca. Nemmeno per Alitalia si è mai parlato in questi termini... Quanti sono i lavoratori Bull/Getronics interessati ?
------------------------------------------
Figurati se non c'e' un piano preciso, del resto una dismissione è costituita da due parti semplici:
1) si vende quel che si può;
2) si chiude quello che rimane.

Inutile farla lunga questa è la realtà già descritta nello scarno comunicato aziendale.

Anonimo ha detto...

Gentile Redazione, suggerirei di evitare di pubblicare minacce di morte. Non mi pare molto etico per chi pensa invece ad una lotta civile come si fà in un paese democratico.

Anonimo ha detto...

COMUNICATO N. 2 PER IL CAPITANO
'Capitano', sappiamo che i tuoi interessi in Liberia non sono tanto umanitari. Anzi.
Non ci hai dato ancora un segnale..

Anonimo ha detto...

Basta con gli sfoghi. Cacciamo fuori le palle e pubblichiamo su questo blog tutte le informazioni ed i documenti riguardanti i Landi. Smascheriamoli. Smascheriamoli sui preestanome..
Forza Ragazzi,
non ci arrendiamo!

Anonimo ha detto...

ma che vi lamentate!!!!
lavoratori ( ex...?) non vi preoccupate,siate sereni e spendete come dice il nostro(?) presidente del consiglio silvio berlusconi.... inoltre per tutti i licenziati/cassaintegrati/in mobilita' saranno predisposte delle stupende feste a casa dell'oracolo salpietro !!
ecco il programma :
1) sermone dell'oracolo (lo' so' e' un po' dura ma vale la pena)
2) moltiplicazione (sempre dell'oracolo) di pane, pesci e soldi per i mutuo e le bollette
inoltre ci sara' la partecipazione speciale del mitico "capitano del titanic" samuele landi che ci allietera' con
1) lancio dal paracadute (....lo so' che state pensando... :-) )
2) conferenza sul tema : "come comprare aziende ad un euro, derubarle di tutto il possibile, scassare il cazzo ai suoi dipendenti per 2 anni con planning,mail con le "faccette" ,incutendo il terrore con metodi da regime cinese, illuderli con false promesse e poi scappare con il maloppo e mettendo 1500 persone in mezzo ad una strada"
ricchi premi e giochi di societa' come "chi lecca piu' il culo ai landi" o "chi chiude i planning in modo piu' veloce"

Anonimo ha detto...

Sei tu Stronzo che non sai cosa dici. prova a sostenerlo in una denuncia quello che dici invece di scrivere cavolate in forma anonima.

Faccia di merda, ma tu i giornali non li leggi? In che mondo vivi. Non solo esiste già una denuncia ma a giorni il PM Rossi emetterà un giudizio che è già stato anticipato da diversi quotidiani nazionionli. Lo stonzo mettitelo in bocca almeno non spari cazzate!!

Anonimo ha detto...

Scusate quanto costa in tutto la baracca? Fatemi sapere perch[ potrei essere intenzionato ad acquistarla.

Anonimo ha detto...

Che fine fara' la Eunics Lab di Pozzuoli? Riusciranno i nostri eroi a superare questo periodaccio? Be' staremo a vedere.

Anonimo ha detto...

A pensarci però c'è di fondo una contraddizione.
Come si fa ad assicurare ai clienti il servizio ed il rispetto dei contratti se si mette tutto il comparto IT in mobilita?

Una delle due affermazioni deve essere falsa o parzialmente vera.

Senza contare che chiudendo i contratti in progress di sicuro Eutelia sarà costretta a pagare muulte salatissime.
Insomma c'è qualcosa che non torna.

L'unica cosa che è sicura che questo "gioco" delle aprti si svolge come al solito sulle spalle dei lavoratori onosti, è questo risulta sempre meno accettabile.

Anonimo ha detto...

Gentile Redazione, suggerirei di evitare di pubblicare minacce di morte. Non mi pare molto etico

Certo che sei coglione sul serio, rubare e portare 50 milioni nostri su conti correnti esteri è ETICO
Fare falso in bilancio è ETICO
Con il falso in bilancio fottere lo stato dove vivi anche tu e rubare altri 41 milioni è ETICO
Mettere in CDS il 90% dei dipendenti è ETICO
Licenziare 1800/1900 persone (famiglie e figli)
è ETICO
Io ti suggerisco di evitare di parlare altrimenti farai la stessa fine che farà Samuele e la sua famiglia

Anonimo ha detto...

Da quel poco che si è capito all'incontro di Roma sembra che fra un paio di mesi l'azienda vuole iniziare con una mobilità per 800 dipendenti e nel giro di pochi mesi (estate) portare questo numero fra i 1800 e 1900
LICENZIATI

Anonimo ha detto...

Stiamo raccogliendo le adesione per costituirci parte civile nel processo avviato dal pm Rossi di Arezzo per falso in bilancio, evasione fiscale e truffa. Abbiamo già contatto un colleggio di legali che sono disponibili, sull'anticipo di spese e una piccola percentuale sull'eventuale indennizzo a difendere la nostra causa.
La quota di adesione per persona è 10 Euro. Aspettiamo le vostre numerose adesioni a questo indirizzo di mail protestaeutelia@libero.it

I lavoratori Eutelia Italia

Anonimo ha detto...

L'azienda vuole porre SUBITO tutto il comparto IT in mobilità e, in parallelo, vendere lo spezzatino, se ci riesce. Tutto chiaro?
Queste sono affermazioni di EUTELIA.
IL CASINO VA FATTO CON O SENZA I SINDACATI e stavolta deve essere un casino che deve fare sentire la nostra voce ovunque. Ma, sia chiaro, la controparte è l'azienda. Chi ci sta togliendo il lavoro è Eutelia!

Anonimo ha detto...

ma nessuno, dico nessuno, che porti un mezzo straccetto di documenti a prova di quello che farneticamente viene detto?
stiamo tutti sulla stessa barca. Smettetela di dare aria alla bocca. e di fare minacce, a volte tornano indietro.

Anonimo ha detto...

------------------------------
A pensarci però c'è di fondo una contraddizione.
Come si fa ad assicurare ai clienti il servizio ed il rispetto dei contratti se si mette tutto il comparto IT in mobilita?
-------------------------------

Eventuali cessioni di lavoratori in regime di mobilita ( anche un giorno ) non comportano il rispetto dei cosiddetti diritti acquisiti.

Insomma cornuti e mazziati.

Forse è il caso di darci una svegliata.............non solo noi
ma tutti i lavoratori e i pensionati di questo paese diventato la cuccagna dei furbi e l'inferno degli onesti dovrebbero farsi sentire.

Anonimo ha detto...

Allora, scusate. Cerchiamo per quanto possibile di mantenere non dico la calma ma l'uso della ragione.
Hanno detto che faranno "dismissioni" nel settore IT. Il termne è generico, può voler dire vendita o licenziamento o tutte e due le cose. Dicono anche che assicurano il servizio ai clienti. Il ché come ha detto qualcuno è in contrasto con l'idea di licenziare tout court.
Del resto ci sono commesse che sono assicurate per anni. Quindi , a mio avviso, la cosa più probabile è un sorta di ricatto fatto allo Stato (del tipo se qui ci condannano e ci fanno fallire noi ti mettiamo in strada miglialia di persone). D'altra parte per le commesse valide un acquirente in ogni caso si dovrebbe trovare : come si può immaginare che morendo l'azienda muoiano anche le commesse ? Io non riesco a pensarlo perché il cliente stesso farà in modo di ricollocare le persone se soddisfatto dal servizo o almeno per dare continuità (magari girandolo ad altri terzi).

Diciamo che voglio dare un'interpretazione ottimisticaa al tutto per quanto possibile, ma forse nemmeno così campata per aria.

Anonimo ha detto...

Il comunicato parla di “dismissione delle attività IT” e anche di individuare “ove possibile, acquirenti”.
Il senso è: le commesse che riescono a cedere, le cedono. Per le altre, cercheranno di accordarsi sulle penali o di portarle a termine.
Terminate (nei modi di cui sopra) le commesse, mandano a casa i lavoratori.

Il comunicato dice che Eutelia continuerà a garantire l'erogazione dei servizi e l'assistenza tecnica “per tutto il tempo necessario alla conclusione dell'operazione”
Il che vuol dire, nel minor tempo possibile!!!

Anonimo ha detto...

Ma ragazzi finiamola con queste minaccie di morte ed altro facciamo le persone serie come al solito ci fasciamo la testa sempre prima di essercela rotta,aspettiamo un attimo dopo se cosi è il tempo lo abbiamo per andare ad Arezzo.ma non sciendiamo in offese becere o altro,forse è questo che vogliono destabilizzare tutto,non serve a niente e a nessuno per esperienza di sei vendite e dico sei mica bruscolini.Lo so che la paura fa 90ma aspettiamo un attimo.Cari colleghi stiamo calmi e riflettiamo prima di scrivere certe cose.Ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

Bisogna rimanere uniti e non accettare nessuna formula che frantumi la forza lavoro in caso contrario prima o poi sara' la fine per tutti.
Ancora una volta abbiamo la riprova dell'incompetenza dei nostri pradoni e del dilettattismo con cui cercano di affrontare la grave crisi che hanno generato.

