martedì 17 novembre 2009

VIGILIAMO...STRANI GIOCHI. HANNO ANTICIPATO LA RIUNIONE IL 26 SERA..



I lavoratori sciolgono il presidio dopo una grande e magnifica manifestazione di lotta. I sindacalisti comunicano che l'incontro è stato fissato per il giorno 27. Tutti ripartono e ritornano a casa. E cosa succede? Succede che i vertici confederali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl cambiano le carte in tavola. E anticipano la riunione il giorno 26. Di sera. Cosa succede? Semplice. I confederali hanno tolto la vertenza dalle mani del sindacato di categoria, considerati forse troopo duri(Fiom Cgil) e depotenziare 'il ciclone Di Pietro'. Fra l'altro lo stesso Di Pietro aveva dichiarato che intendeva 'vigilare' sul governo sulla gestione della vertenza. I confederali, in soldoni, hanno 'centralizzato' nelle loro mani la vertenza e intendono gestirla con Letta che "hanno già incontrato la settimana scorsa"(cosa si sono detti? Cosa hanno conordato? perchè non siamo stati informati?). Non vogliono rompiballe o 'destabilizzatori' tra i piedi. Tutto questo è accaduto qualche ora fa. Leggete la nota dell'agenzia Ansa diffusa qualche ora fa.
Che fare?
Manteniamo lo stato di agitazione permanente.
C'è qualcosa che non ci convince...
Vigiliamo. Sono in atto strani giochi.
Il 26, dobbiamo presidiare Roma. non concediamo deleghe in bianco ai sindacalisti confederali.
Ecco il testo dell'agenzia Ansa...
LAVORO: EUTELIA; P.CHIGI CONFERMA, TAVOLO IL 26 NOVEMBRE (ANSA) - ROMA, 17 NOV - ''Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, ha ricevuto a Palazzo Chigi una delegazione dei rappresentanti sindacali del gruppo Eutelia-Omega-Agile; e d'intesa con i segretari confederali della Cgil, Epifani, della Uil, Angeletti, della Cisl, Bonanni e della Ugl, Polverini (gia' incontrati sulla vertenza la settimana scorsa) ha deciso la convocazioni delle parti per la serata del 26 novembre prossimo''. E' quanto si legge in una nota diffusa da palazzo Chigi in cui si conferma la convocazione di un tavolo per risolvere la vertenza. (ANSA). COM-GMB 17-NOV-09 20:53
E poi mentre i lavoratori tornavano a casa, arrivano altre notizie...
52 Eutelia, Carlino (Idv): Da Saglia risposte insoddisfacenti Roma, 17 NOV (Velino) - "Mentre i lavoratori dell'Eutelia scendevano in piazza per reclamare i propri diritti il sottosegretario allo Sviluppo economico Saglia, in commissione Industria del Senato, rispondeva in maniera del tutto insoddisfacente alle nostre interrogazioni sulla vicenda. Saglia ha chiesto ancora un mese di tempo per il piano industriale e si e' impegnato a intervenire sull'azienda affinche' dal 2010 possano essere pagati tutti gli stipendi arretrati". Per Giuliana Carlino, capogruppo in commissione lavoro dell'Italia dei valori, "i lavoratori dell'Eutelia non solo hanno dovuto subire l'assalto di uno dei padroncini col coltello tra i denti la settimana scorsa, ora devono anche sentire le sciocchezze del sottosegretario Saglia che rinvia di mesi la soluzione di un problema sempre piu' urgente. Come camperanno i lavoratori dell'Eutelia fino alla fine dell'anno? Perche' bisogna aspettare un mese per il piano industriale? Possibile che Saglia non sappia quanto detto da Gianni Letta sullo stesso argomento? Insomma - conclude la senatrice Carlino - che governo e' quello che lascia per strada lavoratori qualificati e bravi come quelli di Eutelia?". (com/sis) 171923

