domenica 9 novembre 2008

POSSIAMO SPERARE ANCORA IN EUTELIA?



Da tre mesi abbiamo fatto la scelta di non pubblicare post per dare prioritariamente spazio ai commenti. Sono emersi malesseri, frustrazioni e critiche dalle varie sedi.
Forse, si è affievolito l'entusiasmo iniziale.
Eppure, Eutelia si conferma uno dei maggiori protagonisti del mercato ICT.
La nostra azienda sarà il partner di Poste Italiane nell’ambito del progetto “Postino telematico” per la fornitura di prodotti e servizi WiFi.
Il progetto ha l’obiettivo di dotare 11 mila portalettere, dispiegati in tutto il territorio nazionale, di dispositivi palmari che permettono di erogare servizi postali e finanziari “a domicilio”.
Cosa succede in Eutelia? Era la domanda che ci siamo posti ed abbiamo posto alcuni mesi fa. Un quotidiano nazionale aveva pubblicato un'inchiesta alcune settimane fa clicca qui sulla nostra azienda. Ma è questa la realtà?
Samuele Landi aveva creato un rapporto diretto con i lavoratori attraverso il nostro blog e quello aziendale.
Un buon metodo di comunicazione che negli Stati Uniti viene tranquillamente attuato dalle aziende per rafforzare il lavoro di squadra e il senso di appartanenza con i dipendenti.
La comunicazione è stata fortemente ostacolata dai nostri sindacalisti i quali più che preoccuparsi dei diritti dei lavoratori hanno voluto difendere il loro ruolo di casta.
E poi si ispirano ad Obama Barack..
Ormai si sa che il sindacato italiano non difende più i diritti dei lavoratori, basta guardare l'inchiesta prodotta da Report Rai 3 clicca qui .
Allora, è possibile capire cosa accade nella nostra azienda? Quali sono le prospettive e le strategie aziendali? Possiamo sperare ancora in questa azienda?
Infine, una domanda: "il Capitano" ha ancora voglia di dialogare con i lavoratori...magari usando un altro pseudonimo?

167 commenti:

Anonimo ha detto...

sinceramente penso di no.

Anonimo ha detto...

Lavorare in Eutelia è come lavorare in una caverna!!!! al buio, fuori dal mondo, con tutti che ti mettono i piedi in testa e senza sapere dove e se si sbucherà da qualche parte!!!!
Il management ?? un nome per capire la qualità: SALPIETRO!!!

Anonimo ha detto...

Io penso che i Landi , dopo ave arraffato qua e là un pò di soldi, ci lasceranno in psto ai pesci.
E' nella loro natura, ed hanno fatto il passo decisamente più lungo della gamba

PS Non pubblicate per favore più i post di Salcasso se non strettamente attinenti alla realtà aziendale

Anonimo ha detto...

Per evitare che, come al solito, cambiando post si perda:
Ma non esiste un convento, un'eremo, un qualcosa dove mettere spugna alias salpietro alias giano bifronte in quarantena?
Ci associamo al collega che aveva chiesto di evitare di pubblicare gli scritti dell'oracolo di landi perchè turba le persone che non sono credenti o che non professano la religione cristiana e che comunque vanno cautelati dalle "sparate" dell'oracolo in questione.
Grazie.
Tecnici STAC Milano.

Grazie Redazione.

Anonimo ha detto...

E' un caso che il messaggio è stato creato il 9/11 ... all'americana corrispone all' 11 Settembre ... La nostra fine ? E' un segnale ? Mah

Anonimo ha detto...

colleghi...ma che dico...fratelli !!!
non vi preoccupate ..anche se come sembra dai "rumors" la nostra grande azienda guidata dal fiero e valoroso "capitano" del titanic , chiedera' al ministero la possibilita' di mettere circa 1000 lavoratori in cassa integrazione ..... il nostro fratello predicatore , luce nel buio....voce della speranza ,salpietro ci accogliera' nella sua umile dimora dove ci sfamera' moltiplicando il pane e i pesci, ci allietera' con spettacolini tipo "camminata sull'acqua" o "alzati e cammina" e poi personalmente pensera' ai nostri mutui e alle bollette da pagare.Per finire ricchi premi e cottilons per tutti con in regalo i libri "regala un sorriso al tuo collega" e "il metodo antistronzi(..autobiografia?)"

Anonimo ha detto...

Scusa, ma perché non te ne vai??
Ti si è incollata la sedia al sedere?

Anonimo ha detto...

penso che ormai nell'azienda si vive palesemente un aria di rassegnazione e sconfitta. la maggior parte di noi tutti non crede assolutamente piu' in questa azienda e sopratutto nei Landi. Attendiamo con ansia l'incontro del 17 sperando ancora in una buona notizia, ma i presupposti sembrano andare in senso contrario. C'e' chi parla di una richiesta di 1000 CIGS, con vendita a spezzatino dell'azienda. Naturalmente il sindacato nazionale non dice nulla di queste cose (speriamo che ancora una volta siano delle bufale)
Siamo in CDS, perdiamo clienti, viaggiamo con una media di 2 dimissioni al mese, sinceramente è una situazione bruttissima, paragonabile ai tempi di Alchera!!
CHE DELUSIONE: in due anni nemmeno un corso, non è stato investito un centesimo, VESSAZIONI a non finire, i capetti di Arezzo, i pali da scalare per punizione. Altro che abbiamo fatto è stato chiudere planning vessatori
CHE PENA pensando alle nostre professionalità (EX)

Presa visione
uno deluso!

Anonimo ha detto...

Possiamo ancora sperare in Eutelia???

Ma ke kazzo di domanda è questa??!!??

Mi sembra di stare al supermercato, se è meglio questo o quest'altro!

Penso che qualsiasi lavoratore di questa azienda, chiunque, speri di poter andare avanti, guadagnando dignitosamente lo stipendio fino alla pensione!

Penso che nessuno venga a lavorare per hobby o per sport.

Penso che la domanda del post sia così demenziale quando penso che:

1) come sta andando l'azienda con la CDS???
Sembrerebbe malissimo, visto che non ha fatto un kazzo di investimento o di svolta da Giugno fino adesso.
Sembrerebbe che a Gennaio voglia chiedere la cassa integrazione per mille (una volta erano settecento) lavoratori!

Solo una piccola osservazione: se effettivamente fosse così, pesno che la'zeinda si beccherà l'ennesimo riufiuto dal Ministero visto che così come non aveva i requisti per avere la CIGS a Luglio, non li ha nemmeno adesso!!!


2) All'interno delle Divisioni si inventano turnazioni del tutto illegittimo visto che il lavoro si accoda a dismisura. Ma che modo è questo di lavorare?!!
E' normale che se si fannno meno ore di lavoro la produttività diminuisca!
Ed ora i cervelloni, credendosi intoccabili dall'azienda, devono inventarsi delle demenziali soluzioni per sopperire alla CDS.
Cari cervelloni, perchè non chiedeta l'azienda di revocare la CDS o di ridurre le ore!
Probabilmente vi manderanno affankulo!

3)Continuiamo a vedere una azienda assente!

Probabilmente l'unica attività di Eutelia sono le procedure ed i modi sempre terroristici di rivolegrsi ai dipendenti!

Mi chiedo se la proprietà sappia cosa significa avere dei collaboratori! Assolutamente NO!
Si credono di avere a che fare solo con degli schiavi che al primo "equivoco", sono pronti a sanzionare!

MA A VOI CHI VI SANZIONA, DOPO TUTTO QUELLO CHE AVETE SAPUTO FARE??!!??

4) Continuimao a non vedere svolte o investimenti che potrebber far pensare ad un "serio" futuro!

In questi due anni e mezzo abbiamo solo visto come hanno sperperato i TFR dei lavoratori! Finiti quelli ora stanno iniziando a sperperare i soldi dello stato!

Ma insomma, volete pensare un pò al lavoro ed essere degni di essere chiamati "IMPRENDITORI ONESTI"!

Lo stesso sperpero è stato attuato anche con l'acquisizione di Edisontel, dove in tutto questo periodo l'azienda non ha investito un centesimo ed in cambio si sono solo visti clienti che hanno abbandonato Eutelia e l'azienda che sta dismettendo anche nelle telecomunicazioni.

5) Circolano in continuazioni voci, non solo di corridoio visto che ci sono stati anche articoli sui giornali, della vendita dell'azienda!

Un'azienda seria probabilmente avrebbero smentito!
Invece solo silenzio assoluto!


"POSSIAMO SPERARE ANCORA IN EUTELIA???"

Spero "DOMANI" di poter dire di si!

Provate semmai a rivolgere la domanda alla proprietà!

Probabilmente oltre a sistemare i propri poderi, castelli e quant'altro con i soldi degli altri, si degneranno anche a rispondervi.....



Il Grillo Parlante

P.S.
Sono mesi che oramai non scrivo più su questo blog!
Negli ultimi mesi non ho riconosciuto più il senso di questo blog, scenario oramai di discussioni demenziali e strumentali!
Penso che la redazione non abbia più gestito direttamente questo blog e finchè ci sguazzerà il mitico Salpietro o altri similari a lui, verso il quale non ho nessuna avversità ma solo una gran pena, penso che non possa essere più il blog dei lavoratori!

Solo casualmente ho visto il post di oggi e non ho potuto che...........

Anonimo ha detto...

Scusate, ma nessuno si ricorda che tutti quei dipendenti che questa azienda si è ritrovata tra i piedi con le varie acquisizioni anche prima dell'arrivo dei Landi erano in mezzo alla strada (vedi Alchera) e nessun management era riuscito a farli lavorare?
Ci sarà un perché, no??

Anonimo ha detto...

Lettera aperta al Capitano.

Capitano, in quesi mesi molti di noi hanno condiviso con Te un'idea, una nuova idea di Azienda. Cioè un'Azienda in cui tutti debbano lavorare ma anche possano lavorare.

Un'Azienda in cui finalmente il proprietario fosse l'azionista di maggioranza e i suoi soci e NON l'ultimo delegato di quartiere....

Speravamo in un erede di Camillo ed Adriano Olivetti e quasi ci stavi riuscendo.

Poi hai osato chiedere a tutti di lavorare: ma proprio a tutti. APRITI CIELO !!! LESA MAESTA' !!

Da quel momento: articoli, crisi, boicottaggi (?) e finalmente un ruolo, 1000 da mandare in CIGS, la possibilità di decidere della vita altrui, di regolare i conti verso quelli che hanno osato credere nel Capitano !!!!

Capitano: non puoi mollare quelli che hanno creduto in te !!!!

Nostro Signore dice: per un unico giusto salvero' Sodoma e Gomorra !!

Non mollarci: riprendiamo il cammino. La CIGS NON E' LA SOLUZIONE !!

Fai vedere che sei diverso. Ora abbiamo anche il Governo giusto.

Hai idea di cosa potrebbe significare una inversione di tendenza ? Il dire all'ultimo istante: NO !! Credo nei miei dipendenti, faro' vedere al mondo come si risana un'azienda. Beh, Capitano: una cosa cosi' penso che scatenerebbe l'orgoglio e la riconoscenza delle persone, isolando i soliti noti !!!

Investi ancora nelle tue persone, restituisci la CIGS ai soliti noti e portali ad Arezzo ad apprezzare l'ebbrezza del Lavoro.

E' l'ultima spiaggia, le ultime ore.

Sta a Te se scegliere di lasciare un segno nella STORIA: nella storia dell'industria italiana e, soprattutto, nella storia della Salvezza, oppure nel novero dei tanti avventurieri che abbondano nella nostra sventurata Nazione.

Comunque, con AFFETTO.

Un tuo dipendente che continua a credere in Te.

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi, Anonimi,


La barca era sbattuta dalle onde Matteo 14, 22-33

Sembra che l'inferno abbia lasciato liberi molti poveri diavoli:

Io penso che i Landi , dopo ave arraffato qua e là un pò di soldi, un'altro che dimentica il fatto che l'ex-Getronics è stata acquistata per 1 euro e che
Getronics al 31 dicembre 2005 aveva registrato un valore della produzione pari a 221,9 milioni di euro e una perdita netta di 74,8 milioni. Con l'acquisizione di BULL, le cose non è che andassero molto meglio. Non dimentichiamo che poi i LANDI hanno cancellato la CIGS e riassunto tanti poveri colleghi già sulla strada. Dov'è che avrebbero quindi arraffato quanto tu dici?

penso che ormai nell'azienda si vive palesemente un aria di rassegnazione e sconfitta.

Ciò che colpisce è l’atteggiamento di chi pretende di starsene con le mani in mano, in attesa che gli altri (anche Dio) facciano qualcosa per farci uscire da questa situazione di deriva (rassegnazione e sconfitta).

Mentre la barca era sbattuta dal vento e dalle onde e mentre i discepoli erano nel panico perché imbarcavano sempre più acqua, «Gesù se ne stava a poppa e, adagiato sul cuscino, dormiva» (Marco 4,38)

Quante volte la nostra vita somiglia a quella barca "agitata a causa del vento contrario". La barca in difficoltà può essere il proprio matrimonio, gli affari, la salute... Il "vento contrario" può essere l’ostilità e l’incomprensione delle persone, rovesci continui di fortuna, la difficoltà di trovare un lavoro o la casa. Forse, all’inizio, abbiamo affrontato con coraggio le difficoltà, decisi a non smarrire la fede, a confidare in Dio. Per un po’ abbiamo anche noi camminato sulle acque, cioè fidando unicamente sull’aiuto di Dio. Ma poi, vedendo la prova sempre più lunga e più dura, c’è stato un momento in cui ci è sembrato di non farcela più, di affondare. Abbiamo perso il coraggio.

“Il coraggio, chi non ce l'ha non se lo può dare”. È proprio questa convinzione che dobbiamo sfatare. Il coraggio, chi non ce l'ha, se lo può dare! Come? Con la fede in Dio, con la preghiera, facendo leva sulla promessa di Cristo.

Lo svegliarono a furia di grida d’aiuto e lui, destatosi, comandò al mare: «Taci! Calmati!» (Marco 4,39). Come faceva con gli indemoniati: «Gesù intimò al demonio immondo: Taci! Esci da costui!» (Luca 4,35).

Maria Regina della Pace, prega per noi.

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

Se chiedi a spugna alias salpietro alias giano com'è il bicchiere, lui ti risponderà di certo: mezzo pieno! UHE' predicatore delle mie toppe, la misura è colma noi siamo stufi di questo establishment che continua a perdere lavoro e lavoratori. Si vede che a te non te ne può fregare di meno degli altri, vai avanti con il copia/incolla dai libri sacri e solo questo sai/puoi fare.
Ti è già stato detto mille e mille volte:
SCENDI DALL'ALBERO (OOPS), DAL PIEDESTALLO CHE TI SEI COSTRUITO COME TRASCINATORE DI FOLLE, qualcuno di mente labile potrebbe incontrarti in un momento di pausa e chiederti conto di come mai, continuando a lavorare con dedizione, lo stipendio cala, i clienti calano e anche le braghe calano...

AD MAIORA.

Anonimo ha detto...

Per Grillo Parlante:

pensa a lavorare invece di sparare m...a a destra e a manca.

Pensa a chi ha creduto (contro tutti) in dei lavoratori reintegrandoli al loro posto anche se altri avevano gettato la spugna ritendo impossibile l'impresa di farli lavorare.

Pensa ad investire tu nel tuo lavoro le energie necessarie a guadagnarti almeno lo stipendio che prendi a fine mese.

Pensa a costruirti tu un'azienda e gestirtela come ca..o ti pare , anche senza planning, ma prima di dirlo fallo!

Pensa tu a diventare un lavoratore onesto che non sputa come un lama sul piatto in cui ha mangiato e continua a mangiare.

Pensa, prima di parlare.

Anonimo ha detto...

Vorrei precisare che noi non dobbiamo ringraziare nessuno.

Anzi siamo sempre in credito con i precedenti proprietari, e anche con quelli attuali, visto il trattamento che abbiamo.

Perchè dobbiamo ringraziare chi ci ha messo in CDS, e chi non paga i rimborsi per le trasferte?

E' come se uno subisce un furto, e ringrazia il ladro: assurdo ed improponibile!

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

per anonimo moderno:

il FURTO lo fai TU prendendo lo stipendio a fine mese, comprese le trasferte!

Anonimo ha detto...

...che meraviglia....adesso i lecchini e i "salpietrini" portano avanti il discorso che la colpa di questo sfacelo aziendale e' SOLO dei lavoratori e che il magnifico capitano del titanic e' un buon samaritano che ci ha donato due anni di stipendio perche' e' buono,bravo e bello
SIETE STUPENDI!!!!
non e' che il capitano e' il solito imprenditore italiano che compra e vende se gli conviene e se ci sono problemi li scarica sui lavoratori? o si vende l'elicottero per pagarci lo stipendio?
SVEGLIA!!!!! l'acquisto di bull e getronics e' stata solo una mossa finanziaria per prendere immobili e soldi freschi lasciate dalle aziende (ci sono anche i soldi degli ex bull che dovevano andare in mobilita')
una volta arraffato il maloppo... il magnifico capitano dopo due anni di planning, intimidazioni e mail con i "smile" ci buttera' nel secchio e voi squallidi lecchini dite che la colpa e' dei lavoratori!!!!
p.s.
dato che siamo in solidarieta' dovreste leccare il culo - 37% dei giorni invece siete sempre al 100%
STAKANOVISTI

Anonimo ha detto...

Dalla lettura degli ultimi commenti c'è un anomimo che continua ad attaccare i lavoratori ritenedoli responsabili della situazione causata dalla mancata voglia di lavorare.
Bene, poichè io sono uno in CDS che lavora di più di quello che dovrei, penso di avere il diritto di fare delle domande all'Azienda:

1) Vorrei sapere quanti sono i dirigenti che sono "autorizzati e capaci" ad andare a trovare un Ministro, un Governatore, un Sindaco, un Manager di una grande azienda ed a portarsi a casa da soli un ordine di alcuni milioni di euro ?

Se ci fossero trenta dirigemti che portano a casa 20 ML, già farebbero 600, sommando poi per effetto volano quello che produco gli altri commerciali, ed ecco che saremmo fuori dal tunnel, ma invece quelli buoni e non parlo di quelli di provenienza Eutelia, li abbiamo fatti fuori e con essi le loro relazioni.

2) Quanti sono i ns. ingegneri riconosciuti a livello internazionale che con la loro continua partecipazione ad "eventi", portano alto il nome della tecnologia Eutelia ?

Bene per esempio, eravamo riconosciuti a livello mondiale come centro di competenza sulla sicurezza e ad oggi quei tre rimasti non hanno neanche il tempo per aggiornarsi e poi non sono riconosciuti come referenti dalle grandi aziende.

3) Quali sono i prodotti tecnologici che veicoliamo nella nostra offerta di cui siamo esclusivisti in Italia (ciò garantirebbe un margine rispetto ad altri competitor di 10-12 punti) o addirittura produttori ?

Nessuno tranne EOS e poichè non paghiamo i ns. fornitori, loro non ci vogliono più come partner.

Non vado avanti per non impiegare ulteriore tempo, ma un'azienda di oltre 2000 persone per stare sul mercato deve essere forte POLITICAMENTE o almeno TECNOLOGICAMENTE.

Credete che il problema sia quindi di tutti i lavoratori rimasti che lavorano di meno rispetto a quanto previsto dal contratto nazionale ?

Cari signori Landi, rifletteteci !!!

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi, Anonimi,

Se chiedi a spugna alias salpietro alias giano com'è il bicchiere, lui ti risponderà di certo: mezzo pieno! , sempre meglio che bere nel bicchiere dove ci hai sputanto dentro per mesi. Questa vostra azione terroristica nei confronti dei colleghi è un'atto di ingiustizia. Il vestito della paura che state distribuendo presto vi verrà restituito con tutti gli interessi: perché chi semina vento, raccoglie tempesta.

Ai colleghi tutti invece ribadisco ancora quanto più volte scritto:

NON ABBIATE PAURA: CORAGGIO!!

La Bibbia, la Parola di Dio ci esorta, di non perdersi d'animo e affondare nella disperazione. Lo fa non in modo superficiale, piuttosto ci offre un aiuto pratico.