Anonimo ha detto...

Visto a cosa ci ha portato la prova di forza ingaggiata dai signori sindacalisti ?


Il risultato di tutto cio' e' che ora, solo noi, ci troveremo in mezzo ad una strada, perche' la dirigenza aziendale (che pure ha le sue colpe) ed i sindacalisti non risentiranno certo delle conseguenza.

Saranno solo cazzi nostri.

Grazie a tutti: azienda e, soprattutto, sindacalisti.

Anonimo ha detto...

"Eventuali cessioni di lavoratori in regime di mobilita ( anche un giorno ) non comportano il rispetto dei cosiddetti diritti acquisiti.
Insomma cornuti e mazziati."


non ho capito se siamo piu' preoccupati per lo stipendio o per i "diritti acquisiti".

Anonimo ha detto...

Lo stipendio attuale è un diritto acquisito.

Diversamente vai ad accettare un contratto ex novo con annessi e connessi.
Sarebbe a dire mansione e stipendio
come decide chi ti compra.
Appunto schiavi, anche se moderni....

Anonimo ha detto...

Certo che sei coglione sul serio, rubare e portare 50 milioni nostri su conti correnti esteri è ETICO
Fare falso in bilancio è ETICO
Con il falso in bilancio fottere lo stato dove vivi anche tu e rubare altri 41 milioni è ETICO
Mettere in CDS il 90% dei dipendenti è ETICO
Licenziare 1800/1900 persone (famiglie e figli)
è ETICO
Io ti suggerisco di evitare di parlare altrimenti farai la stessa fine che farà Samuele e la sua famiglia
---------------------------------

Ma dove pensi di essere in una cooperativa?
Secondo te i soldi dell'Azienda sono dei dipendenti?
Vedo che hai anche un grande rispetto dei colleghi, complimenti.
Va' a cercare un altro lavoro che fai un favore a tutti quanti noi.

Anonimo ha detto...

Ricordate quanto si sono dati da fare i Sindacati per "sputtanare" l'Azienda?
Ora che le commesse non ci sono e l'Azienda non ci può più dare lo stipendio, chi ce lo dà il Sindacato?
Ma fatemi il favore....

Anonimo ha detto...

Ragazzi, qui il problema è ben più grave delle dismissioni di IT.
Ho letto tanti commenti dove si vanta il TLC per i ricavi.
Ragazzi, dopo due anni e mezzo ancora non riusciamo a capire che ci stanno prendendo per il culo.

L'onesta proprietà Landi vuole dismettere tutto e ritornare semplicmenet con i suoi circa 400 dipendenti ex plug-it.

E' chiaro il concetto??!!??

Anonimo ha detto...

PER I COLLEGHI TLC (EX EDISONTEL)

Ragazzi, scioperiamo tutti uniti Lunedì e combattiamo insieme per le prossime iniziative.

Il posto di lavoro è in pericolo anche per tutti voi.

Non continuate ancora a pensare di avere un padrone amico!

L'interesse che i Landi ha di Voi sta solo nella rete ex Edisontel!

Non vi fate prendere in giro.
Reagite anche Voi.

Tutti insieme possiamo vincere la battagli contro questi imbroglioni.

Anonimo ha detto...

Carissimi colleghi tecnici dello STAC di Milano, senza voler fare nessuna sorte di polemica, dopo tante parole e parole spese sul blog, Vi chedo se Lunedì, oltre a SCIPERARE, verrete in massa a Roma per la manifestazione!!!

Scusare ma il rispetto tra coleghi è importante!

Anonimo ha detto...

MESSAGIO PER I COLLEGHI DI AREZZO

Colleghi, Vi aspettiamo in massa allo sciopero manifestazione a Roma.

Uniamoci insienme ed alziamo una volta per tutti la testa!

Vi ricordo che lo sciopero è statao proclamamto anche dal Sindacato TLC.

Questa volta chi rischia il posto di lavoro non è solo il fannullo Getronics/Bull.

Ragazzi uniamoci, difendiamo il posto di lavoro

Anonimo ha detto...

MESSAGGIO PER I COLLEGHI DI MILANO - TORINO E DELLE ALTRE SEDI DEL NORD


Colleghi, Vi aspettiamo in massa a Roma.

Spero che anche questa volta non venga solo il Pagaria in rappresentanza della sede di Milano.

Ragazzi capisco che è un sacrificio svegliarsi la mattina presto, vi ricordo solo che ci sono i colleghi pugliesi, calabresi e siciliani che verranno addirittura il giorno prima.

Sacrifichiamoci per difendere il posto di lavoro che ci vuole essere rubato.

Anonimo ha detto...

"Lo stipendio attuale è un diritto acquisito.

Sarebbe a dire mansione e stipendio
come decide chi ti compra."


temo che a forza di difendere improbabili diritti acquisiti, si finira' proprio per perdere lo stipendio.

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici e Colleghi,

"Salpietro come mai non parli più. adesso quel ragazzo di 38 anni che ha varie bu in utile va in mobilità o il fatto di aver leccato tanto lo salverà??
Chissà!!!"


Non capisco perché adesso vi lamentiate così tanto.

Non volevate liberarVi dei Landi?
Il loro operato non vi è mai piaciuto?
Avete sempre sputato (non tutti) nel piatto in cui mangiavate?
E adesso che l'anno nuovo vi ha finalmente dato tutto quello che avete sempre desiderato (o temuto): vi lamentate ancora?

Decidetevi:

1) Si farà sciopero la prossima settimana? bene, e poi?

2) Qualcuno vole di nuovo mettersi nelle mani di avvocati (parte civile), va bene...come se il caso alchera non ha mai insegnato nulla? ok fatelo.

3) Volete stracciare le tessere del sindacato? bene, qualcuno suggerisce i COBAS? wow....e poi?

4) Qualcuno vuole venire a casa mia a regitare il rosario? perché no.

5) potete spendere centinaia di post per mandare a quel paese il sottoscritto? se pensi sia giusto e utile alla causa fallo pure...è poi?

6) qualcuno vuole bloccare tutte le attività sui clienti? un suidicio, dove possibile i nostri competitor ci rimpiazzeranno in un paio di giorni: è quello che volete davvero...essere dimenticati dai clienti?


Per fare tutte le cose di cui sopra bastano 2-3 giorni....e poi?

Ho visto un paio di interventi sensati fra questi 108....I clienti sono l'unico vero valore che ha quest'azienda per stare sul mercato, un'altro le professionalità che la compongono: perso il primo, il secondo è a rischio.

quasi dimenticavo:
7) Molti consigliavano ai Landi di tornare a gestire un'azienda da 500 persone: e forse vi hanno anche ascoltato...

Vorrei poterVi dare informazioni più precise sul nostro futuro: ma anch'io come voi ho saputo dell'annuncio ieri...e non ho ancora avuto nessun informazione diversa da quella del comunicato che mi è stato sommariamente comunicato telefonicamente questo pomeriggio.

L'azienda va avanti: i contratti ci sono e andranno onorati e difesi, gli ordini entrati fino a fine anno ci danno ancora un po di ossigeno. La crisi generale in atto sta toccando tutti i settori, non solo il nostro.

La situazione oggi e questa: quello che potevo fare ho fatto fino al 25 di dicembre (peccato!)...in più di due anni le cose dette e scritte sono sempre state ignorate e schernite (a volte qualcuno si è anche spinto oltre con minaccie dirette).

Un'ultimo consiglio: smettete di guardare indietro, la situazione oggi è questa....bisogno partire da questa situazione e pensare al futuro...tutto il tempo sprecato a pensare cos'eravamo è tempo rubato a pensare a cosa saremo.

Per quanto riguarda la prima domanda: non so rispondervi.

Tutto dipende dai Landi e dai contratti sui clienti che abbiamo: come sempre, una regola che vale per me come per ciascuno di voi.

Grazie,
Daniele Salpietro
Dipendente Eutelia
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

Lavoratore Eutelia alzati il futuro deve essere una scelta e non un destino!

Sono 63 le adesioni alla costituzione di parte civile al processo di Arezzo. Non fare mancare la tua adesione scrivendo a protestaeutelia@libero.it.

Anonimo ha detto...

Ma ragazzi finiamola con queste minaccie di morte ed altro facciamo le persone serie come al solito ci fasciamo la testa sempre prima di essercela rotta,aspettiamo un attimo dopo se cosi è il tempo lo abbiamo per andare ad Arezzo.ma non sciendiamo in offese becere o altro,forse è questo che vogliono destabilizzare tutto,non serve a niente e a nessuno per esperienza di sei vendite e dico sei mica bruscolini.Lo so che la paura fa 90ma aspettiamo un attimo.Cari colleghi stiamo calmi e riflettiamo prima di scrivere certe cose.Ciao a tutti

Fatti i cazzi tuoi, vieni a roma il 12 e rompiamo il culo pure a te. Samuele ti licenzia e tu vuoi la calma. Va vai a fare in culo

Anonimo ha detto...

