mercoledì 23 settembre 2009

QUELLO CHE DOVEVA FARE IL SINDACATO LO HANNO FATTO I LAVORATORI...

Pubblichiamo le copie di documenti inviati dai lavoratori alle istituzioni nazionali e l'elenco dei clienti 'pubblici'..
Un'organizzazione sindacale seria dovrebbe intervenire sulle stazioni appaltanti pubbliche ai sensi dell'articolo 36 della legge 300/70 richiedendo di bloccare tutti i crediti vantati dall'azienda e il pagamento diretto delle spettanze ai lavoratori.
Non ci troviamo di fronte ad organizzazioni sindacali serie. I sindacalisti nazionali preferiscono concordare gli accordi con l'impresa riunendosi in noti ristoranti della capitale...qualche giorno prima delle riunioni ufficiali.


AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
DR. GIORGIO NAPOLITANO
AL MINISTERO PER LO SVILUPPO ECONOMICO
ATT. MINISTRO SCAJOLA
ATT. DR. CASTANO
ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
ATT. DR. SILVIO BERLUSCONI
ALLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DI CATEGORIA
ATT. POTETTI FABRIZIO
ATT. ROCCHETTI ADOLFO
ATT. BELLISAI ANDREA
ALLA SOCIETA’ AGILE S.R.L.
ATT. AMMINISTRATORE UNICO DR. CLAUDIO MARCELLO MASSA
ALLA SOCIETA’ EUTELIA S.P.A.
ATT. LEGALE RAPPRESENTANTE DR. LEONARDO PIZZICHI

Roma, 22 settembre 2009
Oggetto: Vertenza Eutelia-Agile per Cessione Ramo d’Azienda del 15.06.2009.
Facendo seguito al precedente incontro del 17 settembre 2009 ed in relazione all’oggetto,
i lavoratori di Agile s.r.l. ex Eutelia informano il Ministro Scajola circa i seguenti fatti:
a) Il Legale Rappresentante, nonché Presidente del Consiglio di Amministrazione di Eutelia S.p.A., Dr. Leonardo Pizzichi, in veste di Presidente del Collegio Sindacale ha avallato con la Relazione al Bilancio 2008 la Cessione di ramo d’Azienda del cosiddetto Perimetro IT. In data 03.06.2009 il Dr. Pizzichi Leonardo ha assunto la carica di Presidente del CdA con i più ampi poteri di rappresentanza della società EuteliaS.p.A.
b) I lavoratori di Agile s.r.l. hanno inviato un Esposto alla Procura della Repubblica di Arezzo, c.a. Dr. Roberto Rossi, alla Guardia di Finanza di Arezzo ed alla Consob, affinché gli organi competenti indaghino e accertino l’eventuale esistenza di Dolo e/o altri reati attinenti, circa la Cessione di Ramo d’Azienda effettuata in data 15.06.1009 da Eutelia S.p.A. ad Agile s.r.l. relativamente al Perimetro Information Technology trasferendo con esso anche circa 2200 lavoratori;
c) Le Organizzazioni Sindacali di Categoria hanno depositato ricorso avverso la società Eutelia S.p.A. – ex Art. 28 al fine di impugnare la Cessione di Ramo d’Azienda in oggetto;
d) Alla data odierna Agile s.r.l. ha erogato lo stipendio di Luglio 2009 ad una piccolissima parte di addetti, fra i quali sono compresi anche lavoratori firmatari della lettera di pre-impugnativa della cessione; a tal riguardo ed in merito alle affermazioni del Dr. Massa nella Sua Nota al MISE del18.09.2009 circa il non pagamento delle spettanze ai dipendenti che hanno pre-impugnato la cessione, si sottolinea che “l’effectio” da Egli citato è valevole per i Contraenti l’Atto di Cessionee non già per i dipendenti che non sono firmatari di nessun contratto;
e) Alcuni dei conti correnti bancari di Agile s.r.l. sono cointestati con Eutelia S.p.A.;
f) Agile s.r.l. emette mensilmente fatture verso i propri clienti, sia pubblici che privati, e le invia in banca allo “sconto”, pagando a fronte di ciò un costo, incassando così immediatamente il ricavo in fattura oltre I.V.A. Giunge voce ai lavoratori che taluni Fornitori di Eutelia-Agile abbiamo scritto alle banche della società imponendo il pagamento del proprio scaduto direttamente all’arrivo degli incassi sui conti correnti. Tale manovra economica, oltre che essere assolutamente illegale, è palesemente rivolta a depauperare gli incassi certi con i quali la società, a singhiozzo, sta pagando le spettanze ai lavoratori;
g) Agile s.r.l. ha commesse con Enti Pubblici ereditate da Eutelia e per le quali vanta, a detta del Dr. Massa, circa Euro 30.000.00,00 di crediti scaduti; i lavoratori informano che ad oggi Agile s.r.l. non è in regola con i Contributi Previdenziali ed oneri accessori oltre che con le spettanze, pertanto non potendo avere il D.U.R.C. non può incassare i suoi crediti sia dagli Enti Pubblici sia dai Privati;
h) Agile s.r.l., nella persona dell’Amministratore Unico Dr. Massa, ha dichiarato in questa sede ministeriale ed alla presenza delle OO.SS. di Categoria che avrebbe rilanciato l’azienda attraverso la creazione di una Rete d’Imprese una ricapitalizzazione, che non avrebbe fatto ricorso agli Ammortizzatori Sociali.
i) In data 18.09.2009 contrariamente a quanto affermato al punto e) il Dr. Massa inviava missiva al MISE e alle OO.SS. di Categoria dichiarando esplicitamente che ha conteggiato una “sacca di esuberi ammontanti a circa 1300 addetti, improduttivi”;
Alla luce dei fatti su esposti i lavoratori Agile s.r.l. ex Eutelia S.p.A. chiedono al Ministro Scajola, quale Garante della Vertenza in oggetto, di procedere in tal senso:
a) Ai sensi dell’art. 36 della Legge 300/70 Statuto dei Lavoratori di inviare missiva agli Enti Pubblici appaltatori ed in c.c. le OO.SS. di categoria, per richiedere il blocco immediato dei pagamenti dei crediti vantati da Eutelia-Agile, ciò al fine di evitare il depauperamento delle risorse finanziarie ereditate a seguito Cessione Ramo d’Azienda del 15.06.2009;
b) Chiedere alle OO.SS. di attivarsi, a seguito richiesta al punto A), a depositare ricorso per Decreto Ingiuntivo e Richiesta di Pignoramento verso gli Enti Pubblici al fine di liquidare tutte le spettanze vantate dai lavoratori alla data odierna
c) Inviare missiva alla società Agile s.r.l.,attenzione A.U. Dr. Massa Claudio Marcello, con la quale richiedere lo Stato Patrimoniale ed il Conto Economico della società alla data odierna, ciò al fine di verificare la solidità finanziaria del Cessionario;
d) Richiedere al Tribunale Civile di esaminare il Bilancio della società Agile s.r.l. di cui al punto b) per richiedere l’eventuale nomina di un Commissario Straordinario;
e) Nel perdurare dello stato di insolvenza da parte di Agile s.r.l. verso i dipendenti e verso i fornitori, chiedere al Cessionario Eutelia S.p.A., ai sensi dell’art. 2112 del Codice Civile, di provvedere direttamente ad onorare tali debiti entro e non oltre data fine mese.
I lavoratori chiedono la messa a Verbale del presente documento.
Allegati: Copia Esposto del 11.09.2009; elenco Clienti Pubblici.

ELENCO CLIENTI PUBBLICI DI AGILE
MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI
MINISTERO DEI TRASPORTI –COM.GEN. CAP.DI PORTO
MINISTERO DEL LAVORO
MINISTERO DELL’INTERNO
MINISTERO DELLA DIFESA D.G.
MINISTERO DELLA DIFESA-TEELDIFE
MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIP.AMM.NE PENITENZIARIA
MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
MINISTERO GRAZIA E GIUSTIZIA
MINISTERO DELLA DIFESA – STATO MAGGIORE ESERCITO
MINISTERO DIFESA TELECOMDIFE
MINISTERO ECONOMIA E FINANZE
MINISTERO GIUSTIZIA CISIA
MINISTERO INTERNO DIPARTIMENTO PUBBLICA SICUREZZA
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ BIBLIOTECA NAZ.
INAIL SEDE DI BASSANO DEL GRAPPA
INAIL SEDE DI MODENA
INAIL SEDE DI PADOVA
INAIL SEDE DI PARMA
INAIL SEDE DI ROMA LAURENTINO
INAIL SEDE DI AOSTA
INAIL SEDE DI LATINA
INAIL SEDE DI LODI
INAIL SEDE DI SALERNO
INAIL DIREZIONE REGIONALE EMILIA ROMAGNA
I.N.P.S. DIREZ. C.LE TECN. INFOR.
COMANDO PROVINCIALE VIGILI
COMUNE DI REGGIO EMILIA
COMUNE DI ANDRIA
COMUNE DI AREZZO
COMUNE DI ASSISI
COMUNE DI AUGUSTA
COMUNE DI BARI
COMUNE DI FONTANAVIVA
COMUNE DI GAGLIANO CASTELFERRATO
COMUNE DI BARI POLIZIA MUNICIPALE
COMUNE DI BOLOGNA
COMUNE DI BOTTICINO
COMUNE DI BRESCIA
COMUNE DI CARPI
COMUNE DI FASANO
COMUNE DI FIRENZE
COMUNE DI MEDA
COMUNE DI MAGLIA
COMUNE DI MENTANA
COMUNE DI MESSINA
COMUNE DI MILANO
COMUNE DI MODENA
COMUNE DI MOLFETTA
COMUNE DI MONCALIERI SERVIZIO ELAB. DATI
COMUNE DI NAPOLI
COMUNE DI NISSORIA
COMUNE DI PADOVA
COMUNE DIPESARO
COMUNE DI PETTINEI
COMUNE DI PINEROLO
COMUNE DI PISA
COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO
COMUNEDI ROMADIPARTIMENTO XIII°
COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO
COMUNE DI SAN MINIATO
COMUNE DI SANSEPOLCRO
COMUNE DI SANTO STEFANO MAGNA
COMUNE DI SASSUOLO
COMUNE DI SIENA
COMUNE DI TREZZO SULL’ADDA
COMUNE DI VIAREGGIO
COMUNE DI VITERBO
PROGETTO A.PU.LIE. PRESSO COMUNE DI BARI
AZIENDA SPECIALE DEL COMUNE DI ALZATE BRIANZA
AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI PIACENZA
AMMINISTRAIZONE PROVINCIALE DI MONZA E BRIANZA
AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI VARESE
ASL PROVINCIA MONZA E BRIANZA
INPS-DIVISIONE SUBPROVINCIALE NAPOLI SOCCAVO
PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
PROVINCIA DI AVELLINO
PROVINCIA DI BIELLA
PROVINCIA DI BOLOGNA
PROVINCIA DI BRESCIA
PROVINCIA DI GENOVA
PROVINCIA DI LIVORNO
PROVINCIA DI MESSINA
PROVINCIA DI MILANO
PROVINCIA DI NUORO
PROVINCIA DI PADOVA
PROVINCIA DI PESARO
PROVINCIA DI RAVENNA
PROVINCIA DITORINO
PROVINCIA DI VENEZIA
PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA
UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIA DI PALERMO
REGIONE BASILICATA
REGIONE CAMPANIA A.G.C. DEMANIO
REGIONE EMILIA ROMAGNA
REGIONE MARCHE AZ.USLN.3
REGIONE PIEMONTE
REGIONE PUGLIA
REGIONE SARDEGNA
REGIONE SICILIANA DIP. FORMAZIONE PROF.
REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE PALAZZO STROZZI
REGIONE VENETO
ASL DI BOLZANO
ASL 7 DI SIENA
POLIZIA DI STATO 12^ ZONA TELECOM. SICILIA ORIENTALE
POLIZIA DI STATO ZONA TELECOMUNICAZIONI TOSCANA
POLIZIA DI STATO ZT PUGLIA BASILICATA BARI
COMANDO REGIONALE DEI CARABINIERI DI ROMA
TRIBUNALE DI PAVIA

260 commenti:

1 – 200 di 260   Nuovi›   Più recenti»
Anonimo ha detto...

SIETE GRANDI!!!!!

Anonimo ha detto...

finalmente qualcuno con le palle

Anonimo ha detto...

grandissimi!!!
l'avete inviata oggi???
grazie da parte di tutti!

Anonimo ha detto...

Bari, 23 set.- Si e’ svolto stamani, presso l’Assessorato regionale al Lavoro, l’incontro sulla vertenza Eutelia-Omega che coinvolge lo stabilimento di Modugno con 130 dipendenti. All’incontro, promosso dall’assessore Michele Losappio, erano presenti le Organizzazioni Sindacali, i dirigenti dell’Assessorato allo Sviluppo Economico e di Sviluppo Italia Puglia, la task force per l’occupazione della Regione, il Presidente del Gruppo Omega, Giannettoni. A poche ore di distanza dalla riunione romana presso il Ministero dello Sviluppo Economico, l’incontro di questa mattina non ha segnato passi in avanti nella vertenza, in particolare per quanto concerne il pagamento degli stipendi e delle spettanze alle maestranze. Permane, pertanto, come a Roma una grande distanza fra le parti, anche per la mancata presentazione del piano industriale. La specificita’ del caso pugliese sta nel fatto che la Regione ha sottoscritto nel 2005 un contratto di programma con il Gruppo Eutelia che prevede impegni per le parti e finanziamenti pubblici. “E’ del tutto evidente - ha dichiarato l’assessore Losappio reduce dalla riunione romana - che la Regione rivedra’ la sua disponibilita’ se il Gruppo Omega inserira’ parte dei dipendenti di Modugno nella richiesta avanzata al Ministero del Lavoro per esuberi ed ammortizzatori sociali”. A fronte di rassicurazioni espresse dal presidente di Omega, la Regione ha deciso di riconvocare le parti tra 15 giorni, per consentire al Gruppo una verifica sul coinvolgimento o meno della Puglia in tali procedure.(AGI)

ECCO I SOLITI PARACULI DI BARI, NIENTE SOLIDARIETA' E ADESSO PRIMA CHE INIZIANO GLI AMMORTIZATORI LORO GIA' SI CHIAMANO FUORI. MA CHE BEI COLLEGHI. SPERO CHE LI LICENZINO PER PRIMI. OLTRETUTTO E' L'UNICA SEDE IN ITALIA AD AVERE AVUTO LO STIPENDIO DI LUGLIO.

Anonimo ha detto...

Egregio Onorevole Saglia,
la nostra tragedia inizia quando qualche organizzazione potente e deviata all'interno dello Stato decide di utilizzare Eutelia per impadronirsi della quarta rete per estensione in fibra ottica di Edisontel, degli immobili di valore di Bull e Getronics e della liquidità pari a 80 milioni di euro equivalente al TFR dei lavoratori ereditate dalle varie acquisizioni [vedi http://rassegna.governo.it/testo.asp?d=31080700]

Il finale è organizzato dal Monte dei Paschi di Siena che decide di salvare dall'amministrazione straordinaria Eutelia con una cessione truffa ad Omega seguendo una procedura da manuale della finanza criminale [vedi http://www.movecons.it/un_caso_da_manuale.htm].

I complici in Omega ed Eutelia giudicare dalle loro esperienze "professionali", annotate nei fascicoli giudiziari, sono individui molto pericolosi per la collettività e vi preghiamo di apprezzare l'alto grado di specializzazione registrato nei casellari giudiziari intestati a Massa, Liori, Landi e compagnia.

Eutelia nell’ultimo periodo (luglio 2008-giugno2009) ha beneficiato, con la complicità delle sviste da parte del Ministero del Lavoro, di un sostanzioso contratto di solidarietà pari a 40 milioni composto dalla riduzione del reddito dei lavoratori e dai contributi della collettività con l'esclusivo scopo di fare cassa.

Infatti, l'Azienda, durante la vigenza del CdS invece di orientare il contributo al rilancio industriale ha messo in atto l’ultima mossa speculativa orientata ad aumentare le passività da fornire in dote ai complici della cessione truffa; contributi previdenziali non versati, aumento del debito nei confronti dei fornitori e dei dipendenti, emissioni di fatture false nei confronti di società complici(Betkom, VoicePlus ecc).

Non dovrebbe essere questo l'obiettivo di questi ammortizzatori sociali a carico della collettività e dei dipendenti e per questo le chiediamo di mettere in atto ogni sforzo per ricostruire il patrimonio di beni immobili ed immobili usurpato ai lavoratori ed indicato in premessa, per ricostruire il futuro con nuove possibili soluzioni industriali alternative.

Non è un’operazione facile, ma è l'unica che restituisce la dignità ai lavoratori, ad un Paese ed alle sue Istituzioni Diversamente, sarebbe opportuno riscrivere il primo articolo della Costituzione che non dovrà esprimere una Repubblica fondata sul lavoro bensì una dittatura fondata sullo sfruttamento dei lavoratori.
Alleghiamo un esposto che probabilmente quando leggerà la mail sarà già stato inviato alle Procura.

Anonimo ha detto...

bravissimi !! però oltre questo dite chiaramente dei fatti e della cenza che viene menzionata: NON LANCIATE IL SASSO E NASCONDETE LA MANO!!
SIATE CHIARI E DIRETTI !1

Anonimo ha detto...

e inviare i documenti anche alle redazioni dei giornali e delle reti televisive e pubblicare la lista di quelli che hanno non solo letto ma anche reso pubblico quello che succede .
Lo so che inserzioni a tutta pagina costano molto ma forse per rendere visibile la cosa dobbiamo pagare , si potrebbe addirittura dare mazzette ai vari ministeri e non penso, abituati come sono , che le rifiuterebbero.
Io manderei i documenti anche ai partiti all'opposizione ( vedi PD ,IDV etc...),ma forse se entrano in gioco loro il governo , giusto e attento ai bisogni dei lavoratori , farà una legge per mandare ai lavori forzati ,magari ad Arezzo,tutti gli sporchi comunisti che protestano solo perchè non prendono lo stipendio da mesi .
A parte che fino ad ora il governo latita , i giornali quasi ci ignorano, le televisioni fanno stacchetti di 15 secondi alle undici di sera , mi chiedo cosa si possa fare di più e non riesco a trovare niente di più di quello che abbiamo fatto , o meglio alcuni di noi hanno fatto.

Anonimo ha detto...

MANDEREMO DOMANI LA MEDESIMA DENUNCIA ANCHE A NAPOLI - ROMA - MILANO - POTENZA - BARI.

Anonimo ha detto...

ECCO I SOLITI PARACULI DI BARI, NIENTE SOLIDARIETA' E ADESSO PRIMA CHE INIZIANO GLI AMMORTIZATORI LORO GIA' SI CHIAMANO FUORI. MA CHE BEI COLLEGHI. SPERO CHE LI LICENZINO PER PRIMI. OLTRETUTTO E' L'UNICA SEDE IN ITALIA AD AVERE AVUTO LO STIPENDIO DI LUGLIO.

Non ti vergogni neanche un po' di scrivere queste porcherie ?

Anonimo ha detto...

Agipress - Notizia n.19427
del 22/09/2009 - 15.43.40
Lunigiana senza banda larga!


Per ovviare ai ritardi che sta accumulando la società Eutelia, vincitrice dell’appalto per dotare la Lunigiana di banda larga, questa mattina c’è stato un summit ad Aulla tra la stessa Eutelia, la Regione Toscana, l’Uncem, la Comunià montana ed i comuni che fanno capo alla stessa CM della Lunigiana.
E’ stato deciso di cosituire una task-force da affiancare ad Eutelia per gestire l’attività necessaria a dotare il territorio della banca larga.
La Regione Toscana si era impegnata a completare la presenza della banda larga su tutto il territorio entro la fine del corrente anno. Ma i ritardi accumulati in Lunigiana sono notevoli e stanno creando enormi difficoltà ad imprese e cittadini del luogo.
“Saremo in prima fila - ha dichiarato Oreste Giurlani, presidente Uncem Toscana - per risolvere tale problema che non è assolutamente rinviabile”.