--------------------------------
"Fissando gli occhi su Gesù, autore e compitore della nostra fede." In Ebrei 12:2
--------------------------------

Non dobbiamo guardare i problemi o la nostra debolezza, coraggio vuol dire secondo la Bibbia, saper alzare lo sguardo al Signore Gesù Cristo! Egli comprende la nostra situazione, perchè ci ama e offre il suo reale aiuto.

----------------------------------
Lo svegliarono a furia di grida d’aiuto e lui, destatosi, comandò al mare: «Taci! Calmati!» (Marco 4,39).
----------------------------------

Il Figlio santo di Dio ha sofferto molto più difficoltà e igiustizie di noi. Egli ha potato la croce innocente e senza avere mai commesso peccato, per liberarci dal peccato.

Sulla croce Egli gridò: "E' compiuto!", chinò il capo, rese lo spirito, affinchè non dobbiamo rimanere scoraggiati. Per mezzo della Sua operadi salvezza Gesù ci ha portato la via del cielo. Adesso abbiamo: perdono, speranza, aiuto - nel Signore Gesù Cristo! Egli è risuscitato e vive e dona a tutti quelli che credono e confidano in Lui una nuova vita nella profonda comunione con Dio e la vita eterna.

Coraggio! Fissiamo gli occhi su Gesù Cristo! Egli ci ama e vuole aiutare. Raccontiamo ogni cosa in preghiera a Lui e consultiamo la Bibbia, L'Iddio vivente risponderà certamente, ci fortificherà e ci rialzerà.

Non esiste un'altra strada, tutte le altre portano al nulla: e molti di noi lo hanno già sperimentato sulla propria esistenza prima dell'incontro con la Grazia di Dio...unica vera speranza di salvezza ed eterna.

Maria Regina della pace, prega per noi.

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

SALPIETRO ..PER PIETA'....
BASTA BASTA BASTA TE LO CHIEDO IN GINOCCHIO SUI CECI
PERM PIETA' SMETTILA E VAI IN CONVENTO

Anonimo ha detto...

basta salpietro lasciaci in pace
se voglio sermoni vado in chiesa
ci vuole rispetto per chi non crede
in questa religione piena di poteri e di dogmi assurdi,se voglio cercare dio lo cerco dove mi pare e non permetto a nessuno di dirmi cosa e' giusto o cosa non lo e' se devo andare all'inferno ci vado con le mie gambe,scusate ma non ne posso piu' penso che non leggero' piu questo blog
saluti

Anonimo ha detto...

" Prof.Spugna ha detto...
Cari Amici, Colleghi, Anonimi,

Se chiedi a spugna alias salpietro alias giano com'è il bicchiere, lui ti risponderà di certo: mezzo pieno! , sempre meglio che bere nel bicchiere dove ci hai sputanto dentro per mesi. Questa vostra azione terroristica nei confronti dei colleghi è un'atto di ingiustizia. "
MA SENTI UN PO', perchè ti fermi SEMPRE sulle asserzioni che ti fanno comodo e NON rispondi al seguito del postche ti è stato scritto?
L'azione terroristica la stai facendo tu con il tuo semplice copia/incolla dalle sacre scritture, ti è già stato detto che ci sono altri colleghi che mal sopportano le tue idee ed i tuoi scritti; FAI TESORO DI QUELLO CHE TI SI DICE/SCRIVE, CAMPERAI MEGLIO E DI PIU'.

LENIN.

Anonimo ha detto...

PER FAVORE !!
Nom ho più intenzione di leggere i sermoni di Salcasso.
Quindi chiedo NUOVAMENTE alla redazione ( formata anche ed ovviamente dai Landi e da Salcasso stesso )di evitare richiami non strettamente legati alla nostra situazione.
Salcasso, perchè con le tue conoscenze in ambito OPUS DEI non ci procuri qualche commessa al Vaticano?

PS Non ho mai sputato nel piatto ove mangio ma certamente se la situazione è questa i famigerati LANDI Family ne avranno colpe..o no? Se il titolo scende da 10€ a 0,48 è olpa dei lavoratori o di una proprietà che non da alcuna granzia?
Io cerco di lavorare da mesi al massimo delle mie possibilità ma certamente con le attuali disponibilità di mezzi e di commesse , con una Azienda di TLC misconosciuta sul mercato ( avete mai visto un minuto di pubblicità EUTELIA su qualche rete nazionale?) come si può addossare la colpa di questo collasso ai lavoratori?
ANONIMO MODERNAMENTE INCAZ...TO

Anonimo ha detto...

SALCASSO, SE NON LA SMETTI DI SPARARE SERMONI SMETTERO' DI SPUTARE NEL PIATTO E TI SPUTERO'
DIRETTAMENTE IN FACCIA, APPENA TI VEDO!
CLARO?

Anonimo ha detto...

Cari colleghi,
non vi rendete conto che Salpietro pubblica apposta quei commenti in modo che ci concentriamo su di lui in modo che non si parli dei problemi che viviamo in azienda?
Perchè non lo ignorate?
Se Salpietro, invece, decide di portare argomenti che meritano il confronto, bene, ci confrontiamo con lui. Altrimenti ignoriamolo!!

Pensatore ha detto...

Signori, sarò una mosca bianca, un idealista, un ottimista per natura... ma credo ancora in Samuele (molto meno negli altri della famiglia).
Cerco di evitare le notizie inventate, basandomi invece su quelle pubblicate da fonti affidabili (Rubrica Finanza de La Stampa).
Certo, i CdS non sono lo strumento migliore per rilanciare l'azienda, ma era l'unico compromesso accettato dai sindacati. Ai quali ho tolto la mia fiducia gia' da tempo.
Ritengo inutili le polemiche su Salpietro: non sono costruttive e spingono il soggetto a riproporsi sempre con i soliti temi.
Voglio sperare di non essere considerato un "lecchino" solo perchè ancora credo nella lealtà di Samuele.
Poi, come scritto in un prcedente post da un collega: AD MAIORA.
Grazie per avermi letto, e in bocca al lupo a tutti noi.

Anonimo ha detto...

Prima questo blog era quasi morto: il culmine dell'interesse stava nelle schermaglie tra Salpietro e i suoi detrattori, che personalmente ho smesso di leggere.
Ma ora il fantasma di una qualche redazione si è riaffacciato, ha tirato fuori l'ennesima foto di un'alba a colori, evocativa di chissà quale rinascita, e ha ripreso gli "spero" e la nostalgia per il miocapitano. L'archivio dei post del passato è scomparso per sempre.

Ma guardiamoci un po' intorno, che è ora.
Pur in uno scenario sempre più duro dell'economia reale, in cui tutte le aziende paragonabili, come pure i clienti e i fornitori sono in affanno, i Landi hanno condotto l'azienda in una condizione di evaporazione progressiva, su un cammino percorso solo per forza di inerzia, chiusi e incomunicanti.

Anche dal lato finanziario perdura il buio.
Giusto ieri è uscita la trimestrale Eutelia.
http://www.eutelia.it/images/stories/investors/com_mercato/comunicato11112008.pdf
Non sono un contabile, ma vedo delle voci incredibili (es. costi del personale raddoppiati dall'anno scorso) che portano a totali più che allarmanti. Insomma, a settembre stiamo perdendo 92 milioni (ante imposte) contro gli 11 dell'anno scorso. Qualcuno vuole spiegare il vero motivo, dove continuano a finire quei soldi che noi ci ostiniamo a cercare di guadagnare col più ovvio ma anche difficile dei metodi, il lavoro?

Anonimo ha detto...

Eutelia, continua l'opera di rafforzamento del gruppo


FTA Online News

Il Consiglio di Amministrazione di Eutelia, ha approvato ieri sera il resoconto intermedio di gestione relativo ai primi nove mesi dell'esercizio 2008.
Dati consolidati al 30 settembre 2008:

Valore della produzione pari ad Euro 319,2 milioni rispetto ad Euro 289,8 milioni nei primi nove mesi del 2007
Margine Operativo Lordo pari ad Euro -18,6 milioni rispetto ad Euro 28,7 milioni nei primi nove mesi del 2007
Risultato operativo pari a - 89,9 milioni di euro rispetto ad Euro- 8,2 nei primi nove mesi del 2007
Risultato netto a circa -113,1 milioni di Euro, rispetto ad Euro -10,8 milioni nei primi nove mesi del 2007
Posizione Finanziaria Netta in miglioramento ad Euro -80,1 milioni rispetto a Euro -81,3 milioni al 30 giugno 2008
Il CdA coopta un nuovo membro del Consiglio nella figura del Prof. Andrea Pisaneschi.
Prevedibile evoluzione della gestione
A livello di linee guida per i prossimi mesi, Eutelia continuerà nell'opera di rafforzamento del presidio delle aree di mercato su cui il Gruppo già opera, con particolare focus al segmento Aziende e della Pubblica Amministrazione.
Eutelia ritiene di poter tornare a break-even sull'ultimo trimestre dell'anno a livello di EBITDA, anche grazie all'entrata a regime dei savings sui costi operativi. Alla luce di queste considerazioni e dei risultati consuntivati al 30 settembre, Eutelia prevede di poter raggiungere il budget previsto di 421 milioni di euro di ricavi per il 2008, mentre prevede di stabilizzare l'EBITDA sostanzialmente sui livelli consuntivati al 30 settembre (-18,6 milioni di euro) a fronte di una previsione di piano positiva per 10 milioni di euro.

Anonimo ha detto...

PER PENSATORE:
hai tutto il mio sostegno, anch'io voglio credere che con la collaborazione di tutti ce la faremo a lasciare alle spalle questo momento tempestoso, non solo per Eutelia.

La situazione generale è preoccupante, vorrei ricordare a quell'anonimo che il calo del titolo Eutelia non può minimamente essere imputato al management altrimenti dovremmo pensare che tutti nel mondo hanno sbagliato tutto!

Ringrazio invece il Capitano per averci garantito il posto di lavoro in questi anni , anche se altri avevano tentato di togliercelo.

Per questo gli sarò sempre riconoscente.

Anonimo ha detto...

...Ma ora il fantasma di una qualche redazione si è riaffacciato, ha tirato fuori l'ennesima foto di un'alba a colori...

Ho paura che l'immagine riprodotta non è l'alba, ma un tramonto...

Visto i dati del bilancio appena pubblicati,
a voi trarre le conclusioni.

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

a me sembra di vivere in un'altro mondo, ma se voi foste in giro dai clienti, vi accorgereste che di Eutelia nessuno ne vuole piu' sentire parlare, sia per i prodotti che propone, sia per le continue scelte commerciali estremamente infelici. Non siamo propositivi e addirittura, quelle poche volte che un cliente ci chiede di continuare la collaborazione, siamo noi a rifiutare. Abbiamo tagliato con tutte le aziende con le quali potevamo fare accordi di business. Diro' di piu', se non fosse per noi dipendenti ex olivetti ed ex bull, che abbiamo una professionalita' ed una scuola che altri si sognano, ci avrebbero cacciato in malomodo la maggior parte dei clienti senza farci arrivare neanche a meta' contratto. Inoltre c'e' una paura talmente diffusa che anche i vari capi temono di poter contraddire il primo aretino che parla. Non dobbiamo assolutamente ringraziare i Landi per averci comprato, non esiste un imprenditore che al giorno d'oggi possa pensare al bene del proprio dipendente quindi e' stato tutto per avere un tornaconto economico e poi un'azienda di medie dimensioni (400 dipendenti) come puo' pensare di poter, da un giorno all'altro, quintuplicare il numero di dipendenti e continuare a ragionare in modo provinciale e invece di essere umile e imparare a lavorare da grandi aziende come Olivetti e Bull, spazza tutto il buono che c'e' ed impone le proprie strategie, misere e senza un vero piano industriale. Ma vi rendete conto che i nostri dirigenti aretini non sono in grado di stilare una bozza di progamma industriale, di presentarsi ad un incontro con le istituzioni con le idee chiare e addirittura senza saper spiccicare due parole in italiano corretto.

Siamo finiti proprio male ed a mio modo di vedere dobbiamo solo sperare di essere venduti. Tanto non possiamo andare peggio di come stiamo.

Anche se ci acquistasse Romolo il pizzicarolo ci troveremmo meglio.

Un bacio a tutti, sopratutto agli storici Eutelia.

Anonimo ha detto...

la riunione al ministero e' stata spostata (pare) a dicembre... c'e' qualcuno che conosce il motivo o magari "l'oracolo" ci potrebbe illuminare sul motivo
p.s.
basta con la storia di ringraziare i landi, l'imprenditore ci paga perche' ci vuole guadagnare e non perche' e' un benefattore, per poi buttarci al fiume quando ci sono i problemi. intanto hanno svuotano la bull e la getronics di tutto quello di buono era rimasto ed ora siamo un'azienda senza soldi senza immobili e senza clienti
che futuro avremo?

Pensatore ha detto...

Non so, non ho il quadro dei contatti con i clienti, dunque non ho ragioni per non crederti.
Però sento nelle tue parole un forte risentimento verso la dirigenza aretina, esclusivamente quella. Vorrei far presente che ci sono elementi di dirigenza anche nelle altre sedi, Roma ex-Edisontel, Milano ex-Freedomland, Torino ex-Noicom.
Non mi piace pensare che la professionalità, indiscutibile, dell'acquisito ramo Getronics/Olivetti sia unica, in Eutelia ce ne sono altre allo stesso modo competenti. Ma forse ho inteso male io il tuo post a riguardo.
Non sono d'accordo su alcuni punti, imprecisione sul motivo delle acquisizioni (certo non per la gloria, ma per un tornaconto economico che per diverse vicende, vedi Arabia o EDA, non si è verificato); piano industriale: viene stilato con il concorso anche di ALTRI dirigenti, non solo aretini.
Concordo sulla mentalità spesso provinciale della gestione, ma concedo l'attenuante di aver provato ad inserire in CdA e in dirigenza elementi esterni di certo con mentalità più aperta, ammettendo implicitamente la limitata esperienza di quelli precedenti.
Concordo anche sul bene di una acquisizione, sebbene non in pieno.
Rinnovo, infine, la fiducia, nonostante tutto, verso Samuele. Senza speranze di essere "eletto", altrimenti mi sarei firmato.
Grazie di nuovo per avermi letto.
Un caro saluto.

Anonimo ha detto...

Infatti, Lei parla così bene l'italiano che scrive soprattutto con una T sola...vabbè; torniamo a cosa più serie.

Lei ci racconta e si sta raccontando un film. I clienti, anche in passato, sono stati così contenti del lavoro svolto dagli ex bull/olivetti che da anni le aziende in questione versano in una situazione di crisi a prescindere dalle varie proprietà succedutesi nel tempo.

"La scuola che altri si sognano" è probabilmente, superata, inadeguata, vecchia, non aggiornata, svogliata, interessata ad arrivare quanto prima alla pensione.

Alla luce di quanto sopra noi tutti lavoratori, compreso lei se lo è, dobbiamo ringraziare proprio i Landi che, per loro sfortuna, ci hanno comprato e salvato da licenziamento certo.

In Bull ed Olivetti si lavorava con competenza e tanta professionalità, così tanta che da anni entrambe le aziende versano in condizioni di criticità (per colpa di chi?!).

L'italiano corretto, da solo, purtroppo non basta a far andare bene un'azienda e si ricordi il famoso detto "scarpe grosse cervello fino" ; che i Landi lo abbiano è indubbio visto quello che sono riusciti a fare fino all'incontro nefasto con una realtà inconcepibile per chi è abituato a rimboccarsi le maniche e non a riempirsi la bocca con un linguaggio forbito ma privo di contenuti.

La sua speranza di essere venduti è anche la mia, ci libereremmo una volta per tutte di una autentica zavorra: il problema è che siete così bravi che nessuno vi vuole!

A proposito del pizzicarolo di Roma: abbia più rispetto per chi ai suoi occhi è inferiore a lei.

P.S: solidarietà al pizzicarolo romano.

Anonimo ha detto...

Questo ultimo commento dovremmo tenerlo a mente............non solo noi dipendenti.

Anonimo ha detto...

Vorrei che ci licenziassero tutti, basta con la CIGS, combattiamo come i PILOTI per l'Azienda, rifate le assunzioni uno a uno singolarmente, come il Nostro Governo suggerisce agli amici del CAI.
Son convinto che dimostreremmo agli Aretini quanto sia il Nostro giusto valore, quanto valga la nostra brizzolata esperienza, ridateci in mano l'Azienda!!!!! in mano ai giovani appena usciti dalle Università, che trasudano di ricerca e innovazione.
Noi siamo il futuro, e vogliamo plasmarlo,siamo le ultime generazioni, la nuova "boom generation" che vuole riscattarsi dopo aver assistito allo scippo del futuro di questo Paese , del lavoro , del TFR , della pensione, della casa ed in ultimo il regalo più atteso: la recessione per una disoccupazione reale certa.
Basta con l'assistenzialismo di Stato!!!!!! Per gli Im-prenditori ma anche per i dipendenti!!!!!! Vogliam tirar fuori l' l'orgoglio dimostrare il Nostro Valore facendo ricredere chi ci ha svenduto. Siamo stanchi di dover pregare con Salcazzo che ci distoglie dalle Nostre responsabilità, non ci fa crescere ma vuol solo castrare con il clero la voglia di rivalsa , voglio aiutarmi , aiutare l'Azienda per facilitare il compito al mio Dio, togliermi le catene del Terrone sottomesso alla politica e alla camorra.
Non garantiteci più il posto fisso come un'Azienda Pubblica, non voglio essere come tutti gli impiegati dei nostri clienti della PA che vengono frustati come Fantozzi dal Brunetta, fateci riguadagnare la Nostra competenza sul campo, vogliamo maggiore meritocrazia, tagliamoci le "palle al piede", isoliamo i pesionandi che guardano solo alla riscossione del TFR lasciando alla deriva il Nostro Vascello
Vogliamo giocarcela come se la gioca il Nostro Imprenditore quando strappa una gara, chiede un prestito , il nostro commerciale per un contratto, alla pari con le altre aziende, vogliamo correre sulla competitività, pagateci su ciò che realmente produciamo non per gli immobili che in dote portiamo.

Dateci questa possibilità !!!!! l'ultimo desiderio come la sigaretta di Lopez.

Firmato
Sindacalista di me stesso

Giacomo ha detto...

1) Leggendo i vari post, sembra che per qualcuno:
- se le cose vanno bene, è merito dei Landi
- se le cose vanno male, è colpa dei lavoratori incapaci e scansafatica.
Francamente, mi sembrano due posizione troppo drastiche.

2) L'azienda è piena di scansafatiche, ma anche di gente che lavora.
E in ogni caso, quando hanno comprato, dovevano saperlo o comunque immaginarlo, e quindi lo devono aver messo in preventivo.
Forse, rimettere sui binari il treno Getronics-Bull, non è cosi facile come qualcuno di Arezzo ha ritenuto.
L'aggravante secondo me è che ora non ci sono gli immobili, non ci sono i soldi, e rischiano di pagare anche i dipendenti della parte TCL.

Anonimo ha detto...

..."La scuola che altri si sognano" è probabilmente, superata, inadeguata, vecchia, non aggiornata, svogliata, interessata ad arrivare quanto prima alla pensione....

Ecco la chiave del problema: i Landi ci hanno comprato imponendo condizioni di lavoro via via peggiori, sperando che la maggior parte di noi desse le dimissioni.

Per motivi anagrafici non ci vuole più nessuno, ed ecco che siamo la palla al piede. Conclusione: non ci vogliono più nemmeno i Landi.

Insisto col dire che l'immagine a inizio post,rappresenta un tramonto, e non l'alba.

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Su http://www.eulav.net/ il comunicato in cui l'azienda non da la disponibilità all'incontro per il giorno 11 novembre.

L'azianda si impegna dal 5 dicembre in poi

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Per Sindacalista di me stessob

Perchè non apri la partita iva, oppure ti cerchi un'azienda come tu la descrivi?

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

ANONIMO MODERNO
Anonimo Moderno? Scommetto che sei un ultracinquantenne!!!!!!!!!!!
Perche Io sto bene in EUTELIA e con Chi ci lavora..
Il problema pare che sia il Tuo.
Anzi non può aprirti una PI perchè dopo non prenderesti la pensione o non potresti fare il secondo lavoro in CIGS


F.to
Sindacalista di me stesso

Anonimo ha detto...