Gibbone sei veramente un insulto, vatti a vedere nei bilanci dove fattura Eutelia e vedrai che il premium rate ormai da anni rappresenta un piccolissima parte del fatturato.
--------------------------

Giusto!!! infatti nel giro di alcuni anni siamo con le pezze al culo.
Hanno cercato di diversificare con il mercato IT ,acquisendo due aziende in crisi e cercando di risanalrle con i metodi usati per Edisontel,NTS & NoiCom (lacrime & sangue).
Purtroppo tranne la riduzione e il controllo dei costi non ci hanno capito una mazza del mercato IT.
I pochi ordini ancora in piedi sono frutto del pregresso e della professionalita' dei lavoratori.

Buona fortuna a tutti noi

Anonimo ha detto...

L'interesse che i Landi ha di Voi sta solo nella rete ex Edisontel!
-------------------------------------
Sei proprio un esperto di telecomunicazioni. Se non ci vendi dei servizi sopra chissà cosa ci fai con la rete, ci spendi solo soldi per mantenerla accesa.
Oggi una rete come quella ex-edisontel può essere acquisita per due euro dalle decine di fallimenti degli anni scorsi.
Il valore stà solo nei servizi venduti grazie al lavoro dei dipendenti Tlc. Se i Landi vogliono tenersi solo quelli che valgono non c'e' da biasimarli.
Al giorno d'oggi i pesi morti non possono più esistere.

Bye,bye It.

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Stiamo raccogliendo le adesione per costituirci parte civile....

Mi sembra una buona idea. E mi senbra che al momento sia una buona idea anche se va approfondta.

Secondo me non stiamo dando una buona imagine di noi, continuando a dire parolaccie e altro. Facciamo i fatti.
Comunque penso che a Roma saremo una delle tante aziende che...

Proviamo martellare di mail le redazioni di tutti i mezzi di informazione. Creiamo un documento piccolo, chiaro e coinciso e facciamolo girare.

Anonimo ha detto...

Ai diversi bloggers che hanno chiesto a Daniele Salpietro di battere un colpo e di commentare le ultime decisioni del suo "Capitano", consiglio di non perdere tempo e di indirizzare altrove le proprie attenzioni.
Perchè dico questo? Semplicemente perchè l'ho avuto come collega in Getronics prima dell'arrivo di Eutelia e ho avuto più occasioni per svelare la sua "piccola" strategia professionale, che è quella di cercare sempre qualcuno da servire devotamente.
Ci sono gli autentici "servi della giustizia" che sono pronti a rinunciare ad ogni cosa per non venir meno ai propri principi e ci sono i "salpietrini" che il sommo Dante descrive con questa terzina folgorante: "Fama di loro il mondo esser non lassa, misericordia e giustizia li sdegna: non ragioniam di lor ma guarda e passa".
Uno che sa e che sa provare compassione.

Anonimo ha detto...

...Il posto di lavoro è in pericolo anche per tutti voi TLC...

Il posto non è in pericolo.
Semplicemente NON C'E' PIU'!

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Salpietro,
i Landi hanno rubato tutto tranne la dignità a tutti.
A te hanno rubato pure quella.

Leggiti tutte le liete novelle che hai scritto sui Landi, sul vascello e sulle imprese del Capitano che adesso si nasconde non per vergogna ma per paura.

Il futuro non lo sappiamo ma il passato prossimo e il presente siamo stati in mano a persone che non meritano.

Salpietro più ti leggo e più mi dispiace, almeno statti zitto e se vieni a Roma a manifestare fammelo sapere perchè vorrei parlarti. Nessuno ti tocca non ti preoccupare perchè abbiamo e vogliamo mantenere le mani pulite.

Anonimo ha detto...

Ma perche' hanno rifiutato la proposta di Mediaset ?

Non si puo' riprendere quella trattativa che era in procinto di concludersi ?

Anonimo ha detto...

E' tutto gia' deciso e concordato da tempo ....

Devono farci digerire la CIGS ......

Anonimo ha detto...

Giusto!!! infatti nel giro di alcuni anni siamo con le pezze al culo.
Hanno cercato di diversificare con il mercato IT ,acquisendo due aziende in crisi e cercando di risanalrle con i metodi usati per Edisontel,NTS & NoiCom (lacrime & sangue).
Purtroppo tranne la riduzione e il controllo dei costi non ci hanno capito una mazza del mercato IT.
I pochi ordini ancora in piedi sono frutto del pregresso e della professionalita' dei lavoratori.

Buona fortuna a tutti noi
---------------------------------
Ma non farci ridere, chi doveva raccogliere le commesse i nostri colleghi commerciali o il consiglio di amministrazione?

E' evidente che i nostri addetti commerciali non hanno fatto il loro dovere, semmai la Dirigenza ha sbagliato o non sostituirli tutti subito. Quando gli ordini c'erano, la struttura tecnica ha sempre eseguito il delivery con precisione e competenza.

Anonimo ha detto...

Sei proprio un esperto di telecomunicazioni.....................................................................................
Al giorno d'oggi i pesi morti non possono più esistere.

Bye,bye It.

VEDO CHE SIAMO GIA' CONSIDERATI EX
COLLEGHI DA QUELLI DEL GRUPPO TLC.
UN GRAZIE DI CUORE E UN SINCERO AUGURIO CHE QUELLO CHE SUCCEDERA' A NOI VI SIA RADDOPPIATO IN FUTURO.EX GETRONICS... ALCHERA...EUNICS...EUTELIA.

Anonimo ha detto...

2) Qualcuno vole di nuovo mettersi nelle mani di avvocati (parte civile), va bene...come se il caso alchera non ha mai insegnato nulla? ok fatelo.
............................................
CERTO CHE SE FACESSIMO TUTTI COME TE SALPI GLI IMPRENDITORI(???) COME I LANDI SI SENTIREBBERO AUTORIZZATI A FARE CIO' CHE VOGLIONO DEI LORO DIPENDENTI IN BARBA A TUTTE LE LEGGI.ALCHERA ERAUNA PICCOLA REALTA' MOLTO SPEZZETTATA SUL TERRITORIO.IL GRUPPO DI MILANO INSISTENDO HA COSTRETTO IL CURATORE A MODIFICARE IL SUO ATTEGGIAMENTO E A RICONOSCERCI ANCHE UNA PARTE DEI RIMBORSI EXTRA STIPENDIO CHE NON VOLEVA PAGARCI.GUARDA CHE A METTERE SEMPRE LA TESTA SOTTO LA SABBIA TI RESTA FUORI IL CULO. A QUEL PUNTO E' UN ATTIMO. CIAO

Anonimo ha detto...

ma di quale proposta Mediaset state parlando?
Inoltre credo che il capitano non partecipi al blog non per paura ma semplicemente perché tradito in passato.

Anonimo ha detto...

ma di quale proposta Mediaset state parlando?
Inoltre credo che il capitano non partecipi al blog non per paura ma semplicemente perché tradito in passato.

Anonimo ha detto...

SIMAO INKAZZATISSIMI!!!

TUTTI A ROMA!

LI MANGEREMO VIVI QUESTI LADRI E TRUFFATORI BASTARDI!!!

SE CI VOLETE ROVINARE SAPPIATE CHE VI ROVINEREMO NOI A TUTTI VOI!

E SPERATE CHE LE GAMBE VI CONTINUERANNO A FUNZIONARE!

Anonimo ha detto...

Sei proprio un esperto di telecomunicazioni. Se non ci vendi dei servizi sopra chissà cosa ci fai con la rete, ci spendi solo soldi per mantenerla accesa.
Oggi una rete come quella ex-edisontel può essere acquisita per due euro dalle decine di fallimenti degli anni scorsi.
Il valore stà solo nei servizi venduti grazie al lavoro dei dipendenti Tlc. Se i Landi vogliono tenersi solo quelli che valgono non c'e' da biasimarli.
Al giorno d'oggi i pesi morti non possono più esistere.

Bye,bye It.

sabato, 10 gennaio, 2009

*************************************

ahahahahha,
mi piange il pisello!!!

Ti ricordo che il settore TLC ha visto durante il 2008 una forte perdita di cliente per ogni tipo di servizio offerto da Eutelia, grazie forse alla tua grandissima professionalità!

Probabilmente, più che rifilare alla casalinga novantenne l'ADSL, prova ad imparare, sicuramente non da me, come possono essere venduti servizi ai clienti!

Probabilmente i Landi si terrà soggetti come te non per la fiducia che ha verso la tua professionalità ma perchè sei un PECORONE!