---------------------------------
COMUNICATO STAMPA: EUTELIA CONTINUA A FARE LE FIGURE DI MERDA!!!

Anonimo ha detto...

Ottimo documento! Va bene così! Avanti tutta! La lotta va avanti!

Anonimo ha detto...

nel blog di EULAV

MEDITATE GENTE , MEDITATE !!!

Ciao a Tutti, mi è pervenuta da poco un'ulteriore intimitazione aziendale con l'ennesimo ultimatum:
A seguito dellincontro del 22 settembre 2009 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, su richiesta dello stesso ministero rappresentato dal dott. Castano e dal sottosegretario onorevole Stefano Saglia, lazienda ha acconsentito ad erogare, anche per i dipendenti che ritengono illegittima la loro presenza nella società Agile, gli emolumenti relativi al mese di luglio ed agosto. I primi entro la data del 2 ottobre, gli altri entro la terza settimana di ottobre.

Tale decisione e’ stata presa, certamente per effetto dell’intervento ministeriale ma anche in segno di disponibilità verso quei lavoratori che intendano nei prossimi giorni rivedere la loro posizione verso la società.

L’azienda infatti ritiene impossibile impostare un piano organizzativo e di sviluppo senza avere certezza delle professionalità su cui contare.

In considerazione del fatto che le OO.SS. dichiarano di non aver responsabilità alcuna circa la sottoscrizione di tali dichiarazioni e di non aver in alcun modo indotto i lavoratori a sottoscrivere la lettera di impugnazione, si chiede a tutti coloro che hanno impugnato la cessione del ramo di azienda di rettificare, con una comunicazione formale, quanto dichiarato entro il 30 settembre 2009.

Il rispetto di tale scadenza ci consentirà di affrontare il previsto incontro presso il M.S.E. , a cui parteciperà anche il ministero del lavoro, con gli elementi necessari ad un proficuo confronto.

Nel frattempo l’azienda si aspetta che cessi lo stato di agitazione in tutte le sedi oltre a qualsiasi azione che possa in qualsiasi modo delegittimare la soc. Agile e che riprendano le normali attività atte a salvaguardare clienti, contratti e relativi ricavi.

La Direzione

Ma proprio loro parlano di fiducia e di affezione aziendale dopo che ci riempiono di balle da tre mesi e propio loro parlano di poter contare sulle persone:
MA NOI SU CHI POSSIAMO CONTARE !!!

Anonimo ha detto...

A seguito dellincontro del 22 settembre 2009 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, su richiesta dello stesso ministero rappresentato dal dott. Castano e dal sottosegretario onorevole Stefano Saglia, lazienda ha acconsentito ad erogare, anche per i dipendenti che ritengono illegittima la loro presenza nella società Agile, gli emolumenti relativi al mese di luglio ed agosto. I primi entro la data del 2 ottobre, gli altri entro la terza settimana di ottobre.

Tale decisione e� stata presa, certamente per effetto dell�intervento ministeriale ma anche in segno di disponibilità verso quei lavoratori che intendano nei prossimi giorni rivedere la loro posizione verso la società.

L�azienda infatti ritiene impossibile impostare un piano organizzativo e di sviluppo senza avere certezza delle professionalità su cui contare.

In considerazione del fatto che le OO.SS. dichiarano di non aver responsabilità alcuna circa la sottoscrizione di tali dichiarazioni e di non aver in alcun modo indotto i lavoratori a sottoscrivere la lettera di impugnazione, si chiede a tutti coloro che hanno impugnato la cessione del ramo di azienda di rettificare, con una comunicazione formale, quanto dichiarato entro il 30 settembre 2009.

Il rispetto di tale scadenza ci consentirà di affrontare il previsto incontro presso il M.S.E. , a cui parteciperà anche il ministero del lavoro, con gli elementi necessari ad un proficuo confronto.

Nel frattempo l�azienda si aspetta che cessi lo stato di agitazione in tutte le sedi oltre a qualsiasi azione che possa in qualsiasi modo delegittimare la soc. Agile e che riprendano le normali attività atte a salvaguardare clienti, contratti e relativi ricavi.

La Direzione

----------------------------------
L'ennesimo ricatto di questi bastardi...

Anonimo ha detto...

ORA HO CAPITO PERCHE' VOGLIONO FAR RITIRARE LA PREIMPUGNATIVA: CHI L'HA FATTA NON PUO' ESSERE MESSO IN CIGS!!!!!!! VITTORIA!!!!! ME LO HA DETTO IL MIO AVOCATO!!!! MOTIVO: POSSO FARE RICORSO EX. ART.700 PER FARE VERAMENTE LA CAUSA CIVILE DI IMPUGNATIVA MA SOPRATTUTTO PER "RITORSIONE"!!!!!! RAGAZZI CE L'ABBIAMO FATTA!!!!

Anonimo ha detto...

AH SI'?IL SINDACATO HA DETTO CHE NON E'PARTITA DA LEI L'IDEA? POTETTI CHE FAI ORA LO DENUNCI A MASSA E/O A GIANNETTONI??

Anonimo ha detto...

FARE TUTTI I DECRETI INGIUNTIVI!!!!!! MOLTI COLLEGHI DI NAPOLI E ROMA LI HANNO GIA'DEPOSITATI. SI POSSONO INDICARE ANCHE I CLIENTI PUBBLICI COSI' IL GIUDICE DI PACE PUO' PIGNORARLI DIRETTAMENTE ALLA FONTE!!!! VE LO ABBIAMO MESSO IN CULO!!!!

Anonimo ha detto...

CAZZO,VERAMENTE DICI? ALLORA ABBIAMO FATTO STRIKE!! L'AZIENDA ANCORA NON SA INVECE CHE MOLTISSIMI FIRMATARI DELLA PREIMPUGNATIVA HANNO GIA' FATTO LA CONCILIAZIONE ALL'ISPETTORATO DEL LAVORO E CHE I RICOSI FRA 60 GIORNI POTRANNO ESSERE DEPOSITATI.

Anonimo ha detto...

ma il sindacato non aveva detto che l'impugnativa al tribunale ce la faceva fare con i loro avvocati? come mai è passato tutto questo tempo? forse hanno fatto bene gli altri colleghi a farlo per fatti loro,domani vado anch'io dal mio avvocato mi sa che se no perdo tutto...

Anonimo ha detto...

Alle cause civili allegate il documento di questo post e l'esposto fatto alla procura.

Anonimo ha detto...

...gli emolumenti relativi al mese di luglio ed agosto. I primi entro la data del 2 ottobre, gli altri entro la terza settimana di ottobre"
quindi la restribuzione di settembre ce la possiamo scordare.....

Anonimo ha detto...

"...Tale decisione e’ stata presa, certamente per effetto dell’intervento ministeriale ma anche in segno di disponibilità verso quei lavoratori che intendano nei prossimi giorni rivedere la loro posizione verso la società."

Cioè fatemi capire: la società vi paga lo stipendio (siete a contratto a tempo indeterminato) solo perchè ha interceduto il ministero e come segno di disponibilità....
Quindi in futuro se non sono disponibili non vi pagano più?...mah!
Inoltre se il tutto dipende dalle lettere che sono state mandate inerenti la cessione, l'azienda ha risposto che tutto era regolare, ora cosa vogliono ancora?

Anonimo ha detto...

Azienda:
A seguito dell’incontro del 22 settembre 2009 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, su richiesta dello stesso ministero rappresentato dal dott. Castano e dal sottosegretario onorevole Stefano Saglia, l’azienda ha acconsentito ad erogare, anche per i dipendenti che ritengono illegittima la loro presenza nella società Agile, gli emolumenti relativi al mese di luglio ed agosto. I primi entro la data del 2ottobre, gli altri entro la terza settimana di ottobre.
Nota:
Ma che significa? Se ciò fosse vero allora tutti i dipendenti non firmatari avrebbero avuto le loro spettanze senza nessun ritardo, ma così non è.

Azienda:
Tale decisione e’ stata presa, certamente per effetto dell’intervento ministeriale ma anche in segno di disponibilità verso quei lavoratori che intendano nei prossimi giorni rivedere la loro posizione verso la società.
Nota:
Il pagamento dello stipendio è a prescindere da tale posizione, è un diritto contrattuale, non una concessione del datore di lavoro!

Azienda:
L’azienda infatti ritiene impossibile impostare un piano organizzativo e di sviluppo senza avere certezza delle professionalità su cui contare.
Nota:
I lavoratori che non ricevono lo stipendio ritengono impossibile impostare un piano organizzativo familiare: fare la spesa, pagare le bollette, i mutui, il fitto, le rate, i libri, mandare i figli a scuola, etc. senza avere la certezza di ricevere quanto spetta di diritto. Stanno facendo i salti mortali per andare avanti e soltanto per questo dovreste vergognarvi, altro che piano!

Azienda:
In considerazione del fatto che le OO.SS. dichiarano di non aver responsabilità alcuna circa la sottoscrizione di tali dichiarazioni e di non aver in alcun modo indotto i lavoratori a sottoscrivere la lettera di impugnazione, si chiede a tutti coloro che hanno impugnato la cessione del ramo di azienda di rettificare, con una comunicazione formale, quanto dichiarato entro il 30 settembre 2009.
Il rispetto di tale scadenza ci consentirà di affrontare il previsto incontro presso il M.S.E. , a cui parteciperà anche il ministero del lavoro, con gli elementi necessari ad un proficuo confronto.
Nota:
Il pagamento di quanto dovuto è l’unica condizione che consentirà di iniziare un confronto senza se e senza ma.

Azienda:
Nel frattempo l’azienda si aspetta che cessi lo stato di agitazione in tutte le sedi oltre a qualsiasi azione che possa in qualsiasi modo delegittimare la soc. Agile e che riprendano le normali attività atte a salvaguardare clienti, contratti e relativi ricavi.
Nota:
Nel frattempo i lavoratori tutti si aspettano, come è giusto che sia, che vengano immediatamente pagate tutte le spettanze senza nessun ricatto. Inoltre con tale atteggiamento siete voi che avete messo in difficoltà i clienti, i fornitori i lavoratori e le loro famiglie non il contrario!

Anonimo ha detto...

ULTIMISSIME: I DIPENDENTI STORICI DI AGILE POTENZA IN CARICO ALLE COMMESSE ASL8 ASOLO E ASL 8 ASOLO-ARGENTEA SONO STATI CEDUTI ALLA SOCIETA' ARGENTEA SOLUZIONI INFORMATICHE S.P.A.

Anonimo ha detto...

ARGENTEA S.P.A.
Soluzioni informatiche
Site menu:
L'azienda Chi siamo
Dove siamo
Certificazioni
Contatti
Ricerca personale
Storico News
I servizi C.U.P.
Gestione Allarmi
EFT/POS
Applicazioni web
Siti web
BI & DWH
Call Center
Telesoccorso
Centralino Remoto
3S
VoIP
I prodotti CRM
Happy Banking
DDW
SSA
WebPOS
SoftPOS
HSA
Fidelity Card
Card Sanitaria

Copyright © 2007 Argentea SpA (sito in fase di revisione)
Via Guardini, 75 I-38100 Trento (Italy) | tel: +39-0461-431600 fax: +39-0461-822171 | P.IVA 01087990220

Anonimo ha detto...

CHE FIGLI DI PUTTANA!!!! POTETTI NEMMENO QUESTO SAPEVI???FINIRAI IN GALERA!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

La mail dell'azienda: " Oggetto: Comunicazione Aziendale
A seguito dellincontro del 22 settembre 2009 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, su richiesta dello stesso ministero rappresentato dal dott. Castano e dal sottosegretario onorevole Stefano Saglia, lazienda ha acconsentito ad erogare, anche per i dipendenti che ritengono illegittima la loro presenza nella società Agile, gli emolumenti relativi al mese di luglio ed agosto. I primi entro la data del 2 ottobre, gli altri entro la terza settimana di ottobre.

Tale decisione e’ stata presa, certamente per effetto dell’intervento ministeriale ma anche in segno di disponibilità verso quei lavoratori che intendano nei prossimi giorni rivedere la loro posizione verso la società.

L’azienda infatti ritiene impossibile impostare un piano organizzativo e di sviluppo senza avere certezza delle professionalità su cui contare.
In considerazione del fatto che le OO.SS. dichiarano di non aver responsabilità alcuna circa la sottoscrizione di tali dichiarazioni e di non aver in alcun modo indotto i lavoratori a sottoscrivere la lettera di impugnazione, si chiede a tutti coloro che hanno impugnato la cessione del ramo di azienda di rettificare, con una comunicazione formale, quanto dichiarato entro il 30 settembre 2009.

Il rispetto di tale scadenza ci consentirà di affrontare il previsto incontro presso il M.S.E. , a cui parteciperà anche il ministero del lavoro, con gli elementi necessari ad un proficuo confronto.

Nel frattempo l’azienda si aspetta che cessi lo stato di agitazione in tutte le sedi oltre a qualsiasi azione che possa in qualsiasi modo delegittimare la soc. Agile e che riprendano le normali attività atte a salvaguardare clienti, contratti e relativi ricavi.  

La Direzione
 ".
L'estratto del comunicato stampa del ministero: " COMUNICATO STAMPA
AGILE (EX EUTELIA): MSE, IMPEGNO A PAGAMENTO RETRIBUZIONI E
RIPRESA CONFRONTO
Pagamento delle retribuzioni arretrate e ripresa del confronto sugli aspetti produttivi
ed occupazionali per l’Agile (ex Eutelia). Questa sera, al termine dell’odierno
incontro per la prosecuzione del confronto che interessa l’azienda di
telecomunicazioni, dopo ampia discussione tra la rappresentanza del Ministero dello
Sviluppo Economico guidata dal Sottosegretario Stefano Saglia, e la direzione
aziendale sono stati infatti individuati i seguenti punti operativi:
A) Pagamento delle retribuzioni arretrate: Agile si è impegnata ad erogare tutte le
spettanze arretrate in due tranche: entro il 2 ottobre le spettanze del mese di
luglio, ed entro la 3° settimana di ottobre tutto il resto delle spettanze... ".
L'incongruenza è che mentre il governo dichiara che entro la terza settimana di Ottobre 2009 l'azienda dovrà versare ai dipendenti TUTTO IL RESTO DELLE SPETTANZE ( anche Settembre per intenderci ), Agile dice che pagherà Luglio ed Agosto.
Non ci siamo! Si continua a minacciare ( e per questo, per quanto mi riguarda, risponderà penalmente ) e a prenderci per l'ennesima volta in giro.
Francesco Ginaldi.

Anonimo ha detto...

Ragazzi scrivete a questo indirizzo la nostra storia:

http://racconta.repubblica.it/crisi_aziende/

Facciamolo in molti!!

Anonimo ha detto...

Che l'azienda si presenti alla conciliazione ......poi vediamo.....

Anonimo ha detto...

Avete visto l'annuncio apparso oggi 24-09-09 sulla Nazione di Arezzo come è pilotato? Sembra una favoletta.
http://lanazione.ilsole24ore.com/arezzo/cronaca/2009/09/24/235852-eutelia_svolta_nella_notte.shtml

NELLA MORSA DELLA CRISI
EX EUTELIA, SVOLTA NELLA NOTTE
IN ARRIVO TUTTI GLI ARRETRATI
Accordo nella notte: la svolta annunciata dal sottosegretario durante il presidio dei lavoratori. E ora spunta una maxi fusione di aziende per il settore
elettronico. Agile sposa Omega. L'azienda aretina intanto recupera il 6% in Borsa. La protesta però continua
Arezzo, 24 settembre 2009 - Un risultato positivo, ottenuto dopo un lungo tira e molla, uno risultato certo e apprezzato,
infine una pressante richiesta nascosta fra le righe del documento finale: si è chiusa così, a tarda notte, la riunione al
ministero dello sviluppo economico sul futuro dei dipendenti di Agile (ex Eutelia) e sulle prospettive dell’azienda ceduta, armi e
bagagli, ad Omega. Un comunicato del ministero, nell’occasione rappresentato dal sottosegretario Stefano Saglia (nel tondo), ha
annunciato il pagamento delle retribuzioni arretrate delle maestranze: «Agile si è impegnata ad erogare tutte le spettanze in due
trance, entro il 2 ottobre gli stipendi del mese di luglio, ed entro la 3° settimana di ottobre il resto».
Per i manifestanti, schierati per protesta in piazza Barberini a Roma, in attesa della conclusione del tavolo ministeriale, è
stato un risultato accolto con soddisfazione, visto che alcuni non ricevono la busta paga da quasi tre mesi, ha affermato
Massimo Guerrazzi della Cisl. Non bastano i soldi, serve anche un futuro più tranquillo. Sarà ripreso il confronto sulle prospettive produttive e occupazionali:
«al ministero dello sviluppo economico saranno convocati, assieme al ministero del lavoro, incontri per la verifica del piano industriale aziendale. Il primo è
previsto per il prossimo 7 ottobre».
Contestata dai sindacati, che non hanno sottoscritto il documento, la richiesta di fare riferimento solo alle sedi sindacali e istituzionali per la
prosecuzione del confronto: «la scelta della sede istituzionale deve rappresentare il luogo privilegiato del dialogo e della ricerca di soluzioni condivise». Un
modo, neppure tanto nascosto, per sollecitare che le lettere e le richieste di annullamento delle cessioni aziendali spedite dai dipendenti non abbiano seguito
nelle sedi decisionali. Ma dall’azienda è arrivata la notizia di un ulteriore modificazione degli assetti societari di Agile. Nei prossimi giorni, ha annunciato
l’amministratore, è prevista la fusione fra Agile, Omega e un gruppo di altre aziende, che costituiranno un corpo sociale unico in grado di operare al meglio
nel settore delle tecnologie informatiche. E questo è stato un fulmine al ciel sereno, che di sicuro consentirà di guardare alle prospettive future con un pizzico
di speranza in più. Un colosso del settore It ha la speranza di entrare nel mercato con maggiori possibilità di riuscita. Il pericolo derivante dalla presenza di
una «sacca di personale improduttivo, ereditato dalla precedente gestione, di 1300 addetti», denunciato da Agile può essere allontano più agevolmente.
Eutelia. Da Piazza Affari è arrivata anche una notizia rassicurante per il gruppo aretino, che ha fatto registrare un aumento delle quotazioni in Borsa
del 6,63 per cento. Una percentuale che segna un’inversione di tendenza rispetto agli ultimi giorni e apre, forse, uno scenario nuovo per l’azienda di via
Calamandrei, impegnata nel settore delle comunicazioni.
Piero Scortecci
La

Anonimo ha detto...

Mi sa che, gira gira quel cornuto di Potetti si becca qualche sganassone.

Anonimo ha detto...

"L’azienda infatti ritiene impossibile impostare un piano organizzativo e di sviluppo senza avere certezza delle professionalità su cui contare"

Ma se l'azienda ha dichiarato 1300 esuberi, mentre i firmatari della pre-impugnazione sono solo 1100, per fare una corretta pianificazione sarebbe sufficiente scegliere altre 200 persone tra chi non ha firmato ed il conto è fatto. O forse, visto che chi ha firmato non può essere messo in cassa integrazione, basterebbe prendere tutti quelli che non hanno firmato......AH AH AH

Anonimo ha detto...

qualcun altro ha potuto verificare con qualche legale quanto scritto dal collega sotto?

questa notizia è importantissima e, se vera, da divulgare a tutti, perchè so per certo che a fronte della lettera intimidatoria della direzione, ci sono colleghi che impauriti vogliono ritirare la "firma" sull'impugnativa

Grazie mille
------------------------------
Anonimo ha detto...
ORA HO CAPITO PERCHE' VOGLIONO FAR RITIRARE LA PREIMPUGNATIVA: CHI L'HA FATTA NON PUO' ESSERE MESSO IN CIGS!!!!!!! VITTORIA!!!!! ME LO HA DETTO IL MIO AVOCATO!!!! MOTIVO: POSSO FARE RICORSO EX. ART.700 PER FARE VERAMENTE LA CAUSA CIVILE DI IMPUGNATIVA MA SOPRATTUTTO PER "RITORSIONE"!!!!!! RAGAZZI CE L'ABBIAMO FATTA!!!!
-----------------------------------

Anonimo ha detto...