ANONIMO MODERNO
Anonimo Moderno? Scommetto che sei un ultracinquantenne!!!!!!!!!!!
Perche Io sto bene in EUTELIA e con Chi ci lavora..
Il problema pare che sia il Tuo.
Anzi non può aprirti una PI perchè dopo non prenderesti la pensione o non potresti fare il secondo lavoro in CIGS


Se il problema non è il tuo perchè ti lamenti?
Inoltre, ti assicuro che ne sono consapevole della situazione:non ci vuole la zingara per sapere che tra un po' saremo tutti a casa. Senza distinzione di età.

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Il direttore generale?? Ma quando mai ha partecipato agli incontri ministeriali??
Solitamente va il "servo" Bani, il "macchinasta" Tarquini ed il "mercenario" Alba
Alta scusa ridicola di una azienda che dopo più di due anni non sa cosa dire. Irriguardosa anche nei confronti del governo, Aretini contadini andate via ormai vuùi odiamo

Anonimo ha detto...

Ma è mai possibile da essere cosi stolti o lecchini da pensare che una azienda fallisce per "colpa" dei dipendenti. Ma come facciamo a fare tanti danni e sopratutto a noi stessi poi? In questo periodo cosi grave e di crisi siamo cosi stolti da auto-mandarci per strada. Penso che la verità sia sotto gli occhi di tutti: i "cafoni" aretini hanno eseguito una serie di acquisizioni che tra immobili e TFR gli hanno permesso in due anni di fare tanti di quesi soldi che nemmeno immaginavano!!
BEATI LORO, POVERI NOI
Direi di fare una rivisitazione di Nerone, con una piccola variazione Arezzo al posto di Roma!

Anonimo ha detto...

Signori,

è davvero difficile dire la propria a tutti i post, anche perché sono così diversi fra di loro che è difficile aver un ragionamento comune denominatore.

Secondo me questa diversità è voluta ad arte, dai vari moderatori del blog che appena vedono l’accanirsi di alcuni post nel tema che interessa a tutti i lavoratori ecco che ne arrivano di quelli demenziali che fanno mettere le mani nei capelli.

In quel caso non occorre rispondere a nessuno, non perdete tempo…penso siamo “tutti” capaci di filtrare e di risponder solo ai post che ci interessano.

Comunque questo è comune in tutti i blog, per cui tocca a noi , a chi vuole scrivere, non cadere nel tranello dei moderatori………….


Leggendo i vari commenti (non quelli demenziali), mi sembra di capire di vivere in un clima talmente paradossale rispetto alla realtà quotidiana che tutti noi lavoratori di Eutelia affrontiamo quotidianamente.

Per certi aspetti, mi ritorna in mente un po’ la storia tra Guelfi e Ghibellini:

da un lato alcuni che sembrano quasi dichiarare guerra ai Landi, altri che invece lekkano spropositamente e demenzialmente i Landi!

Ma mi spiegate una cosa, qualsiasi lavoratore di questa terra a chi deve dichiarare guerra e a chi devono lekkare il culo??!!??

SECONDO ME PROPRIO A NESSUNO, ASSOLUTAMENTE A NESSUNO!!!

Il primo articolo della Costituzione recita:
“L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”.
Anche se con il governaccio di oggi l’Italia non è più una nazione democratica,
l’articolo ci dice che tutti i cittadini di questo paese hanno il diritto SacroSanto a lavorare!!!

MI SPIEGATE ALLORA PER QUALE MOTIVO DEVO LEKKARE O DICHIARE GUERRA alla proprietà!
Un qualsiasi lavoratore, nell’azienda Eutelia, può semplicemente lavorare, dignitosamente, onestamente e proficuamente, senza mettessi l’elmetto e la mimetica ogni giorno??!!??
Scusatemi per la premessa, ma ci tenevo a farla per arrivare a dire che ogni lavoratori di questa azienda desidera semplicemente lavorare, un verbo che probabilmente non è tanto conosciuto alla proprietà Landi!!!
Tutti noi lavoratori abbiamo tutte le intenzioni, la professionalità, la serietà, la onestà, l’entusiasmo di lavorare e crescere con l’Azienda Eutelia!

Il punto è un altro: l’Azienda Eutelia e quindi la proprietà Landi hanno le Nostre stesse intenzioni??!!??
Secondo me, in base ai risultati e scenari di oggi, mi sa proprio di NO!!!
Rileggendo i vari post mi colpisce nell’animo ciò che dice Pensatore del giovedì, 13 novembre, 2008
Parla di “ideali”, l’unico compromesso con il Sindacato……..
Ho difficoltà davvero a capire, stento a crederci ciò che scrive!
Innanzitutto chissà se Pensatore sappia cosa siano gli Ideali e chissà se lui ne ha qualcuno, non tanti almeno uno……
A me piace pensare avere un ideale in qualcosa di serio, di onesto, di impegno sociale-politico, di solidarietà, di costruttivo, di sensibilità, di culturale……
Ho davvero una gran pena per te al solo pensiero che il tuo “ideale” è credere nella famiglia Landi!
Spero che hai anche modo di insegnare ai tuoi figli altri ideali!
Leggo poi nello stesso post del Pensatore che “Certo, i CdS non sono lo strumento migliore per rilanciare l'azienda, ma era l'unico compromesso accettato dai sindacati. Ai quali ho tolto la mia fiducia gia' da tempo.”
Ti sfugge, caro Pensatore che, la CDS, si è rivelato l’unico compromesso, come lo definisci, visto che la proprietà Landi voleva buttare fuori dall’azienda più di 700 lavoratori tramite la CIGS!.
Non penso che nel sindacato siano tutti dei santoni o più intelligenti di te, ma penso che il Sindacato ha fatto benissimo il proprio compito, portando avanti la CDS in modo che nessuno patisse le pene dell’inferno con la CIGS!!!
Inoltre, il sindacato già è stato destabilizzato volutamente ad arte in questa azienda durante questi anni, per cui se un lavoratore ha da ridire sull’operato del sindacato penso che l’unica sede idonea sia durante una assemblea, e non attaccando ciò che rappresenta la funzione del Sindacato!
Mi ritorna in mente la frase: “Peggio di un cattivo sindacato è non averlo proprio”
Caro Pensatore, visto che ti definisci tale, ti invito cordialmente a pensare di più prima di scrivere a vanvera…….

Ciò che emerge dai post un tono sempre polemico verso i lavoratori stessi, verso il sindacato!

Mi spiegate innanzitutto i lavoratori che kazzo di colpa hanno?
Se la produttività è diminuita è colpa dei lavoratori e del sindacato e non dell’azienda che ha voluto i CDS;
Se si perdono commesse, si perdono clienti, la colpa è dei lavoratori e del sindacato;
Se l’azienda crolla in borsa è colpa dei lavoratori e del sindacato;
Se la proprietà Landi sperpera tutto ciò che ha acquisito, dalla Edisontel fino ai Nostri TFR di Getronics è colpa dei lavoratori e del sindacato;
Se la proprietà Landi vuole chiudere la sede di Napoli ed obbligare il trasferimento ad Avellino, nonostante gli impegni che ha assunto in sede ministeriale, è colpa dei lavoratori e del sindacato;
Se la proprietà Landi non accetta dialogo con le istituzioni locali per commesse o incentivi sul territorio è colpa dei lavoratori e del sindacato;
Se la proprietà Landi non merita la SA8000 è colpa dei lavoratori e del sindacato e non del malcontento che si respira in azienda;
Se la proprietà Landi terrorizza i lavoratori, sospendendoli facendo arrivare a casa improvvisamente telegrammi, facendoli salire sui tralicci per punizione, trasferendoli in sedi lontane, licenziandoli, è sempre colpa dei lavoratori e del sindacato;
Se la proprietà Landi non investe sia nel core business TLC che nella IT è colpa dei lavoratori e del sindacato;
Se la proprietà Landi è indagata dalla Finanza e dalla Magistratura è colpa dei lavoratori e del sindacato.

Leggendo quindi i post inseriti dai “moderatori” del blog, emerge appunto quella mentalità, quella forma mentis, caratterizzata nell’attaccare lavoratori e sindacato senza responsabilizzare in nessun modo la proprietà Landi!

Penso che gli unici responsabili dello scempio di questa azienda, di Eutelia, sono proprio i Landi, i quali non hanno mai avuto serie intenzioni imprenditoriali per far crescere l’azienda, sperperando invece tutto ciò che hanno gestito, pensando esclusivamente ai propri interessi, costruendosi castelli poderi………….
E noi lavoratori che invece abbiamo la colpa d esistere e dobbiamo contribuire a pagare agli sperperi fatte dall’azienda contribuendo con la CDS.
Mi piacerebbe sapere se Samuele Landi utilizza anche i miei/nostri soldi quando fa beneficenza ai bambini dell’Africa, lui che è un benefattore!

Non mi dimentico di rispondere al post dell’anonimo del martedì, 11 novembre, 2008

Che dirti, probabilmente ti ho già risposto con ciò che ho scritto finora.
Ma mi piace aggiungere che il tuo modo di parlare stroppia con tutto ciò che abbiamo vissuto in questi due anni e mezzo.
Ancora oggi ti senti di dire ancora queste cose, come accusarmi gratuitamente, senza neanche conoscermi di “pensare a lavorare invece di sparare m...a destra e a manca”.
Innanzitutto io so sicuramente che lavoro e che ho tanta voglia di lavorare!!!
Però non so di te…per cui mettiti la lingua che già utilizzi tantissimo in quel posto!!!
Pensi ancora che la proprietà Landi siano dei benefattori, dei Santoni…..
Se i Landi hanno acquisito Getronics, poi si sono dati da fare con Alchera e poi…. è solo per un interesse economico.
Ma sai quanti soldi sono entrati nelle casse di Eutelia e quante agevolazione da parte dello Stato hanno avuto i Landi???
In Italia esistono le cosiddette “aziende spazzine” la cui missione è quella di non far andare in mezzo ad una strada, almeno per due, i lavoratori!
Oltre a questo, mi chiedo se i Landi avevano davvero pensato ad una seria gestione dell’azienda!
Si sa, i soldi prima o poi finiscono e se non si è costruito nulla, tutto finisce in una bolla di sapone!
La delusione dei colleghi di TLC o dei colleghi di Arezzo, quelli non vicini ai Landi, è dovuto proprio a questo: La delusione di aver creduto in una società che puntasse almeno nelle TLC!
Ora ci ritoviamo qui, a sperare che le voci di CIGS per 760 lavoratori siano delle bufale,
a sperare che l’azienda voglia venderci a “spezzatino” ad Almaviva e alla British Telecom siano delle bufale, a sperare che vogliano vender tutto per rimanere solo pochi lavoratori ad Arezzo siano delle bufale………….
Io spero solo che tutti quanti possiamo continuare a lavorare e crescere seriamente in quest’azienda Eutelia!
Se invece non è questa l’intenzione della proprietà Landi ed invece è solo quella di buttare fuori i lavoratori, allora che vendesse seriamente, senza sperpeare ulteriormente, la situazione ed i soldi dello STATO

IL Grillo Parlante
P.S. Sono sicuro che arriveranno post nei quali mi accusano di sputare nel piatto dove mangio e giù di li a cominciare da Salpietro (che fai mi scomunicherai ora???)
Rispondo anticipatamente che non sputo in nessun piatto: S V E G L I A M O C I K A Z Z Z Z Z O O O O

Pensatore ha detto...

Grillo Parlante. Ma che bel lungo post. Mi accusi (tra le altre cose) di firmarmi pensatore senza invece pensare prima di scrivere. Potrei risponderti che, dati gli innumerevoli argomenti che affronti, ti si possa definire grillo Sparlante.
Ma preferisco non farlo, non perchè mi senta superiore a te, ci mancherebbe, ma per evitare sterili polemiche.
Permettimi di commentare quello che scrivi però.
Innanzitutto le tue ipotesi di complotto: credi che i moderatori sabotino i post? Libero di farlo, io no.
La mancanza di democrazia nel nostro Paese? Per favore, evitiamo campagna elettorale, non è nè il tempo nè il luogo adatto per questo.
Riguardo i miei ideali... beh, qui entri nella mia sfera personale, e non ti permetto di farlo, tantomeno parlando dei miei figli: semplicemente, pensa ai tuoi, certamente ne avrai. Ma forse non più di me. UN (non IL) mio ideale non è credere nella famiglia Landi, ho ben specificato il nome che straggo da quella famiglia, rileggi bene.
Lavoratori e sindacati: mai attaccati i primi, fuori dalla mia fiducia i secondi. La frase che riporti non è tra le mie: non mi sfugge per niente il compromesso dei CDS - le "pene dell'inferno" sono soggettive, a mio modo di vedere le vivo con i CDS, avrei preferito la CIGS, evito, per volontà di sintesi, di spiegartene le ragioni (mie, non del mondo), con tutta la disponibilità a farlo qualora tu lo voglia.
Se leggi bene il mio post, caro collega, vedrai che non sono a santificare la "famiglia" (ma includerei anche i vari dirigenti, se ricordi).
In quanto ai bambini in Africa... il tuo è sano egoismo. Ma è un tuo problema.
Vorrei chiudere con un invito ad evitare di utilizzare il tuo linguaggio, di sicuro non ti rende onore visto che sono certo che sarai una persona degna di stima e fiducia.
Un caro saluto.

Anonimo ha detto...

Bravo Grillo.
Quoto in pieno..TUTTO

Tashinka Witko (Cavallo Pazzo)

Anonimo ha detto...

Caro grillo (s)parlante
dal tuo ultimo post ho tratto due conclusioni:
1- sei un sindacalista sparato a forza per creare agitazione in azienda e in questo blog (sappiamo come i sindacati sappiano utilizzare le persone per le loro famigerate operazioni "bulgare";
2- non sei un lavoratore Eutelia.

Un lavoratore Eutelia non si sognerebbe mai di dire " dobbiamo lavorare con elmetto e tuta mimetica".

Io che ci lavoro mi ricordo benissimo l'episodio della palestra su Roma, voluta proprio dai Landi per agevolare la permanenza in azienda dei lavoratori, ma fatta chiudere dai sindacati.

Nelle tue farneticazioni si legge solo invidia.

Invidia perché un imprenditore, riconosciuto e amato dala maggior parte dei suoi dipendenti con fatica e impegno ha cercato e cerca in ogni modo di garantire il loro posto di lavoro.

Invidia per la determinazione e la tenacia ad andare avanti nonostante il lavoro sovversivo e quotidiano svolto dai sindacati.

Prova a chiedere direttamente ai tuoi colleghi cosa pensano dei sindacati, io l'ho fatto la risposta più frequente è : "sono la rovina dell'Italia"

Quell'Italia fondata sul lavoro ma allo stesso tempo un paese in cui basta una piccola minoranza per bloccare i treni, gli aerei, la scuola, la sanità, tutto.

E' questo un paese civile?
Secondo me no, perché purtroppo esistono incivili come te che sobillano le masse con discorsi populisti come quelli che fai tu contrapponendo di continuo il "padrone" al lavoratore.
Non è così, io ho sempre visto collaborazione, apertura verso le persone meritevoli e impegno da parte di quasi tutta la compagine lavorativa.
Poi ci sono le eccezioni, le mine vaganti come te, i "capobranco" ma noi , la massa non ci facciamo intimidire tiriamo diritti verso il nostro traguardo: un posto di lavoro dignitoso,un paese civile e libero,un'esistenza basata sull'onestà morale e intellettuale.

Tu continua per la tua strada, ma ricorda che sei una goccia nel mare.

Anonimo ha detto...

...da un lato alcuni che sembrano quasi dichiarare guerra ai Landi, altri che invece lekkano spropositamente e demenzialmente i Landi!...

Mi sembra evidente che quelli che mandano post pro-aziendali i cosiddetti lekkini, sono appartenenti alla famiglia Landi.

Quindi c'è uno scontro dialettico tra la squadra dei lavortori, e quella della proprietà, sotto le vesti dei lekkini.

E' un dualismo in stile Guelfi contro Ghibellini

Speriamo di essere i futuri vincitori.

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

"Anche se con il governaccio di oggi l’Italia non è più una nazione democratica"
Ma sei proprio sicuro di quello che hai scritto?
Non ti ricordi più delle tragedie che hanno fatto Prodi, TPS e Visco?
Apri gli occhi e non restare ad ascoltare i vari oracoli rossi che ancoraimpestano la nostra bella Italia.
Un ricordo su tutti: cosa aveva detto il Prodi a riguado dei rifiuti di Napoli?
Te lo ricordi?

AD MAIORA.

Anonimo ha detto...

...Ora ci ritoviamo qui, a sperare che le voci di CIGS per 760 lavoratori siano delle bufale,
a sperare che l’azienda voglia venderci a “spezzatino” ad Almaviva e alla British Telecom siano delle bufale, a sperare che vogliano vender tutto per rimanere solo pochi lavoratori ad Arezzo siano delle bufale...


760 sembra un numero non buttato a caso:si poteva dire 800 o 750. Devo pensare che quello che dice il Grillo Parlante ha un suo fondamento.

Di Almaviva si sa che è l'azienda del nostro vecchio padrone Schisano.

Ma una cosa vorrei sapere: se ci comprasse la Britisch Telecom perchè sarebbe negativo?

Grazie

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Per Anonimo Anonimo del domenica, 16 novembre, 2008

"...
Io che ci lavoro mi ricordo benissimo l'episodio della palestra su Roma, voluta proprio dai Landi per agevolare la permanenza in azienda dei lavoratori, ma fatta chiudere dai sindacati."

Ma facci il piacere: spaccano il centesimo in 4 parti, figurati se ci rimettevano anche solo un tappetino! Stiamo ancora a credere alle favole...



"...Invidia perché un imprenditore, riconosciuto e amato dala maggior parte dei suoi dipendenti con fatica e impegno ha cercato e cerca in ogni modo di garantire il loro posto di lavoro."

AHAHAHAH amato? ma da chi??????? da salpy???
ha cercato cosa ???????? tra poco ci toglie anche le case di ns proprietà...

"...Prova a chiedere direttamente ai tuoi colleghi cosa pensano dei sindacati, io l'ho fatto la risposta più frequente è : "sono la rovina dell'Italia"..."

Te lo dico io che sono un suo collega: i sindacati non contano nulla! Sindacati con gli attributi avrebbero scatenato il finimondo contro una proprietà che ha "solo" pensato ai fatti propri e distrutto tutto il resto: commesse, relazioni con i clienti, competenze, ecc.


"...Poi ci sono le eccezioni, le mine vaganti come te, i "capobranco" ma noi , la massa non ci facciamo intimidire tiriamo diritti verso il nostro traguardo:
..."
Spero che 'voi' non siate la maggioranza, altrimenti è proprio finita!

Saluti

AnonimoStanco

Anonimo ha detto...

Caro Grillo predicare al vento è inutile.............................chi vuole capire ha già capito
Chi non vuole capire non capirà mai
Comunque penso tu abbia ragione da vendere

Anonimo ha detto...

"Ma facci il piacere: spaccano il centesimo in 4 parti, figurati se ci rimettevano anche solo un tappetino! Stiamo ancora a credere alle favole....
FORSE LEI, IO LA PALESTRA L'O VISTA E L'HO ANCHE USATA FINCHE' E' STATO POSSIBILE E I SINDACATI NON CI HANNO MESSO LO ZAMPINO.

Si documenti, prima di parlare.

Anonimo ha detto...

AHAHHAHAHAHAHHAHA.......CHE RIDERE MA DAVVERO CHE RIDERE!


Rispondo brevemente......

Estrapolo la frase dal post dell'anonimo che dice:
"chi vuole capire ha già capito
Chi non vuole capire non capirà mai"

EFFETTIVAMENTE E' COSI'!!!

Il blog è un luogo virtuale dove chiunque può esprimere la propria idea, la propria speranza, il proprio malcontento, il proprio ottimismo, la propria denuncia.

Continuo invece a non capire il perchè in questo blog si continua, anzi si tenta di soffocare quello che il pensiero "comune" e "diffuso" tra i lavoratori in quest'azienda!