Alza la testa e reagisci una buona volta nella tua vita!

Non esser solo succube degli eventi, che se vai in mezzo ad una strada, dovrai vendere i fazzoletti al semaforo per dar da mangiare ai tuoi figlioletti!!!

Vergognati!!!
Probabilmente il peso morto sei proprio tu!
Fai proprio bene da corredo alla servitù di Landi, senza un minimo di cervello!

Anzi, al posto della materia grigia ti ritrovi materia marrone, MERDA!

SVEGLIATI!

Anonimo ha detto...

Aspettiamo tutti i colleghi a Roma per una grande manifestzione a difesa del nostro lavoro. 1800-1900 in mobilità=licenziamento fa capire che non esiste TLC o IT che mantenga. I Landi voglionon 400 max 500 persone che gestiscono la parte Wi-Fi e il resto lo buttano via. La partecipazione del sindacato TLC dovrebbe far capire alle persone intelligenti che ormai è FINITA per tutti.
Mi aspetto una grossa adesione dai colleghi di Arezzo e soprtattutto sono sicuro di incontrare, finalmente ad uno sciopero, i tecnici dello STAC di Milano dopo le tante belle ed importanti parole che hanno postato su questo blog.
E' giunto il momento di smetterla con le polemiche e pensare alle divisioni interne. Per un giorno solo dobbiamo sentirci tutti colleghi o in maniera ancora più triste tutti licenziati da un solo nome: SAMUELE LANDI.
Dobbiamo unirci poichè è lui l'unico nostro NEMICO.
Noi non stiamo pagando una crisi economica dovuta al momento, ma siamo vittime di una persona che è accusato di evasione fiscale e falso in bilancio!!
IL 12 TUTTI A ROMA

Anonimo ha detto...

Chiunque conosce indirrizi dei media, politici locali e nazionali, vescovi preti etc etc invii notizie su quello che stiamo subendo.
Siamo vittime di un imprenditore LADRO

Anonimo ha detto...

SIAMO SUPER INCAZZATI
ASPETTIAMO ALBA, DE NARD E BANI...SARETE IL NOSTRO BERSAGLIO!!!!

Anonimo ha detto...

Sui pullman che porteranno a Roma e giù al ministero saranno spiegate le modalità di adesione, come parte civile, nel processo che si sta tenendo ad Arezzo dal PM Rossi contro i Landi per evasione fiscale e falso in bilancio.
Mi raccomando pertecipiamo numerosi. Vi diremo il nome dei legali che curano i nostri interessi e risponderemo a tutte le vostre domande in merito.
Potete inviare la maila protestaeutelia@libero.it

Anonimo ha detto...

Non abbiate paura ormai non abbiamo più niente da perdere. Siamo in 1800 tutti per strada senza più un posto di lavoro. Non temete di suonare una tromba o lanciare una pietra.
Mettevi dietro di noi saremo i primi a caricare i vari personaggi che si presenteranno a nome dell'azienda. Sarà un divertimento una festa di schiaffi e sangue.
E se si presentessa Samuele .... ci scappa.... il ..... !!!

Anonimo ha detto...

Tecnici STAC di Milano.... ma voi a Roma venite??
Mi raccomando vi aspettiamo con un bello striscione cosi vi riconosciamo...non ci deludete!"!!

Anonimo ha detto...

Noi non stiamo pagando una crisi economica dovuta al momento, ma siamo vittime di una persona che è accusato di evasione fiscale e falso in bilancio!!
--------------------------------------
Non so, le notizie interne da fonte certi sono che:
- il bilancio impugnato dalla Consob è stato redatto ed approvato sotto la responsabilità di Felice Marano;

- nel procedimento penale la figura dell'attuale Ad pare che sia nelle indagini ma che quasi sicuramente verrà escluso da un eventuale rinvio a giudizio.

In merito alla crisi economica direi proprio che non si possa negare. Quella in Eutelia poi è estremamente evidente

Anonimo ha detto...

penso che tra un pò partiranno querele contro ignoti (nemmeno tanto, si risale sempre a chi c'è dietro...) per minacce.
Vi consiglio di moderare i toni. E' solo un consiglio.

Anonimo ha detto...

Purtroppo tranne la riduzione e il controllo dei costi non ci hanno capito una mazza del mercato IT.
I pochi ordini ancora in piedi sono frutto del pregresso e della professionalita' dei lavoratori.

Buona fortuna a tutti noi
--------------------------------------
Che ci siano dei seri professionisti non dubito, ma il complesso non ha retto ed in particolare non è stata adeguata l'area commerciale. Certo non hanno aiutato i Sindacati che hanno fatto di tutto per rallentare gli ordini dell'Azienda in quanto il Capitano era fuori dagli schemi. Il Capitano aveva di fatto escluso la necessità dei Sindacati e questo l'hanno fatto pagare a lui e di conseguenza a noi. Il Sindacato non ha avuto l'obbiettivo di tutelarci ma solo quello di tutelare il proprio ruolo.

Se il Capitano avesse voluto arrivare a questo punto, avrebbe aspettato 3 anni secondo voi? Ricordatevi che quando è arrivato ha fatto rientrare tutti quelli che erano in Cigs di Bull ed in getronics era già pronta una mobilità per 700 persone.

Forse vi siete dimenticati?
Io credo che il Capitano abbia avuto un sentimento sincero in quello che faceva, non esiste attore che possa buttarsi a capofitto come ha fatto lui per poi arrivare dopo 3 anni a dover dismettere il ramo It.

Credo che la scelta sia far fallire l'Azienda o dismettere il ramo It.
E' evidente che gli amministratori non possono che optare per la seconda opzione.

Anonimo ha detto...

Chiunque conosce indirrizi dei media, politici locali e nazionali, vescovi preti etc etc invii notizie su quello che stiamo subendo.
Siamo vittime di un imprenditore LADRO

sabato, 10 gennaio, 2009

***********************************

Già sono stati informati TUTTI!
Del resto noi "fannulloni" quando ci mettiamo facciamo proprio un bel lavoro.

Landi, scappa in Polonia

Anonimo ha detto...

Non si apre il paracadute, muore 40enne
La tragedia nel Parmense. Nessuno ha sentito urlare l'uomo, che si era lanciato da 4mila metri.

Peccato!!!!

Anonimo ha detto...

ma di quale proposta Mediaset state parlando?
Inoltre credo che il capitano non partecipi al blog non per paura ma semplicemente perché tradito in passato.

sabato, 10 gennaio, 2009
-----------------------------------
scusa ma tradito da chi??!

Anonimo ha detto...

Ai diversi bloggers che hanno chiesto a Daniele Salpietro di battere un colpo e di commentare le ultime decisioni del suo "Capitano", consiglio di non perdere tempo e di indirizzare altrove le proprie attenzioni.
Perchè dico questo? Semplicemente perchè l'ho avuto come collega in Getronics prima dell'arrivo di Eutelia e ho avuto più occasioni per svelare la sua "piccola" strategia professionale, che è quella di cercare sempre qualcuno da servire devotamente.
Ci sono gli autentici "servi della giustizia" che sono pronti a rinunciare ad ogni cosa per non venir meno ai propri principi e ci sono i "salpietrini" che il sommo Dante descrive con questa terzina folgorante: "Fama di loro il mondo esser non lassa, misericordia e giustizia li sdegna: non ragioniam di lor ma guarda e passa".

Uno che sa le cose ma sa anche provare compassione.

Anonimo ha detto...

Salpietro, sei proprio un "Parruccone"....

Anonimo ha detto...

Ce ne sarebbe da raccontare, da raccogliere e da documentare sulle vicende industriali (non dico di quelle finanziarie) con cui i Landi hanno portato l'azienda al disastro attuale.
Io personalmente ho sofferto durante il declino a cui assistevo quasi più che in questo finale annunciato. Ho assistito come in un film alla incredibile stolidità e incapacità strategica di questa proprietà.
Ho colto il giro di boa, quello in cui hanno capito che non riuscivano a ridurre l'azienda IT al fornitore di prodottini di massa che avrebbero voluto, e per salvare l'orticello TLC già devastato dal mercato hanno pensato bene di incorporare la Eunics, stringere la vite per far uscire più personale possibile e garantirsi ancora più libertà sulle voci di bilancio. Investimenti sempre a zero, in Italia, mentra all'estero sappiamo come è andata. E così le TLC hanno continuato sempre peggio mentre l'IT, pur mantenendo molte commesse significative, certo non ne ha aumentate, ne' di numero ne' per dimensioni.
Cari colleghi dell'IT, siamo rimasti soli e non credo neanche che la annunciata mobilità sia cosa rapida (chissà se hanno già capito che gli costa qualcosina?). In attesa che spunti qualche compratore, magari settoriale, per una volta sono d'accordo con il prof. Spugna:

"6) qualcuno vuole bloccare tutte le attività sui clienti? un suicidio, dove possibile i nostri competitor ci rimpiazzeranno in un paio di giorni: è quello che volete davvero...essere dimenticati dai clienti?