LEGGETE CON ATTENZIONE QUESTO ARTICOLO, PER CHI AVESSE ANCORA DEI DUBBI. TUTTI A SIENA CON MPS

24-09-2009 LEGA NORD MPS | Due giorni fa la Banca MPS si è affrettata a comunicare di non avere alcun legame con la Eutelia SpA, Società di telecomunicazioni che, come riportato dalla stampa, sembra attraversare una difficile situazione societaria e finanziaria.

Affermare "di non avere alcuna partecipazione in Eutelia e che nessun rappresentante del Gruppo di Rocca Salimbeni è stato mai presente alle assemblee dei soci né ha contribuito in alcun modo alle decisioni strategiche dell'azienda" e che "Banca Monte dei Paschi di Siena è, insieme ad altri istituti di credito, solamente uno dei finanziatori di Eutelia", è formalmente vero, ma che dire del fatto che nel CdA di Eutelia SpA sono presenti Pizzichi, come Presidente, e Pisaneschi, come Consigliere? D'altronde, se non ci fossero pericoli di "associare" Eutelia al Monte perché è stata fatta questa affermazione?

La verità è che Pisaneschi è Presidente di Antoveneta, componente del CdA della Banca Monte dei Paschi e di varie partecipate, mentre il Pizzichi è Sindaco Revisore della Capogruppo e di numerose partecipate. Non ci risulterebbe che altre banche possano vantare presenze così specifiche e così strategiche e, a quanto pare, quando i campioni di una certa politica escono dalle Mura, senza la copertura della stampa a loro vicina, sembrano essere molto meno apprezzati.

La riflessione che bisogna fare è però di ordine generale: quali professionalità e capacità esprimono quelli che sono mandati ad amministrare i gioielli di famiglia dell'intera comunità senese? Il Pd ed i colpevoli oppositori acquiescenti non hanno altre risorse da spendere nei Consigli di Amministrazione?

Davvero i Pizzichi, i Pisaneschi, i Mussari sono quanto di meglio sa esprime la piazza? O le loro qualità sono del tutto avulse da quelle imprenditoriali e bancarie? Stare sempre silenti e votare a favore di qualunque delibera è una qualità?

Possibile che nessuno di loro si sia poi accorto del prezzo pagato per Antonveneta e del fatto che non era stata fatta una "due diligence" prima dell'acquisto?

Pisaneschi non dovrebbe rappresentare l'opposizione? Quali rilievi, controlli osservazioni ha fatto in tutti questi anni nei quali è stato lautamente pagato?

Possono Pisaneschi e Pizzichi, dopo quanto sta accadendo a Eutelia, sedere ancora nei vari CdA e collegi? Non sarebbe meglio mandarli tutti a casa?

Abbiamo voluto fare queste precisazioni in modo che i cittadini siano correttamente informati sulla realtà dei fatti e possano giudicare autonomamente con obiettività e consapevolezza.

Di seguito i loro attuali incarichi (presi dalla Relazione sul Governo Societario della Eutelia Spa): Andrea Pisaneschi, membro del CdA di Banca Monte dei Paschi di Siena SpA, Presidente del CdA di Banca Antonveneta SpA (di proprietà MPS), membro del CdA di Axa Mps Assicurazioni Vita SpA, membro del CdA di Axa Mps assicurazioni danni SpA, membro del CdA di MPS Asset Management; Leonardo Pizzichi, Sindaco effettivo della Banca Monte dei Paschi di Siena SpA, Presidente del Collegio Sindacale di Monte Paschi Leasing & Factoring SpA, Presidente del Collegio Sindacale di MPS Banca Personale, Presidente del Collegio Sindacale di MPS Sim Società Intermediazione Mobiliare SpA, Sindaco effettivo di Uniposta Centro SpA.

Anonimo ha detto...

Per quale kazzo di motivo il Sindacato no procede con il decreto ingiuntivo?
Poi si lamentano se i lavoratori dubitano (per essere buoni) delle OO.SS.
Fate le cose serie, altrimenti ci scaglieremo legalmente anche contro di voi!
Chiaro il messaggio?!?

Anonimo ha detto...

Quando si fa vedere quel figlio di puttana di Samuele Landi! Altro che riunione cone fatto per Isacco Landi!
Hai paura KAZZONE DI MERDA!!!
Fatti veder se hai coraggio!!!

Anonimo ha detto...

LEONARDO PIZZICHI, Sindaco effettivo di Uniposta Centro SpA.
UNIPOSTA, SOCIETA' DEL GRUPPO OMEGA CHE FA CONCORRENZA A POSTE ITALIANE!!!!! MA QUANTA MERDA STA VENENDO A GALLA!!!! COME GLIELO SPIEGHERETE AL P.M.?PIZZICHI ORA CE L'ABBIAMO LA RISPOSTA ALLA DOMANDA: CHI HA PROCACCIATO IL COMPRATORE OMEGA PER LA CESSIONE? SEI TU E NON POTRAI MAI DIFENDERTI!!!! VATTENE,DIMETTITI E FAI TROVARE A QUALCUN ALTRO UNA AZIENDA SERIA CHE CI COMPRI,NON QUESTI PAGLIACCI FARABUTTI DEI TUOI COMPARI!!!

Anonimo ha detto...

MA DI COSA HANNO PAURA ?
NON HANNO PAGATO NEANCHE QUELLI CHE NON HANNO SOTTOSCRITTO NULLA !

MA CHI SCRIVE ? CHI SEI ????
SEI TU SANUELE ?????

I SINDACATI DOVE SONO ?
MA COME SI PERMETTE UNA DIREZIONE DI MANDARE UNA LETTERA COSI MINATORIA ?

PORTIAMO QUESTA COMUNICAZIONE AL MINISTRO !!!!!!!

CONTINUANO A CAMBIARE VERSIONI, PRIMA I FLUSSI BANCARI, POI EUTELIA E IL PREMIO PRODUZIONE, POI I 500 FIRMATARI !!!

VERGOGNA VERGOGNA VORGOGNA

QUESTA E' LA CONFERMA CHE NON BISOGNA TORNARE INDIETRO, ANZI CHI NON HA FIRMATO LA LETTERA D'IMPUGNAZIONE LO FACCIA SUBITO, RIVOLGETIVI AGLI RSU DI COMPETENZA ! FORZA RAGAZZI !!!!!

Anonimo ha detto...

Ma cosa ca..o c'entra Samuele Landi con tutta stà manfrina? Non mi pare che sia cinvolto in nessuna delle operazioni della cessione ad Agile.

Anonimo ha detto...

Cessione di ramo d’azienda. Cassazione sent. 10108/2006

10/05/2006 | Giuridica
La Corte di Cassazione, sezione lavoro, ha cassato la sentenza con cui la Corte d’Appello di Salerno aveva dichiarato la nullità della cessione di ramo d'azienda (filiale) operata dalla Standa (poi Euridea) in ragione della natura fraudolenta del negozio (1344 c.c.) e della illiceità del motivo comune alle parti (art. 1345 c.c.) e, conseguentemente, dichiarato la continuità giuridica dei rapporti di 43 lavoratori in capo all'azienda cedente. sentenza n. 10108 del 2 maggio 2006,

La disciplina legislativa frodata è stata individuata dal giudice di appello in quella sui licenziamenti collettivi per riduzione del personale, o anche conseguenti alla chiusura dell’insediamento produttivo (l. n. 223/1991). Gli accertamenti di fatto avevano evidenziato che la cessionaria aveva un capitale assai modesto; non svolgeva attività d’impresa ed aveva tenuto comportamenti incompatibili con l’intento di continuare l’attività rilavata, cessando l’attività (e venendo dichiarata fallita) appena trascorso l’anno concordato dalla cedente con i sindacati in ordine alla garanzia di mantenimento dei rapporti di lavoro; il prezzo della cessione era stato corrisposto solo in minima parte.

Anonimo ha detto...

ECCO I SOLITI PARACULI DI BARI, NIENTE SOLIDARIETA' E ADESSO PRIMA CHE INIZIANO GLI AMMORTIZATORI LORO GIA' SI CHIAMANO FUORI. MA CHE BEI COLLEGHI. SPERO CHE LI LICENZINO PER PRIMI. OLTRETUTTO E' L'UNICA SEDE IN ITALIA AD AVERE AVUTO LO STIPENDIO DI LUGLIO.

Scusa, non capisco perche' te la prendi con i lavoratori. A parte che mi offende essere chiamato 'paraculo' come se stessi a girarmi i pollici dalla mattina alla sera, prenditela con i TUOI rappresentanti regionali che non hanno fatto NULLA per proteggere te e gli altri colleghi. In Puglia, almeno, l'amministrazione regionale si e' mossa ed in tempi non sospetti. Per il resto spero che sia la rabbia e la preoccupazione che ti fanno parlare cosi perche' se no non trovo davvero alcuna giustificazione!!!!!

Anonimo ha detto...

"Nel frattempo l’azienda si aspetta che cessi lo stato di agitazione in tutte le sedi oltre a qualsiasi azione che possa in qualsiasi modo delegittimare la soc. Agile e che riprendano le normali attività atte a salvaguardare clienti, contratti e relativi ricavi."

Gli "agitati" stanno facendo di tutto per "salvaguardare clienti, contratti...", ma se nemmemo ci viene data la possibilita' di riprendere a lavorare con TNT in primis, e con altri fornitori, sara' impossibile perfino fare i salti mortali.
Per cui dateci le nostre spettanze (TUTTE E NON SOLO 2 STIPENDI) subito e a ruota pagate i fornitori. (Le settimane sono lunghe in queste situazioni!)
Solo cosi' potremo appoggiare almeno un attimo la pala con la quale ci stiamo affossando.

Anonimo ha detto...

Presentazione di Claudio Giannettoni:

http://quellidelcallcenter.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

I cani da guardia dei nuovi padroni, hanno iniziato a intimidire i lavoratori telefonicamente, perchè ritirino l'impugnativa. Servi e servetti subito allineati...
Il motivo 'come facciamo a fare il piano industriale se non possiamo contare sulle professionalità delle persone'.
Le rsu intervengano subito con comunicati durissimi nei confronti di questi lacchè

Anonimo ha detto...

Ma cosa ca..o c'entra Samuele Landi con tutta stà manfrina? Non mi pare che sia cinvolto in nessuna delle operazioni della cessione ad Agile.

giovedì, 24 settembre, 2009

***********************************

Si vede che non hai avuto occasione di leggere l'atto di cessione !!! Samuele Landi ha firmato per la parte di Agile !!! Quando vuoi accertartene con i tuoi occhi, chiama Napoli !

collettivolavoratorigetronics ha detto...

Non preoccupatevi, stiamo già preparando il "dossier" su Claudio Giannettoni, dopo facciamo un'alto esposto al PM indicando anche lui.

Anonimo ha detto...

Cosa c'entra la famiglia LANDI ???? ma secondo voi perchè vegliono che venga ritirata l'impugnativa ? I landi sono i registi di tutta questa storia !!!!!

Eutelia è quotata in borsa, Omega ed Agie NO ! rischiano di ritrovarsi ancora tra i coglioni il ramo IT !!!!

Chi sa in quanti hanno firmato l'impugnativa ?

Anonimo ha detto...

Ma chi osa ancora difendere Samuele: forse la sua fata turchina?!?!

CACCIAMOLI!

Anonimo ha detto...

non vorrebbe dir che l'ha avallata.

Anonimo ha detto...

BARI CON QUESTO CAZZO DI CONTRATTO DI PROGRAMMA E' DA QUANDO SIETE OLIVETTI CHE VI PARATE IL CULO.
SMETTETELA

Anonimo ha detto...

ECCO I SOLITI PARACULI DI BARI, NIENTE SOLIDARIETA' E ADESSO PRIMA CHE INIZIANO GLI AMMORTIZATORI LORO GIA' SI CHIAMANO FUORI. MA CHE BEI COLLEGHI. SPERO CHE LI LICENZINO PER PRIMI. OLTRETUTTO E' L'UNICA SEDE IN ITALIA AD AVERE AVUTO LO STIPENDIO DI LUGLIO.

PARACULO SARAI TE!! CHE CAZZO VUOI INSINUARE MENTECATTO. BEL COLLEGA CHE AUGURA IL LICENZIAMENTO DEGLI ALTRI IN QUESTO MOMENTO IN CUI OCCORRE ESSERE UNITI.AMMESSO E NON CONCESSO CHE SIA QUESTA LA RAGIONE DEL PAGAMENTO DELLO STIP DI LUGLIO(MA TI ASSICURO CHE NON E')PERCHE' TE LA PRENDI CON NOI???
A SUO TEMPO QUANDO I COMMERCIALI ERANO PRESENTI, SONO STATI BRAVI A STIPULARE L'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA REGIONE(CHE TRA L'ALTRO NON HA VERSATO ANCORA UN CENTESIMO).
PRIMA DI PARLARE INNESTA IL CERVELLO.

Anonimo ha detto...

A leggere certi commenti tipo "che c'entrano i Landi" mi domando dove vivono queste persone e li invito a guardarsi intorno e non stare tutto il giorno a fare gli struzzi!!!!

Anonimo ha detto...

bravi bravi e bravi ancora spandete merda come siete capaci di fare. continuate a fare demagogia. miei bravi grillini continuate a dire che il mondo è una merda. spero solo che nessuno di voi abbia dei figli perchè se sono questi i valori che trasmettere il loro futuro sarà molto peggio di come vi è stato lasciato dai vostri genitori. va bè non sprecate tempo ad insultarmi perchè abbandono definitamente questo blog di bassissimo profilo!
auguro a tutti di non provare cosa vuol dire fallire per un'azienda e soprattutto cosa significa per i suoi dipendenti .... ma voi di dipendenti non ne sapete molto! continuate con la vostra lotta verso il potere sono certo che da questo ne ricaverte moltissimo. almeno se ve la prendete con il mondo non picchiate le vostre mogli e.... questo almeno è positivo. buon odio verso il prossimo a tutti io se..... riesco vado a fare l'amore!

Anonimo ha detto...

COSI' BISOGNA RISPONDERE
======================
Cara Direzione Generale,

Innanzitutto, sottolineo che mi piacerebbe poter indirizzare questa lettera ad una persona specifica, ma il "top management" di questa azienda
(o e' una rete di aziende? o e' un gruppo? o e' un soggetto risultante da una fusione annunciata di cui non si conosce ne' la ragione sociale
ne' la forma giuridica?), il "top management", dicevo, risulta piuttosto mutevole e potrebbe cambiare mentre scrivo.
Questa e' probabilmente la ragione per cui la Tua mail non e' firmata da una persona, con nome e cognome, ma da una "entita'".

Mi fa piacere di sapere che l'azienda, su sollecitazione del Ministero per lo Sviluppo Economico, acconsenta addirittura a rispettare
i suoi obblighi contrattuali nei confronti dei lavoratori, ma mi sembra di ricordare che il rispetto degli obblighi contrattuali,
in aziende normali, si potesse dare per scontato.

Mi dispiace, invece, di sapere che la causa prima per cui questa azienda non e' in grado di presentare un piano industriale risiede
nel fatto di non poter contare su forze "certe" per via della defezione di un certo numero di lavoratori che si opporrebbero alla cessione
di ramo d'azienda. Suggerirei di preparare ugualmente un piano industriale (o, meglio, di pubblicarlo, perche' non dubito che esso sia gia'
pronto da tempo e non venga rivelato per modestia o ritrosia): le professionalita' ci sono, e se proprio non ci fossero, non sara' difficile
reperirle sul mercato.

Tra parentesi, segnalo pero' un possibile disguido, perche' mi risulta che neppure i colleghi che non hanno firmato la lettera impugnativa
della cessione, abbiano ricevuto gli stipendi di luglio e di agosto.

Rilevo poi una lieve contraddizione quando sottolinei che al prossimo incontro presso il Ministero per lo Sviluppo Economico partecipera'
anche il Ministero del Lavoro.
Ora, per esperienza, io so che il Ministero del Lavoro, in tempi di crisi, interviene quando divenga necessario adottare strumenti piu' o meno
"morbidi" di riduzione del personale o comunque ammortizzatori sociali di qualche genere.
E allora mi chiedo, ma come? Prima mi dici che sei in difficolta' con il piano industriale perche' non hai certezza di poter contare
su tutte le forze, e poi chiedi l'intervento del Ministero del Lavoro, che le forze puo' soprattutto aiutare a ridurle? Non capisco.

Infine, ed e' il motivo principale per cui scrivo questa lettera, ci tengo a segnalare che nonostante lo "stato di agitazione" e le
spesso insormontabili difficolta' legate al mancato pagamento dei fornitori o all'impossibilita' di produrre il "Documento Unico di Regolarita'
Contributiva", gli unici che effettivamente mantengono i contatti con i clienti e cercano, al meglio delle loro possibilita',
di salvaguardare i contratti sono proprio gli "agitati" lavoratori di Agile.

Sono i clienti stessi a riconoscercelo.

Quegli stessi clienti che ci fanno pero' notare che avrebbero piacere di incontrare la "Direzione Generale" di Agile, per sapere in che
mani stanno affidando le loro attivita', spesso mission critical, e per avere anche solo un minimo di garanzie sulla continuita' dell'azienda
loro fornitrice.
Il problema e' che i nostri clienti conoscono bene me, conoscono bene i miei colleghi, ma la "Direzione Generale" di Agile non hanno
mai avuto il piacere di conoscerla.

E la cosa li sta spazientendo notevolmente.

Come sta spazientendo me.

Cordiali saluti.

Anonimo ha detto...

Cessione dipendenti Agile su commesse Asolo-Argentea a società Argentea s.p.a.con decorrenza 01.10.2009.I sindacati hanno avuto la comunicazione il 10 settembre 2009.

Anonimo ha detto...

Samuele piratino..se non vuoi farti sgamarecon i tuoi post impara la lezione :
FA si scrive senza accento sulla a
STA si scrive senza accento sulla a

Sarai anche un imprenditore di sucCESSO , ma rimani sempre e comunque un incolto analfabeta

Anonimo ha detto...

EUTELIA: FIM, NO A BAD COMPANY E LICENZIAMENTO COLLETTIVO (AGI) - Roma, 24 set. - No alla bad company, no al "licenziamento collettivo mascherato" dei lavoratori. A dirlo e' la Fim Cisl nazionale sulla vicenda Agile/Eutelia. Il sindacato dei metalmeccanici ritiene "gravissima l'ennesima provocazione della direzione Agile/Eutelia in cui disinvoltamente, attraverso una mail/comunicato, si tenta di discriminare e dividere i lavoratori che condividono e sostengono l'iniziativa legale collettiva da noi promossa per impugnare l'operazione di cessione del presunto ramo d'azienda fatta da Eutelia. Di fatto - si legge in una nota -si smentiscono gli impegni presi col ministero dello Sviluppo Economico sul pagamento delle retribuzioni a tutti i lavoratori entro il 2 e 20 ottobre". Non sapendo, continua il sindacato, "quale vera operazione stia dietro la fittizia cessione ad Agile - in realta' si e' ceduto ad altri (Omega) vanificando un faticoso percorso di soluzioni industriali e di gestione condivisa di ammortizzatori sociali a sostegno del reimpiego di tutti i lavoratori, - riteniamo l'impugnazione legittima in quanto l'effetto del passaggio si sta rivelando un "licenziamento collettivo mascherato" dopo aver spogliato le aziende exGetronics ed exBull delle loro risorse finanziarie, economiche, patrimoniali e degli asset di valore". Mettere in relazione il pagamento delle retribuzioni con la revoca delle impugnazioni "e' - continua la Fim - un misero tentativo di nascondere le responsabilita' aziendali, ma soprattutto un tentativo di spingere i lavoratori, presi ancora una volta in giro insieme al Ministero dello Sviluppo Economico, alla paralisi delle attivita' e lasciare scientemente fallire quella che ormai e' diventata la Bad Company di Eutelia, cioe' Agile". "La Fim si oppone a questo perverso disegno - afferma Andrea Bellisai, coordinatore nazionale Fim di Eutelia - e percio' non agevolera' il fallimento di Agile/Omega. Intendiamo proseguire con le azioni legali contro i responsabili dello scempio in atto, ovvero Eutelia e i suoi finanziatori del Monte dei Paschi di Siena. La Direzione di Agile/Eutelia non accampi pretesti; paghi le retribuzioni e le spese sostenute a tutti i lavoratori e se le nostre affermazioni non corrispondono alla realta', ci smentisca presentando un credibile piano industriale e risorse finanziarie a sostegno". (AGI) Red/Ila 241610 SET 09 NNNN

Anonimo ha detto...