E ciò che mi fa pensare a male è che oramai sono passati ben due anni e mezzo e si continua quell'atteggiamneto di innescare guerra, fuoco tra i lavoratori:
I colpevoli sono i lavoratori che non lavorano, che diffondono merda, la colpa è dei sindacati!!!

Caro Pensatore, ti ribadisco di pensare prima di parlare a vanvera o di accusare gli altri.
Se leggi l mio precednte post, non ho detto che i moderatori di questo blog oscurano dei post e la testimonianza è data appunto dalla pubblicazione del mio.

Ho detto e dico invece che si tenta da parte di alcuni di deviare gli argomenti che PREOCCUPANO i lavoratori, sperando che li conosca anche tu se lavori in questa azienda, parlando di altri.

Scommettiamo che a breve uscirà un post di Salpietro che con una predica, cercherà di ammorbidire gli animi e poi altri post che chiederanno le previsione dei propri segni zodiacali?

Comunque caro Pensatore, ti assicuro che non è questo problema.

Anzi ti dirò, non so tu chi sia ma sembri tanto il fratello di Salpietro senza la Bibbia........

E poi nei post le solite accuse, il solito linguaggio arrogante e prentuoso di chi sa di stare dalla parte della ragione, della verità, della onestà....

Diceva Totò: "Ma mi faccia il piacere......"

Una piccola osservazione a riguardo.

Ho tanti colleghi di varie sedi che prima della CDS, sentendoli parlare, approvavano la CIGS dei 700 lavoratori di allora che l'azienda voleva chidere al ministero e poi non avuta come ben sappiamo non per colpa del sindacato o dei lavoratori o dle ministero stesso. MA per colpa dell'azienda stessa che non aveva i requisiti per poterla chiedere ed aveva scambiato il ministero per la zecca dello stato dove andare a prendere i soldi per continuare a sperperare!

Questa è l'Italia!

Comunque, ritornando alla mia osservazione, questi colleghi di varie sedi, approvavano questi licenziamenti in massa che sicuramente non si fermavano a 700 lavoratori visto che coinvolgeva anche le TLC, perchè effettivamente eravamo in molti, all'epoca circa 2700, e se l'azienda voleva rilanciarsi doveva ridurre l'organico!

Che schifo, mi fa ribrezzo solo a scrivere!!!

Oggi invece, ora che sono stati anche loro bastonati con la CDS, sono così inkazzati di perdere soldi che la "loro" azienda non è più affidabile.
Oggi parlano male a destra e a manca perchè probabilemnte sono stai toccati anche loro nelle loro "tasche", nei loro "portafogli"!!!

CHE SCHIFO CHE SCHIFO CHE SCHIFO!!!

E poi rispondo all'anonimo che mi dice di "essere ua goccia nell'oceano" visdto che la totalità dei lavoratori pensa diversamente da me???

SEI SICURISSIMO DI QUELLO CHE DICI???

Comunque ammesso che tu abbia ragione, ti posso dire con assoluta franchezza, che non me può fregare un k.....

Io personalmente in questi ultimi lunghi anni, circa otto, sono andato avanti sempre a testa alta, senza aver mai lekkato a nessuno, per la mia strada.

Quando lavoro ho sempre dimostrato di guadagnare lo stipendio!

E tu???

Non sono uno di quelli che rimane dispiaciuto se è diverso dalla massa.
In genere la massa è sinonimo di qualunquismo.

E se la massa dei lavoratori pensano come te non posso farci nulla.


Comunque penso che alla fine, aldilà dei vari pensieri, siamo tutti lavoratori di una azienda e se lavoriamo significa che abbiamo bisogno dello stipendio altrimenti staremo alle Maldive.

Giusto fin qua??!??

Allora perchè non responsabilizziamo la proprietà Landi affinchè mettano in campo tutte le loro forze e tentano, loro che giocano tanto con le sorti degli altri, di sfidare le avversità, investendo e facendo crescere l'azienda senza licenziare e mettere in CIGS neanche un lavoratore???

Perchè non ci danno un segnale positivo visto che da due anni e mezzo non ne abbiamo visto neanche uno???

Penso che ciò che chiedo non sia un barzelletta ma una dimostrazione che non abbiamo bisogno di guerre o di massacrarci tra noi!

Se ancora oggi non si vede la situazione oggettiva di questa azienda che si trova in brutte acque per davvero e gli unici colpevoli sono i propietari, significa che si è ciechi!!!

Il Grillo Parlante

Pensatore ha detto...

"Comunque caro Pensatore, ti assicuro che non è questo problema.
Anzi ti dirò, non so tu chi sia ma sembri tanto il fratello di Salpietro senza la Bibbia........"

Solo perchè non uso i tuoi toni da comizio di piazza, ma mi piace avere un confronto più pacato, visto che siamo tutti nella stessa barca?
Peccato, mi spiace ma questo è un tuo problema. Libero di pensarla come ti pare, siamo in democrazia.
Ti faccio notare che l'arrogante sei tu, dato che l' "accusa" di parlare a vanvera, reiterata in questo post, l'hai sollevata TU verso di me.
Contento tu... da parte mia, non continuerò a rispondere ad attacchi personali in questi tuoi post. Se vuoi un confronto costruttivo, ben lieto di rispondere. Se invece il tuo intento è continuare su questa linea, da parte mia ho chiuso.
Grazie di nuovo.

Prof.Spugna ha detto...

Cari amici e colleghi,

vedo che anche in mia assenza qui le cose vanno avanti lo stesso ;-)

Sono tornati due vecchie conoscenze: Il Grillo Parlante e Cavallo Pazzo...stavo cominciando a preoccuparmi dove fossero finite queste due percorelle smarrite. Adesso che sono tornati a far vedere la loro firma mi sento meglio.

Ciò che posso invece dire che non sanno proprio nulla su come vanno le cose in azienda. Ne è la conferma che mentre stanno "gettando" fango sull'andamento dell'azienda, i numeri sono tutti dalla parte della proprietà. Non siamo certo fuori dal tunnel, ma la luce si vede e ben chiara. L'obiettivo non è difficile da raggiungere e i numeri daranno ragione alla direzione aziendale: che poi sono sempre loro...i LANDI.

L'azienda oggi ha una nuova consapevolezza su chi sono i lavoratori che lavorano e quelli che invece passano il tempo a spostare i fogli da una parte all'altra della scrivania, la CDS in questo ne da un'evidenza cristallina. Finalmente vedremo quelli che hanno rivinato quest'azienda da oltre 20 anni, fuori dalla porta. Per questo dovranno ringraziare solo se stessi in due anni hanno fatto di tutto per farsi cacciare dai clienti e dall'azienda/proprietà di oggi.

Non c'è che dire, se i LANDI avessero preso questa decisione senza conoscere singolarmente i dipendenti sarebbe stato un'ingiustizia. Ma oggi, dopo 2 anni, le cose sono molto più chiare.

Mi spiace per tutti coloro che hanno remato contro tutto questo tempo: tempo perso. A questi colleghi, la solita raccomandazione: iniziate a cercare un buon Santo a cui affidarvi...il calendario ne è pieno, basta cercare.

Bene ora non ci resta che raggiungere e superare l'obiettivo indicato nel piano industriale aggiornato a giugno: è alla nostra portata.

Forza ragazzi. Mancano poche settimane. L'avvento è appena iniziato (per gli ambrosiani), non facciamoci trovare impreparati al suo arrivo....il 25/dicembre ;-))

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

Per Grillo Parlante:

IO ALLORA SONO CIECO.

Mi associo al post di un collega il quale ipotizza che tu non sia un lavoratore Eutelia.
No, non puoi esserlo, non parleresti così.

Parli di responsabilità, ma tu come la dimostri? Fatti un esame di coscienza e arriverai alla conclusione che se l'Italia versa in queste condizioni è merito (o demerito) di gente come te, che semina odio, zizzania, falsità.
Proprio tu che chiedi un segnale positivo ma diffondi negatività, suvvia!
E ridimensiona le tue teorie strampalate: la verità sta nel mezzo, come la colpa.

Anonimo ha detto...

"L'azienda oggi ha una nuova consapevolezza su chi sono i lavoratori che lavorano e quelli che invece passano il tempo a spostare i fogli da una parte all'altra della scrivania, la CDS in questo ne da un'evidenza cristallina. "
Allora, dato che hai scritto che hai fatt CDS, ti ritrovi nel gruppo di queste persone, vero spugna/salpietro/giano?
Ti sei scoperto!!!

Anonimo ha detto...

Caro pensatore, Salpietro, anonimo "dopo" salpietro avete sfracellato i coglioni, rotto il cazzo.
Dopo due anni ancora questa favola dei "fannulloni", di gente che non vuole lavorare, gente che sputa nel piatto dove mangia. Dimenticavo che oggi va di moda criticare, ancora a dire i lavoratori, i nemici e gli amici. Sindacato si e sindacato no... venite a farvi un giro nelle sedi e vedrete il cima che si respira. Siamo ESAURITI, stanchi di fare sacrifici, perdere soldi, farci un mazzo cosi e giudicati "nullafacenti" da persone (per modo di dire) che nemmeno ci conoscono. Siete dei lecchini voi e tutta arezzo e teneti ben stretto il vostro samuele, ma andate via dalle nostre palle.
Ma avete mai combattuto per difendere un vostro diritto o vi siete sempre calati le braghe al primo urlo del vostro padrone?
Ormai dopo due anni lo hanno capito anche i bambini, gli aretini come tutti gli imprenditori italiani non sono beneffatori, voglio farsi i soldi e ristutturare castelli sulla pelle delle povere famiglie che campano con 1200 euro al mese questo non lo permetteremo mai e poi mai, che si chiamino Landi o Schisano per noi restano dei farabutti
Vogliamo gente serie, che porti commesse e non che le perda, gente che vuole aggredire il mercato e non fallimenti:
Arabia Saudita
Libia
Wi-Max
Mobyland
EOS
e sicuramente ne dimentico altre.
Vogliamo gente che ci metta alla prova sulle nostre professionalità e non in CDS
Come mai l'azienda contiuna a rimandare l'incontro con il ministero, adesso programmato per il 10 dicembre!! Cosa sta tramando??
La cosa piu' brutta e grave e che il sindacato nazionale sa e non parla! Da quanto tempo nelle varie sedi non si tiene più una assemblea. Ormai non ricordo piu
Spero tanto che i vari lecchini siano i primi a perire sotto le macerie!

Anonimo ha detto...

IO ALLORA SONO CIECO

NOOOOOOO molto più semplicemente stronzo

Anonimo ha detto...

ragazzi,
salcasso è tornato a pontificare ma adesso ha
lanciato un messaggio reale, concreto e terrificante.
Si legge infatti tra le righe deliranti del suo proclama che
adesso finalmente
l'azienda è
riuscita a capire chi sposta le carte e rema contro e chi
,invece, lavora e produce...ergo .. è
pronta la lista di CIGS senza ritorno per i cattivi e questa
volta ,dice il santone salcasso, non sarà una ingiustizia
poichè l'azienda ha dato due anni di tempo perchè i poveri diavoli
fossero redenti ma niente, loro proprio non vogliono
sentire ragioni..e quindi aff*c*lo, fuori dalle palle.
Vorrei solo capire ,da questo deficiente, chi e con quale
criterio stabilisce chi è buono e chi è cattivo!

Anonimo ha detto...

Salpietro, attento a quello che chiedi.........................
il destino potrebbe accontentarti.

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi, Anonimi,

mi pare proprio che vi sia mancato?

ma veniamo a noi:

"Salpietro, attento a quello che chiedi [..] il destino potrebbe accontentarti."

E' un'opzione che va sembre tenuta in considerazione: del doman non v'è certezza...non scordarlo mai, cerca quanto prima di tornare in Grazia di DIO, inutile rimandare quel che puoi fare oggi.

"Allora, dato che hai scritto che hai fatt CDS, ti ritrovi nel gruppo di queste persone, vero spugna/salpietro/giano?"

Tutti abbiamo fatto la CDS, chi più chi meno: se sei un collega questo dovresti saperlo.

"pronta la lista di CIGS senza ritorno per i cattivi"

Non mi pare che io abbia mai scritto CIGS? il fatto che l'azienda abbia oggi una visione più chiara delle professionalità e dei contratti servirà a fare ordine. Non mi aspetto che qualcuno venga lasciato a casa, ma piuttosto verrà riallocato: dove? non so risponderti...io spero dove non possa fare altri danni a se o agli altri.
Se fra questi potrei esserci anch'io? forse si, forse no. In ogni caso è più importante salvare l'azienda e molti posti di lavoro che trascinarsi in questo modo alle deriva.

Non siamo la Telecom, la RAI, l'ENEL, l'Alitalia o una ONLUS...le aziende vivono se sono produttive e producono valore per chi le possiede: concetto molto difficile da capire per qualcuno.

"quale criterio stabilisce chi è buono e chi è cattivo!"

C'è un padrone se non l'hai capito: chi altri vuoi che decida?

"Spero tanto che i vari lecchini siano i primi a perire sotto le macerie"

Se intenti tutti quelli che non la pensano come te: andiamo proprio bene...anzi meglio.

Ed io che pensavo che il sapere che quest'azienda sta per uscire dal tunnel fosse una buona notizia... i poveri diavoli invece l'hanno presa come una discrazia.

Peggio per loro. Finché c'è vita, c'è speranza di salvezza per tutti: non dimenticatelo!


Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

I coglioni ce li hai sfracellati tu, ma che cazzo vuoi? Io ringrazio, eh si, chi mi dà lo stipendio, non te che semini caos e la sensazione è che sia un 'azione fatta ad arte per creare scompiglio.

Tu ce li hai sfracellati a me e a altri colleghi che invece vogliamo solo continuare a fare il nostro dovere, che ringraziano chi finora è riuscito a mandare avanti la baracca tra mille difficoltà ma garantendo a TUTTI lo stipendio alla fine del mese. Tu che sali sul pulpito per elencare presunti fallimenti ma che ne sai???
Ma come cazzo pensi che ci pagano gli stipendi con i soldi che gli dai te? A proposito, sono sempre più convinto, e come me tanti altri, che tu non sei un dipendente Eutelia ma magari...un sindacalista represso e se fosse vero il mazzo non te lo fai di sicuro...parassita della società.

Anonimo ha detto...

Per Grillo Sparlante:

quando non si hanno argomenti si insulta, tipico dei bolscevichi.

Anonimo ha detto...

Caro Grillo, sei grande e ti assicuro che non sei da solo!

Ci sono tanti che vorrebbero ringraziarti per ciò che dici!

Sono d'accordo su tutte le tue osservazioni......

Ciaooooooooo

Anonimo ha detto...

CONCORDO PIENAMENTE ED IN PERFETTA SINTONIA CON IL POST DI SEGUITO RIPORTATO

Il Grillo Parlante


Anonimo ha detto...
Caro pensatore, Salpietro, anonimo "dopo" salpietro avete sfracellato i coglioni, rotto il cazzo.
Dopo due anni ancora questa favola dei "fannulloni", di gente che non vuole lavorare, gente che sputa nel piatto dove mangia. Dimenticavo che oggi va di moda criticare, ancora a dire i lavoratori, i nemici e gli amici. Sindacato si e sindacato no... venite a farvi un giro nelle sedi e vedrete il cima che si respira. Siamo ESAURITI, stanchi di fare sacrifici, perdere soldi, farci un mazzo cosi e giudicati "nullafacenti" da persone (per modo di dire) che nemmeno ci conoscono. Siete dei lecchini voi e tutta arezzo e teneti ben stretto il vostro samuele, ma andate via dalle nostre palle.
Ma avete mai combattuto per difendere un vostro diritto o vi siete sempre calati le braghe al primo urlo del vostro padrone?
Ormai dopo due anni lo hanno capito anche i bambini, gli aretini come tutti gli imprenditori italiani non sono beneffatori, voglio farsi i soldi e ristutturare castelli sulla pelle delle povere famiglie che campano con 1200 euro al mese questo non lo permetteremo mai e poi mai, che si chiamino Landi o Schisano per noi restano dei farabutti
Vogliamo gente serie, che porti commesse e non che le perda, gente che vuole aggredire il mercato e non fallimenti:
Arabia Saudita
Libia
Wi-Max
Mobyland
EOS
e sicuramente ne dimentico altre.
Vogliamo gente che ci metta alla prova sulle nostre professionalità e non in CDS
Come mai l'azienda contiuna a rimandare l'incontro con il ministero, adesso programmato per il 10 dicembre!! Cosa sta tramando??
La cosa piu' brutta e grave e che il sindacato nazionale sa e non parla! Da quanto tempo nelle varie sedi non si tiene più una assemblea. Ormai non ricordo piu
Spero tanto che i vari lecchini siano i primi a perire sotto le macerie!

lunedì, 17 novembre, 2008

Anonimo ha detto...

Salpietro scrive:

"Finalmente vedremo quelli che hanno rivinato quest'azienda da oltre 20 anni, fuori dalla porta. Per questo dovranno ringraziare solo se stessi in due anni hanno fatto di tutto per farsi cacciare dai clienti e dall'azienda/proprietà di oggi".

Ecco, in questa frase estrapolata dal post di Salpietro si vede uno spaccato del modo di fare di oggi in Italia inculcata dal governo che oggi ci meritiamo!

Si cerca di nascondere ciò che succederà crudelmente e tragicamente facendo cavalcare con entusiasmo la gloria che i fannulloni vanno via!

Ma andate tutti affanculo, avete rotto i coglioni!!!

Andata a zappare la terra che è l'unica cosa che potete fare!
Anzi vi manderei tutti in una miniera e butterei poi le chiavi del cancello!

Ma che razza di persone siete, come kazzo siete fatti!

Parlate della vita di lavoratori, di persone e delle loro rispettive famiglie come se fosse tutto un gioco pur di assecondare e lekkare le facezie della proprietà pe rtutelarvi il vostro sporco culo??!?!

MA COME VI PERMETTETE MASSA DI VERMI, PECORONI CHE NON SIETE ALTRO?!?

MA COME KAZZO RIUSCITE A DORMIRE LA NOTTE??? SPUTATEVI IN FACCIA DA SOLI!!!

Il Grillo Parlante

Anonimo ha detto...

Come mi aspettavo:

la maggior parte dei commenti arrivano da Arezzo e nessuno ma dico nessuno che risponda ai temi.

Solo ad accusarmi di essere fannullone, scansafatiche, sindacalista.............manca solo di essre fannullone di sinistra e stiamo al completo!

Vergognatevi arroganti che non siete altro!

Bahhhhhhhhh

Il Grillo Parlante

Anonimo ha detto...

Per Grillo Parlante:

ho la netta sensazione che tra poco a lavorare la terra ci andrai tu.

Anonimo ha detto...

Lasciali stare caro Grillo Parlante, il "so tuttuo io" Salpietro e i lecchini di Arezzo continuano a difendere il padrone accusando noi di essere degli scansafatiche. Ripeto: oggi purtoppo è un moda per nascondere i veri problemi. Ma circa 80% dei colleghi ormai ha capito benissimo lo scenario che hanno creato i padroni e adesso quello che ci attende nel 2009.
Salpietro lo conosciamo bene dai tempi della getronics e sappiamo che è un vero "paraculo" qundi ogni commento è superfluo. Per quelli di Arezzo, bhè che dire, ognuno ha ciò che si merita!!!
Per quanto riguarda gli stipendi io non devo ringraziare proprio nessun se non me stesso: mi alzo regolarmente tutte le mattine per raggiungere in orario il mio posto di lavoro (come fanno milioni di italiani), ho sempre la stssa voglia di mettermi al servizio dei colleghi e dell'azienda. Sono a completa disposizione dei miei responsabili per tutto ciò che sia inerente all'attività lavorativa che mi viene assegnata. Ho una professionalità che non mi ha data Eutelia (anzi in due anni mi ha fatto perdere molto) ma Olivetti Ricerca e poi Getronics. Vorrei ricordarti che gli stipendi in due anni sono stati pagati con i 54 milioni dei TFR Getronics e i 20 milioni della Bull. Oggi i 41 milioni del Governo italiano, e forse a te che parli tanto di scansafatiche il tuo stipendio è stato pagato proprio con una quota del MIO TFR.
La verità è che siete delle merdaccie senza palle, pensando che leccando il culo o il pisello del padrone (come sicuramente avete sempre fatto sin dai tempi della scuola) vi possa salvare il culo.