Per fare tutte le cose di cui sopra bastano 2-3 giorni....e poi?

Ho visto un paio di interventi sensati fra questi 108....I clienti sono l'unico vero valore che ha quest'azienda per stare sul mercato, un'altro le professionalità che la compongono: perso il primo, il secondo è a rischio.
"

Mi raccomando, dopo lo sciopero del 12, testa sulle spalle e non molliamo la penna e il cacciavite.

Anonimo ha detto...

Cari colleghi,
come volevasi dimostrare lo spugna/salpietro/giano bifronte ha dimostrato ancora una volta di esser una banderuola che gira dove porta il vento.
BRAVO, BRAVO, BRAVO.
Ci vediamo in manifestazione.

Anonimo ha detto...

ROMA - Eutelia, azienda leader italiana nella Telecomunicazione, ha deciso di dismettere il comparto IT (Information Technologies) e ora cerca acquirenti per vendere a pezzetti questo settore altamente specializzato. La notizia è arrivata l'8 gennaio scorso dopo la delibera del Consiglio d'amministrazione che dava mandato al proprio Ad, Samuele Landi, di procedere agli adempimenti necessari per la dismissione e l'ipotetica vendita del servizio di IT.
Immediata la reazione dei sindacati e del coordinamento dell'Rsu i quali accusano l'azienda di non aver fornito alcuna motivazione sulla base economica e industriale di questa improvvisa scelta.

Se da un lato la decisione di sbarazzarsi dei servizi IT ha fatto schizzare il titolo Eutelia, tanto da essere sospeso per eccesso di rialzo, dall'altro si profila una situazione disastrosa sul fronte occupazionale. "L'Azienda - commenta Gennaro Molino, delegato RSU FIOM Cgil Eutelia Roma - ha già fatto sapere che metterà tutti in mobilità, a prescindere se ci saranno o meno possibili acquirenti."

E così i 2mila i lavoratori di questo settore, tutti in possesso di un'elevata professionalità rischiano di perdere definitivamente il posto di lavoro senza avere nessuna alternativa. Da giugno scorso per questi dipendenti è stato siglato al Ministero del lavoro un contratto di solidarietà che prevede la cassa integrazione a rotazione, ma per come stanno le cose anche questo provvedimento potrebbe rivelarsi un palliativo, se non saranno poste seriamente delle condizioni a garanzia della continuità del lavoro.
Nel frattempo le OO.SS. e il coordinameto delle Rsu hanno confermato lo sciopero proclamato per il prossimo 12 gennaio ed una manifestazione davanti al Ministero del Lavoro, in Via Molise 2 a Roma dalle ore 10 del mattino.



2 MILA POSTI DI LAVORO, e c'è chi parla ancora di IT e TLC, possibile vendita e quant'altro. BALLE siamo tutti licenziati!!!
IL 12 TUTTI A ROMA

Anonimo ha detto...

Sei proprio un esperto di telecomunicazioni. Se non ci vendi dei servizi sopra chissà cosa ci fai con la rete, ci spendi solo soldi per mantenerla accesa.
Oggi una rete come quella ex-edisontel può essere acquisita per due euro dalle decine di fallimenti degli anni scorsi.
Il valore stà solo nei servizi venduti grazie al lavoro dei dipendenti Tlc. Se i Landi vogliono tenersi solo quelli che valgono non c'e' da biasimarli.
Al giorno d'oggi i pesi morti non possono più esistere.

Bye,bye It.
-----------------------------------
Minchia ecco il vero esperto di tlc, che vende la rete edisontel per 2 euro...
Peccato che son state rifiutate offerte molto più alte.
Certo che se ad arezzo ragionano così si capisce in che mani siamo finiti.

Landi in galera subito!

Anonimo ha detto...

Redazione libera i commenti abbiamo bisogno di capire e confrontarci domani è un gran giorno!!

Anonimo ha detto...

Cara redazione puoi pubblicare uno spazio solo per dare risalto alla nostra iniziativa di costituirci parte civile nel processo che si tiene ad Arezzo del PM Rossi.
Ci sono già circa 100 adesioni e ricordo l'indirizzo di email: protestaeutelia@libero.it
Il 12 sotto il ministero daremo tutte le spiegazioni del caso
Grazie infinitamente

Anonimo ha detto...

Grazie alla RSU presente l'8 gennaio, dopo il "political" comunicato sindacale, eco cosa è successo veramente :

Sede Eutelia via Bona Roma 08/01/09 incontro azienda sindacato a Roma su convocazione Aziendale del giorno 24/12/08.
Presenti per Azienda il Direttore Generale Dr. Iorio, il consulente responsabile delle Relazioni sindacali Rag. Cesare Augusto Alba, Bani e Denard.

Rag. Cesare Augusto Alba:
L'incontro è stato chiesto per mantenere gli impegni assunti con la stesura dei verbali di Preaccordo e poi di Accordo CDS in particolare riguardo al fatto che qualsiasi atto di modifica di asset aziendali dovesse essere oggetto di comunicazione preventiva alle Rappresentanze Sindacali.
Il CDA di Eutelia riunitosi il giorno 7 gennaio scorso ha preso delle decisioni importanti e drastiche sul futuro della Società.

Dr. Iorio, presente al CDA del 7 gennaio.
Il CDA ha deliberato la dismissione dell'intero ramo IT, ove possibile, attraverso cessioni, ove non possibile, attraverso la mobilità.
Dr Iorio precisa inoltre che si intende dismettere l'IT, l'ICT e ridurre gli STAFF ESUBERANTI.

MOTIVAZIONI:
l'andamento del 2008 fortemente negativo quasi esclusivamente nel settore IT porterà nel bilancio 2008 forti perdite.
Si conferma ufficialmente, come peraltro già anticipato dai rumors aziendali, che da qualche mese sono in atto trattative per rilevare parte del settore IT ma la situazione è comunque tale da non permettere all'azienda di attendere il loro esito, contestualmente l'azienda attiverà una procedura di mobilità in tempi brevi, se durante la procedura ci saranno cessioni queste saranno perfezionate altrimenti allo scadere della procedura si attiverà la mobilità.
Si precisa ulteriormente che l'azienda non si può permettere di attendere la conclusione di queste trattative per attivare la procedura di mobilità.
In seguito alla forte reazione delle Rappresentanze interviene il Rag. Alba che precisa:

Rag. Alba.
Si sta cercando di salvare Eutelia, dal CDA è stato deliberato un nuovo piano industriale. Eutelia vuole dismettere il settore IT e restare nel settore TLC.

Dr. Andrea Iorio.
Dichiara che la procedura di mobilità sarà il 'modus operandi' di Eutelia per risolvere il problema della dismissione del IT.

Rappresentanze Sindacali.
La decisione di aprire una mobilità è una decisione gravissima e comunque non è possibile prima del termine dell'anno di sostegno della crisi concordato con il Sindacato e le Istituzioni. I CDS non possono essere messi in discussione se non in modo consensuale.

Ribatte Alba:
O l'azienda Apre la mobilita o sarà il curatore fallimentare ad aprirla.
Dopo la grande catastrofe finanziaria le banche non fanno più credito e in aggiunta la Eutelia ha anche perso nella IT una buona fetta di clienti.

Interviene Iorio
Sottolineando che le perdite stimate dell'ICT sono 47Mil. Euro sull'EBITDA e la principale causa è il costo del personale.

Rappresentanze Sindacali:
Ribadiscono che ci troviamo in corso di un accordo CDS accettato dalle parti, il 7 gennaio è stato fatto un CDA che ha preso delle decisioni che l'azienda deve motivare concretamente dicendo con precisione quanto volete risparmiare con la dismissione annunciata, quali attività, il perimetro occupazionale coinvolto, altrimenti significa che ci stiamo prendendo in giro e l'operazione annunciata è finta e significa che Eutelia vuole tentare di cedere presidi IT attraverso la mobilità.

Il Dr Iorio
risponde che i dati richiesti sono chiaramente conosciuti ma non possono essere comunicati perché non sono ancora asseverati e questa non è la sede adatta.

Le rappresentanze sindacali, preso atto dell'andamento dell'incontro, non ritengono siano state date sufficienti chiarimenti e motivazioni necessarie in una corretta comunicazione preventiva di modifiche asset societari e considerano l'incontro inconcludente e ufficialmente privo di alcun valore, rimandano l'azienda all'incontro di lunedì prossimo 12 gennaio 09 al Ministero SE di Roma invitando l'azienda a ripresentarsi con una posizione diversa.

L'incontro si conclude alle ore 16.30.

Uscita l'azienda le Rappresentanze sindacali confermano lo sciopero e l'iniziativa del prossimo 12 gennaio in concomitanza dell'incontro al Ministero ritenendo la situazione Aziendale molto Grave.
Nelle considerazioni con le RSU emerge la forte preoccupazione che l'azienda stia continuando ad accantonare ingenti somme e beni ( investimenti per Mobiland e terreni ) per poi farli rientrare nel momento opportuno nel nuovo perimetro ridotto della società Eutelia TLC.