Santoro e porta a porta. Stasera 24 settembre ore 22,45 i dipendenti della Nortel sono in televisione , 38 di loro perderanno il lavoro per massimizzare i guadagni di una azienda che vuole chiudere . Il cronista che li intervista segnala : persone con alta professionalità e stipendi di ...... vengono lasciati a casa ... e altro.
MA IO MI CHIEDO , PUR SOLIDARIZZANDO CON LORO , COME HANNO FATTO AD APPARIRE IN UNA TRASMISSIONE COSI' SEGUITA !!!
FORSE PERCHE' NORTEL NON E' ITALIANA E PERCIO' NESSUNA COLLUSIONE CON I NOSTRI CARI POLITICI ( di qualunque colore siano) .
E NOI CHE SIAMO 2000 SIAMO VISTI SU SKY O RAI TRE , OPPURE SU ANTENNA TRE ALLE 11 DI SERA.
MA PERCHE' NON MARTELLIAMO DI RICHIESTE LA RAI E MEDIASET PER FARE IN MODO CHE CI RENDA PIU' VISIBILI E QUINDI PIU' APPETIBILI ANCHE AI POLITICI ??

Anonimo ha detto...

a' fata' turchina' ti' va' bene' scrivere' cosi'? siete proprio dei mentecatti, era evidente che mi è partito l'accento che poi è una libertà grammaticale concessa dal dialetto.

Anonimo ha detto...

Che dire BLA BLA BLA BLA BLA, sia da una parte che dall'altra.

Intendo Sindacati e Azienda, e intanto da tre mesi non si incassa una lira sia di stipendi che di soldi spesi per attività svolte per l'azienda.
Inoltre mancano ancora soldi di una motorizzazione non pagata dalla Eutelia, e tutti se ne fregano.

VERGOGANTEVI ex AZIENDA, AZIENDA E SINDACATI.

Anonimo ha detto...

COLLEGHI DI BARI IL VOSTRO CONTRATTO DI PROGRAMMA E' FINITO E RIGUARDA SOLO POCHE DECINE DI UNITA'. AVETE GIA' IMBROGLIATO SUL CONTRATTO DI SOLIDARIETA' CON LA COMPLICITA' DI POTETTI.
ADESSO SE LA REGIONE DEVE ANCORA PAGARE NON PUO' SCARICARE GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI SUGLI ALTRI LAVORATORI.
E' DA VIGLIACCHI!

Anonimo ha detto...

IL COMUNICATO STAMPA DELLA FIM NAZIONALE L'HA FATTO L'ISCRITTO ALLA FIOM.

Anonimo ha detto...

FIM-CISL FIOM-CGIL UILM-UIL
FISTEL-CISL SLC-CGIL UILCOM-UIL


Comunicato Sindacale

AGILE/EUTELIA: L’AZIENDA RISPETTI GLI IMPEGNI ASSUNTI CON IL MINISTRO SCAJOLA E SMETTA DI GETTARE BENZINA SU UNA SITUAZIONE DELICATISSIMA!

Purtroppo avevamo sottolineato più volte, nella discussione fatta al Ministero dello Sviluppo Economico, presenti il Sottosegretario Saglia e il dott. Castano, che la posizione dell’azienda era ambigua e che la scarsa incisività con cui lo stesso Governo aveva affrontato il modo con cui l’azienda si era presentata all’incontro (mettendo una pregiudiziale sulla rinuncia ai contenziosi avviati dai lavoratori per poter erogare le retribuzioni), rischiava di legittimare comportamenti irresponsabili ed illegittimi.
Il comunicato odierno dell’azienda ne è la prova, da un lato si sottrae a quanto dichiarato al Governo, ora le retribuzioni di settembre ed i rimborsi spese non saranno più pagati entro la terza settimana di Ottobre, ma solo quelle di luglio e agosto. Dall’altro l’azienda continua a chiedere ai lavoratori di rinunciare all’impugnativa sulla cessione.
E’ opportuno che il Governo intervenga immediatamente e scongiuri un maldestro tentativo aziendale di tradire gli impegni assunti, nascondendoli dietro responsabilità inesistenti!
Abbiamo già spiegato più volte all’azienda che le azioni intraprese sono legittimate proprio dall’incapacità della proprietà di Agile di rispettare gli impegni assunti nei confronti dei lavoratori non solo sul piano dei pagamenti ma su tutto ciò che concerne il rapporto di lavoro.
Se l’azienda è ferma non è per le azioni di lotta dei lavoratori (che riteniamo assolutamente legittime!) ma perché non paga i fornitori, non investe, non è in regola con il versamento dei contributi, non ha nessun piano industriale e, con il mancato pagamento delle retribuzioni e dei rimborsi spese per i tecnici (che ricordiamolo, anticipano i soldi per l’azienda per lavorare e recarsi presso i clienti!), ha messo i lavoratori in ginocchio, impossibilitati a far fronte a qualsiasi spesa a partire dai bisogni primari.
Continuare a strumentalizzare tutto questo, nascondendosi dietro le lettere di impugnativa e le azioni di lotta è irresponsabile e inaccettabile, solo il comportamento e le gravi mancanze aziendali possono essere ritenuti responsabili dei problemi con i clienti!
L’azienda paghi i lavoratori poiché deve per legge e per contratto e sani tutte le situazioni che veramente le impediscono di andare avanti.
Oggi questa operazione appare solo un tentativo di liberare dai debiti Eutelia, scaricandone tutti i costi sui lavoratori e la collettività attraverso Agile.
Per questo lavoratori, RSU e OO.SS. continueranno insieme la lotta intrapresa, con tutte le iniziative legali e sindacali ritenute idonee a risolvere nel più breve tempo possibile quanto sta avvenendo.
L’azienda può fermare tutto ciò dando risposte concrete ai problemi denunciati. Le irresponsabili affermazioni ed i comportamenti strumentali messi in atto dall’azienda, più che dividere, rischiano di aumentare l’esasperazione ed il senso di frustrazione dei lavoratori, assumendosi una responsabilità enorme in un momento delicatissimo.
FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
FISTEL, SLC, UILCOM NAZIONALI
Roma, 24 settembre 2009

Anonimo ha detto...

Visto che alcuni responsabili stanno minacciando i lavoratori che non vogliono ritirare l'impugnativa, dicendo che sono passibili di licenziamento per giusta causa, le rsu voglio prendere posizione o dobbiamo prenderla noi lavoratori andando a cercare queste persone una per una?

Anonimo ha detto...

AI LAVORATORI CHE VENGONO MINACCIATI DAI CAPETTI AL FINE DI RITIRARE L'IMPUGNATIVA: PORTATE CON VOI UN REGISTRATORE, LE CONVERSAZIONI REGISTRATE VALGONO PER I TRIBUNALI PENALI. QUALCUNO LO HA GIA' FATTO....IL PM RINGRAZIERA' PER LE PROVE...

Anonimo ha detto...

Alcuni tecnici di Napoli compreso il loro capetto hanno ritirato l'impugnativa. VERGONA

Anonimo ha detto...

Che dire BLA BLA BLA BLA BLA, sia da una parte che dall'altra.

Intendo Sindacati e Azienda, e intanto da tre mesi non si incassa una lira sia di stipendi che di soldi spesi per attività svolte per l'azienda.
Inoltre mancano ancora soldi di una motorizzazione non pagata dalla Eutelia, e tutti se ne fregano.

VERGOGANTEVI ex AZIENDA, AZIENDA E SINDACATI.

-----------------------------------
Ha ragione il collega,ma il rimborso e la motorizzazione di maggio di Eutelia che cazzo di fine ha fatto qualche sindacalista me lo sa dire Grazie
(Tra un pò un ex iscritto al sindacato.)

Anonimo ha detto...

MA I RIMBORSI DI MAGGIO DI EUTELIA CHE FINE HANNO FATTO IN CAVALLERIA.
SE QUALCHE SINDACALISTA MI DA UNA RISPOSTA GRAZIE.

Anonimo ha detto...

Voci, proclami aziendali ed alcuni articoli di una stampa compiacente o sprovveduta, sembrano preannunciare la nascita di un colosso del settore IT.

Per chi è senza stipendio da tre mesi questo riaccende qualche speranza, qualche "illusione".

Ma nel momento in cui uno inizia a farsi qualche domanda e magari inizia a fare qualche controllo più approfondito tramite dei legali, si capisce facilmente che le cose non stanno esattamente così.
La situazione è drammatica e la verità è che un gruppo di "ladri" sta provando a realizzare una truffa colossale verso di noi e verso l'intera collettività.
Chi è questa gente? Imprenditori improvvisati ma soprattutto paraculi senza scrupoli, banchieri, potere politico.

Ragioniamo insieme.

E' ormai evidente a tutti, a parte qualche rara eccezione, che la cessione del ramo d'azienda e la successiva, anzi immediata vendita al Gruppo Omega Spa è stata fatta al solo scopo di liberare Eutelia dai dipendenti e per sgravarla dai molti debiti.

Giustamente molti di noi hanno impugnato la cessione allo scopo, legittimo, di tutelarsi.
Dal canto suo, se Eutelia ha effettuato la cessione legittimamente, così come ha ribadito nella comunicazione personale che ha fatto pervenire a quanti hanno firmato l'impugnativa, di cosa mai dovrebbe preoccuparsi?
Ed invece si preoccupa, e tanto! Non Eutelia in prima persona che ora gioca la partita nascondendosi, mantenendo un profilo basso, ma lo fa stranamente Agile per lei :)

Questa mossa dei dipendenti, porta sul groppone di Eutelia, oltre 1000 cause che certamente perderà e quindi sarà costretta a reintegrare ed eventualmente anche indennizzare molte persone. Oltre a dover pagare tutte le spese processuali e legali.

Perché le perderà?
Perché è evidente e lampante che è possibile dimostrare il dolo oltre che la premeditazione di quanto è stato fatto. E credetemi, un modestissimo avvocato è capace di farlo.
A questo punto Eutelia, che credeva d'essersi liberata di tanti "pesi" si trova bloccata, è di nuovo nei guai.

Perché?
Perché il passaggio ad Agile era stato fatto per poterla vendere, anzi, molto probabilmente l'acquirente era ed è ancora dietro l'angolo ad aspettare, ma al momento non è più disposto a prenderla. Sta nell'ombra anche lui, aspetta.

Perché?
Perché acquisire oggi Eutelia, significherebbe anche prendersi sul groppone tutte quelle cause (oltre 1000), con conseguente, probabilissimo, anzi certo, reintegro del personale. Insomma si prenderebbero un grosso peso sulle spalle. Diciamola tutta, un bel cetriolo!

Ma la cosa più curiosa, è che non è tanto Eutelia a puntare il dito verso le persone che hanno firmato l'impugnativa, ma Agile.
Non è Eutelia a preoccuparsi, a disperarsi, a preoccuparsi di come potrà vendere o reperire tutti i soldi che serviranno per pagare questa gente, ma Agile.
E si, è Agile a preoccuparsi, perché così non può guardare al futuro :)

[ continua ]

Anonimo ha detto...

[ continua ]

Agile vede addirittura rallentato e compromesso il suo processo di rilancio dalle impugnative.
Ma vi rendete conto!!! Perché non sa su quali competenze/professionalità poter far affidamento. Guarda caso però dichiara 1300 esuberi. Anzi, il Ministero del Lavoro ne è già informato!
Ma dove sta il problema? Se puoi liberarti di oltre 1000 personaggi irrequieti dove sta il problema?
Sai quanta gente c'è che cerca lavoro, anzi a come è la situazione attuale risparmierebbero moltissimo sugli stipendi.
Ed invece, stranamente, è un problema.

E' un problema perché se oltre 1000 persone vengono reintegrate in Eutelia, Agile se ne dispiacerebbe perché la sua "sorellina" potrebbe avere qualche problema ... "serio".
Questo a dimostrazione del legame/complicità che unisce le due aziende.
E' un problema perché un giudice, potrebbe invalidare nel suo complesso tutta questa manovra.
Risultato: truffa scoperta e mandata all'aria, Eutelia che torna a fare i conti con le proprie responsabilità e qualche personaggio dietro le sbarre.

Ma secondo voi, un'azienda che vuole rilanciarsi si affida ad un personaggio come Massa?
Massa è un avvocato specializzato nel far fallire le aziende, a fare raggiri, con una fedina penale da far rabbrividire. Secondo voi Massa è la persona adatta a rilanciare un'azienda nel settore IT?
Quali esperienze può vantare? Quali competenze può mette sul tavolo?
Il suo curriculum è costellato solo ed esclusivamente di FALLIMENTI!!!
E' il suo squallido e vergognoso mestiere!

L'azienda, ferma nelle sue posizioni, dichiara d'avere le risorse finanziarie per lo sviluppo di questo colosso informatico, però, per colpa di quei 1000 e più disgraziati, non può andare avanti.
Per colpa di questa gente "agitata", le attività non vanno avanti.
Ma davvero?
La realtà è che molti colleghi non possono lavorare semplicemente perché i magazzini non sono più disposti a lavorare per Agile senza essere pagati.
Un'azienda seria, desiderosa di mantenere l'azienda in piedi, attiva, produttiva e soprattutto un'azienda che desideri dare un segnale positivo verso i clienti, pagherebbe almeno i fornitori per consentire alle sue maestranze di lavorare.
Il risultato di tutto ciò qual è?
E' che a livello di immagine stiamo facendo una figuraccia con i clienti, i contratti vengono bloccati, rescissi, non siamo più presi in considerazione per eventuali nuove commesse ... il risultato è che l'azienda muore!!!
In questi giorni, "stranamente", riceviamo soprattutto comunicazioni che "minacciano" noi dipendenti a dover ritirare l'impugnativa, mentre invece gradiremmo ricevere comunicazioni atte a dimostrare che questa azienda è viva e che si tra organizzando per prepararsi a competere nuovamente sul mercato!

La prospettiva di questa azienda ad oggi è solo una, la fine.
Per come stanno messe le cose, ad oggi ci sono tutti i requisiti affinché un cliente possa estrometterla dai contratti in essere, specie nella PA.
Gli attuali clienti, stanno già ora affidando le nuove commesse ad entità diverse.
Ad oggi, Agile non ha i requisiti minimi neanche per poter solo partecipare ad una gara.
Una volte arrivati a fine contratto sulle commesse attuali, l'azienda è comunque "morta"!

E non muore per i colleghi che hanno firmato l'impugnativa, ma muore perché chi sta dietro a queste scatole cinesi, non ha le risorse per pagare!!!
Muore perché non c'è un progetto industriale serio!

[ continua ]

Anonimo ha detto...

[ countinua ]

Muore perché non vuole guadagnare lavorando, ma mettendo in piedi una truffa, usano noi come strumento ricattatorio.

Mentre si dibatte presso il Ministero dello Sviluppo Economico, in realtà al Ministero del Lavoro c'è già aperto un tavolo di crisi per 1300 esuberi.
Il gioco è chiaro. Sfoltire ulteriormente la rosa per andare avanti quel poco tempo sui contratti ancora in piedi.
Probabilmente, lo sfoltimento sarà d'altro tipo questa volta.

Vi spiego.
Come ben sapete, ad agosto benché ai dipendenti Agile non veniva corrisposto lo stipendio, il Gruppo Omega Spa provvedeva a rilevare Phonemedia spendendo 0 euri :)
Phonemedia è un network di aziende che impiega circa 6500 dipendenti in tutta Italia ed opera prevalentemente nel settore dei Call Canter.
Il decreto Sacconi, misura sulla quale punta molto questo fantomatico Gruppo Omega, punta alla realizzazione di un network di imprese, sfruttando appunto il decreto suddetto.
Il decreto punta al fatto che anziché fare stare a casa il dipendente in cassa integrazione, lo si può riqualificare professionalmente allo scopo di poterlo inserire all'interno del network di imprese.
Lo Stato provvede a pagare il dipendente come se fosse in cassa integrazione, mentre l'azienda andrebbe a coprire la differenza riducendo così notevolmente i costi.
Bene, buono, ottimo direte voi ... si, certo come no!
E' un'ottima prospettiva, infatti quei pochi che si salveranno, probabilmente tra qualche tempo verranno riqualificati ad operatori di call center, con la differenza che in Eutelia ci sono stati casi di demansionamento a cui è stato possibile appellarsi, questa volta invece NO!

Cosa fare a questo punto?

Agile continuerà a mandare avanti le cose quel tanto e a stento per far si di non fallire. Fallimento significa reintegro in Eutelia. Non si faranno mai questo autogol.
Per questo useranno i metodi quanto più meschini per poter mettere in difficoltà ed esasperare le persone.

L'azienda se va avanti potrà farlo solo per un tempo limitato. Dalle verifiche effettuate presso la camera di commercio risulta non avere alcuna risorsa economica.
L'azienda è ferma e non ha nessuna intenzione di ripartire. La fine è certa.
Soprattutto, tutto il tempo in cui andrà avanti sarà fatto di stipendi pagati in ritardo, fino poi a non erogare gli ultimi tre, tanto a quelli provvederà poi l'INPS.

Se si punta a farla fallire, va fatto il prima possibile e va fatto da noi fino a quando Eutelia è ancora un boccone appetibile.
Eutelia è l'unica cosa che ha un vero valore, ha la rete, ha gli immobili. Tutto il resto è solo una scatola vuota senza alcun valore. Materialmente non hanno nulla!
Fallendo, verremo in pratica automaticamente reintegrati in Eutelia.
E' vero che a molti di noi non piace l'idea di tornare a lavorare in Eutelia, ma è la soluzione migliore in assoluto se si vuole puntare ad avere come salvagente gli ammortizzatori sociali, ma soprattutto, se si vuole tentare di estromettere certi personaggi e farla commissariare.
A quel punto, vedrete che l'interesse intorno alla vicenda assumerà molta più rilevanza.
E' l'unica soluzione che ci offre garanzie. Non solo in termini assistenzialistici, ma anche come possibilità di riprendere, anche se con difficoltà, le attività lavorative.
In qualunque altra ipotesi, è meglio che iniziate a cercare lavoro, perché qui in Agile la storia è conclusa.

[ countinua ]

Anonimo ha detto...

[ continua ]

La nostra unica tutela è quella di non ritirare le impugnative, ma anzi passare il prima possibile ad i fatti depositando al tribunale l'impugnativa e facendo di fatto partire le azioni legali.

Proprio mentre sto scrivendo, mi giunge notizia che la direzione sta contattando telefonicamente alcuni colleghi per invogliarli a ritirare l'impugnativa.
Questo non fa altro che rafforzare quanto sopra scritto.

Il consiglio che mi permetto di dare a tutti voi ed a tutte le sigle sindacali, oltre a quello di non ritirare in alcun caso l'impugnativa, è quello di rispondere così:

"Pur ritenendo illegittimo essere interpellato sulla questione e riservandomi quindi di poter segnalare tale comportamento aziendale alle autorità competenti, al momento l'azienda Agile non mi ha fornito elementi sufficienti a poter prendere in considerazione tale eventualità. Per questo motivo, mi riservo l'eventualità di prendere una decisione in merito, solo dopo la presentazione del piano industriale. Solo a seguito della presentazione di un valido piano industriale, concreto, che dimostri serie intenzioni di continuità e che garantisca almeno 3 anni di lavoro, potrò prendere in considerazione l'eventualità per cui sono stato interpellato.".

Buona fortuna a tutti

Anonimo ha detto...

oggi a pregnana è intervenuto il nuovo amministratore delegato di agile.
si hanno notizie? grazie

Anonimo ha detto...