Anonimo ha detto...

Ma come cazzo pensi che ci pagano gli stipendi con i soldi che gli dai te?

Risposta:
TFR di Getronics
TFR di Bull
CDS del governo italiano

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti,
forse stiamo tutti esagerando. E' forse giunto il momento di placare un pò i toni della discussione e di riperndere un dialogo più costruttivo. Poche volte ho letto questo blog ma vi ho sempre trovato due fazioni al muro contro muro, uno scontro tra persone che dovrebbero chiamarsi colleghi e dovrebbero lavorare insieme. Da una parte Salpietro ed i suoi che a parere mio sbagliano nel dare indiscriminatamente dei fannulloni a tutti i lavoratori ex-Bull ed ex-Getronics perchè, nelle fila di queste aziende, oltre a qualche mela marcia che è propria di qualsiasi azienda al mondo, ci sono persone che giornalmente mettono la propria professionalità al servizio del cliente e quindi dell'azienda. Persone che non si vedono e non si sentono perchè fisicamente lontane dall'azienda, ma che portano un contributo fattivo alla stessa. Persone che arrivano dal cliente con contratti di 3 o 6 mesi e che rimangono dallo stesso per 7 o 10 anni. Persone che litigano in azienda contro decisioni che, seppur più remunerative sul brevissimo tempo, comportano una perdita notevole in profitti e commesse a medio e lungo termine. Persone che preparano una gara con cura maniacale e vedono vanificare mesi di lavoro perchè un rappresentante della rti si dimentica una firma.
Persone che forse andranno in CIG, non perchè incompetenti o fannullone ma solo perchè si trovano al posto sbagliato nel momento sbagliato. Ma una tirata d'orecchie anche ai colleghi, perchè un conto è non essere in disaccordo con un'idea un altro inveire in quel modo contro "PERSONE". Perchè ci dobbiamo sempre ricordare di essere persone che dovrebbero essere dotate di un cervello per ragionare. Il mio saluto vada a tutti i lavoratori del gruppo qualunque sia il livello e la mansione.

Buon lavoro.

Anonimo ha detto...

Nell'ultimo bilancio l'azienda ha dichiarato un buco da -113 milioni euro.........

+54 li ha ricevuti dalla Getronics
circa +20 li ha ricevuti dalla Bull
+41 li ha ricevuti dal governo italiano.
Se non erro è fa +115 milioni....... guarda caso quasi la stessa cifra del deficit aziendale.....
CHE STRANA LA VITA!!!!

Anonimo ha detto...

salcasso scrive:

Non mi pare che io abbia mai scritto CIGS? il fatto che l'azienda abbia oggi una visione più chiara delle professionalità e dei contratti servirà a fare ordine. Non mi aspetto che qualcuno venga lasciato a casa, ma piuttosto verrà riallocato: dove? non so risponderti...io spero dove non possa fare altri danni a se o agli altri.

NON VI RICORDA NULLA, RIALLOCAZIONE PER I CATTIVI, DOVE? NON SI SA! FORSE NEL CONTENITORE "UNALLOCATED" DA DOVE PESCAVA IL BUON EUGENIO?

Anonimo ha detto...

E' proprio come dicono i colleghi dello STAC di Milano: lo spugna/salpietro/giano risponde solo a quello che più gli fa comodo e sempre con la solita tiritera...
Ma chi ha avuto, dei nostri capi supremi, di promuoverlo alle mansioni che adesso ricopre? Gli hanno dato una mano e lui s'è preso l'intero braccio e continua a spalar giudizi su tutti ma non su sè stesso.
A bello, ma che facevi prima?
Eri nascosto dal cliente?
Ti tenevi il tuo bel posticino al caldo caro caro mentre i colleghi VERI tecnici se ne andavano in giro dai vari clienti e facevano scioperi, manifestazioni anche in Olanda, contro lo Schisano...
Di te nemmeno l'ombra.
Torna da dove sei venuto e lascia stare i Santi e continua a giocare con i fanti.
Grazie.
Del tuo stipendio nulla si sa, vero??

Anonimo ha detto...

scrive salcasso:
"C'è un padrone se non l'hai capito: chi altri vuoi che decida?"

Si chiama datore di lavoro, padrone è un termine arcaico
che risale ai primi del 900.

La tua intelligenza è rozza,spigolosa ,fatta di bianco e nero
e di verità assolute. Non hai alcuna capacità di analisi!

Volevo solo esprimere un concetto banale in un mio precedente post: adesso
il collega in esubero sarà il povero diavolo, allocato su una commessa
non profittevole, che si trova nel posto sbagliato ,nel momento sbagliato?

Sarà così, figurati cosa cazzo gliene ne frega al tuo "PADRONE"delle competenze
e dei titoli e, quindi, non sperare che quelli buoni lo siano veramente!

Ma secondo te è colpa del dipendente se si trova non allocato? o tuo e della azienda?
Fatti un esame di coscienza , caro salcasso, e scoprirari che la vera
ingiustizia è quella di mantenere te, e quelli come te, in azienda.

La responsabilità del disastro commerciale su chi deve ricadere , su chi
fa il proprio dovere o su chi fa le strategie?

E quale è la strategia di vendita che hai messo in campo insieme al
tuo padrone in questi due anni:
il NULLA, nè prodotti hardware, nè servizi , nè software applicativo, nè
software di base, nè formazione dei dipendenti, uno stracazzo di niente.

Nella vecchia olivetti di un tempo sareste stati cacciati a pedate nel culo!!!

L'unica cosa che Siete riusciti a fare bene è quella di mangiarvi le liquidazioni
ricevute.


.a dimenticavo , rimane forse, come asset strategico, la tua consulenza, forse
con quella riusciamo a risollevare i ricavi!

Però purtroppo i tuoi skills possiamo venderli ad un solo cliente: il vaticano

Anonimo ha detto...

Anonimo dice:
"ho la netta sensazione che tra poco a lavorare la terra ci andrai tu".


Ti assicuro che per me non sarà un problema!

Ho rispetto ed educazione per tutti i tipi di lavoro, per tutti i lavoratori, per tutte le persone!

Per te invece sarà un problema andare a zappare la terra visto che non hai rispetto ed educazione verso gli altri lavoratori/colleghi, verso gli altri tipi di lavoro, verso le altre persone!

Il Grillo Parlante

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Buongiorno a tutti,
forse stiamo tutti esagerando. E' forse giunto il momento di placare un pò i toni della discussione e di riperndere un dialogo più costruttivo.


Sono d'accordo con te!!!
Infatti se rileggi i miei ultimi post vedrai che ho subito premesso che ogni lavoratore non "deve" dichiarare guerra o lekkare il culo a nessuno!

I successivi post di risposta che ho avuto dai vari lekkaculi e nei quali nessuno ma proprio nessuno ha commentato i temi che trattavo nelle osservazioni ma hanno pensato solo a deviare il discorso e ad offendere me e gli altri come lavoratori fannulloni.

Sono degli artisti della falsità

Il Grillo Parlante

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto:
"Tu ce li hai sfracellati a me e a altri colleghi che invece vogliamo solo continuare a fare il nostro dovere, che ringraziano chi finora è riuscito a mandare avanti la baracca tra mille difficoltà ma garantendo a TUTTI lo stipendio alla fine del mese".


Dando per scontato che tu sia un collega e quindi un lavoratore come me di quest'azienda, pensi che tu faccia il proprio dovere e guadagni lo stipendio mentre io no??!??

Cerco di farti capire che questa forma di rivalità è stato uno dei mali fin dai tempi dell'acquisizione!

Anzi ti dirò che non so se continuavate ad avere lo stipendio senza l'operazione di acquisizione della Getronics/Bull, nonostante tu faccia il proprio dovere!

Per tua informazione anche io mi impegno quotidianamente nelle attività che svolgo e di volta in volta mi sorprendo e mi chiedo perchè la proprietà vuole portare allo sfascio le professionalità e le attività di rilievo che ha?!?

Il Grillo Parlante

Anonimo ha detto...

Caro anonimo del 18 Novembre, tu scrivi pacatamente e, mi sembra, ti collochi aldilà delle parti. Che poi spesso parti non sono in quanto quasi tutti siamo nella stessa barca. Forse c'è chi è disposto a salvarsi a discapito di altri, chi crede di essere in qualche modo protetto. Il fatto è che se come leggo nei vari interventi si prospetta anche la cassa integrazione a zero ore ( o cessioni ad aziende spazzatura )molti di noi, magari monoreddito, dovranno cercare di tirare avanti con poco più di 700 euro al mese. Per due anni. Poi? E' difficile essere sereni. Non credi? Il tuo augurio di buon lavoro è per tutti noi? Non credi che sarebbe ora di farla finita con la tiritera dei fannulloni? E perchè ancora andare avanti con le mele marce?
In una grande azienda le mansioni e gli incarichi dovrebbero essere sufficienti a dare ad ognuno di noi il giusto posto e la giusta retribuzione. Dici bene quando sostieni che forse molti hanno il torto di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. E allora? Basta per trovarsi senza lavoro? E' questo il sociale che abbiamo costruito?
Si potrebbe continuare ... ma poi finirei per scrivere cose sgradevoli..............
Un caro saluto a tutti!

Anonimo ha detto...

Media, telefonici e hitech finita la crescita ora si taglia


LA TEMPESTA SUI MERCATI / DOPO LE BANCHE E L’AUTO ORA L’ONDATA DELLA CRISI SI ABBATTE SUL SETTORE TECNOLOGICO RIPORTANDOLO



ETTORE LIVINI




Non solo banche, assicurazioni e auto. Lo tsunami subprime – dopo aver devastato la finanza mondiale e fatto tremare i big three di Detroit – inizia a tracimare anche in settori che sembravano immuni dal suo contagio. I consumi languono, le aziende non hanno più soldi in cassa e ormai anche il mondo dell’hitech, dei media e delle tlc è costretto a pagare il suo obolo alla crisi a suon di tagli agli organici e profit warning.
La mappa del disastro, in questo caso, è a macchia di leopardo. C’è chi ha la febbre altissima, come la stampa americana, chi per ora ne ha solo un paio di linee come le tlc europee. Ma il risultato non cambia, tutti hanno impugnato la scure per ridurre gli organici e prepararsi a un periodo di vacche magre destinato a durare secondo gli analisti almeno un paio d’anni.
La fotografia dei guai dell’hitech è riassunta in un paio di dati significativi: le vendite di elettronica di consumo, computer e software solo nel mondo delle imprese scenderanno quest’anno per First American Funds di 170 miliardi, il 5% in meno, primo calo dalla bolla Internet di inizio millennio. Una zavorra cui va aggiunto per i media il crollo della pubblicità.
A paradigma valgono per tutti i dati del New York Times, il cui rating sul debito è stato appena ridotto al livello di obbligazione spazzatura: le entrate per inserzioni del quotidiano e del suo sito sono crollate nel terzo trimestre del 16% e non basta il boom di vendite del giorno dell’elezione di Obama per consolare i suoi azionisti che da inizio anno hanno visto dimezzarsi il valore dei loro titoli.
I media americani, non a caso, hanno già avviato drastici tagli agli organici che non hanno risparmiato nemmeno mostri sacri come Time Warner, la Gannett che edita Usa Today (tremila posti in meno) e il Los Angeles Times. Non solo: un paio di editori locali, il Minnesota Star Tribune e il Philadelphia News, hanno alzato bandiera bianca entrando in Chapter 11.
Se la old economy delle comunicazioni è in affanno, nemmeno i mostri sacri dell’hitech del terzo millennio sono immuni dalla crisi. Perfino Google (complici le nozze con Doubleclick) è stata costretta a rivedere gli organici lasciando a casa un po’ di persone per la prima volta in dieci anni. Una rivoluzione culturale visto che solo l’anno scorso, per dare un’idea, il colosso dei motori di ricerca ne aveva assunte ben 6.700. Yahoo!, in attesa di una mossa di Microsoft, ha già annunciato un migliaio di esuberi mentre pure eBay sta valutando pesanti interventi sulla sua forza lavoro.
Il ciclone della crisi ha travolto anche i big dei personal computer, lasciando per ora indenne solo la Apple che ha in listino un antidoto antirecessione come l’IPhone. La Hewlett Packard ha spedito lettere di licenziamento a oltre 24mila persone, di cui 9mila tra Europa ed Asia. Altre 10mila daranno l’addio alla Motorola, cui non è bastata la scissione per tamponare il calo della redditività. Un piano che prevede anche la chiusura del centro ricerche di Torino in cui lavoravano circa 400 persone.
I guai, del resto, hanno una diffusione geografica rigorosamente bipartisan, spalmata equamente sulle due sponde dell’Atlantico. La Nokia Siemens, vittima della crisi dei telefonini (4% di vendite previste nel 2008 secondo Merrill Lynch, primo calo da un decennio) ha messo in cantiere 1.820 esuberi tra Germania e Finlandia. Alcatel Lucent ha in programma di spedire circa 4mila lettere di licenziamento nei prossimi mesi mentre pure Sony Ericsson pagherà un pedaggio occupazionale alla crisi dei consumi.
Soffrono un po’ meno invece i giganti mondiali delle tlc. Per due motivi: in primis perché il loro business è lievemente più anticiclico rispetto a quello di aziende più esposte sul fronte dei consumi. Poi perché buona parte di loro ha iniziato a tirare la cinghia già da qualche tempo, avviando severi piani di riduzioni dei costi.
La strada del riassetto però è ancora lunga e lastricata di sacrifici: la British Telecom, per dire, ha annunciato questa settimana un nuovo taglio di 10mila posti di lavoro per far fronte al calo dei margini. Itv, la tv via cavo, ne ha in programma un migliaio.
Vodafone, regina mondiale della telefonia cellulare, ha rivisto i suoi piani di crescita: il neo amministratore delegato Vittorio Colao ha già presentato un piano per ridurre i costi di un miliardo di sterline e ha ammesso – ricevendo un applauso dl mercato – che il colosso inglese congelerà la sua politica di acquisizioni, puntando per un po’ a consolidare la sua leadership sui mercati più importanti e cogliendo eventuali acquisizioni solo a fronte di dismissioni di attività marginali. Una rivoluzione per un gruppo fino a pochi mesi fa attivissimo sul fronte dello shopping.
Le cose – malgrado le difficoltà a far quadrare i conti –vanno un po’ meglio per Deutsche Telekom, France Telecom e Telefonica. Mentre Telecom Italia, reduce da travagliati passaggi proprietari e zavorrata da una struttura patrimoniale più debole rispetto ai concorrenti, è stata già costretta a varare un piano per il ridimensionamento di 5mila posti nel corso dei prossimi tre anni.
Nel nostro paese, tra l’altro, oltre a Bt anche H3g ha allo studio una revisione del personale destinata a riguardare circa 450 persone mentre Eutelia – già costretta a ricorrere al contratto di solidarietà per 2.200 dipendenti – naviga in acque non proprio serene. E il governo, non a caso, sta studiando un piano di pesanti investimenti sulla rete per provare a lanciare una ciambella di salvataggio a un settore ormai in ginocchio.

Studente ha detto...

Spugna, lei che Prof., mi potrebbe quanto segue?
"i numeri sono tutti dalla parte della proprietà ... i numeri daranno ragione alla direzione aziendale: che poi sono sempre loro...i LANDI."

Gli ultimi numeri ufficiali, a mio modesto parere, dicono il contrario.

Dati consolidati al 30 settembre 2008:
• Valore della produzione pari ad Euro 319,2 milioni rispetto ad Euro 289,8 milioni nei primi nove mesi del 2007
• Margine Operativo Lordo pari ad Euro -18,6 milioni rispetto ad Euro 28,7 milioni nei primi nove mesi del 2007
• Risultato operativo pari a – 89,9 milioni di euro rispetto ad Euro- 8,2 nei primi nove mesi del 2007
• Risultato netto a circa -113,1 milioni di Euro, rispetto ad Euro -10,8 milioni nei primi nove mesi del 2007

Praticamente, nonostante l'aumento del fatturato, va tutto molto peggio dello scorso anno.

A quali numeri si riferisce? Potrebbe citare la fonte di questi numeri?

La ringrazio in anticipo per la sua cortese spiegazione.

Anonimo ha detto...

MILANO (MF-DJ)--Dallo scorso 10 novembre Finital - Finanziaria Italiana Spa ha ridotto la propria quota in Eutelia dal 35,325% detenuto dal 7 luglio al 25,745%.

Lo si apprende dalle comunicazioni societarie alla Consob rese note oggi. red/pl


(END) Dow Jones Newswires

November 19, 2008 10:50 ET (15:50 GMT)
-----------------------------------
MILANO (MF-DJ)--Dallo scorso 10 novembre F.Finanziaria Srl ha incrementato la propria quota in Eutelia dal 10,591% detenuto dal 30 giugno 2005 al 13,432%.

Lo si apprende dalle comunicazioni societarie alla Consob rese note oggi. red/pl


(END) Dow Jones Newswires

November 19, 2008 10:52 ET (15:52 GMT)
-----------------------------------

stanno scappando?
anche se qualcuno dice:
".... i numeri sono tutti dalla parte della proprietà."

Si nelle tasche della proprietà.
Questi son peggio di Schisano!!!!!

Castelpoggio ha detto...

Avete tutta la nostra solidarietà. Avete informazioni voi che ci lavorate su quando verranno iniziati i lavori per la banda larga a Carrara. (lavori relativi al bando regionale vinto sulle aree rurali ?)

Anonimo ha detto...

Penso che un pò tutti abbiamo letto il comunicato dell'azienda sul sito Eutelia.
la consob ha bloccato il bilancio del 2007 perchè ci potrebbero essere delle irregolarità. A casa mia lo chiamiamo "falso in bilancio"
Vorrei chiedere ai vari santoni e guru (alias servi del padrone) se
anche questo è colpa dei lavoratori fannulloni, scansafatiche e disonesti naturalmente con la complicità del sindacato che in queste cose c'entra sempre.
Non è assolutamente da imputare alla propietà perchè sappiamo benissimo che se una azienda va malissimo e ha -113 milioni di debiti il problema sono i lavoratori e non chi dovrebbe dirigire le strategie di mercato dell'azienda. NON c'è assolutamente malafade o disonestà a fare queste cose vero? Tanto poi sono brave persone che inviano i soldi ai bambini dell'Africa.

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi, Anonimi,

Spugna, lei che Prof., mi potrebbe quanto segue?
"i numeri sono tutti dalla parte della proprietà ... i numeri daranno ragione alla direzione aziendale: che poi sono sempre loro...i LANDI."


E' così ;-)

"Gli ultimi numeri ufficiali, a mio modesto parere, dicono il contrario."

Sono dati consolidati a settembre, siamo quasi a fine novembre..le cose vanno avanti.

Salpietro ed i suoi che a parere mio sbagliano nel dare indiscriminatamente dei fannulloni a tutti i lavoratori ex-Bull ed ex-Getronics

TUTTI i lavoratori??? mai detto una stupidagine del genere...ce ne sono ancora, ma sono la minoranza oramai.

stanno scappando?
Speriamo di no, perchè altrimenti qualcuno non avrebbe più un piatto dove sputare.

Praticamente, nonostante l'aumento del fatturato, va tutto molto peggio dello scorso anno.

Prendi una società IT o TLC (quotata in borsa o meno) è fai un confronto con il nostro bilancio....e l'andamento dei mercati: è vero che andiamo peggio degli altri anni...ma c'è chi da questa crisi ci sta lasciando le penne.

A quali numeri si riferisce?

A quelli comunicati dall'azienda. se confrontato con le performance del 2007, è ovvio che le cose non sono così positive, ma se confrontato con l'obiettivo dichiarato a metà anno...le cose sono abbastanza positive.

Potrebbe citare la fonte di questi numeri?

No. Le ricordo che Eutelia è un'azienda quotata in borsa e questo è un blog pubblico.

a consob ha bloccato il bilancio del 2007 perchè ci potrebbero essere delle irregolarità.