Anonimo ha detto...

vorrei saperne di più sulla proposta Mediaset. qualcuno può informarci?
Mi pare strano che abbiano rifiutato un proposta in cui potevano guadagnarci. Che ne dite?

Anonimo ha detto...

qualcuno può informarci della proposta Mediaset rifiutata. Forse non era poi così vantaggiosa..

Anonimo ha detto...

Non sono assolutamente d'accordo con chi se la prende con Samuele. Io lo conosco e posso dirvi che lui ci ha creduto. Si è proposto per quello che è una persona diretta, schietta e onesta. Purtroppo il suo modo di fare è stato ostacolato quotidianamente dai sindacati che si vedevano messo in discussione il loro ruolo istituzionale.
Non hanno agito per il bene dei lavoratori e adesso, anche per questo ne paghiamo le conseguenze.
Samuele ci ha creduto per 3 anni si è battuto in ogni modo contro nemici sempre più numerosi e aggressivi per tirare avanti la baracca. Sono convinto che ci sarebbe riuscito. Se lo avessero lasciato semplicemente agire.

Anonimo ha detto...

Penso che oramai il nostro scopo è quello di recuperare il "maltolto" per portarlo in dote ad un acquirente. L'unico che può togliere la forchetta ai Landi è un curatore fallimentare che avrebbe anche l'onere di trovare l'acquirente

Anonimo ha detto...

Colleghi, e dico a tutti IT e TLC, manteniamo la calma.
Proviamo a pensare a quali sono i nostri clienti: Enti pubblici, Enti statali, Banche, Ferrovie, Autostrade, PPTT, Sanità, Aziende private, etc.
Pensate che si possano abbandonare di punto in bianco lasciando a casa chi vi lavora?
Ne verrebbe fuori un putiferio infernale, ci sarebbe l'interruzione di pubblico servizio, le denunce e le richieste danni non si conterebbero e l'azienda queste cose le sa.
Cerchiamo di capire perchè ha dichiarato (ma solo ai sindacati) che farà partire la mobilità senza aspettare gli eventuali acquirenti.
1) E' una forma di ricatto subdolo verso lo stato: o mi dai certe commesse o metto sulla strada 2000 famiglie.
2) E' una forma di pressione sempre verso lo stato: attenzione se mi condanni per certi fatti lascio a casa tutti.
3) E' già stato raggiunto un accordo con altre aziende che rilevandoci dalla mobilità potranno imporre le loro regole (stipendi e altro).
Ma il governo concederà la mobilità su queste basi?
Teniamo anche a mente che sfasciare tutto in maniera traumatica non porterebbe dei vantaggi nemmeno alla proprietà.
Chi si fiderebbe ancora di loro? Quanti clienti contano di avere solo con le TLC?
La guerra tra lavoratori IT e TLC e tra lavoratori e rappresentanti sindacali non può avere nessun vincitore ma solo alcune gradazioni di sconfitti.
Dopo aver passato una vita lavorando in modo corretto dedicando all'azienda e a quelle che ci sono state prima di lei, più tempo di quello che si passa in famiglia, è sconfortante essere scaricati come dei pesi inutili.
E a chi si crede di essere al sicuro da questa ondata di piena che sembra travolgerci, voglio rammentere che anche loro sono dei semplici numeri di matricola e che il destino potrebbe far girare la ruota in modo contrario quando meno se lo aspettano.
Certamente saremo colpiti in modo più o meno pesante tutti, chi è ormai a pochi anni dalla pensione e chi invece ha davanti a se ancora una vita di lavoro (se ci sarà).
Che dire? Speriamo che i rappresentanti governativi ci mettano una pezza, anche se dirlo mi costa un poco perchè io non ho votato per loro.
Restiamo uniti e speriamo di cavarcela T U T T I .

Anonimo ha detto...

Rispediteci alla Getronics

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...

Non sono assolutamente d'accordo con chi se la prende con Samuele. Io lo conosco e posso dirvi che lui ci ha creduto. Si è proposto per quello che è una persona diretta, schietta e onesta. Purtroppo il suo modo di fare è stato ostacolato quotidianamente dai sindacati che si vedevano messo in discussione il loro ruolo istituzionale.
Non hanno agito per il bene dei lavoratori e adesso, anche per questo ne paghiamo le conseguenze.
Samuele ci ha creduto per 3 anni si è battuto in ogni modo contro nemici sempre più numerosi e aggressivi per tirare avanti la baracca. Sono convinto che ci sarebbe riuscito. Se lo avessero lasciato semplicemente agire.
---------------------------------Una cortesia: vai a cagare!

Anonimo ha detto...

Non sono assolutamente d'accordo con chi se la prende con Samuele. Io lo conosco e posso dirvi che lui ci ha creduto. Si è proposto per quello che è una persona diretta, schietta e onesta. Purtroppo il suo modo di fare è stato ostacolato quotidianamente dai sindacati che si vedevano messo in discussione il loro ruolo istituzionale.
Non hanno agito per il bene dei lavoratori e adesso, anche per questo ne paghiamo le conseguenze.
Samuele ci ha creduto per 3 anni si è battuto in ogni modo contro nemici sempre più numerosi e aggressivi per tirare avanti la baracca. Sono convinto che ci sarebbe riuscito. Se lo avessero lasciato semplicemente agire.
-----------------------------------
Hai dimenticato di dire che la colpa è anche degli ex-getronics e ex-bull.
Certo ha agito per il bene dei lavoratori...minchia preferisco allora chi mi vuol male.
Ha agito solo per i suoi interessi..
Come mai c'è stato un passaggio di azioni tra le due finanziarie???
Fattelo spiegare dal tuo amichetto di merende.


Landi più in alto di Carrero Blanco!

Anonimo ha detto...

Chi di voi ha cercato seriamente un altro lavoro in questo periodo?

Io no! Perchè?...

Anonimo ha detto...

Cari colleghi TLC non fate festa troppo in fretta per lo scampato pericolo. La Getronics, pensava di risolvere i problemi, cedendo alcune consociate estere fra cui quella italiana, ma l'anno scorso e' praticamente fallita lo stesso. Quando le radici di un albero sono marce, hai un bel potare rami e rametti, il destino della pianta e' segnato, alla prima brezza si corica nel prato. La cattiva gestione societaria e' evidente e conosciuta da tutti. Vedremo come evolve sta faccenda della mobilita', a Maggio l'azienda voleva la CIGS, non ne aveva diritto e neppure lo sapeva, e' dovuta andare fino al Ministero per farselo dire!! Ora vuole mettere in mobilita' 1500 lavoratori, avranno fatto i conti ad Arezzo? Il TFR devono tirarlo fuori, subito e non basta, devono pure pagare alcune mensilita' per ogni lavoratore, e poi ci sono le penali per i contratti non onorati.
Anche per la CDS erano partiti con certi numeri e dopo neppure un mese hanno dovuto cambiarli in fretta e furia perche' i clienti reclamavano.

Anonimo ha detto...

Sia ben chiaro a tutti che, oltre a non accettare la mobilita', non accetteremo neanche la CIGS.

Lo stato aiuti l'IT+TLC cosi' come ha aiutato Alitalia: siamo gli ex Olivetti cioe' l'ultima possibilita' di rilanciare l'informatica italiana.

In tutta Europa e in America sono stati attivati aiuti statali quindi non ci sono piu' gli alibi del passato.

RIPRESA IMMEDIATA DEL LAVORO TUTTI E SUBITO SU BASI NUOVE. AIUTI DALLO STATO. RIFORMA DELL'INFORMATICA ITALIANA.
PER L'IMMEDIATO: COMMESSE, COMMESSE, COMMESSE.
LO STATO TORNI A COMPARTECIPARE NELLA GESTIONE DELLE AZIENDE !!!

Anonimo ha detto...

la cosa piu' triste in questa storia e' mchi ancora difende e lecca il culo ai landi...SIETE DEI PAGLIACCI, VERGOGNATEVI SIETE PEGGIO DI EMILIO FEDE!!!
La famiglia landi ne mercato e' soprannominata "GLI SPAZZINI" ed e' l'unica cosa ( scusate dimenticavo... sanno fare anche i soldi con il PORNO e l'evasione fiscale...)che sanno fare, prendere aziende in difficolta' a un euro, criminalizzare i dipendenti, tagliare tutto il possibile e svuotare l'azienda di soldi e immobili e GETTARLA NEL CESSO. Ma i landi fanno il loro sporco gioco, ma ripeto la cosa piu' squallida e triste sono i salpietri , i leccaculo...ma tanto la ruota gira , oggi a noi domani a voi
SERVI SENZA DIGNITA'

Anonimo ha detto...