Santoro e porta a porta. Stasera 24 settembre ore 22,45 i dipendenti della Nortel sono in televisione .....EPPURE DIETRO DI LORO C'ERANO LE STESSE BANDIERE ROSSE CHE SVENTOLANO NEI NOSTRI CORTEI.
MI PARE ALQUANTO IMPROBABILE CHE UNO DEI 38 LAVORATORI ABBIA CONTATTI COSI' INFLUENTI....
NON VOLEVO CREDERCI, MA TEMO CHE DAVVERO LA FIOM ABBIA QUALCHE RESPONSABILITA'.
P.S.
Prendersela con i colleghi di Bari (io non lo sono)e' veramente ignobile.

Anonimo ha detto...

LASCIA PERDERE IL REGISTRATORE!
QUANDO SI AVVICINA UN CAPETTO E TI CONSIGLIA DI RITIRARE L'IMPUGNATIVA DAGLI UN CALCIO SUI COGLIONI E LASCIALO LI PER TERRA, E BASTA.

Anonimo ha detto...

Oggi ho scritto 30 mail ad Anno Zero. Ne mandero 10 ogni giorno per la prossima settimana.
E se non ci contattano farò questo per ogni dannatissimo giorno della settimana.
L'indirizzo è:

Fate altrettanto

Se poi qualcuno reperisce il numero della redazione può pubblicarlo sul blog così da telefonare

Io non mi arrendo. E voi?

Anonimo ha detto...

non si legge l'indirizzo email di annozero

Anonimo ha detto...

Se il sindacato non deposita l'art. 28 in tutte le sedi eutelia-agile e i decreti ingiuntivi intestati sia ad eutelia che agile, prima dell'incontro al mise del 07 ottobre allora è davvero connivente. e' davvero finita per noi, ma anche per loro, abbiamo in mano la continuazione dell'esposto. fateci sapere cosa stanno combinando.

Anonimo ha detto...

annozero@rai.it

Anonimo ha detto...

Scusate ..l'indirizzo di Annozero è: annozero@rai.it
SCRIVIAMO TUTTI !
2000 mail al giorno..che ne dite?

Anonimo ha detto...

nel frattempo i capetti passano le attività ai fornitori (forse pagano ???) per salvare la faccia.... e gli fa comodo questa situazione di blocco.
se ci fosse un piano serio già era stata fatta tabula rasa

Anonimo ha detto...

quali fornitori?

Anonimo ha detto...

SE NON PAGANO ENTRO IL 2 IL SINDACATO IL 7 NON SI DEVE PRESENTARE A NESSUN INCONTRO.
IL 3 I SEGRETARI NAZIONALI DEVONO PRESENTARE LE DENUNCE NELLE PROCURE.
SE NON LO FANNO DEVONO DIMETTERSI.

Anonimo ha detto...

BARI CON QUESTO CAZZO DI CONTRATTO DI PROGRAMMA E' DA QUANDO SIETE OLIVETTI CHE VI PARATE IL CULO.
SMETTETELA

SMETTILA TU GRANDE PARCULO, SCOMMETTO CHE SEI UNO DEI GRAN FAN CAZZISTI PROFESSIONISTI CHE POPOLANO DA TEMPO QUESTA AZIENDA APPESANTENDOLA CON DELLA INUTILE ZAVORRA. TACI CHE E' MEGLIO E VEDI DI LOTTARE SERIAMENTE CON CON NOI. A QUANTE MANIFESTAZIONI HAI PARTECIPATO??? O COME PENSO, TE NE SEI STATO STRAVACCATO SUL DIVANO DI CASA MENTRE I COLLEGHI ERANO PER STRADA.

MI FAI PENA!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Considerazioni sul nostro attuale stato (pietoso) di lavoro.

A)Personalmente mi risulta sempre più difficile immaginare un rapporto di lavoro con una società (a delinquere)come Agile s.r.l/Eutelia s.p.a.,visto il totale disprezzo dei propri dipendenti da parte della "DIREZIONE".

B)Con le lettere di impugnazione della cessione del ramo d'azienda(che invito tutti i colleghi a NON RITIRARE nel modo più assoluto)abbiamo legato mani e piedi non al "piano industriale"ma bensì al "piano criminale" di questi delinquenti a cui non frega assolutamente niente dei clienti o del piano di rilancio dell'azienda.E'ormai chiaro a tutti che noi dovremmo tra poco risultare "desaparecidos"con buona pace di Eutelia.

C)Questi delinquenti non pagano gli stipendi,lavorano solo grazie ai soldi che noi anticipiamo "ormai a fondo perduto",ci hanno RUBATO i soldi dei rimborsi IRPEF(nella busta paga di luglio),si stanno pure fregando i tfr,i soldi che NOI versiamo al FIAS etc. etc. .

D)Ultima e più importante considerazione:"LA DIREZIONE" si sta cagando sotto,perchè questi sono sì delinquenti,ma non sprovveduti.Sanno che se verrà dato seguito alle impugnative,perderanno quasi sicuramente la causa,anche perchè non si spiegherrebbero altrimenti tutti i frenetici quanto penosi tentativi degli ultimi giorni,di far ritirare le stesse.

In conclusione penso che non ci siano più ne' spazio ne' tempo per trattare con un interlocutore che ha come unico scopo quello di affossare 2300 persone oneste,mettere in crisi le loro famiglie(pensiamo solo alle tensioni interne che questa situazione ha creato nelle ns famiglie,al fatto che mio figlio, pur essendo molto bravo, si debba sciegliere una scuola mediocre,che non si possano far curare adeguatamente i ns cari...solo per fare alcuni esempi).Io darei immediatamente mandato agli avvocati per avere i risarcimenti adeguati(danni materiali,MORALI,salvaguardia del posto di lavoro con una soluzione che escluda queste sottospecie di persone senza etica e senza coscienza,provvedimenti PENALI per gli stessi).

p.s. Qualcuno mi spieghi a cosa serve il ministero dello sviluppo economico e perchè i cittadini italiani devono mantenere quei saltimbanchi che si chiamano Scajola,Saglia,Castano.

Anonimo ha detto...

Arrivano le prime sentenze:
http://www.movecons.it/decreto%20agile%20srl.pdf
http://www.movecons.it/decreto%20eutelia.pdf

Anonimo ha detto...

Colleghi tutti uniti. Se il 2 non arrivano gli stipendi di luglio il 3 mattina tutti a consegnare i decreti ingiuntivi!!!! E dopo buona ricerca di un nuovo lavoro a tutti.

Anonimo ha detto...

Ieri ho chiuso il CC al MPS , alla domanda di perchè del vicedirettore ho risposto : perchè siete la causa dello sfruttamento di 2000 famiglie, complici del malaffare e se volete ve lo scrivo pure!
Invito chi ha ancora un cc con i complici dei Landi,Liori e Massa di fare altrettanto, prima e dopo la manifestazione a Siena.

Subito dopo deve toccare a Unicredit, che a sua volta possiede il 10% di Omega (prima ne aveva di più, ma tre mesi fà ha venduto...a Piccini che il giorno dopo ha venduto a Libeccio srl...).

Da ieri i volti nuovi... al seguito di Giannettoni, Uboldi grande....venditore di una sottodivisione di Omnia Network, De Stefani vecchia conoscenza getronics e Chinaglia (non quello della Lazio...).
Prendono il posto dei tre ex Eutelia che sembra abbiano firmato per uscire.

Non molliamo, il 2 è vicino !!!

Pregnana Unita

Anonimo ha detto...

INVITO TUTTI I COLLEGHI A PRESENTARE I DECRETI INGIUNTIVI AL TRIBUNALE DI MILANO.FIDATEVI!

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Colleghi tutti uniti. Se il 2 non arrivano gli stipendi di luglio il 3 mattina tutti a consegnare i decreti ingiuntivi!!!! E dopo buona ricerca di un nuovo lavoro a tutti.

sabato, 26 settembre, 2009

******************************************

Io presenterò ugualmente il decreto ingiuntivo perchè non accetto che l'azienda non rispetti, eventualmente pagasse lo stipendio di Luglio per il 2 di Ottobre, la valuta dello stipendio che al momento rimane il 10 del mese.
Che se ne andassero affanculo!
Devono pagare tutto il male che ci stanno provocando , bastardi infami, e guai chi si mette di mezzo, sindacato compreso!

Anonimo ha detto...

Posso fare una domanda, sperando di aver una rispsota seria?

Da quanto ho capito da questo blog, il sindacato, verso il quale non ripongo tanta fiducia, comunque dicevo il sindacato non procede con il decreto ingiuntivo verso Agile per non far bloccare i conti correnti.
In questo modo Agile può continuare ad incassare i soldi dai clienti, gran parte sono Statali, a discapito dei 2300 circa lavoratori che da 3 mesi non ricevo lo stipendio.
Infatto il decreto ingiuntivo fa si di bloccare i conti correnti aziendali in modo che gli incassi provenienti dai clienti possano contribuire a pagare gli stipnedi ai lavoratori.

E' lampante che lo scenario che si può venire a creare al momento, con un decreto ingiuntivo da parte del sindacato, è di fallimento della Agile S.r.l.

Quindi chiedo: è giusto il sunto di quanto detto fin qua?

Continuando l'analisi, mi viene da dire che se fosse vero tutto ciò, è lampante il comportamento del sindacato!

1) Far illudere i lavoratori che la
lotta è dura facendo il "minimo sindacale" (eheheh) come l'art 28
dopo 3 mesi dalla cessione (chissà perchè no a Giugno?!?)

2) fare in modo che le azioni sindacali non creino alcun scenario di fallimento della Agile S.r.l., in modo che quei eventuali circa 500 lavoratori, come dichiarato dall'azienda, non improduttivi (eheheh) continuino beati in questa azienda di delinquenti!


Ripeto, se fosse tutto vero quanto detto finora, sapete cosa vi dico???

MA ANADTE TUTI AFFANCULO, MERDACCE TRUUFFALDINE CHE NON SIETE ALTRO!!!

INVITO TUTTI AD INOLTRARE IL DECRETO INGIUNTIVO, ALLA FACCIA DEL SINDACATO!!!

INVITO TUTTI AD INOLTRARE IL DECRETO INGIUNTIVO!

INVITO TUTTI AD INOLTRARE IL DECRETO INGIUNTIVO!

INVITO TUTTI AD INOLTRARE IL DECRETO INGIUNTIVO!

Anonimo ha detto...

come si fa a dubitare ancora che dietro a tutto questo i Landi non siano coinvolti?
La lettera minatoria (priva di virgole,apostrofi,accenti etc etc) firmata 'La direzione' (nemmeno fossimo un albergo o una palestra) è in puro stile samueliano doc e affini...SVEGLIAAAAAAA!

Anonimo ha detto...

BARI CON QUESTO CAZZO DI CONTRATTO DI PROGRAMMA E' DA QUANDO SIETE OLIVETTI CHE VI PARATE IL CULO.
SMETTETELA

Nonostante come tu dici abbiamo il culo parato(io non ci credo neanche un po', si puo sempre mandare all'aria il contratto di programma).
Comunque noi di Bari abbiamo partecipato sempre a tutte le manifestazioni con un pulman da 50 e a volte da 60 posti, su 120 che siamo a bari. Il che significa una partecipazione quasi sempre intorno al 50%, non mi sembra che le altre sedi facciano altrettanto.

QUINDI COME VEDI NOI IL CULO NON SOLO NON CE LO PARIAMO, MA CE LO STIAMO ROMPENDO ANCHE PER TE.

Risparmia le forze per combattere il vero nemico.

Anonimo ha detto...

VERAMENTE SEI TU CHE HAI FATTO LA ZAVORRA NON AVEVI DA FARE UN CAZZO E CAMPAVI CON LA SOLIDARIETA' DEI COLLEGHI.
COMPLIMENTI, LA PRIMA VISITA DI LIORI E' STATA ALLA SEDE DI BARI.
ANCHE GIANNETTONI HA FATTO LA STESSA COSA.

IL MALAFFARE DOVE ANDARE A TROVARE LE PRIME COMPLICITA'!

PAPPONE GUARDATI ALLO SPECCHIO PERCHE' DI PENOSO C'E' SOLO LA TUA IMMAGINE RIFLESSA
--------------
BARI CON QUESTO CAZZO DI CONTRATTO DI PROGRAMMA E' DA QUANDO SIETE OLIVETTI CHE VI PARATE IL CULO.
SMETTETELA

SMETTILA TU GRANDE PARCULO, SCOMMETTO CHE SEI UNO DEI GRAN FAN CAZZISTI PROFESSIONISTI CHE POPOLANO DA TEMPO QUESTA AZIENDA APPESANTENDOLA CON DELLA INUTILE ZAVORRA. TACI CHE E' MEGLIO E VEDI DI LOTTARE SERIAMENTE CON CON NOI. A QUANTE MANIFESTAZIONI HAI PARTECIPATO??? O COME PENSO, TE NE SEI STATO STRAVACCATO SUL DIVANO DI CASA MENTRE I COLLEGHI ERANO PER STRADA.

MI FAI PENA!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Non ci sono (più???) le 2 sentenze sul sito di Movecons.
Sarà un caso?

Anonimo ha detto...

I Decreti Ingiuntivi, se accolti dal Giudice, si possono impugnare entro i 40 giorni dalla notifica. Ciò significa che l'azienda ha 40 giorni per opporsi. Ovvio non potrebbe farlo mai perché non può non pagare le spettanze per contratto. Quindi rispondendo al collega sul fatto che il sindacato appoggi o meno i Decreti Ingiuntivi, rispondo: l'azienda ha tempo 40 gg di tempo per impugnare ed il dipendente deve poi fare istanza di pignoramento dei conti correnti. Quindi di tempo per far "fallire" agile ce n'é....il sindacato non fa nulla,nemmeno l'art. 28, perché è daccordo con i nuovi padroni sia per la nostra cacciata sia per la cacciata dei lavoratori phonemedia ed omnia network.

Anonimo ha detto...

non solo non si vedono più le sentenze ma nemmeno il sito di eulav.net, esce parzialmente la schermata......mio dio nelle mani di chi siamo finiti...

collettivolavoratorigetronics ha detto...

Complimenti ai lavoratori del canavese per aver fatto pubblicare la risposta alla email della "direzione",complimenti a chi l'ha scritta ed a chi l'ha inviata, complimenti ai lavoratori di roma che sono stati vicino ai lavoratori di napoli durante la lunga nottata del 17,complimenti ai lavoratori di napoli per le durissime azioni in atto, complimenti a tutti quei lavoratori che hanno firmato la impugnativa ed a quelli che la stanno firmando adesso, complimenti a tutto quei lavoratori che con coraggio stanno mandando a quel paese i capettidi sempre....stiamo andando benissimo, non dubitate...la redazione è sempre con voi e costruttivamente....

collettivolavoratorigetronics ha detto...

Complimenti ai lavoratori del canavese per aver fatto pubblicare la risposta alla email della "direzione",complimenti a chi l'ha scritta ed a chi l'ha inviata, complimenti ai lavoratori di roma che sono stati vicino ai lavoratori di napoli durante la lunga nottata del 17,complimenti ai lavoratori di napoli per le durissime azioni in atto, complimenti a tutti quei lavoratori che hanno firmato la impugnativa ed a quelli che la stanno firmando adesso, complimenti a tutto quei lavoratori che con coraggio stanno mandando a quel paese i capettidi sempre....stiamo andando benissimo, non dubitate...la redazione è sempre con voi e costruttivamente....

Anonimo ha detto...

Il sindacato ha fallito non importa se in buona o cattiva fede.
Purtroppo abbiamo avuto dei ciarlatani che non hanno avuto nessuna strategia se non quella di chiederci manifestazioni e sacrifici. Ai padroni non hanno mai chiesto il conto di questa situazione se non fiumi di comunicati che erano promesse di minacce mai concretizzate.

Le proprietà che si sono succedute hanno avuto gioco facile con questi pagliacci e noi paghiamo un conto salatissimo.
Non erano mai accadute nella storia dei lavoratori situazioni simili.
Abbiamo due zavorre la nuova proprietà e questi rappresentanti sindacali.

Anonimo ha detto...

Ma sveglia te, imbecille, come ca..o fai a dare la responsabilità a qualcuno se non hai la certezza di quanto accusi. Saprai anche scrivere, magari sarai anche laureato ma rimane sempre un essere piccolo piccolo.
svegliaaaaaaa

(e ricordati che con Samuele Landi lo stipendio lo hai sempre preso, imbecille).
-----------------------------------


come si fa a dubitare ancora che dietro a tutto questo i Landi non siano coinvolti?
La lettera minatoria (priva di virgole,apostrofi,accenti etc etc) firmata 'La direzione' (nemmeno fossimo un albergo o una palestra) è in puro stile samueliano doc e affini...SVEGLIAAAAAAA!

Anonimo ha detto...

Ho scaricato le sentenze.
Per chi desidera averle le metto a dissposizione. Inviate mail e sarà fatto !

Anonimo ha detto...

Cari Ministri e Presidenti della Repubblica, del Consiglio dei Ministri, della Camera e del Senato,
la nostra situazione è drammatica. Un gruppo criminale complice di banchieri parassiti e senza scrupoli tiene in ostaggio 2200 lavoratori e le rispettive famiglie per ridurli all’indigenza e realizzare una truffa colossale ai danni dell'intera collettività e dello Stato.
Come avvoltoi sono sempre in volo alla ricerca di crisi aziendali per annullare la dignità dei lavoratori e consegnarli ripuliti del TFR e di ogni bene all’ipocrita pietà degli ammortizzatori sociali.
La banda, che agisce da tempo indisturbata, è composta da persone specializzate in fallimenti e note alle cronache giudiziarie anche per bancarotte fraudolente, associazione a delinquere, evasione fiscale et similia.
L’atto criminale, con la regia del Monte dei Paschi di Siena, è stato portato a termine a giugno 2009 con l’acquisizione delle quote sociali di Agile srl senza esibire nessun piano industriale ed economico a sostegno perché inutile al raggiungimento dei loro obiettivi.
Alcuni elementi che potete personalmente verificare:
1- Eutelia SpA dopo aver beneficiato di 40.000.000 di euro con un contratto di solidarietà illegittimo(Grazie Ministero del Lavoro), trasferisce a giugno 2009 con una cessione di Ramo d’Azienda circa 2100 persone ad Agile Srl controllata al 100%. La manovra è stata direttamente portata a termine da Monte dei Paschi di Siena. [vedi articolo Lega Nord];
2- Contemporaneamente Omega SpA acquisisce il Capitale di Agile srl di 96.000 euro;
3- Agile/Omega non presenta nessun Piano industriale al MiSE negli incontri programmati del 9 luglio del 17 settembre e del 22 settembre 2009;
4- Agile/Omega non paga i dipendenti da tre mesi, in pratica da quando Omega ha finalizzato l’acquisto di Agile. Alcuni lavoratori sono esasperati per mancanza di liquidità per pagare bollette, mutui e per comprare il pane quotidiano per le proprie famiglie. Per fortuna ci sono i cravattari!
5- Agile/Omega non paga i fornitori ed i dipendenti sono impossibilitati ad erogare i servizi con la conseguente perdita di Clienti importanti. Ad Agile/Omega non interessano i nostri Clienti se non per riscuotere le fatture in scadenza per accrescere il bottino personale;
6- Il capitale sociale di Agile srl di 96.000 euro è mediamente il debito accumulato dall’Azienda nei confronti di soli 20 lavoratori (siamo circa 2200!);
Il ricevimento di questa lettera vi rende consapevoli e responsabili di quanto sta accadendo e siamo disponibili ad incontrarvi direttamente nel più breve tempo possibile in qualsiasi luogo istituzionale riterrete opportuno per approfondire il marciume che sta dietro questa vicenda allo scopo di farci restituire la refurtiva e trovare le opportune soluzioni istituzionali ed industriali .
Viceversa, in assenza di una vostra risposta, saremo costretti a comunicare la vostra ignavia al Parlamento Europeo per informarlo sulle possibilità delinquenziali in Italia e sulle cause che la legittimano.
Nel frattempo vi invitiamo ad inviare tempestivamente gli ispettori del lavoro della finanza e della giustizia per non dare più tempo al malaffare che nel frattempo si muove con velocità spaventosa per mortificare i lavoratori e privarli delle residue ricchezze prodotte con il loro lavoro.
Alleghiamo:
Copia esposto alla Procura di Arezzo
Lettera inviata al sottosegretario Saglia del MiSE
Articolo della Lega Nord di Siena

Anonimo ha detto...