Esatto, "potrebbe"...fai bene ad usare il condizionale...fino ad oggi le denunci dei poveri diavoli sono tutte finite nel vuoto.

"A casa mia lo chiamiamo "falso in bilancio" si vede che a casa tua si usa.

anche questo è colpa dei lavoratori fannulloni, scansafatiche e disonesti naturalmente con la complicità del sindacato che in queste cose c'entra sempre. Se lo dici tu, potrei anche crederci (sto scherzando ovviamente...non credo a nulla che venga da uno così)

Però mi chiedo, anzi chiedo a Voi poveri diavoli, se siete così convinti che a gennaio saremo tutti a casa: spero che almeno voi Vi stiate cercando un altra collocazione...altrimenti come passerete il tempo?

Ma mi sa che neppure voi credete più alle cose che dite.

A presto, il 25 novembre, con il suo nuovo messaggi di speranza per tutti ;-)

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

Eutelia ha lasciato sul terreno il 9,04% dopo che la Consob ha deciso di avviare l'impugnazione
del bilancio 2007

TGCOM

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi, Anonimi,

mai definizione poteva essere più azzeccata per definire il male che affligge i nostri kompagni di viaggio:

L'accidia

Disiniteresse per il presente e mancanza di prospettive per il futuro.

Il termine

Il termine, nel greco classico, designa la negligenza, l'indifferenza, la mancanza di cure e di interesse per una cosa. Designa inoltre l'abbattimento, lo scoraggiamento, la prostrazione, la stanchezza, la noia e la depressione dell'uomo di fronte alla vita.

É lo smarrimento estremo: si produce uno stato d'animo che intacca e rischia di disorientare tutto ciò che raggiunge.

Due conseguenze tipiche sono l'instabilità e il disprezzo per gli impegni della propria vita.

L'uomo non padroneggia più la vita; le vicende lo avviluppano inestricabili, ed egli non sa più vederci chiaro.

Non sa più come cavarsela in determinate vicende della propria esistenza; e il compito a lui affidato gli si erge davanti insuperabile, come la parete di una montagna.

mi fermo qui, chi si sentisse colpito da questo peccato capitale, sa bene cosa fare per liberarsene al più presto. Chi invece vuol far finte di niente, anche.

Qualcuno scrisse:

Il lavoro mi piace, mi affascina. Potrei starmene seduto per ore a guardarlo.
Jerome K. Jerome

La cosa più deliziosa non è non aver nulla da fare: è aver qualcosa da fare, e non farla!
Marcel Achard

Chi ha orecchie per intendere intenda.

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

"A casa mia lo chiamiamo "falso in bilancio" si vede che a casa tua si usa.


Salpiè, ma riesci qualche volta nella tua vita ad essere un uomo serio, rispettoso ed educato.

Anonimo ha detto...

Vedo dai post che in effetti non sono una goccia nell'oceano.

Il Grillo Parlante

Anonimo ha detto...

Salpy, conosco dei bravi professionisti che potrebbero curarti........certo nessuna possibilità di ritrovare un sano intelletto.....però forse hai ragione tu! Per ritrovare una intelligenza sufficiente alla sopravvivenza tra gli umani è meglio che ti affidi alla tua madonna ed ai tuoi santi.
Però abbi pietà di noi.....non diverti nemmeno più! Mi fa male pensare che un uomo per sperare di continuare a tirare la carretta debba sostenere quello che scrivi.
Se poi ci credi davvero ...........ti perdono!

Anonimo ha detto...

Salcasso,sei un delirio vivente,parlaci delle strategie di vendita che hai messo in campo in questi anni,parlami dell'offerta Eutelia, non laconosco!

Anonimo ha detto...

Ecco un articolo di giornale da dove si legge che Eutelia dovrà sborsare dei "soldini" in quanto è stata condannata insieme ad altre 12 società per truffa.

Ecco un'altra disfatta di questa società sempre per colpa dei lavoratori e del sindacato.





TRUFFA DIALER, ANTITRUST MULTA TELECOM E ALTRE 12

ROMA - Bollette da capogiro perché senza saperlo la connessione Internet si spostava su collegamenti a prefissi internazionali satellitari. E' accaduto a centinaia di consumatori che hanno denunciato il caso all'Antitrust. E oggi il Garante risponde con una multa a Telecom e altre dodici società coinvolte di 2,4 milioni di euro complessivi (di cui 325.000 euro solo per Telecom Italia). La società in questione ribadisce "la propria estraneità" a questo tipo di frodi e annuncia il ricorso al Tar contro la multa dell'Antitrust.

Le associazioni dei consumatori invece plaudono alla decisione del Garante ma evidenziano che mancano i risarcimenti per i cittadini raggirati. Le tredici società multate dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato per "pratiche commerciali scorrette" sono: Telecom Italia, Elsacom, Csinfo, Eutelia, Karupa, Teleunit, Voiceplus, Drin Tv, AbcTrade, Telegest Italia, Aurora Uno, Ot&t, Ivory Network Limited. Il procedimento era stato avviato - spiega l'Antitrust - dopo le centinaia di segnalazioni con le quali i consumatori lamentavano addebiti nella bolletta telefonica relativi a chiamate o connessioni verso numerazioni 'satellitari internazionali' e 'speciali di altri gestori' mai effettuate.

Colpevole del caro-bolletta in realtà era quasi sempre l'automatica installazione di 'dialers', una sorta di virus che altera i parametri della connessione ad Internet impostati sul computer dell'utente, agendo sul numero telefonico del collegamento e sostituendolo con un numero a pagamento maggiorato su prefissi internazionali satellitari o speciali.

Anonimo ha detto...

Poveri diavoli se non ci fosse Mamma Eutelia sareste sui marciapiedi .........abbandonati come cani a rinforzare le file di disoccupati...
e Voi che fate? come pecore date della puttana alla Vostra Madre
O forse i "poveri diavoli" sono i lavoratori della concorrenza? che hanno paura di perdere altri posti di lavoro?

Stareste meglio in Telecom Italia?

Anonimo ha detto...

ma se lo dice lei stesso che ci sono coinvolte 12 società di telecomunicazioni da Telecom in giù, ma ci faccia il piacere (di stare zitto!)

Anonimo ha detto...

per grillo parlante: e meno male che non sei una goccia nel wc.

Anonimo ha detto...

per gli abitanti di castelpoggio: percheé non ve la mette Telecom la banda larga (ci sarebbe da ridere..)

Anonimo ha detto...

Poveri diavoli se non ci fosse Mamma Eutelia sareste sui marciapiedi .........abbandonati come cani a rinforzare le file di disoccupati...
e Voi che fate? come pecore date della puttana alla Vostra Madre
O forse i "poveri diavoli" sono i lavoratori della concorrenza? che hanno paura di perdere altri posti di lavoro?

Stareste meglio in Telecom Italia?


Perlomeno la Telecom, come l'Alitalia, è un'azienda molto più importante
dell'Eutelia. Più importante strategicamente, e quindi più protetta dallo Stato.

Dell'Eutelia non frega niente a nessuno:la maggior parte delle persone non ne hanno mai sentito parlare!

C'è poco da ridere: tra poco le aziende medio-piccole passeranno sotto il setaccio della crisi.Visti:
-il valore commerciale dell'Eutelia, quasi zero;
-il bilancio poco trasparente;
-l'indagine della GDF sull'evasione fiscale (a proposito a che punto è?);

non supereremo il prossimo livello della crisi.

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Che vi dicevo?

Estratto da http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=8754

...L'Antitrust ha deciso di multare Telecom Italia (e per Eutelia si prospetta seriamente il fallimento) ma non ha deciso nulla per i rimborsi dei "truffati satellitari"...

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Estratto da

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=35408&sez=HOME_NOSTRISOLDI&ssez=

Le sanzioni deliberate sono...215 mila euro per Eutelia...

TUTTI IN GALERA!!!

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Telecom Italia taglia 5.ooo posti di lavoro
LO SAI ?
+ LANDI
- FANTI

Spero che con l'occasione della crisi facciano piazza pulita di colleghi come Te che hanno il solo obbiettivo di fare come Sansone.

O forse non sei un collega?

Anonimo ha detto...

Il grido deve essere uno solo:

+ LANDI
- FANTI
+ LANDI
- FANTI
+ LANDI
- FANTI

Speriamo che facciano presto piazza pulita... vogliamo solo i Landi alla guida!

Anonimo ha detto...

Le sanzioni deliberate sono...215 mila euro per Eutelia...

purtoppoa hai dimenticato di dire che è colpa dei lavoratori ex Getronics ed ex Bull con la complicità del sindacato

Anonimo ha detto...

Carissima redazione,
vorrei conoscere il tuo punto di vista: come mai permetti ad un utente di questo Blog come Salpietro di offendere la mia famiglia e se lo rispondo per le rime mi censuri il post.
Grazie se avrai la possibilità di rispondermi

Un vecchio utente

Anonimo ha detto...

Ormai dopo due anni questa storia dei lavoratori ex Getronics ed ex Bull che non hanno voglia di fare nulla e sono la rovina dell'azienda non attecchisce nemmeno più alle mura degli uffici. Abbiamo tutti imparato, anche sulla nostra pelle o del collega che ci siede accanto che tutte le cose che questa azienda ha detto e promesso non si sono verificate. Ci sono stati fallimenti in sequenza che hanno portato l'azienda ad uno stato di crisi.
La propietà è indagata dalla magistratura, la consob dovrà verificare il bilancio 2007.
Penso che in una azienda seria e composta da imprenditori onesti tutte queste cose non dovrebbere succedere.
La cosa più giusta sarebbe di unirci e smetterla di dare colpa al singolo lavoratore e cercare di conservare il posto di lavoro visto le notizie che arrivano.
Scusate ma nel mondo del lavoro dove si è visto mai che una azienda sia fallisca perchè un gruppo di lavoratori non fa il prorpio dovere? (ribadisco che comunque non è il caso di eutelia poichè come voi ben sapete il nostro lavoro è tutto documentato attraverso i planning che i nostri capi controllano il nostro lavoro tutte le sere e se qualcuno manca "partono" immediatamente le "non conformità")
Siate onoesti prima con voi stessi e non solo lecchini.

Anonimo ha detto...

Per caso qualcuno sa che fine hanno fatto i buoni del mese di novembre che dovevamo ricevere a inizio mese?
Sicuramente questo ritardo è dovuto a qualche fannullone insieme a qulche sindacalista.
CHE MONELLI!!!

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi e Anonimi,

la barca viene sbattuta dal vento e iniziano gli stridi di denti?

ma vediamo un po cos'è successo in questi giorni:

Salcasso,sei un delirio vivente,parlaci delle strategie di vendita che hai messo in campo in questi anni,parlami dell'offerta Eutelia, non laconosco!

Si vede che non leggi i planning, nelle procedure SALES trovi la descrizione dell'offerta, sulla Intra alla voce Referenze i ns. casi di successo, nell'analisi delle trattative il volume d'affari venduto e fatturato: c'è tutto...nero su bianco: basta saper leggere e voler vedere.

"Salpy, conosco dei bravi professionisti che potrebbero curarti........", Guarda il mio non costa nulla, è al centro dell'altare e trovi tutti scritto nero su bianco nel Vangelo. Ma tu continua pure ad usare quello che hai se pensi che sia più bravo.

"per grillo parlante: e meno male che non sei una goccia nel wc." Caspita, forse è il caso di abbassare un po i toni.

"Salpiè, ma riesci qualche volta nella tua vita ad essere un uomo serio, rispettoso ed educato." Si, spesso...ma anche la pazienza a volte ha un limite con certi poveri diavoli. Comunque spero di non aver ferito nessuno...se fosse me ne scuso.

"O forse non sei un collega?", e' vero ...alcuni di loro non sono colleghi, non conoscono neppure come funzioniamo. Sono poveri diavoli che non sanno dove andare. Ma qui c'è spazio per tutti ;-)

"C'è poco da ridere: tra poco le aziende medio-piccole passeranno sotto il setaccio della crisi.Visti:
-il valore commerciale dell'Eutelia, quasi zero;
-il bilancio poco trasparente;
-l'indagine della GDF sull'evasione fiscale (a proposito a che punto è?);

non supereremo il prossimo livello della crisi."


Se pensansi davvero ciò che dici, immagino che tu abbia già spedito centinaia di CV? perché altrimenti non si capisce che ci fa ancora in Eutelia.

A domani, il 25 novembre, il suo nuovo messaggi per noi tutti. Un messaggio vero di speranza, altro che storie.

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia ;-)
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

Salpy, viste le tue " altissime conoscenze " potresti farti suggerire, oltre alla rivelazione da elargire al popolo, anche sei numeri di quelli buoni?

Anonimo ha detto...

Ed ecco che l'oracolo Sal ha postato ancora; non si capisce una cosa, però: quando gli chiedi qualcosa sul suo passato, cosa faceva, dov'era mentre si scioperava e si manifestava, perchè se ne stava zitto zitto in Getronics, NON RISPONDE MAI!!!
Ovviamente usa due pesi e due misure: da quando ha fatto il salto della staccionata verso la dirigenza, si è erto come barriera insormontabile contro chicchessia parli male dei Landi & co.
Si vede che vi siete fatti comprare per quaranta denari, tu ed il tuo amico/compare spugna.

BACIAMO LE MANI ( se son pulite ).

Anonimo ha detto...

Se è tutta colpa dei lavoratori scaansafatiche, allora i Landi hanno almeno due colpe:
1- aver preso Getronics e Bull, sottovalutando gli scansafatiche
2- non esser riusciti a far lavorare questi scansafatiche.

Ma forse, 50 milioni di euro in contanti facevano troppa gola....

Anonimo ha detto...

Qualcuno tempo fa scriveva...
-----------------------------------
Praticamente, nonostante l'aumento del fatturato, va tutto molto peggio dello scorso anno.

Prendi una società IT o TLC (quotata in borsa o meno) è fai un confronto con il nostro bilancio....e l'andamento dei mercati: è vero che andiamo peggio degli altri anni...ma c'è chi da questa crisi ci sta lasciando le penne.

A quali numeri si riferisce?

A quelli comunicati dall'azienda. se confrontato con le performance del 2007, è ovvio che le cose non sono così positive, ma se confrontato con l'obiettivo dichiarato a metà anno...le cose sono abbastanza positive.

Potrebbe citare la fonte di questi numeri?

No. Le ricordo che Eutelia è un'azienda quotata in borsa e questo è un blog pubblico.
----------------------------------

C'è da chiedersi, vista la performace di oggi (-14) se per caso le fonti non citate ( e proprio perchè è un azienda quotata in borsa le fonti devono essere pubbliche), se queste fonti non siano state divulgate...e qual'è l'azienda che ci sta lasciando le penne...

Sarà colpa dei lavoratori che hanno speculato al ribasso? o del sindacato?

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi, Anonimi,
in questo Suo messaggio, parla proprio di noi....leggete ;-)

Messaggio del 25 novembre 2008

"Cari figli,
anche oggi vi invito in questo tempo di grazia a pregare affinché il piccolo Gesù possa nascere nel vostro cuore. Lui che è la sola pace, doni attraverso di voi la pace al mondo intero. Per questo, figlioli, pregate senza sosta per questo mondo turbolento senza speranza, affinché diventiate testimoni della pace per tutti. Sia la speranza a scorrere nei vostri cuori come un fiume di grazia.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

Anonimo ha detto...

Davvero non capisco...
Non capisco per quale motivo un gruppetto penso di arezzo, appena vede qualche post/articolo che parla male di Eytelia/Landi, si scatenano con tutta la loro maleducazione di cui sono dotati.

A dir la verita, questa maleducazione già è riscontrata quotidianamente.

Vi faccio notare che l'articolo nel quale si parla della condanna di Eutelia insieme ad altre 12 Socità è una agenzia giornalistica mentre l'articolo dove la consob ha bloccato il bilancio del 2007 perchè ci potrebbero essere delle irregolarità è addirittra pubblicato sul sito Eutelia.

Quindi mi chiedo perchè vi sferrate, cari lekkaculi del kazzo, maleducati che non siete altro, contro gli altri lavoratori???
Ma i vostri genitori vi hanno insegnato l'educazione???

E poi, a colui che dice al grillo parlante: e meno male che non sei una goccia nel wc."

direi di pensarci bene, se è capace, visto che forse nel wc sta anche lui.

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi, Anonimi,

da quando ha fatto il salto della staccionata verso la dirigenza, si è erto come barriera insormontabile contro chicchessia parli male dei Landi & co"

Quanti errori: iniziamo col dire che non sono un dirigente, anche se dirigo diverse business unit.

Non ho mai sollevato barriere, provo una certa pena per coloro che parlano male del prossimo per il solo piacere del far del male.

I Landi non hanno certo bisogno di me per difendersi. Per quel poco che li conosco si sanno difendere da soli (ma poi difendersi da cosa: dalle chiacchiere?); ma sanno sicuramente come gestire un'azienda: perché lo ripeto i numeri danno ragione a loro. Mi spiace per tutti quelli che fino ad oggi hanno perso tempo nel cercare di far affondare i Vascello: ma verrà il momento in cui raccoglieranno i frutti di queste loro azioni con gli interessi. La Giustizia esiste davvero, anche per chi non ci crede.

Salpy, viste le tue " altissime conoscenze " potresti farti suggerire, non è a me che devi chiedere, qui di personaggi che danno i numeri da molto tempo non mancano: a volte spariscono, ma poi tornano sempre.

Per il collega/anonimo che mi ha telefonato 7 volte quest'oggi dico, visto che non sono riuscito ad ascoltare nulla di quello che volevi dirmi, che prima di parlare assicurati che chi sia dall'altra parte dell'apparecchio sia in grado di ascoltare. Hai speso soldi e tempo per niente visto che non ho capito nulla di quello che hai detto in 5 minuti di telefonate.

"Per caso qualcuno sa che fine hanno fatto i buoni del mese di novembre che dovevamo ricevere a inizio mese?
C'è una procedura (11147) che ti spiega cosa devi fare per avere una risposta in questi casi: usala. Ma se la cosa non ti interessa...prova a giocarteli i numeri di questa procedura...così se mai dovessi vincere...non avresti più bisogno dei ticket ;-))

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

Cari Amici, Colleghi, Anonimi,
in questo Suo messaggio, parla proprio di noi....leggete ;-)

-------------------
Vedo un piano industriale per uscire dalla crisi...ma va a cagher

Anonimo ha detto...

"Cari figli,
anche oggi vi invito in questo tempo di grazia a pregare affinché ...
affinchè i piccoli spugna e salpietro la smettano di inondare questo blog trascrivendo le mie parole e travisando a loro favore la verità. Grazie per aver risposto alla mia mail."

Mater Dei ora pro nobis.

Anonimo ha detto...

Invece che stare a spredicare Salpietro, ma che nessuno, dico NESSUNO ha notato nulla di strano sul comportamento della CONSOB che, guarda caso, trova il tempo per ficcare il naso sul bilancio di Eutelia lasciando belle e belline altre situazioni a dir poco sospette (vedi società quotate in borsa anche molto grandi e operanti in settori quali il calcio con debiti super spalmati e valorizzazione di giocatori , mah)...
e' proprio la repubblica delle banane.

Anonimo ha detto...

Scusatemi ma mi sorprende constatare la meraviglia che utilizzate nel descrivere un "fenomeno" iniziato anni fa.
Premetto che sono un esterno ma che conosce quanto basta le vostre vicende. Probabilmente sarò "oscurato" dato che quello che sto pre scrivere non è molto bello da dire.
Non credo che siate (voi redazionali) colpiti da sindrome di ingenuità, eppure si continuano a postare blog il cui titolo è "POSSIAMO SPERARE ANCORA IN EUTELIA?"
Si sa, la speranza è l'ultima a morire, ma se non si cambia atteggiamento, specialmente il vostro capitano e la sua famiglia, non credo andrete troppo lontano.
Insomma come si fa a farsi queste domande senza considerare che Eutelia è passata nel giro di poco tempo da essere una small company ad una large company acquisendo Getronics, Bull in primis? Vi siete domandati se lo spirito imprenditoriale si è evoluto con queste acquisizioni? Vi siete domandati se l'"epurazione" commessa nel tempo di dirigenti e quadri sia stata regolamentata da un obiettivo aziendale o solamente da dicerie e malvolenze?
Vi siente domandati dove fosse il piano industriale quando mano mano i vostri clienti hanno iniziato a guardarsi intorno a cercarsi alternative?
Quali risposte vi siete dati quando EDA è stata sottratta alla famiglia Landi a seguito delle "operazioni" fallimentari con le quali era stata acquisita?