Ma ragazzi finiamola con queste minaccie di morte ed altro facciamo le persone serie come al solito ci fasciamo la testa sempre prima di essercela rotta,aspettiamo un attimo dopo se cosi è il tempo lo abbiamo per andare ad Arezzo.ma non sciendiamo in offese becere o altro,forse è questo che vogliono destabilizzare tutto,non serve a niente e a nessuno per esperienza di sei vendite e dico sei mica bruscolini.Lo so che la paura fa 90ma aspettiamo un attimo.Cari colleghi stiamo calmi e riflettiamo prima di scrivere certe cose.Ciao a tutti

Fatti i cazzi tuoi, vieni a roma il 12 e rompiamo il culo pure a te. Samuele ti licenzia e tu vuoi la calma. Va vai a fare in culo

Tanto se ci licenzia tu lo trovi un'altro lavoro nel mondo del cinema.

Anonimo ha detto...

Che schifo anche oggi c'e' chi non siopera e peggio ancora chi prende ferie e fa finta di scioperare.

VERGOGNATEVI!!!

Anonimo ha detto...

Ragazzi a qualcuno è stato accreditato lo stipendio?
(sempre se ce lo danno)

Ciao a tutti e non molliamo.
Asta la vittoria siempre.
VIVA IL CHE.

Anonimo ha detto...

non ho avuto risposte ancora sull'argomento MediaSET? Chi ha lanciato l'amo ha perso laLINGUA??

sIETE UN MANIPOLO DI BUFFONI.

Anonimo ha detto...

Il 12 vengo a Roma e faccio il culo a te brutto stronzo. Vai a lavorare invece di rompere i coglioni.

Anonimo ha detto...

Fatela finita non rompete i marroni...

Finalmente...

Mors tua, vita mea...

Anonimo ha detto...

In una foresta, quando i rami litigano, le radici si abbracciano.

Anonimo ha detto...

Leggo tante fesserie in questo blog. Se un'azienda va male, la colpa e' :
a. della dirigenza che non sa attuare un piano industriale;
b. della struttura commerciale che non é in grado di vendere il prodotto;
c. dei lavoratori perche' producono un prodotto scadente.

Per Eutelia, credo che si possa dividere il problema fra TLC ed IT. Per la parte TLC pare che il problema siano i lavoratori in quanto si riesce a vendere il prodotto, ma c'e' poca soddisfazione e fidelizzazione del cliente. Molti contratti non vengono rinnovati, quindi sembra dovuto ad un prodotto/servizio scadente. Per la parte IT,
non credo che si possa dare la colpa ai lavoratori se la direzione non é in grado di formulare un piano industriale adeguato e la struttura commerciale non vende. Sarà quindi colpa di questi se i conti dell'IT sono in rosso. Solitamente (non sempre) i clienti IT sono soddisfatti - sono invece incazzati con la direzione che toglie persone senza preavviso per la CDS, che fa annunci terroristici del tipo "non ci interessa il mercato della pubblica amministrazione", oppure che "non ci interessa l'IT". Come volevano tenersi i clienti?
Non so cosa abbia fatto il sindacato contro Samuele visto che abbiamo sempre fatto quello che voleva lui ed il sindacato quasi non esisteva.
Se Samuele si e' impegnato per quasi tre anni e ha concluso cosi' la sua "avventura", allora e' solo un FALLITO! Non ha capito niente di come si porta avanti un'azienda di IT e mi verrebbe da dire che non ha capito nemmeno niente di un'azienda di servizi. Ha sostituito moltissimi commerciali con quelli provenienti da Eutelia e abbiamo visto i risultati. Ricordiamoci che Getronics e' fallita per la disonestà della propria dirigenza : Eutelia sta fallendo per l'incapacità della sua.

Anonimo ha detto...

ricordo al sindacalista dell'ultimo post che si è tradito da solo dicendo "abbiamo" che grazie proprio a Samuele l'azienda eutelia prima della fusione con l'it guadagnava fior di milioni di euro che continua a produrre anche adesso. Certo non così tani da sanare il buco prodotto proprio dall'it che non riesce a fidelizzare i clienti proprio oer la scarsezza di molti lavoratori che oramai non vedono altro che il miraggio della pensione essendo l'età media di questi effettivamente pensionabile o quasi.
Eutelia, quindi solo tlc senza it, ad oggi le ricordo che guadagna cioé fa utile per 18 milioni di euro al mese. Il problema è proprio l'it che nel medesimo periodo ne perde 40.
A lei fare due conti ed affermare che sta sbagliando.
Saluti

Anonimo ha detto...

Ho letto sul blog di una presunta offerta Mediaset rifiutata da Eutelia. Nessuno ne sa nulla?

Anonimo ha detto...

Eutelia è un azienda digitale, scritta in codice binario: i Landi sono 1 altri sono zero...e se ci autogestissimo?

Anonimo ha detto...

NON C'E' PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE...
cari leccaculi salpietrini, il problema non e' nella tcl o nell'it MA E' NEGLI IMPRENDITORI LADRI E SPECULATORI!!!
l'acquisto di getronics e di bull e'stata solo una schifosa speculazione per acquisire soldi (quelli dei tfr e quelli per lo scivolo degli ex bull) e immobili SULLE SPALLE DEI LAVORATORI!!!
investimenti ZERO
promesse TANTE

Anonimo ha detto...

Per il binario
Fino a prova contraria, in Italia, un'azienda deve comprarsela per gestirsela come vuole.

Anonimo ha detto...

Comunicato n.3
-------
Federazione Russia, Liberia, Lussemburgo..
Quante 'opere umanitarie' sono state fatte dal 'prestanome' Samuele Landi?

Anonimo ha detto...

Si è saputo niente da Roma????

Anonimo ha detto...

E adesso per la manifestazione ad Arezzo del 23 vediamo i signori di Ivrea e Milano se almeno questa volta alzeranno il culo dalle loro sedie!!!

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha delle news relative all'incontro di oggi?

Anonimo ha detto...

Per il binario
Fino a prova contraria, in Italia, un'azienda deve comprarsela per gestirsela come vuole.

---------------------------

Strizza,eh?

Anonimo ha detto...

1800 in mobilità.
http://www.partitodemocratico.it/dettaglio/68580/Crisi:_incontro_deputati_Pd_%E2%80%93_sindacati_su_caso_Eutelia.

Anonimo ha detto...

Pare che l'azienda abbia chiesto 48 ore di tempo per una risposta.
Il sindacato e il ministero gli fatto chiaramente capire che di mobilità non se ne parla anche perchè dovrebbe sospendere la CDS e restituire i soldi sia all'INPS che ai lavoratori.Figuriamoci!!!!!

Anonimo ha detto...

Per te che dai i comunicati 1,2,3 ...invece di perdere tempo, visto che non c'è n'è piu...perchè non la dici tutta? E se hai anche documentazione non la pubblichi? Di cosa hai paura? oramai....

Ad alzare il culo dalla sedia e scendere in piazza devono essere tutti, non solo milano e ivrema, ma specialmente ROma.

Non basta solo scioperare bisogna scendere in piazza. Specialmente per la manisfestazione che si sta organizzando ad Arezzo., bisogna essere in tanti, incazzati e rumorosi....

Le persone che non sono scese in piazza iggi non pe nsino di non andare in mobilità, anzi se hanno da 50 anni in su saranno proprio i primi....

Anonimo ha detto...

qualcuno può informarci della proposta Mediaset rifiutata. Forse non era poi così vantaggiosa..

Questa cosa era gia' uscita a fine luglio-inizi di agosto


Perchè non è stata accettata l'offerta di Wind e poi di Mediaset???

mercoledì, 30 luglio, 2008




Perchè non è stata accettata l'offerta di Wind e poi di Mediaset???

La situazione in Wind non è così rosea com appare dall'esterno.

Con la Mediaset si è perso un'occasione. Per tutti. Peccato.

Anonimo Moderno

Anonimo ha detto...

Crisi: incontro deputati Pd – sindacati su caso Eutelia.
Dichiarazione dei deputati del Pd, Rolando Nannicini, Vinicio Peluffo, Andrea Lulli e Alberto Fluvi

"Se l’esempio dei contratti di solidarietà con riduzione d’orario e di salario è quello di Eutelia, c’è davvero di che preoccuparsi".

Lo affermano i deputati del Pd, Rolando Nannicini, Vinicio Peluffo, Andrea Lulli e Alberto Fluvi "Oggi infatti abbiamo incontrato – aggiungono i deputati Pd - i rappresentanti sindacali dell’azienda e Fim e Fiom nazionali dopo che questi erano stati ricevuti dal ministero delle Attività produttive. Il quadro che emerge è drammatico: su 2400 lavoratori, c’è una richiesta di mobilità per 1800 di loro. Nonostante il contratto di solidarietà (che prevede riduzione di orario e di salario per superare la crisi aziendale) scada il prossimo giugno. I parlamentari del Pd si sono impegnati a presentare subito interrogazioni ai ministri del Lavoro e delle Attività produttive per ottenere un chiarimento sulla vicenda".