"Cari Ministri e Presidenti della Repubblica, del Consiglio dei Ministri, della Camera e del Senato,
vi invitiamo ad inviare tempestivamente gli ispettori del lavoro della finanza e della giustizia per non dare più tempo al malaffare che nel frattempo si muove con velocità spaventosa per mortificare i lavoratori e privarli delle residue ricchezze prodotte con il loro lavoro.
Alleghiamo:
Copia esposto alla Procura di Arezzo
Lettera inviata al sottosegretario Saglia del MiSE
Articolo della Lega Nord di Siena"


Mi chiedo se è ancora obbligatoria l'azione penale, e, in caso affermativo, le entità richiamate dal collega siano passibili, quantomeno, di denuncia per omissione di atti d'ufficio, salvo il peggio.

Anonimo ha detto...

L'ultimo post al Governo è anche un ulteriore atto di denuncia nei confronti del Sindacato che non ha fatto un Cazzo. Un altro PARASSITA.
Doveva vigilare sulla cessione ed invece l'ha agevolata andando a tenere assemblee elogiando la nuova proprietà.
Informate i vostri sindacalisti sul loro vergognoso atteggiamento!

Anonimo ha detto...

L'ultimo post al Governo è anche un ulteriore atto di denuncia nei confronti del Sindacato che non ha fatto un Cazzo. Un altro PARASSITA.
Doveva vigilare sulla cessione ed invece l'ha agevolata andando a tenere assemblee elogiando la nuova proprietà.
Informate i vostri sindacalisti sul loro vergognoso atteggiamento!


E' verissimo: quello nella nostra sede, tra una pipata e l'altra, espresse un giudizio "molto positivo" !!!!!!!!

Anonimo ha detto...

l'unico piano industriale che hanno è quello di eliminare i dipendenti

Anonimo ha detto...

La Lettera al Governo ed ai Presidenti della Repubblica, Camera e Senato è stata inviata anche a tutte le Procure d'Italia.
Alle stesse procure sono stati segnalati anche Potetti, Bellisai e Rocchetti come persone informate sui fatti.
Ci penseranno le Procure a stabilire se da persone informate passeranno ad indagate.

Anonimo ha detto...

Ma quanto è brava omega ? ..........

PHONEMEDIA - Buone speranze per il mantenimento dei posti di lavoro in zona, dopo l’incontro tra azienda e sindacati - Trinchitella, Cisl:"Il gruppo è sano e vuole crescere, quindi ha bisogno di forza lavoro. Basterà mantenere i patti"

Luca Trinchitella


(p.p.) – Nel pomeriggio di lunedì 21 settembre, presso la sede di Novara, fulcro logisticamente ottimale per varie aziende del Gruppo Omega, si è tenuta la riunione congiunta tra i rappresentanti sindacali dei lavoratori del call-center PhoneMedia, con sede anche a Trino Vercellse, e la dirigenza dell’azienda, al cui interno è collocata la promozione telefonica. A rappresentare i lavoratori c’era per la nostra zona Luca Trinchitella, responsabile provinciale della Fistel-Cisl:




“L’azienda aveva fissato per ieri lunedì 21 il tavolo di convergenza, perché era convinta che oggi, martedì 22, avrebbe potuto presentare al Ministero per le Attività Produttive il piano di rilancio di tutte le aziende e società che fanno parte del Gruppo. Era già stato concepito questo tavolo a Roma con Eutelia, da cui Omega prelevò la Agila, cosicchè il gruppo che gestisce PhoneMedia avrebbe preferito approfittare dell’occasione, purtroppo sfumata per tempi tecnici e burocratici; così a Roma oggi si sono presentati solo Eutelia ed Agila. Il Gruppo Omega comunque ha voluto parlare con noi della situazione, per dimostrare anche ai dipendenti le sue buone inclinazioni. Questo primo incontro è stato decisamente positivo, visto anche che abbiamo dialogato molto apertamente per oltre due ore, cosa che fa trasparire la disponibilità della Omega. Il Gruppo, che contiene circa una trentina d’aziende, fattura attualmente 400 milioni di euro all’anno, con l’intento di accrescere la produttività ad un miliardo di euro. Questo è il punto focale: per svilupparsi, il gruppo ha bisogno di forza lavoro, ecco perché ci diciamo piuttosto tranquilli. Inoltre, la Omega è solidissima, non avendo contratto alcun debito con alcun istituto bancario, nonostante abbia attraversato la crisi economica che ancora si sente. Il loro intento, quindi, è molto molto corposo e vogliono creare sinergie varie fra le sezioni del settore servizi, di cui si occupano le società all’interno di Omega. Probabilmente, verranno effettuate alcune fusioni, così da ridurre ad una dozzina il numero di società interne, ma sono solo operazioni formali: la forza lavoro, ripeto, è stata garantita dai rappresentati aziendali, che hanno chiaramente escluso tagli al personale. Ultimo punto, il fattore economico. Non avendo debiti, l’azienda garantisce che dal prossimo dicembre i dipendenti torneranno a percepire lo stipendio in forma integrale, senza spezzettamenti: questo perché in questi due mesi, la Omega si sta impegnando a creare una sua società finanziaria interna che gestisca tutte le risorse del Gruppo, oltre a formare un Consiglio di Amministrazione delocalizzato per la PhoneMedia di Trino.



Concludendo, l’incontro di ieri fa davvero ben sperare per il futuro: questo è un Gruppo sano, con intenzioni costruttive, basterà mantenere i patti”.

Anonimo ha detto...

Vicano oltre alle pipe si fa le pippe insieme a Potetti.

Anonimo ha detto...

----Ma quanto è brava omega ? ..........-----



"la Agila" "la Omega".....ci manca la nuova Astra e abbiamo l'Opel al completo.

Anonimo ha detto...

Luca Trinchitella MAVAFFANCULO!
ANCORA PRENDI IN GIRO I LAVORATORI!
HAI CHIESTO INFORMAZIONI E FATTO INDAGINI SUL GRUPPO?
STANNO SVUOTANDO OMEGA COGLIONE!
INFORMATI PRIMA DI PARLARE

Anonimo ha detto...

Versamenti in favore dei lavoratori e delle lavoratrici Agile ex Eutelia possono essere fatti sul cc.postale n.98822810 specificando la causale "Solidarietà lavoratori Eutelia".

Anonimo ha detto...

Per approfondire la conoscenza di alcuni aspetti legali, all'indirizzo
"http://www.mediafire.com/?m32mcplhyzu"
è possibile scaricare la
"Lez 24 - Il trasferimento d'azienda e il fallimento (prof. Michele Miscione).avi" di RAI Nettuno, corso "Diritto del lavoro" (82MB).
La lezione è di 40 minuti e vale senz'altro la pena dedicarceli.
Il sito è del tipo "One click hosting": non servono user name o pwd, è sufficiente cliccare nell'area "Click here to start download".

abc

Anonimo ha detto...

Quando ha fatto quelle affermazioni Trinchitella era probabilmente ubriaco (il nome è una garanzia: dal verbo gergale trincare...)

Anonimo ha detto...

Che coincidenza,anche Licio Gelli e' di Arezzo


Che stranO!!!!!

Anonimo ha detto...

TUTTI A SIENA, UNITI I E COMPATTI.
LA BATTAGLIA CONTINUA E NOI SIAMO DURI A MORIRE!!

Anonimo ha detto...

Versamenti in favore dei lavoratori e delle lavoratrici Agile ex Eutelia possono essere fatti sul cc.postale n.98822810 specificando la causale "Solidarietà lavoratori Eutelia". Per trasparenza, estratti conto periodici saranno pubblicati su questio stesso sito.
-----------------------------------
A chi li danno qual'è il criterio di assegnazione? Si può sapere qualcosa in più.
Grazie.

Anonimo ha detto...

Dopo la trasmissione di Venerdi' su Antenna 3 ho capito una cosa,che il governo e' d'accordo su questa nuova strategia di network di imprese,che praticamentre vuol dire ti licenzio quando voglio.
Quindi appoggia l'azienda con tutte le sue meschine truffe e con tutti i suoi inganni.
Praticamente il governo e questi imprenditori(o meglio i ladri dai guanti bianchi)sono culo e camicia

Anonimo ha detto...

anche psperino è di arezzo...ma smettetela per favore!

Anonimo ha detto...

anche l'aretino pietro e' di arezzo.
e ha dovuto mettere una mano davanti e l'altra dietro.
come noi......

Anonimo ha detto...

non capisco come mai la nostra dirigenza non costituisca un azienda autogestita che va, sicuramente svecchiata, ma che ha ancora, diverse commesse con cui galleggiare!!!
Mi chiedo!Allora!!Il valore di queste commesse sarà inferiore al compenso che la "testa di legno" percepirà ad obiettivo raggiunto!!!Altrimenti l'unica persona che ci guadagnerà è il Gov...soprattutto se continua a rimandare..rimandare..rimandare!!Dico!!!C'e' un problema sociale di 2000 lavoratori ( se contiamo 3 per famiglia ) 6000 persone un gravissimo problema.Certamente non siamo gli unici in Italia che attraversano un momentaccio... ma, per quello che ci stanno facendo passare, e, per quello che passeremo dovremmo almeno da chi rappresenta l'istituzione avere una maggiore attenzione!!!!
Per quanto mi riguarda ho deciso dopo 35 anni di cambiare aria.e suggerisco di farlo velocemente anche a tiutti...poichè per le soddisfazioni personali ci sono 5 anni di tempo....meglio se hai firmato.Un saluto..CP.

Anonimo ha detto...

rovinerete la vita a 2000 famiglie, siete ancora in tempo per fare qualcosa di buono.
se continuerete con questa cattiveria e questi imbrogli ricordatevi che vivrete male per il resto dei vostri giorni.
si vive una volta sola e se volete vivere momenti di felicità impagabili fate qualcosa di buono per i figli di questi onesti lavoratori!

Anonimo ha detto...

Sempre del corso realizzato dalla RAI sul "Diritto del lavoro" è possibile scaricare le seguenti lezioni :

"Lez 25 - Garanzie dei diritti dei lavoratori (prof.Clara Enrico).avi" all'indirizzo "http://www.mediafire.com/?tzyyg1wdetb".

"Lez 22 - I licenziamenti collettivi e la messa in mobililità (prof. Michele Miscione).avi" all'indirizzo "http://www.mediafire.com/?temjrdntsjl"

Lez 20 - Modi di risoluzione e recesso (prof.Clara Enrico).avi"
all'indirizzo "http://www.mediafire.com/?0ccsxygytit"

La modalità di download e l'occupazione in MB sono analoghe a quelle indicate nel messaggio precedente.

abc

Anonimo ha detto...

ragazzi...sconforto... mi sa che è finita. Hanno studiato tutto a tavolino. Siamo stati LICENZIATI. Troppo brutto non mi resta nulla neanche la volonta di vivere.

Anonimo ha detto...

1 solo tecnico di napoli pensionando e il suo capetto ha ritirato l'impugnativa ma hanno aderito molti altri che prima non l'avevano fatto!

Anonimo ha detto...

Ragazzi una voce segreta riferisce che le liste dei 1300 in mobilità è già pronta e con il consenso dei nazionali, lo show di Siena è un depistaggio ed è inutile... i lavoratori hanno di nuovo perso...

Anonimo ha detto...

Niente scoraggiamenti per favore!!Non è finita fin quando non è finita....ed il bello sta iniziando proprio adesso, fidatevi....

Anonimo ha detto...

Il Samu si sta preoccupando un pò...si collega spesso dall'Africa del Sud... gli conviene rimanerci per un bel pezzo...l'esposto sta dando già i suoi frutti...

Anonimo ha detto...

state attenti a stefano spersi si è venduto già i lavoratori come fece anni fa con schisano, sta preparando lui la lista, ma stavolta gli conviene stare molto attento c'è di mezzo la magistratura

Anonimo ha detto...

Mica solo lui anche quell'altra dirigente di eutelia. Stanno facendo i loro giochi sporchi sulla pelle dei lavoratori e stanno sempre al servizio dei due padroni Eutelia e Agile.

Anonimo ha detto...

Eutelia voleva passare altri 80 lavoratori in Agile ma vista le ultime vicende non può più farlo. Allora ha deciso di chiedere la cassa integrazione per 100 persone. Quelli che sono rimasti lì si sentivano protetti e fuori dai problemi, ora ci divertiamo assieme!!

Anonimo ha detto...

Si vede proprio che sei ben informato/a...ah ah ah ah ah ma che ca..o dici, africa del sud o del nord! lui è bello tranquillo che assiste a tutta questa situazione con una certezza: quella di aver fatto tutto quanto gli è stato permesso di fare. Poi ad un certo punto non glielo hanno permesso più e si vedono i risultati.
Ricorda: con lui lo stipendio lo abbiamo sempre preso.

---------------------------------


Il Samu si sta preoccupando un pò...si collega spesso dall'Africa del Sud... gli conviene rimanerci per un bel pezzo...l'esposto sta dando già i suoi frutti...

Anonimo ha detto...

1000 ....1300 spiegatemi che succederà? 1300 in mobilità? e gli altri?
Dite che il bello inizia ora? ...sconforto..

Anonimo ha detto...

ragazzi...sconforto... mi sa che è finita. Hanno studiato tutto a tavolino. Siamo stati LICENZIATI. Troppo brutto non mi resta nulla neanche la volonta di vivere.

***********************************
Non esagerare

Anonimo ha detto...

NON SUCCEDE NULLA!!!!
tutto fermo. Se c'era una strategia non ha tenuto conto che aziende come la nostra dopo tre settimane di completo immobilismo muoiono.
Pure se ci pagano Luglio che faremo dopo?

Anonimo ha detto...

si parla di mobilità,ma visto la situazione,abbiamo diritto alla Cassa Integrazione prima della mobilità?
qualcuno sa darmi una risposta certa?
grazie GianCo

Anonimo ha detto...

1000 ....1300 spiegatemi che succederà? 1300 in mobilità? e gli altri?
Dite che il bello inizia ora? ...sconforto..

***********************************
E gli altri sono quelli che sono dai clienti sicuramente loro non li toccheranno come sempre i tecnici non si toccano sono quelli che portano i soldi gli altri sono un costo morto.(secondo loro)
Ma arrivati a questo punto preferisco la cassa.

Anonimo ha detto...

Le voci della cigs sono false e strumentali.
Comunque la Cassa integrazione sarebbe sempre meglio che lavorare a gratis. Tra Cigs e mobilita avremmo almeno 3 anni di sussidio e di tempo per trovare un altro lavoro. Cosi non si puo andare avanti

Anonimo ha detto...

Leggete queste cose interessanti:

http://www.financeaggregator.com/dai-lavoratori-nortel-ai-lavoratori-eutelia-caso-gravissimo/
http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2009/09/montepaschi-ed-euteliasembra-di-essere.html
http://www.ilcittadinoonline.it/index.php?id=17612

E' estremamente grave che nessuna delle autorità a cui è stato indirizzato l'appello di cui ai link precedenti abbia preso in considerazione quanto esposto. Questo significa che ci sono vergognose complicità a tutti i livelli e che del destino di 2000 famiglie così ignobilmente truffate non frega nulla a nessuno.
Se questo è uno stato di diritto lo lascio giudicare a chi legge. Ma, credo, che tutti gli Enti interessati, a cui sono state fatte presenti le situazioni createsi a riguardo di Eutelia, Agile, Omega, Monte dei Paschi ecc., debbano prendere atto che sono venute meno ai loro scopi istituzionali e possano con la massima tranquillità sputarsi in faccia. Questo detto in maniera molto gentile, visto che oggi sono di buon umore.

Anonimo ha detto...

Non è vero che le istituzioni non stanno facendo nulla, quelle che davvero possono fermare questo scempio stanno già agendo....

Anonimo ha detto...

magari spiegalo anche a noi.....perche' non si capisce bene bene bene!!!!!!!!!!!11

Anonimo ha detto...

Sia i Landi che questi altri manipoli di truffatori sanno benissimo di contare su un fattore determinante:
la scarsa UNITA' dei lavoratori ad ogni livello di lotta!

Finchè saremo disuniti, finchè avremo dubbi se serve lottare o meno, finchè spereremo che l'azienda si sta sbagliando e non è possibile che perderemo tutti i 2300 circa lavoratori il posto di lavoro, non potremo contare su alcun risultato positivo sulla nostra vertenza.

Immaginate un pò se, nelle iniziative fatte finora, invece di essere il solito gruppo a lottare in piazza in prima linea sulla propria pelle, fossimo stati convinti dell'azione di lotta tutti i 2300 circa lavoratori??!??

Immaginate, immaginate...

...penso che oramai, tutto sia finito!

Anonimo ha detto...

Qualcuno sa se è vero che Giannettoni si è dimesso ? E' arrivata questa "voce" da varie sedi...

Anonimo ha detto...

perche' non lo dici anche a noi di quali istituzioni parli?! perche' invece noi abbiamo la sensazione che nessuno ci "fili" piu' di tanto

Anonimo ha detto...

Non sembra curioso anche a voi che questi ultimi messaggi di scoramento, quelli che sottolineano l'inutilità del fare, vengano fuori proprio prima della manifestazione vs MPS ?
E' come se dicessero: "è meglio lasciar perdere" e ricordano tanto le altre richieste di recedere: quelle della "Direzione", per intenderci.
Se il paragone ha senso, allora è anche un chiaro segnale dell'efficacia di quanto in programma.
La sensazione è che, comunque vada a finire, con questa mossa stiamo per segnare qualche punto a nostro favore.

Anonimo ha detto...

Ma qualcuno ha già pensato a report di Milena Gabanelli ?
non mi pare di aver visto nulla in merito.
Postiamogli un po' materiale/link .....

Anonimo ha detto...

Non è vero che le istituzioni non stanno facendo nulla, quelle che davvero possono fermare questo scempio stanno già agendo....

mercoledì, 30 settembre, 2009

ma è possibile sapere dove prendi le notizie ?
FINO AD OGGI MI RISULTA CHE , GOVERNO , MINISTERO, PARTITI VARI DI DESTRA E SINISTRA MEDIA , SINDACATO, E QUANTI ALTRI VUOI AGGIUNGERE ALLA LISTA NON STANNO FACENDO PRATICAMENTE NIENTE !!

FACCI SAPERE QUALI SONO QUESTE ISITUZIONI CHE CITI NEL TUO MESSAGGIO

Anonimo ha detto...

Le voci della cigs sono false e strumentali.
E chi te l'ha detto ?
Se hai amici all'INPS prova a chiedere.

Comunque la Cassa integrazione sarebbe sempre meglio che lavorare a gratis.
Ma non ti viene in mente che questo è un metodo scientificamente concepito dall'azienda e dai "sindacalisti"?
Li lascio senza lavoro e senza stipendi per mesi e poi saranno loro a chiedere la cigs che apparira' anche come una grande conquista sindacale di cui dovranno essere grati.
Pertanto:
- non cascare nel tranello;
- non risolvere, a tue spese, un problema all'azienda e ai "sindacalisti".

Anonimo ha detto...

Non è vero che le istituzioni non stanno facendo nulla, quelle che davvero possono fermare questo scempio stanno già agendo....

******************************

bhe' dicci qualche cosa in più se sei così informato!

Anonimo ha detto...

e intanto a siena non saremo più di 150 persone!!!!!
che colleghi di merda!!!!!
mi raccomando, tutti a lavorare ...gratis venerdi cosi facendo i bravi bambini vi daranno il lecca lecca!
VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

la cassa integrazione è una soluzione tragica ma diciamoci onestamente la verità,qual'è l'alternativa sia che restiamo Agile sia che rientriamo in Eutelia? quale azienda in questo momento può permettersi di prendere 2200 di noi e pagarci lo stipendio tutti i mesi?non è una provocazione o un senso di disfattismo ma credo onestamente che sia un dato di fatto.

Anonimo ha detto...