Conosco parecchie persone che lavorano tuttora in Eutelia e diverse altre che sono state "allontanate" con metodi e/o motivazioni assolutamente assurdi. Mi dispiace dover dire queste cose ma finchè la "rotta" continua ad essere questa, anche la speranza finirà nella parola fallimento. Eppure quello che ancora continua ad essere importante è il riportare i pettegolezzi e le malvolenze a chi di dovere, sparare ad alzo zero sulle persone ree di avere idee o avere opinioni..... sembra quasi che la razionalità sia un optional per Eutelia. Eppure non è così, eppure le risorse le avete ancora (per la verità molte le avete allontanate voi stessi), per non parlare delle capacità professionali e del patrimonio culturale ancora presente.
Qualcuno deve fare un approfondito esame di coscenza se volete andare avanti......

Anonimo ha detto...

Forse mi sono perso qualcosa... ma con quale altro pseudonimo scrive il capitano??
Ma esiste ancora? Io pensavo che ormai non voleva più parlare con i lavoratori già da un anno
BHO

Anonimo ha detto...

Carissimo Daniele,
ormai ti conosco da tanti anni visto che abbiamo condiviso anche diversi progetti insieme... sei e resterai per sempre una merdaccia. Ma è mai possibile che tu non abbia una tua idea, non esprima un tuo concetto?
Qui ci sono tanti lavoratori incazzati, esausti e se hanno un pensiero diverso dal tuo, che tu non condividi NON STA SCRITTO DA NESSUNA PARTE CHE SIA SBAGLIATO.
Tu hai il tuo pensiero che noi non condividiamo, solo perchè la realtà giornaliera, le notizie relai (quelle delle agenzie) ci fanno pensare altro, ma comunque lo rispettiamo e non lo denigriamo.
Invece tu sei qui per rispondere punto su punto, a volte anche in maniera offensiva verso i tuoi colleghi, forse alcuni ti sono anche amici, a smontare (almeno ci provi!!) le loro tesi le loro notizie.
Ma dimmi i Landi ti pagano a parte per questo? Riceverai un compenso a lavoro ultimato ho è semplice piageria la tua?

Saluti da un ex-amico

Anonimo ha detto...

E' saltata la vendita di Mobyland?? Qualcuno sa qualcosa o è una balla??
E' un momentaccio, si sente tutto ed il contrario di tutto, speriamo che il 10 dicembre venga presto e l'azienda non porti cattive notizie (quelle che viviamo già ci bastano)

Anonimo ha detto...

Salpietro non fare lo gnorri, non ho speso ne soldi ne tempo, sai benissimo cosa ti ho detto e ricordatelo bene, visto che su questo blog non mi viene data la possibilità come l'hai tu di offendere le persone.
Occhio!!!

Anonimo ha detto...

Davvero non capisco...chi gliel'ha insegnata a lei l'educazione!
(la prossima usi meno k e più bip).

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Davvero non capisco...chi gliel'ha insegnata a lei l'educazione!
(la prossima usi meno k e più bip).

ahahahhahaha.....ekkoli

Anonimo ha detto...

"Salpietro non fare lo gnorri, non ho speso ne soldi ne tempo, sai benissimo cosa ti ho detto e ricordatelo bene ... "
Ecco un'altro collega che sbugiarda lo spugna/salpietro pensiero...
BASTA spugna/salpietro di farcire questo blog con le tue frasi clericaldemagogiche.
FAI ANDARE LE MANI e rispondi a tono a quello che ti chiedono.
Grazie.
AD MAIORA.

Anonimo ha detto...

Che pena, veramente. Fra un poco ci potrebbe essere circa il 40% dei dipendenti senza lavoro che potrebbero patire la fame e noi invece di informarci, organizzarci, combattare contro chi vorrebbe rovinarci la nostra vita (già traballante) stiamo qui a fare la guerra dei poveri.
Siamo dei pecoroni..... non faccimo distrarre dalle schicchezze organizziamoci e facciamogli vedere chi siamo!!!!

Anonimo ha detto...

http://www.pmi.it/lavoro-e-imprenditoria/news/3904/settore-tecnologico-tagli-al-budget.html

Settore tecnologico: tagli al budget

di Tullio Matteo Fanti

giovedì 27 novembre 2008

Coloro che intendono intraprendere una carriera in ambito IT potrebbero trovare meno porte aperte nel corso dei prossimi mesi a causa dei tagli nei budget aziendali e ai crescenti licenziamenti

Nonostante le statistiche mostrassero una crescita nel settore delle tecnologie, la crisi dell'economia a livello mondiale potrebbe avere ripercussioni negative nel settore IT, causando nei prossimi mesi una diminuzione dei posti di lavoro legati all'high-teach.

Osservando il panorama mondiale, l'ondata di licenziamenti che ha coinvolto società del calibro di Sun e Nokia non appare un segnale confortante per il mercato IT, seppure non manchino gli esempi di società altamente funzionali a bilanciare la situazione.

Secondo quanto riportato da Beyond.com, uno dei più importanti network a livello mondiale dedicato al mondo del lavoro, il terzo trimestre 2008 avrebbe portato con sé una significativa diminuzione dei posti di lavoro, compromettendo la supremazia delle tecnologie dell'informazione nel panorama industriale.

Sceso per importanza al secondo posto, il comparto IT rappresenta infatti ora il 12,9% di tutte le posizioni di lavoro inserite nel sito, con un calo di due punti percentuali.

Si può inoltre osservare come le richieste di Web developer siano scese del 15%, mentre le opportunità per gli amministratori di database abbiano subito un calo del 12%. Gli ingegneri di sistema hanno l'11,41% di opportunità in meno mentre gli amministratori hanno visto i posti di lavoro diminuire del 7,63%.

Come conseguenza della cappa di crisi che ha investito l'economia a livello mondiale, sono sempre meno le aziende disposte ad investire in tale settore; si cerca invece di contenere al massimo le spese, offrendo in molti casi compensi non in sintonia con le aspettative o non adeguati al lavoro svolto.

Non ultima, la tendenza da parte delle aziende a conservare il proprio staff, riducendo drasticamente il ricambio di personale, e di conseguenza le offerte di lavoro.

Anonimo ha detto...

Evvai l'ultima dell'azienda!!!!!
La valuta dello stipendio portata al giorno 10 del mese succesivo.
Grazie a mille da perte di quelli che hanno le scadenze ai primi del mese. Pian piano siamo arrivati a quello che 2 anni fa il capitano propose " che ne direste di portare al giorno 10 la valuta dello stipendio???". La scusa, pardon la ragione, è quella di armonizzare i flussi di entrata e uscita. Penso proprio che ce l'hanno .....armonizzato.
Mi chiedo a questo punto i rimborsi con quale valuta saranno accredidati.
Qualcuno sicuramente dirà: cosa vuoi l'importante e che ce lo danno lo stipendio.Già ormai subiamo di tutto e andiamo verso il baratro con ottimismo.

Buona serata

Anonimo ha detto...

Stipendi accreditati il 10 del mese...Soldi investiti nel nuovo aereo personale?

Anonimo ha detto...

Salpietro continua a dire che i numeri sono dalla parte dei Landi.
Tutti quelli che lavorano con i numeri (controllo di gestioen, tesoreria, finance) sanno invece che sono proprio i numeri a dare torto ai Landi.
La speranza è l'ultima a morire, ma dopo un po', anche non vedere diventa una colpa.

Prof.Spugna ha detto...

Caro Anonimo,

Parole piene di vento.

"Salpietro non fare lo gnorri, non ho speso ne soldi ne tempo,"

Si vede che non paghi quando usi qualcosa: io la bolletta del telefono la paga come tutti i cristini onesti. Ma tu sei diverso: vero?

"sai benissimo cosa ti ho detto e ricordatelo bene,"

Non farò fatica a ricordare ciò che non ho sentito: puoi anche non credermi, è un problema tuo. Il tempo l'hai sicuramente perso visto che se volevi comunicarmi qualcosa non ci sei riuscito. La prossima volta prova ad usare l'email. Ma abbi il coraggio di far sapere chi sei: nascondersi non è certo nobile, ne coraggioso per un uomo. Gli ominicchi, come i poveri diavoli, non li vogliamo nella NOSTRA azienda: o cambiano o giù dal Vascello!!

"visto che su questo blog non mi viene data la possibilità come l'hai tu di offendere le persone.
Occhio!!!"


A che cosa dovrei stare attento? Non vorrai dirmi che la tua era una telefonata mitatoria? o per dinci...come nei film: un povero diavolo che minaccia un povero cristo? aria fritta: non sei il primo ne l'ultimo. Nel mondo, sin dal giorno in cui hanno crocifisso il Signore, tutto ciò si ripete e si ripeterà fino alla fine dei giorni. Basta guardare cosa stanno tentando di fare con la cara Eluana Englaro...ma devi saper vedere la giustizia in mezzo a tanta ingiustizia per comprendere quanto sta accadendo davvero. Ma che te lo dico a fare...tanto tu sai solo parlare e non ascoltare.

Credimi, ho chi mi guarda le spalle dai poveri diavoli come te: tu invece mi pare che sei molto solo: chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Riguardati da chi frequenti ed imparate ad ascoltare e mettere in pratica i Suoi (di Lei) messaggi. Iddio sa bene quanto vi possano far del bene in mezzo a tanto male.

"Ecco un'altro collega che sbugiarda lo spugna/salpietro pensiero...
AD MAIORA."


Chi si somigli si piglia, è un vecchio detto popolare...che vi calza a pennello.

Certo è, che se questi poveri diavoli si sentono normali,io sono ben felice d'essere anormale (agli occhi di costoro ;-)

Quest'azienda è piena di persone per bene, di bravi lavoratori, di buoni cristiani; ma le erbacce - lo sappiamo - crescono in mezzo al grano: grazie a DIO che sappiamo anche come riconoscerle, ed al tempo debito sarà fatta giustizia (Matteo 13, 24-30).

Forza Ragazzi/e, Non abbiate paura.

Maria Regina della Pace prega per noi (ma soprattutto per i più bisognosi).

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia ;-)
Servo della Giustizia

Prof.Spugna ha detto...

Cari ex-Amico (cosi tu dici),

Carissimo Daniele,
ormai ti conosco da tanti anni visto che abbiamo condiviso anche diversi progetti insieme... sei e resterai per sempre una merdaccia.


Forse abbiamo condiviso qualche progetto insieme, di certo dubito che tu mi conosca altrimenti non si spiegherebbero le tue ultime domande sul perché...

Prendo atto che la buona educazione non sia stata una delle
motivazioni con il quale sei stato assunto in azienda: ma questo è colpa di chi te l'ha data.

Ma è mai possibile che tu non abbia una tua idea, non esprima un tuo concetto?

Le mie sono più che idee, sono certezze su come finirà tutta questa storia: molti hanno già capito, altri fanno finata di niente ed attendono gli eventi...eppure le sue parole sono chiare: «Il Figlio dell’uomo manderà i suoi angeli, i quali raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti gli operatori di iniquità e li getteranno nella fornace ardente dove sarà pianto e stridor di denti» (Mt. 13, 41-42).

Meglio far finta di niente e credere che tutto ciò non esita...ma la Giustizia e la Verità esistono davvero a ben vedere.

Qui ci sono tanti lavoratori incazzati, esausti e se hanno un pensiero diverso dal tuo, che tu non condividi NON STA SCRITTO DA NESSUNA PARTE CHE SIA SBAGLIATO.

Ti sei risposto da solo: rifletti di più prina di scrivere cose non vere. Cos'è che impedisce questi "lavoratori" incazzati, esausti a restare in una Vascello (che secondo loro sta affondando) invece di risolvere il problema cercandosi un'altra sistemazione migliore? Bisogna essere folli masochisti per affermare ciò che dice e non fare nulla.

E' per questo che la colpa di questi poveri diavoli ricade sempre su gli altri: mai su se stessi...pensaci bene!

Tu hai il tuo pensiero che noi non condividiamo, solo perchè la realtà giornaliera, le notizie relai (quelle delle agenzie) ci fanno pensare altro, ma comunque lo rispettiamo e non lo denigriamo.

Non ti capisco proprio è vero. In quest'azienda sono molto di più i lavoratori che fanno bene il loro lavoro, disposti a mille sacrifici, che apprezzano moltissimo gli sforzi che ogni santo giorno fanno i Landi per tenere insieme questa realtà ICT Italiana: che era ed è ancora oggi un'eccellente realtà. Ma c'è chi invece ha interessi diversi ed invece che rimboccarsi le maniche getta fango su tutto e su tutti: i poveri diavoli. E' ovvio che se sei questo tipo di persona: non puoi e non vuoi vedere la realtà...perché scopriresti che devi prima di tutto fare i conti con te stesso...e qui casca l'asino (direbbe il vecchio saggio ;-).

Invece tu sei qui per rispondere punto su punto, a volte anche in maniera offensiva verso i tuoi colleghi,

Se l'ho fatto non era voluto, ma credibi a volte la verità, la vita e la via che nostro Signore ci chiede di seguire può fa male.

forse alcuni ti sono anche amici,

Ho molti amici, è vero, ma anche tanti falsi-amici: da questi ultimi mi guardi DIO.

a smontare (almeno ci provi!!) le loro tesi le loro notizie.

Credimi, mi basta ben poco...fanno già tutto da soli: le loro tesi più volte le ha smontate lo stesso capitano proprio perché essendo tesi campate per aree non avevano nessun fondamento. Le loro notizie, sono state sempre smentite..questo è figlio del fatto che chi non crede in DIO, non è vero che non crede in niente: in realtà crede ad ogni cosa.

Ma dimmi i Landi ti pagano a parte per questo?

No.

Riceverai un compenso a lavoro ultimato

Si, ma solo se avrò fatto la volta di DIO e non la mia.

ho è semplice piageria la tua?

Perdona la mia ignoranza: non sapendo cosa fosse la piageria, sono andato a cercare la definizione sul dizionario, non l'ho trovata subito in quanto non esiste piageria, ma ho trovato piaggeria (con due gg, si vede che oltre all'educazione le cose non andavano bene neppure in italiano? oppure se anche tu un po dislessico come il sottoscritto ;-) ed ho trovato questa definizione:

piag|ge|rì|a
s.f.comportamento volto ad adulare qcn. per ottenerne favori; adulazione, lusinga: fare qcs. per p.

Verso chi? Verso il Signore nostro DIO? Non userei in questo caso questa parola, ma credo si sposi bene con il comportamento di tanti poveri diavoli che frequentano questo blog nei confronti di colui che fu menzoniero fin dal principio.

Saluti da un ex-amico

Sempre meglio perderli che trovarli amici così.

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia ;-)
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

Salve a tutti!

Solo una considerazione: invece di denigrare/offendere Daniele Salpietro (che conosco personalmente e stimo moltissimo, pur non condividendo molte sue idee) perchè non la smettete per primi di offendere VOI con termini poco adatti ad un blog di questo tipo? Fino a prova contraria, mi sembra di non aver mai letto ingiurie o altro che potesse offendere chiunque di voi da parte di Salpietro.

Esprimete il vostro parere, ma rispettando sempre gli altri. E comunque, se avete il coraggio, perchè non vi firmate anzichè rimanere nell'anonimato e lo affrontate???

Anonimo ha detto...

Non sono un lavoratore Eutelia, lo dico subito, ma sinceramente mi fa un pò sorridere la polemica sull'accredito dello stipendio al 10 del mese.
Nessuno legge i giornali? C'è gente che ha già perso il posto di lavoro, economisti e sindacati annunciano tagli per migliaia di posti da qui al 2010. Ma di che stiamo parlando??!!

Se il vostro problema più grave è quello di avere la valuta al 10 del mese allora dico: beati voi!

Anonimo ha detto...

"Gli ominicchi, come i poveri diavoli, non li vogliamo nella NOSTRA azienda: o cambiano o giù dal Vascello!!"


E una minaccia??? Mamma mia le mie gambe tremano, chissà se stanotte riuscirò a dormire. Ho tanta paura della vendetta di salcasso

"Prendo atto che la buona educazione non sia stata una delle
motivazioni con il quale sei stato assunto in azienda: ma questo è colpa di chi te l'ha data."

Noto che anche tu non eccelli in buona educazione, ma anche nel tuo caso non è colpa tua ma di chi te l'avrebbe dovuta dare

"rifletti di più prina"

Vedo che tu mentre digiti sulla tastiera non sbagli mai, ah dimenticavo che tu sei la perfezione in terra. E poi fai le battute se manca una consonante. Qui il povero diavolo sei tu, sei dannato ed insoddisatto

"Non ti capisco proprio è vero. In quest'azienda sono molto di più i lavoratori che fanno bene il loro lavoro, disposti a mille sacrifici, che apprezzano moltissimo gli sforzi che ogni santo giorno fanno i Landi per tenere insieme questa realtà ICT Italiana:"

Sono in questa azienda da 25 anni, cortesemente mi faresti conoscere le persone che apprezzano gli sforzi dei landi poichè nella mia sede e le persone con cui parlo delle altre sedi hanno una idea completamente opposta a ciò che scrivi e mi sembra che anche ad Arezzo il vento stia cambiando. Ma tu sicuramente mi darai gli elementi per cambiare idea

"Sempre meglio perderli che trovarli amici così"

Anche qui sono d'ccordo con te, infatti fortunamente non ci salutiamo nemmeno più

"Solo una considerazione: invece di denigrare/offendere Daniele Salpietro (che conosco personalmente e stimo moltissimo, pur non condividendo molte sue idee) perchè non la smettete per primi di offendere VOI con termini poco adatti ad un blog di questo tipo? "

Qui risponda con le tue stesse parole: Chi si somigli si piglia, è un vecchio detto popolare...che vi calza a pennello. 2 stronzi sono meglio che one

"Non c'è peggior sordo di colui che non vuole sentire"

Anonimo ha detto...

Grazie Saplpy, senza le tue spiegazioni qualcuno potrebbe essere tentato dal proprio demone ed usare l'intelligenza per capire.
Si sa, intelligenza e comprensione sono pericolosissime. Portano alla perdizione; come minimo. Tu non corri alcun rischio e meno male che ci salvi. Peccato che tu non possa suggerirci 5 o 6 numeri; di quelli buoni.........ma già la fede è fede e non prevede aiuti..in solido...la fede basta a se stessa. La tua almeno. Però, che ne dici potresti almeno informarci sul tempo che farà, quello meteo intendo. Dicono che questo inverno nevicherà molto. I tuoi santi che dicono?

Anonimo ha detto...

Per Salpietro:
nonostante tutto quello che alcuni soggetti scrivono (sinceramente non vale la pena commentarli, si commentano miseramente da soli) trovo che i tuoi post siano quelli più interessanti.
UN saluto a tutti.

Anonimo ha detto...

Resta comunque il fatto che non rispondi alle richieste che ti fanno sul tuo passato ma sempre e SOLO a quello che ti fa più comodo o a quello che ti suggerisce lo spugna, caro salpietro; ma dimmi un pò: che m.... facevi fisso dal cliente? E quanto ammonta il tuo compenso attuale?
Sono semplici domandine a cui anche un "albanese" saprebbe rispondere senza interpellare la Madonna, tutti i Santi e le Sacre Scritture.
DAI, un pò d'animo, orsù fai un bel sospiro, collega il cervello alla bocca ed esprimiti come più ti pare, tanto qui tutti ti capiscono.
CMQ sei e resterai una .....ccia che si nasconde dietro a " .. non so, ... non lo sapevo, ... ero impegnato, ... ero dal cliente e tutte le altre innumerevoli str....e che hai fatto e che stai facendo.
Saluti a sorete!!!

Anonimo ha detto...