"Ricordiamo – concludono - che Eutelia ha rilevato a suo tempo attività significative come Bull ed ex Olivetti e attualmente in questo settore I.T e Tlc ci sono complessivamente 2400 lavoratori con importanti commesse pubbliche di ministeri, delle Poste, di Regioni e di Asl.

Anonimo ha detto...

"Pare che l'azienda abbia chiesto 48 ore di tempo per una risposta.
Il sindacato e il ministero gli fatto chiaramente capire che di mobilità non se ne parla anche perchè dovrebbe sospendere la CDS e restituire i soldi sia all'INPS che ai lavoratori.Figuriamoci!!!!!"

Scusa, 48 ore di tempo per rispondere A QUALE DOMANDA? E poi, se non verrà accettata la richiesta di mobilità? Che fine facciamo' Almeno in mobilità abbiamo 12 mesi di stipendio, all'80%. Senza di essa? Fallimento? Mi illuminate?
Grazie colleghi

Anonimo ha detto...

Se un azienda comprata a un euro dopo un anno vale 18 milioni,(tanto ha pagato Eutelia a Finital per il 100% di Eunics) e l'altro anno ancors deve essere dismessa...perchè non può essere ceduta ai lavoratori per 1 euro? E poi siamo sicuri che quell'euro fu veramente versato? I 18 milioni sicuramente!!!!!

Anonimo ha detto...

Fatela finita non rompete i marroni...

Finalmente...

Mors tua, vita mea...


Si, ma essendo 2000, qualcuno che ci compra, ovviamente, lo troviamo. Perche' ? Perche' 2000 LAUREATI della ex-Olivetti e della ex-Bull (cioe' la storia dell'informatica mondiale) in mezzo ad una strada, sono un problema sociale, politico e sindacale.

Per quanto riguarda voi, accadra' che quando i padroni avranno finito (prevedo l'anno venturo), vi butteranno nel cesso e tireranno lo scarico e siccome siete 400 ignoti diplomati, non freghera' un BIP a nessuno.

Ma allora non diro' "mors tua, vita mea", mi dispiacera' ....

Brutta osservazione "collega" ....

Anonimo ha detto...

Il 23 Gennaio tutti ad Arezzo.... OK
E nel frattempo sapete cosa hanno proposto i sindacati nazionali? NIENTE
Domani andiamo a lavoro aspettando se nelle prossime 24-48 ore l'azienda ci licenzia!!
Adesso si vuole portare la questione all'attenzione della presidenza del consiglio: TROPPO TARDI.
1800 persone sono per strada: DISOCCUPATI
Il sindacato non ha le palle di chiedere l'amministrazione controllata.
Non ci resta che andare ad Arezzo e far valere le nostre ragioni!

Anonimo ha detto...

AREZZO STIAMO ARRIVANDO. STIAMO ARRIVANDO
AREZZO STIAMO ARRIVANDO

Anonimo ha detto...

Che bello lo sciopero oggi: ho visto in prima fila i tecnici dello STAC di Milano, tanti altri colleghi di Milano e Torino.
Centinaia di colleghi di Roma. Veramente bellissimo
Ma queste persone lo sanno che nei 1800 ci sono anche loro????
PECORONI ecco cosa siete, spero che sarete i primi ad essere licenziati dal Samuele. Non avete amor proprio!!
Bye Bye

Anonimo ha detto...

CRISI: INCONTRO DEPUTATI PD SINDACATI SU CASO EUTELIA = (AGI) - Roma, 12 gen. - "Se l'esempio dei contratti di solidarieta' con riduzione d'orario e di salario e' quello di Eutelia, c'e' davvero di che preoccuparsi". Lo affermano i deputati del Pd, Rolando Nannicini, Vinicio Peluffo, Andrea Lulli e Alberto Fluvi "Oggi infatti abbiamo incontrato - aggiungono i deputati Pd - i rappresentanti sindacali dell'azienda e Fim e Fiom nazionali dopo che questi erano stati ricevuti dal ministero delle Attivita' produttive. Il quadro che emerge e' drammatico: su 2400 lavoratori, c'e' una richiesta di mobilita' per 1800 di loro. Nonostante il contratto di solidarieta' (che prevede riduzione di orario e di salario per superare la crisi aziendale) scada il prossimo giugno. I parlamentari del Pd si sono impegnati a presentare subito interrogazioni ai ministri del Lavoro e delle Attivita' produttive per ottenere un chiarimento sulla vicenda. Ricordiamo - concludono - che Eutelia ha rilevato a suo tempo attivita' significative come Bull ed ex Olivetti e attualmente in questo settore I.T e Tlc ci sono complessivamente 2400 lavoratori con importanti commesse pubbliche di ministeri, delle Poste, di Regioni e di Asl". (AGI)

Anonimo ha detto...

Anche oggi, i lavoratori della sede di Napoli e pochi altri di Roma, Avellino e della Calabria hanno dato una lezione di vita a tutti gli altri. Come al solito eravamo presenti in prima linea, mentre gli altri si sono nascosti dietro solidarieta' e paraventi inesistenti. Vergognatevi di considerarvi uomini!!!!!

Anonimo ha detto...

Cara famiglia Landi,se 2 più 2 fa ancora 4 è chiaro a tutti che dovete cominciare a preparare i bagagli per la galera....infatti dopo di oggi siete con le spalle al muro,la curatela fallimentare vi toglierà il controllo di tutto e comincerà a scavare sopratutto a livello Finitalia....ed allora potrete al massimo scegliere tra Regina Coeli,Sollicciano o Rebibbia!

Anonimo ha detto...

Domande:
1)L'incontro di oggi al Ministero ha aperto la Procedura?
2) In caso affermativo, sono 45 gg?
3) se non c'è il consenso dei Sindacati, l'azienda può richiedere lo stesso la Mobilità? E da quando, dopo i 45 gg?
4) L'accordo del 20 giugno 2008 prevede una serie di proponimenti-accordi: siccome siamo in Cds può l'azienda chiedere la Mibilità o la CIGS o fare i Licenziamenti Collettivi senza Mobilità non avendo il Consenso dei Sincati di Categoria?

5) Se l'azienda non ha dato alcuna informazione prevista per Legge né verbale né scritta, quindi ad oggi non esistono comunicazioni formali obbligatorie di Legge fatte a nessuna Istituzione, perché i media affermano che gli esuberi sono 1800?
grazie

Anonimo ha detto...

e che dire delle società che nel frattempo i Landi stanno acquistando?......a buon intenditor poche parole...
Sam stai attendo... sai l'esperienza insegna...

Anonimo ha detto...

Oggi a Roma mi sono vergognato!
eravamo non più di 200 di cui un centinaio di napoli, una cinquantina di bari e calabria e una cinquantina di Roma!
e di Milano? ZERO, Ivrea ZERO , Firenze ZERO ;dove erano???? e gli altri di Roma??
ma lo vogliamo capire a che punto siamo???
Così è un suicidio !! o vi siete giòà parati il ....???

collettivolavoratorigetronics ha detto...

Il collettivo redazionale tra qualche ora pubblicherà un post.
Invitiamo i compagni e le compagne a fornirci ulteriori informazioni per 'fornirci elementi di analisi'.
Non ci dobbiamo rassegnare o mollare nonostante le assenze evidenti di stamattina alla manifestazione.
Lo sciopero è comunque riuscito in tutt'Italia!!
La percentuale è comunque alta.

Anonimo ha detto...

Scusate, mi sfugge una cosa.
l'azienda afferma di non avere liquidità a sufficienza per tenerci tutti e pagarci tutti e quindi o fallimento o vendita o mobilità. ebbene qualcuno vuole chiedere ai Landi di mostrare i conti? forse se qualcuno che ne ha il "Diritto" lo fa vedrete che i soldi ci sono eccome, peccato che come sempre e come per magia spariscono....forse per finanziare altre società personali?
ah domenticavo un'altra cosa molto importante: Cari sindacati vi informo che a Pozzuoli esiste una società che si chiama Eunica Lab ex Olivetti Ricerca, che fattura svariati milioni di Euro indovinate a chi? Alla Pubblica Amministrazione, più precisamente ai ministeri della difesa, alla Marina ec...insomma IT proprio quella che l'azienda vuole "dismettere". E' un dato di fatto che noi Olivetti di Napoli da lì veniamo, perché i Landi non ci fanno assorbire dalla nostra ex MAMMA?? Oltre che un dovere sarebbe un nostro diritto!!! L'azienda va molto bene e conta solo 5 dipendenti di cui 2 a tempo determinato...
ad majora

Anonimo ha detto...

A chi augura le sciagure agli altri ricordo che prima o poi tornano indietro a chi le fa.

Sono sicuro che vi torneranno indietro tutte, con gli interessi.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 205   Nuovi› Più recenti»