Quando parte il Grande Fratello tutti in corteo a rompere le scatole......qualcuno ci vedra'

Anonimo ha detto...

La Answers è salva, forse

Rate This


L’azienda promette pagamenti regolari e assunzioni a tempo indeterminato, ma soprattutto garantisce di non avere nessuna intenzione di chiudere la sede di Pistoia. È una fumata bianca che farebbe ben sperare sul futuro del call center di sant’Agostino quella a seguito dell’incontro dei dirigenti Answers con Provincia, Comune e rappresentanti sindacali.

di Anna Cecchini


PISTOIA. L’azienda promette pagamenti regolari e assunzioni a tempo indeterminato, ma soprattutto garantisce di non avere nessuna intenzione di chiudere la sede di Pistoia. È una fumata bianca che farebbe ben sperare sul futuro del call center di sant’Agostino quella a seguito dell’incontro dei dirigenti Answers con Provincia, Comune e rappresentanti sindacali.

Le premesse per un lieto fine ci sono tutte, ma i 560 lavoratori del call center pistoiese e i sindacati sono cauti nel lanciare il grido di vittoria, perché di promesse dai vari gruppi che si sono susseguiti alla guida della Answres ne hanno avute tante. Poche però sono state mantenute.

Come fatto concreto c’è che la riunione di ieri, durante la quale i dipendenti hanno organizzato un presidio fuori dalla Provincia, è terminata con un verbale firmato dai rappresentanti dell’azienda (presenti ieri Sebastiano Liori, direttore generale Omega, e Andrea Masciaga, responsabile del personale per Phonemedia) e dai sindacati. «I punti cardine del documento – spiega Michele Gargini, della Cgil – riguardano il pagamento degli stipendi. L’azienda ha garantito che giovedì scorso erano già partiti tutti i bonifici per la prima tranche di agosto e che da lunedì comincerà l’invio della seconda tranche». Stando al documento l’azienda, che conta migliaia di dipendenti in numerosi call center presenti in tutta Italia, dovrebbe garantire anche molte assunzioni a tempo indeterminato. «Hanno garantito – spiegano i lavoratori che ieri hanno organizzato la protesta – che erntro la fine di settembre almeno 100 persone che hanno già 1 anno di lavoro a tempo detertminato saranno assunte. E poi a seguire saranno presi anche gli altri». ma il fatto più significativo, quello per cui le centinaia di dipendneti del call center pistoiese combattono da settimane, è incentarto sul futuro della Answres. «Hanno detto e sottoscritto – cprosegue Gargini – che non hanno nessuna intenzione di chiudere. Anzi dicono che grazie alla commessa Enel saranno in grado di assumere altre 300 persone, alcune delle quali anche a Pistoia».

Il risultato raggiunto ieri sembrerebbe risolutivo, solo che i sindacati si dicono perplessi e assicurano che non abbasseranno la guardia. Mentre già da oggi i lavoratori del call center interromperanno gli scioperi, la Rsu promette che controllerà con attenzione che l’azienda mantenga le promesse fatte. «La valutazione dell’incontro – conclude Gargini – è positiva, ma il nostro timore è che anche questa volta si tratti soltanto di parole. Verificheremo che l’azienda faccia davvero quello che ha detto».




(26 settembre 2009)

Anonimo ha detto...

Sinceramente questi scioperi o manifestazioni organizzate dai sindacati servono solo a buttarci fumo negli occhi. azione legali concrete a distanza di alcuni mesi da parte del sindacato non ne sono state fatte. mi riferisco al coordinamento nazionale che è preccochè inesistente,
Sembra che ci sia una connivenza tra sindacato, azienda ed istituzioni. un triangolo mortale con i lavoratori in mezzo.
Qualche capetto come sempre tenat di salvarsi e purtroppo senza unità non andiamo da nessuna parte.
Ogni realtà si muove per conto suo, i territoriali sono stati addomesticati dagli stessi nazionali. certo dietro ci sono grossi interessi economici, tra ex logge massoniche. tesoretti e politici. spero solo che da paret nostra ci sia una presa di coscienza perchè il potere a queste persono lo diamo noi proprio pensando a salvarci il cxxo personalmente.
Nessun progetto industriale concreto.
Ma visto che oramai solo con i soldi si riesce a conquistare qualcosa. chiederei a tutti perchè invece di fare una giornata di sciopero investire quei soldi persi nel pagare un avvocato del lavoro con le pxxe? con i soldi raccolti potremmo permetterci il principe dei fori.
Che ognuno di noi si improvvisi avvocato di se stesso.
siamo in 2000, in teoria quelli che lottano forse la metà ma cmq sono una bella cifra da poter investire per provare a far il cxxo a tutta questa gente.
a che serve andare in giro a manifestare se le istituzioni ed i mass media sono o vogliono essere sordi?
buttiamo via altri soldi. facciamo il gioco dei sindacati facciamo loro un favore.
siamo fermi da mesi sulle attività e nessuna luce in fondo al tunnel.
continuiamo ad usare un sistema informativo eutelia, server di posta eutelia, server per accesso ala rete eutelia, server web eutelia.
sinceramente pagare un avvocato con le pxxe singolarmene , personalmente non posso permettermelo, e questi signori , come scriveva il collega, fanno leva proprio sul fatto che siamo divisi. provenienti da realtà diverse ma non uniti per salvaguardare il posto di lavoro di tutti, che credo si la prerogativa di chi vuole continuare a lavorare ed essere produttivo, cosa che personalmente mi viene impedita. anche quelle poche attività sono bloccate per i motivi più futili.
Non credo assolutamente ci sia un progetto serio e lungimirante, anzi...
gli serve tempo e noi ne ne abbiamo tanto. non aspettiamoci la mano di nessuno , nessuno ci aiuterà , a tavolino la triade ha deciso. muoviamoci in prima persona senza timore, cosa abbiamo da perdere?
ci stanno facendo morire dentro... uccidendo la dignità di noi lavoratori.
The Punisher

Anonimo ha detto...

Anonimo ha scritto:
"
la cassa integrazione è una soluzione tragica ma diciamoci onestamente la verità,qual'è l'alternativa sia che restiamo Agile sia che rientriamo in Eutelia? quale azienda in questo momento può permettersi di prendere 2200 di noi e pagarci lo stipendio tutti i mesi? non è una provocazione o un senso di disfattismo...
"
Calma, di questo potremo parlare in seguito. Per il momento la storia è che difficoltà così gravi le hanno create i Landi di Eutelia, e che la cessione alla banda Omega l'ha forzata il loro creditore e padrone (MPS), che ora vorrebbe vendere il resto e lasciarli partire. Ma non c'è alcuna attenuante neanche per Omega: sapevano a cosa andavano incontro e conoscendo il mestiere sono andati avanti lo stesso.
Se la cessione è stata legale, Agile deve onorare il contratto di lavoro che ha con noi e risponderne "in solido" con Eutelia. Se la cessione era illegale (un giorno un giudice si pronuncerà) allora sarà Eutelia a doverci riassumere e a risponderne anche col capitale dei soci (mumble mumble...).

Sono tempi duri, non avrei mai voluto scrivere questo, ma il lavoro qui è praticamente perduto. Ora dobbiamo difendere i nostri diritti contrattuali contro abusi della nostra proprietà.
Per questo serve unità, Unità, UNITA' e intelligenza.
Chiediamo tutti al sindacato di impugnare la cessione, diamogli argomenti per farlo e facciamo le pre-impugnative.
Piantiamo dei paletti nei tribunali con le ingiunzioni di pagamento delle spettanze non riconosciute.
Cerchiamo l'attenzione di altri media e politici, mobilitiamo le conoscenze, siamo in 2200, mica pochi!

Occhio a non farsi licenziare per giusta causa e...
tutti a Siena, dimostriamo la nostra "affectio" al Montepaschi.

Anonimo ha detto...

Eutelia: in peggioramento la posizione finanziaria netta al 31 agosto

NOTIZIE, 30.09.2009 23:55



Eutelia informa che la posizione finanziaria netta consolidata, al 31 agosto 2009, è pari a –51,9 milioni di Euro, in peggioramento rispetto a -47 milioni del 31 luglio 2009.
La posizione finanziaria netta della capogruppo Eutelia al 31 agosto 2009 è pari a –55,1 milioni di Euro in peggioramento rispetto -50,4 milioni di Euro al 31 luglio 2009.
Si segnala che debiti finanziari per un importo complessivo di Euro 6,7 mln sono stati oggetto del contratto di cessione di ramo d’azienda al gruppo Omega, già oggetto di comunicazione al mercato in data 15 giugno 2009.

-----------------------------

muoviamoci prima che sia troppo tardi, ad MPS servono soldi.....

the punisher

Anonimo ha detto...

VISURA CAMERALE AL 01/10/2009:
PROSPETTO INFORMATIVO - VISURA STORICA
INFORMAZIONI REPERITE PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE
DELLE CAMERE DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA
VISURA SENZA VALORE DI CERTIFICAZIONE
CODICE FISCALE E NUMERO DI ISCRIZIONE: 01572180766
DEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI ROMA
ISCRITTA NELLA SEZIONE ORDINARIA IL 28/07/2009
CCIAA: RM N.REA: 1239126
CCIAA DI PROVENIENZA: PZ N.REA: 118884
DENOMINAZIONE: AGILE S.R.L.
FORMA GIURIDICA: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA CON UNICO SOCIO
SEDE: ROMA (RM) VIALE LIEGI 44 CAP 00198
PARTITA IVA:01572180766
COSTITUITA CON ATTO DEL 22/01/2004 DATA TERMINE 31/12/2050
SCADENZA PRIMO ESERC. 31/12/2004 SCADENZA ESERC. SUCCESSIVI: 31/12
TIPO DELL'ATTO: ATTO COSTITUTIVO
NOTAIO AVONDOLA DOMENICO
REPERTORIO NUM. 64820 LOC. MILANO (MI)
ANALISI STATO ATTIVITA': INATTIVA
PROGETTO DI FUSIONE MEDIANTE INCORPORAZIONE DELLA SOCIETA':
DENOMINAZIONE SOCIETA' OGGETTO DI FUSIONE: OMEGA SPA
DATA DELIBERA 31/07/2009
FUSIONE
STATO PROGETTO IN FASE DI ESAME
COD. FISCALE SOCIETA' OGGETTO DI FUSIONE 01241610557
SEDE: ROMA
PROGETTO DI FUSIONE MEDIANTE INCORPORAZIONE NELLA SOCIETA':
DENOMINAZIONE SOCIETA' OGGETTO DI FUSIONE: LIBECCIO
DATA DELIBERA 24/09/2009
FUSIONE
STATO PROGETTO IN FASE DI ESAME
COD. FISCALE SOCIETA' OGGETTO DI FUSIONE 09450840013
SEDE: MILANO
- PROGRESSIVO TRASCRIZIONE: 90030603201003
DESCRIZIONE TRASCRIZIONE: ISCRIZIONE DELLA PROPRIA NOMINA ALLA CARICA DI:
TIPO TRASCRIZIONE: MODIFICA DATI PERSONA/SOCIETA'
NOMINATIVO: MASSA CLAUDIO MARCELLO
CODICE FISCALE: MSSCDM47P30C621H
AMMINISTRATORE UNICO DI CUI HA AVUTO NOTIZIA IN DATA 28/07/2009 DATA
PRESENTAZIONE 30/07/2009 DURATA: FINO ALLA REVOCA

Anonimo ha detto...

GIANNETTONI CLAUDIO


Cognome e Nome GIANNETTONI CLAUDIO
Provincia di Ricerca RM
Codice Fiscale GNNCLD50D30Z133M


Indice di rischio Rischio Medio-Basso
Presenza Protesti NO
Presenza Atti Pregiudizievoli NO
Pregiudizievoli Imprese Collegate NO
Proprietà Immobiliari NO


Riporta eventuali cariche in imprese detenute dal soggetto richiesto, così come risulta dal Registro imprese delle Camere di Commercio del territorio nazionale
Il soggetto richiesto non risulta detenere cariche in imprese


Riporta eventuali quote o azioni detenute dal soggetto richiesto in società di capitali, così come risulta dal Registro imprese delle Camere di Commercio del territorio nazionale
Il soggetto richiesto non risulta possedere quote o azioni in società di capitali

Anonimo ha detto...

In sintesi: Fusione con Omega, deliberata il 31-07-2009; fusione con Libeccio deliberata il 24-09-2009; Claudio Marcello Massa risulta alla data odierna ancora l'Amministratore Unico di Agile; Giannettoni Claudio non risulta avere alcuna carica societaria in Italia, difatti si è dimesso da Omnia Network.
I lavoratori di Agile Potenza sulle commesse di ASL 8 sono stati ceduti con decorrenza 01-10-2009 alla società Argentea SpA.

Anonimo ha detto...

Oggetto: info

Il comune di Roma ha disdettato il contratto (circa 2.800k¤/anno)

La regione Toscana ha dato l'ultimatum xché Agile non risulta regolare con il pagamento dei contributi inps e versamenti INAIL
Contratto quinquennale Giunta Regionale 2009-2014 del valore complessivo di 2.500 k¤ sottoscritto a giugno.
Enti vari (asl, consiglio regionale, arpat...) connessi al contratto quinquennale x un valore complessivo pari a 4.000k¤
Contratto triennale 2008-2011 del valore complessivo di 1.500k¤

E l'impegno preso da Scajola nei confronti dei nx clienti?

E' necessario arrestare la emorraggia e che i nazionali intervengano tempestivamente con un passaggio nei confronti del MInistero.

per vs info -

lho letta sulla mail di Agile
e riporto tale e quale .
Se qualcuno ne sa si più scriva

Anonimo ha detto...

Perso anche il contratto con la Regione Toscana e Poste Italiane.

Anonimo ha detto...

Dott.Scajola perhe' non mette il Commissario Sraordinario per Agile?

Cosi' gli togliamo il giocattolo dalle mani


Ci puo' dire perchè?

Anonimo ha detto...

Questi lestofanti, fanno come quel tizio che teneva il suocero morto nel congelatore, per continuare a prendere la pensione.


Il suocero morto sono i dipendenti Agile(ormai morti)

Il tizio,sono i manager della nuova dirigenza che arraffano dove possono


la pensione,sono i soldi delle commesse pubbliche che Agile continua ad intascare.


Per questo ha interesse a prolungare l'agonia

Anonimo ha detto...

Se Bari riesce a mantenersi a galla, si vede che ci sono dei sindacalisti, dirigenti e commerciali che sanno il fatto loro e che pensano a difendere i lavoratori e l'azienda piuttosto che agli affari personali! Magari tutte le sedi fossero organizzate cosi'!

Anonimo ha detto...

.......hanno distrutto TUTTO !!!

hanno distrutto quanto abbiamo costruito in decenni, pazientemente,tenacemente,con professionalità,dando talvolta anche ore di lavoro gratis pur di mantenere il cliente e ,di conseguenza,il lavoro.

Ora questi pseudo-imprenditori,solo per il loro LURIDO e BIECO tornacconto,stanno mettendo in ginocchio migliaia di famiglie.
Li invito a pensare per un attimo ai nostri figli,quando arrivando alle loro mega-ville abbracceranno i loro e a farsi un esame di coscienza(ammesso che ce l'abbiano!).

Auguro a questi "signori" quanto di più SPIACEVOLE,DISGUSTOSO e MISERO la vita possa riservargli
e ricordo loro che,se non c'è giustizia terrena,ci sarà indubbiamente una giustizia ben più severa.
TREMATE GAGLIOFFI !!!!!!

gianco

Anonimo ha detto...

Eutelia voleva passare altri 80 lavoratori in Agile ma vista le ultime vicende non può più farlo. Allora ha deciso di chiedere la cassa integrazione per 100 persone. Quelli che sono rimasti lì si sentivano protetti e fuori dai problemi, ora ci divertiamo assieme!!
--------------------------------
Io al tuo posto non sarei certo sollevato (tu sembri addirittura contento) che altri 100 lavoratori, e rispettive famiglie,avranno problemi finanziari.
Molte persone, come me, hanno partecipato a tutti gli scioperi e manifestazioni, organizzate prima della cessione ad agile, poi non sono state cedute ad agile, in molti casi (ex bull-getronics), senza nemmeno sapere il perche'.
Oggi le stesse persone sono solidali con chi vive il il dramma della mancata erogazione degli stipendi e stanno contribuendo attraverso il c/c istituito dal sindacato e finanziando la manifestazione di Siena.
sintetizzando: MI FAI SCHIFO!

Anonimo ha detto...

Aggiungo un altro nominativo di Cliente che da oggi non supportiamo piu'....FIAT AUTO, che era con noi da parecchi anni!!! E questo solo perche' non sapeva piu' quale "bandana" avevamo sulla testa!!! In compenso ha saputo usare bene la baionetta del Capitano!!!

Anonimo ha detto...

Se Bari riesce a mantenersi a galla, si vede che ci sono dei sindacalisti, dirigenti e commerciali che sanno il fatto loro e che pensano a difendere i lavoratori e l'azienda piuttosto che agli affari personali! Magari tutte le sedi fossero organizzate cosi'!
------------------------

I sindacati non centrano.
Bari funziona solo coi contributi della regione Puglia.

Anonimo ha detto...

Mi chiedo...i clienti che si stanno perdendo,non sono quelli che ci dovevano aiutare??????
Stronzi anche loro!

Anonimo ha detto...

Se qualche barese mi consente....
A bari non ci sono dirigenti ormai da anni, i commerciali (chi li ha visti?) a si c'è ne stato uno ma cacciato dai Landi perchè portava progetti, i contratti di programma si fanno insieme ai sindacati.

Anonimo ha detto...

Ministero dello Sviluppo Economico
Dipartimento per l’Impresa e l’Internazionalizzazione
Direzione Generale per la Politica Industriale e la Competitività
Unità per la Gestione delle Vertenze delle Imprese in Crisi


MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI
Direttore Generale Tutela Condizioni Lavoro
Dr. Giuseppe Mastropietro
Roma, 1^ ottobre 2009 segreteriadgrdl@lavoro.gov.it
dgtutelalavoro@lavoro.gov.it

REGIONE LOMBARDIA
Presidente Roberto Formigoni
anna_visintin@regione.lombardia.it
paolo_alli@regione.lombardia.it
antonio_genova@regione.lombardia.it

REGIONE PIEMONTE
Presidente Mercedes Bresso
presidente@regione.piemonte.it
assunta.disalvo@regione.piemonte.it
massimo.lapolla@regione.piemonte.it

REGIONE LIGURIA
Presidente Claudio Burlando
presidente.giunta@regione.liguria.it
ass.lavoro.immigr@regione.liguria.it
giuliano.rossi@regione.liguria.it

REGIONE VENETO
Presidente Giancarlo Galan
presidente@regione.veneto.it
Assessore al Lavoro On. Elena Donazzan
ass.formazione@regione.veneto.it
dir.lavoro@regione.veneto.it

REGIONE EMILIA ROMAGNA
Presidente
Dr. Vasco Errani
segreteriapresidente@regione.emilia-romagna.it

REGIONE TOSCANA
Presidente Claudio Martini
claudiomartini@regione.toscana.it
mara.papucci@regione.toscana.it







REGIONE LAZIO
Presidente P. Marrazzo
presidente@regione.lazio.it
c.catena@regione.lazio.it

REGIONE UMBRIA
Presidente C. Lorenzetti
prgiunta@regione.umbria.it
Assessore Giovannetti
economia@regione.umbria.it

REGIONE CAMPANIA
Presidente Antonio Bassolino
presidente.campania@regione.campania.it
a.marciano@regione.campania.it

REGIONE PUGLIA
Presidente Nichi Vendola
segreteria.presidente@regione.puglia.it

REGIONE CALABRIA
Presidente Agazio Loiero
agazioloiero@libero.it
g.gallello@regcal.it

FEDERMANAGER
Dr. Mario Cardoni
patrizia.forcina@federmanager.it

AGILE S.r.l. - OMEGA S.p.A.
Dr. Claudio Massa
michela.parati@omega-net.eu

FIM – CISL
fim@cisl.it
maria.mascellaro@cisl.it

FIOM – CGIL
protocollo@fiom.cgil.it
sindacale4@fiom.cgil.it
sindacale3@fiom.cgil.it

UILM - UIL
uilm@uil.it

FISTEL - CISL
federazione.fistel@cisl.it






SLC - CGIL
segreteria.nazionale@slc.cgil.it
slc.naz.servizi.industria@slc.cgil.it

UILCOM - UIL
uilcom@uilcom.it

EUTELIA S.p.A.
Vice Presidente Dr. Raimondo Landi
raimondo.landi@eutelia.it
andrea.iorio@eutelia.it



Oggetto: AGILE S.r.l. - OMEGA S.p.A..