Salcasso, i tuoi scritti sono deliranti, sei messo proprio male!!La soluzione di tutti i problemi sta nella "madonna". Spiegami perchè ti riferisci sempre alla madonna e non a Gesù Cristo nostro signore? Ti piace di più la madonna? Come mai? Perchè è un figura femminile? Anche a me piacciono di più le donne :)

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi, Anonimi ed ex-Colleghi,

già ex-Colleghi: la settimana scorsa mi trovavo da un nostro cliente il quale mi ha raccontato che un nostro ex-collega (ma anche più di uno) va in giro per i nostri clienti portandosi dietro la stampa delle pagine di questo blog dove i soliti poveri diavoli raccontano (secondo loro) come le cose vadano in quest'azienda.

Che stupido: ecco spiegato da dove nascono certe "notizie" costruite ad doc per danneggiare l'azienda.

Comunque, questo nostro cliente che ci conosce bene: non solo ci ha confermato la sua fiducia con un bell'ordine...ma ha anche cancellato l'azienda dove oggi lavora il nostro ex-collega (o meglio lavorava ;-)

E pensare che una volta l'Olivetti formava le migliori menti informatiche di mezzo mondo: adesso invece solo poveri diavoli senza patria e senza onore.

Caro ex-Collega: stampatelo bene in testa...Eutelia c'è.

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia ;-)
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

Non sono un lavoratore Eutelia, lo dico subito, ma sinceramente mi fa un pò sorridere la polemica sull'accredito dello stipendio al 10 del mese.


Non sei un lavoratore eutelia???? aha aha è come ti sei trovato qui, ha sbagliato strada il tram ...e guarda caso per rispondere proprio dell'accredito dello stipendio. Guarda nel cielo sta passando Babba Natale...sei un idiota!
Ma mi faccia il piacere...
Comunque il nostro problema non è l'accredito ma la nostra azienda che sta andando verso il fallimento perchè condotta da persone troppo intelligenti a cui il governo italiano ha permesso di diventare milionari nel giro di due anni senza badare minimamente al futo di 2500 famiglie.
Fammi una cortesia se non sei un lavortore eutelia taci e non venire più sul NOSTRO blog!

Anonimo ha detto...

Grazie dell'idiota (come al solito i più maleducati vengono sempre fuori) e una domanda: ma per scrivere o leggere questo blog ci vuole la patente??

Comunque io a Babbo Natale ci credo, forse faresti meglio a crederci anche tu.

Anonimo ha detto...

"Che stupido: ecco spiegato da dove nascono certe "notizie" costruite ad doc per danneggiare l'azienda."

DOC = Denominazione Origine Cagata?

"Comunque, questo nostro cliente che ci conosce bene: non solo ci ha confermato la sua fiducia con un bell'ordine...ma ha anche cancellato l'azienda dove oggi lavora il nostro ex-collega (o meglio lavorava ;-)"

Azz, sei un portasfiga allora, basta che ti presenti da un cliente e qualcuno ci lascia il posto; ma te ti vesti di nero? Oppure hai poteri soprannaturali?

CMQ non credo affatto che questo fantomatico cliente abbia veramente fatto quello che hai detto e poi chi sarebbe questo cliente? E ti metti anche a sorridere delle sfortune altrui che in questo caso è un nostro ex-collega, sei proprio un vecchio DC: predichi bene e razzoli male...
Segui i consigli che ti vengono indirizzati dalle pagine di questo blog...

Anonimo ha detto...

Grazie dell'idiota (come al solito i più maleducati vengono sempre fuori) e una domanda: ma per scrivere o leggere questo blog ci vuole la patente??

figurati, sapevo che per te era un complimento. Ma se non sei un lavoratore eutelia come mai sei passato di nuovo di qua...occhio che salpietro subito ti etichetta come nullafacente e fa la spia a landi!!
Comunque per scrivere su questo blog non ci vuole la patente ma bisogna essere almeno un dipendente di questa società, almeno capisce e sa di cosa parliamo/parla

Anonimo ha detto...

Eutelia:cda da' nuovo mandato all'ad per cedere la controllata Mobyland

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 01 dic - Il consiglio di
amministrazione di Eutelia ha dato mandato
all'amministratore delegato di individuare un advisor per la
ricerca di un nuovo acquirente della controllata Mobyland,
operatore mobile polacco. La decisione e' stata presa dopo
aver preso atto del mancato perfezionamento della vendita
alla societa' Zoo Network, con la quale era stato firmato un
accordo preliminare per la cessione del 100% di Mobyland al
prezzo di 34 milioni. Eutelia trattera' a titolo di caparra
l'anticipo di circa 700mila euro, pari al 2% del prezzo
complessivo pattuito.
Com-Sim-y

(RADIOCOR) 01-12-08 20:00:01 (0417)TOSC 3 NNNN

Anonimo ha detto...

Ora ho capito che darti del maleducato per uno come te è un complimento.
Comunque, visto che siamo in Italia dove, ancora, tutti possono dire la loro opinione, visto che l'autore di questo blog non ha posto limiti a chi vuole intervenire, mi dispiace per te ma io continuerò a dire la mia e se non ti sta bene cambia blog così leggeremo meno stupidaggini (tanto per te è un complimento!)

Anonimo ha detto...

Un consiglio:
se i maleducati e i non avessero la gentilezza e l'onestà di firmarsi... va bene anche un diminutivo ( ma non un accrescitivo )od uno pseudonimo, tanto per intenderci.
Garzie.

Tecnici STAC Milano.

BOATRADE ha detto...

http://boatrade.blogspot.com/2008/12/il-boatrade-si-sente-come-un-neo-nella.html#links
Possiamo ancora sperare nella Nostra Nabucodonosor ?
Forza Neo falla volare!!!!!

Salpy Preghiamo !!!! ognuno la Sua Trinity

http://boatrade.blogspot.com/2008/12/il-boatrade-si-sente-come-un-neo-nella.html#links

Anonimo ha detto...

POCHE IDEE MA CONFUSE:

18 gennaio 2008: AREZZO (MF-DJ)--Eutelia ha deciso di non proseguire nell'iter procedurale, avviato nello scorso mese di dicembre dal Ministero delle
Telecomunicazioni, finalizzato all'assegnazione delle licenze Wi-Max. La decisione, si legge in una nota, e' maturata sulla base del confronto fra la redditivita' sottesa allo stesso progetto Wi-Max e i ritorni attesi dallo start-up dell'operatore mobile polacco Mobyland, avviato a fine 2007. In tale ottica comparativa, la societa' ha valutato la convenienza di concentrare gli investimenti di sviluppo previsti per il triennio 2008-10sull'opportunita' Mobyland, in considerazione degli ampi spazi di
crescita che il mercato mobile polacco presenta.

12 settembre 2008: AREZZO -- Eutelia informa di aver firmato un accordo con la società Zoo Network Sarl, società di diritto lussemburghese partecipata da un pool di investitori esteri, per la cessione della totalità delle quote detenute nell'operatore mobile polacco Mobyland pari al 100% del capitale sociale.

1 dicembre 2008: AREZZO -- Il consiglio di
amministrazione di Eutelia ha dato mandato all'amministratore delegato di individuare un advisor per la ricerca di un nuovo acquirente della controllata Mobyland, operatore mobile polacco. La decisione e' stata presa dopo aver preso atto del mancato perfezionamento della vendita alla societa' Zoo Network, con la quale era stato firmato un
accordo preliminare per la cessione del 100% di Mobyland.


E poi ci si interroga ancora sull'attendibilità del famoso 'PIANO STRATEGICO'?

Anonimo ha detto...

Mi spiegate perche' si parla di tutto su questo blog, tranne del nostro futuro?
Ma non c'era una volta qualcuno che da questo sito lanciava righe e righe di testo con PROCLAMi unilaterali, sempre iniziando le frasi con gergo naval militare?
OPS dimenticavo, dopo lo TSUNAMI web il tutto ando' perduto e quei proclami ora sono destinati alla CACHE tritatutto dei motori di ricerca.
Ehi se mi leggi, ci leggi, o leggi ti consiglio vivamente di reiniziare a scrivere e dare un segnale a noi "Poveri Diavoli" come qualche Pseudo telepredicatore ci definisce.
Persolalmente ti dico che il mare, per quello che mi riguarda si sta molto agitando. Lo so che sei sempre affannato a trovare nuove e importantissime e segretissime strategie economico-antifallunostiche, ma ricordati che ci siamo anche noi, quelli che si danno da fare e che lavorano con L maiuscola.
Che siano fornitori esterni,dipendenti o lavoratori a cottimo.
Personalmente ti ho dato 2 anni della mia vita e fatico ancora ad oggi a capire perche' ti ho dato tutta la mia fiducia.
Da questo BLOG ti invito a rispettare tutti pèrche' anche se mi prendi in giro, non mi paghi e mi fai sentire una persona inutile, come dice un Telepredicatore di mia Fiducia, esiste una GIUSTIZIA e se anche non dovessi trovarla, sicuramente ci sara' in un altro mondo.
La tua letterina di risposta ad una mia richiesta, era bella ed appassionante come un romanzo giallo in offerta ad un euro. Putroppo ho fatto i conti con la realtà ed in questi giorni ho provveduto ad utilizzare quella lettera, per scopi igienici.
A tutti gli amici,colleghi consiglio di tenere duro e farci forza l'uno con l'altro.
La crisi ormai e' in tutti i settori, non siamo soli.
Vi invito pero' a scrivere su questo BLOG ed utilizzarlo come mezzo per discutere dei nostri problemi e non per rispondere a "Santoni,Stigmatizzati,Visionari o peggio Servi dell'Ingiustizia"
Come diceva "virgilio a Dante" : "Non ti curar di loro ma guarda e passa"

Rocco Paciocco
Servo del Dio Denaro
(Il Denaro serve per campare)

Anonimo ha detto...

Cara redazione,
non pensi sia il caso di aprire un altro capitolo per parlare solo ed esclusivamente dell'incontro che si terrà il 10 dicembre al ministero a Roma, dove tutti noi lavoratori speriamo che si chiarisca il nostro futuro
Sottolieno che non sono in cerca di belle o cattivie notizie ma solo di NOTIZIE visto che in questa azienda non è dato nè sapere nè chiedere ma solo chiudure planning di procedure!
Grazie

Anonimo ha detto...

Sono d'accordissimo con quanto detta da
Rocco Paciocco
Servo del Dio Denaro
dovremmo parlare solo ed esclusivamente dei nostri problemi, di quello che sarà il nostro futuro, cercando di trovare una soluzione che vada bene ai noi lavoratori soprattutto esausti dei Landi. Purtoppo non li abbiamo cercato ne chiamati c'e' li siamo ritrovati come capi e li abbiamo dovuti accettare con tutte le loro follie lavorative. Ci hanno appannato parlando solo di fannulloni e risanamento economico. Incredibile ma sono riusciti a portare i conti in una situazione peggiore dei vari Schisano-Teylor-Benedetti e company

Anonimo ha detto...

Ora ho capito che darti del maleducato per uno come te è un complimento.
Comunque, visto che siamo in Italia dove, ancora, tutti possono dire la loro opinione, visto che l'autore di questo blog non ha posto limiti a chi vuole intervenire, mi dispiace per te ma io continuerò a dire la mia e se non ti sta bene cambia blog così leggeremo meno stupidaggini

Vedo che anche tu in quanto a cazzate non sei secondo a nessuno. Hai anche poca fantasia nel rispondere. Hai improntanto una polemica sul nulla senza mai affrontare i problemi
1) Mi dici che cazzo ci fa un non Eutelia dalla mattina alla sera a leggere un blog nel quale si parla di problematiche di Eutelia?
Forse sei un lavoratore eutelia che ha sempre avuto lo stipendio il 10 e per questo ti scandalizzi??
2) allora il NOSTRO problema non 'è ricevere lo stipendio il 10 ma questi sono tanti piccoli segnali che se li somma ti dovrebbe far capire che la NOSTRA azienda sta per mandarci per strada
Ma giustamente come hai detto tu siamo in democrazia quindi purtoppo non solo dobbiamo subire le umiliazioni giornaliere, perdere soldi e professionalità ma sorbirci anche le tue stronzate!

Anonimo ha detto...

Per Rocco Paciocco.
Il mondo è pieno di paciocconi, gli ultimi due anni li hai persi in questa azienda, ma sei libero di passare il resto della tua vita con chi vuoi, quindi: CAMBIA ARIA!

Anonimo ha detto...

Per l'anonimo che ha scritto:

Per Rocco Paciocco.
Il mondo è pieno di paciocconi, gli ultimi due anni li hai persi in questa azienda, ma sei libero di passare il resto della tua vita con chi vuoi, quindi: CAMBIA ARIA!

martedì, 02 dicembre, 2008

SEI un Bastardo e fai bene a rimanere nell'anonimato perchè altrimenti le prendi come gli altri che difendono l'azienda nel momento in cui saremo fatti fuori.

Dopo due anni di sacrifici, sentirsi deridere da un pirla, è meglio difendere la propria dignità.

Ora basta con questi provocatori, o sono incapaci di intendere e volere e quindi sono quelli che hanno distrutto l'azienda o sono seri lavoratori che devono prenderle perchè non hanno capito un c.....

Anonimo ha detto...

3 Dicembre 2008

MILANO - Il piano triennale di Telecom Italia, che viene presentato ufficialmente in mattinata a Londra, prevede un «ulteriore intervento di riduzione degli organici sul perimetro domestico», pari a «4 mila unità oltre alla già prevista riduzione di 5 mila risorse entro il 2010». È quanto si legge nel comunicato diffuso a mercati chiusi prima della presentazione del piano da parte dell'ad Franco Bernabè.

CHI VUOL PASSARE A TELECOM?

Anonimo ha detto...

TELECOM ne manda a casa 10.000 !!!!!!
e Noi che facciamo ? Ci lamentiamo della valuta dello Stipendio ..... e di chi non riesce a ottenere risultati positivi perchè vuol portare in salvo Tutto il Vascello.
Perchè non alleggeriamo un pò di zavorra anche Noi?




Telecom I.: Bernabe', dipendenti Italia caleranno a 55.000 al 2011

Queste efficienze ci porteranno a ridurre la forza lavoro in Italia da 64 mila unita' a 55 mila unita' nel 2011".

E' quanto ha dichiarato Franco Bernabe, a.d. di Telecom I., nel corso della presentazione del piano al 2011 del gruppo, commentando la riduzione dell'organico annunciata dal gruppo in Italia. fus

(

Anonimo ha detto...

Carissimo o carissimi, web adulatori, grazie alle nuove tecnologie, non vi serve piu' la linguetta sapientemente inumidita prima della Adulazione. Infatti potete web beatificare comodamente seduti in poltrona.
Mi chiedete, mi chiedi di cambiare aria, cambierei ben volentieri, ma per vari motivi di natura "Logica" (NO TENGO DINERO), evidentemente non e' mio potere accontentare-accontentarti.
Paragoni la nostra situazione prendendo notizie di altri gruppi tecnologici operanti in Italia.
Visto che artisti del copia incolla come te nel mio lavoro ne ho visti tanti, ti pregherei di copiare e incollare anche la parte che riguarda gli investimenti in settori strategici e non solamente la parte che riguarda le riduzioni di personale.
Altre aziende hanno investito nel Wimax,alcune nelle Fibre ottiche altre invece hanno preferito investire nelle reti da pesca, nei velieri, nelle navi inaffondabili come il Titanic.
Comunque non mi rivolgevo a te nel mio post, quindi tranquillo risparmia le forze. Concentrale per la CIGS. La si ne avrai bisogno e magari con tutta l'aria che tirerà, la cambierai pure te.
A meno che tu non faccia parte del gruppo dei "Discepoli" e quindi sarai in salvo.
Certe volte le persone come te, scusa ma proprio non le capisco, d'accordo che non bisgna sputare sul piatto dove uno mangia, ma mi chiedo se venga a mancare il piatto e si stia a digiuno da mesi, uno avra' il santo diritto di postare un commento "Sacrilego" e di critica?
Oppure bisogna per forza stare in silenzio e vedere da spettatori il disastro incombente?
Rinnovo l'invito a tutti siamo uniti, lasciamo fare ai guastori il loro lavoro e ignoriamoli.
BLOG=scambio di suggerimenti e non polemiche inutili.

Rocco Paciocco
Servo del Dio Denaro
(Serve per Campare)

Anonimo ha detto...

Non guardiamo Telecom,non sappiamo come verranno messi fuori...(cassa integrazione,incentivi,pensioni)
poi si tratta del 10%,magari fosse così anche in Eutelia.
Il 10% in tre anni sarebbero 80 persone all'anno.

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici, Colleghi, ex-Colleghi, Anonimi e sconosciuti ;-)

Scusate il ritardo imperdonabile, eccovi il suo nuovo messaggio (dal 1981 ;-) lo leggo anch'io con voi adesso!!

Messaggio a Mirjana, 2 dicembre

“Cari figli!
In questo santo tempo di gioiosa attesa, Dio vi ha scelto per realizzare i suoi grandi progetti. Figli miei, siate umili. Attraverso la vostra umiltà, Dio, con la sua sapienza, farà delle vostre anime una dimora scelta. La illuminerete con le buone opere e così, con cuore aperto, attenderete la nascita di mio Figlio in tutto il suo generoso amore.
Vi ringrazio, cari figli.”

Anonimo ha detto...

Grazie Salpy,
i tuoi interventi sono sempre opportuni e tempestivi.......
Cosa faremmo senza di te????????

Anonimo ha detto...

Chi cita i tagli di Telecom è completamente di fuori!
Telecom quest'anno ha il problema di un minor utile rispetto a quello scorso, Eutelia di una perdita spaventosa!
NON SONO PARAGONABILI!!! SVEGLIA!!!

Prof.Spugna ha detto...

Caro Anonimo,

la tua è ancora una volta una domanda retorica?

"Cosa faremmo senza di te????????"

Come facevi prima quando non c'ero? forse così farai quando non ci sarò.

Ma la speranza e che non dimentichiate ciò che Lei fa per noi tutti i Santi giorni. Perché tutto è distinato a finire, anche questa nostra "avventura" insieme. Ma i suoi messaggi non finiranno mai di insegnarci le cose importanti che rendono più bella la Vita. Basta saperli ascoltare e mettere in pratica.

Grazie,
Daniele Salpietro
Navigante Eutelia ;-)
Servo della Giustizia

Anonimo ha detto...

Io ci avevo sperato. Il nuovo approccio dei Landi (Samuele almeno) sembrava spezzare quel clima che si respirava in Getronics. E le prime azioni "purgative" sono state anche molto apprezzate. Ricordo per quelli di Arezzo (la razza "eletta" dei dipendenti Eutelia) che Getronics andava male per le azioni truffaldine dei dirigenti, dell'AD in primis che se la volevano comprare per pochi euro. Se fosse stata gestita bene, Getronics Italia avrebbe potuto essere un'azienda in salute, perche' di commesse e clienti ne aveva. Certo, Getronics guadagnava dal lavoro e non tramite i dialer, pornolinee o tarocchi e quindi il nuovo management ha faticato a capire come gestirci.
Immagino che la storia di Bull possa essere simile.
Poi i Landi hanno cacciato anche le mele buone, dirigenti e commerciali capaci ed onesti, senza inserire persone loro in grado di ricoprire i ruoli scoperti. Ormai mi sono convinto che i Landi sono incapaci di gestire una realtà cosi' grande e fuori dagli schemi a cui erano abituati. Basta leggere i piani industriali che vengono presentati di volta in volta. Anche dal lato TLC non mi sembra che le cose vadano tanto bene - tanti clienti insoddisfatti, indecisioni continue (WIMAX, MOBYLAND, Arabia Saudita, ecc.) ed indagini della Finanza.
Sono convinto che il vecchio BLOG e' sparito opportunamente pochi mesi dopo che ci era stato detto che l'azienda andava bene e che era in nero; esattamente quando ci sono stati i CDS e tentativi di CIGS.
Potrei sperare ancora se tornasse a farsi sentire Samuele, ma forse sarebbe solo una illusione.
Forse si vergogna per come sono andate le cose poco dopo i suoi proclami.....

Il vostro GIBBONE

Anonimo ha detto...

E' Tutta una questione di soldi...
il resto e' conversazione.