Giovedì 8 ottobre 2009 alle ore 11.00 presso il Ministero dello Sviluppo Economico in Via Molise n. 2, Roma – I piano Sala Parlamentino, si terrà un incontro riguardante la società indicata in oggetto.


Dr. Giampietro Castano

Anonimo ha detto...

Il fatto che MSE ha fissato l'incontro vuol dire che ha ricevuto garanzie sul fatto che hanno pagato LUGLIO???? A questa mattina non ho ricevuto un EURO. Ci daranno il numero di CRO del bonifico?? come verifichiamo gli avvenuti pagamenti?

Anonimo ha detto...

Ieri 1° ottobre,mi è finalmente arrivato lo stipendio di Luglio come da cedolino paga.
Data valuta,ovviamente 1° ottobre(LADRI),comunque sono soldi già spesi,attendiamo il resto......

fvg

Anonimo ha detto...

A quanti di voi è arrivato?
a me niente.

Anonimo ha detto...

OGGI 2 OTTOBRE LO STIPENDIO NON E' ARRIVATO.

UN'ALTRA MESSA IN SCENA. MAGARI PAGANO 1 PER GIUSTIFICARE i 100 CHE NON PAGANO

Anonimo ha detto...

Vi auguro di tutto cuore che lo stipendio arrivi il 5 o il 6 visto che hanno l'abitudine di emettere i bonifici sempre di venerdi.

Se gli stipendi non dovessero arrivare, allora sarebbe veramente un'altra presa per i fondelli e a quel punto dobbiamo fermarci definitivamente fino alla fine.
Ormai non abbiamo più niente da perdere.E pensare che stiamo aspettando il 23 ottobre per lo stipendio di agosto(sempre di venerdi).

Anonimo ha detto...

Ieri 1° ottobre,mi è finalmente arrivato lo stipendio di Luglio come da cedolino paga.
Data valuta,ovviamente 1° ottobre(LADRI),comunque sono soldi già spesi,attendiamo il resto......

fvg


.....in quale banca ti viene versato lo stipendio!!!!!


saluti...........

Anonimo ha detto...

Nulla, nulla ed ancora nulla !
E' oramai venerdi pomeriggio ed ancora nulla !

Anonimo ha detto...

Avremo le palle per combatterli? credo che ormai sia guerra!!

Anonimo ha detto...

La convocazione da parte del MISE per l'08-10-2009 è indirizzata a Massa. Prova che non si è mai dimesso e che Giannettoni non ha alcun titolo per venire al tavolo. L'anonimo che ha postato l'estratto della camerale aveva ragione. Caro Sindacato, mi raccomando....

Anonimo ha detto...

si, è vero che è ancora Massa l'AD ma la cosa che sconcerta di più è che il Ministero abbia indirizzato la convocazione di Eutelia a Raimondo Landi e Andrea Iorio!!! Non doveva indirizzarla a Pizzichi? E'lui il legale rappresentante è lui che ha deciso la cessione!!!

Anonimo ha detto...

Sono uno di quegli ingenui che sono stati oggi a Siena perdendo 13-14 ore della propria vita oltre a soldi etc.. per cercare di difendere i propri diritti e quelli degli altri, anche di quelli che oggi sono andati in ufficio o dal cliente come se fosse un giorno normale!
Domattina guardatevi bene allo specchio e vedrete che anche voi in fondo somigliate a quelle persone come i Landi e, Massa etc.. che vivono alle spalle degli altri, sfruttandoli e ricavandone i benefici!
VERGOGNATEVI e mi raccomando di non dire ai vostri figli che genitori viscidi e opportunisti si ritrovano, altrimenti un domani potranno fare quello che oggi molti vorrebbero fare ovvero SPUTARVI in FACCIA!!!!!!

collettivolavoratorigetronics ha detto...

Presto pubblicheremo un altro Esposto alla Procura di Arezzo ed anche alla Procura di Roma che conterrà il resto dei fatti accaduti dall'11 settembre ad oggi. Vi raccomandiamo unità nelle firme.

Anonimo ha detto...

Sindacati Nazionali: fate a Massa una semplice domanda, perché non paghi le spettanze ed i fornitori?
La risposta ci serve per impugnare la Cessione,ovviamente senza il vostro aiuto.

Anonimo ha detto...

E' ufficiale si sono dimessi tutti gli ex dirigenti di Eutelia,o quasi..

Anonimo ha detto...

Risulta che la Camera dei Deputati,appellandosi all'art.36 dello Statuto dei Lavoratori L. 300/72,abbia imposto ad Agile il pagamento delle spettanze dei colleghi che vi lavorano e che essi abbiamo ricevuto gli tutti gli stipendi arretrati. Complimenti all'Ente Pubblico anche gli altri dovrebbero imitarli ma bloccando gli incassi per pagare tutti noi.

laredazione ha detto...

Non preoccupatevi, non solo si esporrà il comportamento illegale degli Enti Pubblici, clientidi Eutelia-Agile, ma anche dei Sindacati Nazionali che non hanno invocato l'art.36 dello Statuto impedendo lo sperpero del denaro pubblico. Inoltre sarà anche chiesto alla Guardia di Finanza di indagare sulle scritture contabili della Cessione incrociandole con quelle di Eutelia, soprattutto alla voce Magazzino - Debiti Tributari - Debiti Vs. Dipendenti TFR. A presto.

Anonimo ha detto...

La grande mobilitazione odierna a Siena ha portato il seguente risultato:


Una delegazione è stata ricevuta dal responsabile delle relazioni industriali del gruppo bancario che ha preso nota della situazione di grande difficoltà in cui versano i dipendenti che da tre mesi aspettano di percepire lo stipendio. Il Monte dei Paschi di Siena, una delle banche che vanta i maggiori crediti nei confronti di Eutelia, ha preso le distanze dal comportamento del gruppo e ha ribadito il proprio impegno e attenzione nei confronti delle condizioni di lavoro in Eutelia/Agile”.

Il presidente e il direttore generale del gruppo bancario hanno deciso di incontrare lunedì 5 ottobre, alle 10.30 una delegazione di OO.SS. e di lavoratori. “Si tratta di un primo risultato. Vedremo lunedì quali elementi emergeranno”.

Anonimo ha detto...

E' inutile che il sindacato ed il monte paschi si diano tanto da fare "assieme" per risolvere la questione, saranno indagati lo stesso. Queste sceneggiate ben architettate hanno fatto il loro tempo, nessuno ci crede più. In ogni caso la manifestazione era un atto dovuto ed intelligente.

Anonimo ha detto...

qualcuno può spiegare perché dal ministero hanno invitato Raimondo Landi e non Pizzichi?
Ma chi è il legale rappresentante di Eutelia?

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
E' inutile che il sindacato ed il monte paschi si diano tanto da fare "assieme" per risolvere la questione, saranno indagati lo stesso. Queste sceneggiate ben architettate hanno fatto il loro tempo, nessuno ci crede più. In ogni caso la manifestazione era un atto dovuto ed intelligente.

venerdì, 02 ottobre, 2009


**************************************

SONO D'ACCORDO!!!

LOTTA CONTINUA!!!

Anonimo ha detto...

collettivolavoratorigetronics ha detto...
Presto pubblicheremo un altro Esposto alla Procura di Arezzo ed anche alla Procura di Roma che conterrà il resto dei fatti accaduti dall'11 settembre ad oggi. Vi raccomandiamo unità nelle firme.

venerdì, 02 ottobre, 2009

**********************************************

SONO CON VOI!!!

LOTTA CONTINUA FINO ALLA VITTORIA!!!

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Sono uno di quegli ingenui che sono stati oggi a Siena perdendo 13-14 ore della propria vita oltre a soldi etc.. per cercare di difendere i propri diritti e quelli degli altri, anche di quelli che oggi sono andati in ufficio o dal cliente come se fosse un giorno normale!
Domattina guardatevi bene allo specchio e vedrete che anche voi in fondo somigliate a quelle persone come i Landi e, Massa etc.. che vivono alle spalle degli altri, sfruttandoli e ricavandone i benefici!
VERGOGNATEVI e mi raccomando di non dire ai vostri figli che genitori viscidi e opportunisti si ritrovano, altrimenti un domani potranno fare quello che oggi molti vorrebbero fare ovvero SPUTARVI in FACCIA!!!!!!

venerdì, 02 ottobre, 2009

***********************************************

SONO UNO DI QUELLI CHE OGGI NON HA POTUTO MANIFESTARE A SIENA CON TE E SONO D'ACCORDISSIMO QUANTO HAI DETTO!!!

Anonimo ha detto...

Io oggi, non ero presente a siena perche ho deciso di non partecipare, perchè a mio avviso da MPS oltre che una pacca sulla spalla, un "vi siamo vicini", "comprendiamo la situazione",etc, etc, poi appena i nostri si son girati per uscire, un bel ma Vaff....ulo.
Dove sono le azioni legali del sindacato sono passati 10 giorni dal 22 e non se ne sa niente, questa è la realta'.
Sindacato datti da fare, non facciamo solo manifestazioni a destra e manca, e intanto il ladro scappa col bottino.
Saro' ben lieto di essere smentito.

Anonimo ha detto...

PROSPETTO INFORMATIVO - VISURA STORICA
INFORMAZIONI REPERITE PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE
DELLE CAMERE DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA

CODICE FISCALE E NUMERO DI ISCRIZIONE: 12787150155
DEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI AREZZO

ISCRITTA NELLA SEZIONE ORDINARIA IL 21/01/2005


CCIAA: AR N.REA: 140436

CCIAA DI PROVENIENZA: MI N.REA: 1584259

DENOMINAZIONE: EUTELIA S.P.A.

FORMA GIURIDICA: SOCIETA' PER AZIONI

SEDE: AREZZO (AR) VIA PIERO CALAMANDREI 173 CAP 52100
PARTITA IVA:12787150155

COSTITUITA CON ATTO DEL 14/04/1999 DATA TERMINE 31/12/2050
SCADENZA ESERC. SUCCESSIVI: 31/12

0068) PIZZICHI LEONARDO
NATO A: SIENA (SI) IL 16/10/1967
CODICE FISCALE: PZZLRD67R16I726F
RESIDENTE A: SIENA (SI) STRADA DEL VIGNAIO 8 CAP 53100
-CONSIGLIERE NOMINATO CON ATTO DEL 30/04/2009
DURATA IN CARICA: FINO APPROVAZIONE DEL BILANCIO
DATA PRESENTAZIONE CARICA: 19/05/2009
DATA DI RIFERIMENTO DI BILANCIO: 31/12/2011
-PRESIDENTE CONSIGLIO AMMINISTRAZIONE NOMINATO CON ATTO DEL 30/04/2009
DURATA IN CARICA: FINO APPROVAZIONE DEL BILANCIO
DATA DI RIFERIMENTO DI BILANCIO: 31/12/2011
ISCRITTO AL RUOLO: ALBO UNICO REVISORI CONTABILI
NUMERO RUOLO: 87159
ENTE GESTORE DELL'ALBO: MINISTERO DI GIUSTIZIA
DATA DOMANDA ISCRIZIONE DELL'ALBO: 28/09/1999

segue...

Anonimo ha detto...

INFORMAZIONI SULLO STATUTO/ATTO COSTITUTIVO

-POTERI DA STATUTO:
IL CONSIGLIO E' INVESTITO DEI PIU' AMPI POTERI PER LA GESTIONE DELLA SOCIETA'
SENZA ALCUNA DISTINZIONE NE' LIMITAZIONE PER ATTI DI COSIDDETTA AMMINISTRAZIONE
ORDINARIA E/O STRAORDINARIA E PUO' COMPIERE PERTANTO TUTTO QUANTO RITENGA
OPPORTUNO PER L'ATTUAZIONE ED IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI SCOPI SOCIALI, SALVO
QUANTO LA LEGGE RISERVA ALL'ASSEMBLEA.
GLI AMMINISTRATORI RIFERISCONO TEMPESTIVAMENTE E CON PERIODICITA' ALMENO
TRIMESTRALE AL COLLEGIO SINDACALE - VERBALMENTE, OVVERO QUANDO IL PRESIDENTE LO
REPUTI OPPORTUNO, CON RELAZIONE SCRITTA - SULL'ATTIVITA' SVOLTA E SULLE
OPERAZIONI DI MAGGIOR RILIEVO ECONOMICO, FINANZIARIO E PATRIMONIALE, EFFETTUATE
DALLA SOCIETA' O DALLE SOCIETA' CONTROLLATE, IN PARTICOLARE, RIFERISCONO SULLE
OPERAZIONI IN POTENZIALE CONFLITTO DI INTERESSI, SULLE OPERAZIONI POSTE IN
ESSERE CON PARTI CORRELATE O CHE SIANO ATIPICHE O INUSUALI RISPETTO ALLA NORMALE
GESTIONE DELL'IMPRESA, OVVERO PRESENTINO IN OGNI CASO ALTRI ELEMENTI DI
CRITICITA'.
SONO INOLTRE RISERVATE ALL'ESCLUSIVA COMPETENZA DEL CONSIGLIO LE DECISIONI
CONCERNENTI:
L'ESAME ED APPROVAZIONE DEI PIANI STRATEGICI, INDUSTRIALI E FINANZIARI DELLA
SOCIETA';
L'ATTRIBUZIONE E LA REVOCA DELLE DELEGHE AGLI AMMINISTRATORI DELEGATI E AL
COMITATO ESECUTIVO;
L'ESAME E APPROVAZIONE DELLE OPERAZIONI: (I) AVENTI UN SIGNIFICATIVO RILIEVO
ECONOMICO, PATRIMONIALE E FINANZIARIO, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE
OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE, O (II) IN POTENZIALE CONFLITTO DI INTERESSE.
IL CONSIGLIO POTRA' COSTITUIRE COMITATI, PRIVI DI RILEVANZA ESTERNA, FORMATI DA
DUE O PIU' DEI SUOI MEMBRI, CON FUNZIONI CONSULTIVE, PROPOSITIVE E DI VERIFICA,
DETERMINANDONE COMPITI E RESPONSABILITA'.
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PUO', INOLTRE, DELEGARE NEI LIMITI CONSENTITI
DALLA LEGGE E DALLO STATUTO, LE PROPRIE ATTRIBUZIONI AD UN COMITATO ESECUTIVO
NONCHE' AD UNO O PIU' AMMINISTRATORI DELEGATI, DETERMINANDO I LIMITI DELLA
DELEGA. IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE STABILISCE IL NUMERO DEI COMPONENTI DEL
COMITATO ESECUTIVO, I CONSIGLIERI CHE NE FANNO PARTE E NE DETERMINA LA DURATA.
DEL COMITATO ESECUTIVO FA PARTE DI DIRITTO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI
AMMINISTRAZIONE. IL COMITATO ESECUTIVO E L'AMMINISTRATORE DELEGATO RIFERISCONO
AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, NEI MODI E NEI TERMINI DA QUESTO FISSATI, SULLO
SVOLGIMENTO DELLE PROPRIE ATTIVITA'. AL COMITATO ESECUTIVO SI APPLICANO, OVE
COMPATIBILI, GLI ARTICOLI 17, 18 E 19 DEL PRESENTE STATUTO.
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE NOMINA IL DIRIGENTE PREPOSTO ALLA REDAZIONE DEI
DOCUMENTI CONTABILI SOCIETARI, PREVIO PARERE DEL COLLEGIO SINDACALE.
IL DIRIGENTE PREPOSTO ALLA REDAZIONE DEI DOCUMENTI CONTABILI SOCIETARI DEVE
ESSERE ESPERTO IN MATERIA DI AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO E POSSEDERE I
REQUISITI DI ONORABILITA' STABILITI PER GLI AMMINISTRATORI.
AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, AL VICE PRESIDENTE ED AGLI AMMINISTRATORI DELEGATI,
A QUESTI ULTIMI NEI LIMITI DELLA DELEGA, SPETTA IN VIA DISGIUNTA LA LEGALE
RAPPRESENTANZA DELLA SOCIETA' DI FRONTE AI TERZI ED IN GIUDIZIO, E QUINDI LA
FIRMA SOCIALE.
IL CONSIGLIO PUO', INFINE, NOMINARE DIRETTORI GENERALI E PROCURATORI AD NEGOTIA
PER DETERMINATI ATTI O CATEGORIE DI ATTI, FISSANDONE LE FUNZIONI E PRECISANDONE
IL MANDATO, AI SENSI DI LEGGE, E PUO' REVOCARLI.

INFORMAZIONI PATRIMONIALI E FINANZIARIE

Anonimo ha detto...

La legale rappresentanza è quindi di Pizzichi...

L I N G U A B I F O R C U T A ha detto...

MPS ha preso le distanze dal comportamento del Gruppo e ha ribadito il suo impegno e la sua attenzione nei confronti delle condizioni di lavoro in Eutelia/Agile e il Presidente e il Direttore generale del Gruppo bancario incontrerà una nostra delegazione lunedi' prossimo.

Ieri a Siena abbimamo così avuto la conferma.
Tutto e' stato organizzato dal MPS.
Le loro dichiarazioni non hanno che confermato il comportamento che sia Eutelia sia Agile/Omega hanno sempre avuto con noi.
Comprensione, serieta' solidarietà e buone intenzioni nelle parole ..... assassini nei fatti.

Anonimo ha detto...

Se qualche barese mi consente....
A bari non ci sono dirigenti ormai da anni, i commerciali (chi li ha visti?) a si c'è ne stato uno ma cacciato dai Landi perchè portava progetti, i contratti di programma si fanno insieme ai sindacati.


CON CHE COSA SI FANNO I CONTRATTI DI PROGRAMMA ? Ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah;

finalmente un po' di buonumore, ci vuole con quello che stiamo passando.

I contratti di programma si fanno con tanto, tanto lavoro. Lascia perdere 'ste cazzate.

Anonimo ha detto...

Siena, 2 ottobre 2009 - A Siena per manifestare da tutte le parti di Italia, sono arrivati questa mattina più di 500 lavoratori di Agile, la compagnia che ha rilevato il ramo informatico di Eutelia coi suoi 2.100 dipendenti. Con pullman provenienti da Milano, Roma, Napoli, Ivrea, Padova e Torino, la protesta, che fa seguito ad altre gia' svolte a Roma e a Ivrea, nasce dal mancato pagamento dei rimborsi spese e delle ultime due mensilita' (per alcuni tre), dopo il passaggio alle dipendenze della nuova compagnia, avvenuto a meta' giugno, pochi giorni dopo che Eutelia aveva fatto partire gli ammortizzatori sociali per i lavoratori.



''La mancanza di una logica industriale di Agile - ha detto Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale della Fiom Cgil - fa pensare che si sia voluta creare una 'bad company' su cui scaricare i debiti, per rendere piu' appetibile Eutelia in vista di una cessione''. I sindacati collegano la richiesta di rientro dai crediti che il Monte dei Paschi avrebbe avanzato a Eutelia con l'insediamento alla presidenza dell'azienda, nel maggio scorso, di Leonardo Pizzichi, gia' sindaco effettivo del Monte, e con la sua decisione di cedere il ramo informatico di Eutelia alla Agile Srl. La manifestazione si e' conclusa proprio davanti a Rocca Salimbeni, sede dell'istituto senese. Nei giorni scorsi BMps in una nota aveva spiegato di essere ''solamente uno dei finanziatori di Eutelia'', e di non aver ''contribuito in alcun modo alle decisioni strategiche dell'azienda''. Ai lavoratori di Agile oggi ha espresso solidarieta' anche la Rsu della Regione Toscana.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 260   Nuovi› Più recenti»