164 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi ha fatto sorridere l'episodio accaduto alla manifestazione di oggi:
Gianni Letta dice che non sa cosa fare di questa situazione in quanto nessuno conosce e riesce a mettere a fuoco i burattinai delle società, in Italia e all'estero, che, fino ad oggi, hanno gestito questo amalgama mal riuscito di Agile/Phonmedia/Eutelia e, chi più ne ha, più ne metta; al che Di Pietro, con la sua abituale schiettezza, gli dice: ma che ci stai a fare in quel posto?
Ebbene sono pienamente d'accordo!
Quando si tratta di risolvere i problemi del suo capo Silvio vengono messe in campo anche le armate dei servizi segreti, e, quando, invece, c'è da rintracciare gli indirizzi ed i nomi dei distruttori d'aziende,dei ladri, dei licenziatori, dei mafiosi, di tutti coloro che hanno fatto di questa NAZIONE un paese di merda, allora non si sa cosa fare.
Come diceva Totò: ma mi faccia il piacere!

Anonimo ha detto...

Totomega1: l'azienda si presenterà presso la presidenza del consiglio?

Totomega2: dopo Piccini, Massa e Giannettoni, toccherà a Cammalleri guadagnare altro tempo?

Totomega3: l’azienda giustificherà i mancati stipendi con le impugnative o con le sedi occupate?

Totomega4: tireranno in ballo che hanno subito la "sola" da Eutelia per colpa di fantomatici "certificatori" rimossi dall'incarico non appena scoperto l'inganno?

Totomega5: porteranno i libri in tribunale prima o dopo il 26 c.m.?

Anonimo ha detto...

Epifani, Angeletti,Polverini,Bonanni, levatevi dai coglioni! Siete peggio dei corvi che si avventano sui cadaveri! Non avete fatto un cazzo fino ad ora e adesso che Di Pietro ci ha data visibilità e certezze per il futuro volete arrogarvi il merito di trattare per conto nostro. Sappiate che non accetteremo un tavolo di trattativa che non contempli la presenza dell'Italia dei Valori che rappresenta l'unica forma di garanzia per noi! Sietentutti degli squallidi personaggi che cvontinuano a distruggere il vero sindacato. Di Vittorio si sta rivoltando nella tomba! FATE SCHIFO!

Anonimo ha detto...

Letta sei più falso di una banconota da 5000 euro.

giuly ha detto...

Cari colleghi il sig Landi dice che i cedolini di ottobre non possono essere fatti perche' abbiamo occupato le sedi,allora mi spiega samueluccio landuccio dove fanno i cedolini compreso stipendi e buoni pasti ai lavoratori di Agile citta' Potenza?non mi dite che li fanno a potenza x che so bene che non li fanno li ma li fanno a pregnana. quindi?....... samueluccio landuccio? ce la dai una risposta?

Anonimo ha detto...

Stasera dopo aver letto questo post ho pianto. Mi sono sentita impotente e stupida, manipolata dai sindacati, dal governo, da questi pseudoimprenditori che vincono sempre, a che a causa delle leggi vigenti che consentono loro di fare ciò che vogliono. Ho maledetto la mia famiglia per avermi insegnato l'onesta e la coerenza. Una vita spesa a rigare dritto senza mai cedere alle tentazioni senza mai tradire me stessa e le mie convinzioni. No,non ne vale la pena...vanno avanti sono quei pochi che riescono a farci credere ancora nelle favole. La disperazione ti fa credere ancora nelle favole ma poi c'è la realtà. L'amara realtà: ci hanno strumentalizzato ancora una volta. Presi in giro ancora una volta. Voglio farla finita questo mondo non mi appartiene più.

Anonimo ha detto...

NO AMICA MIA! NO! NON DEVI CEDERE!! E' LA LORO VOTTORIA!! NO! NON DEVI PERMETTERLO! NOI POSSIAMO ANCORA FARCELA! FIDATI! I CONFEDERALI NON RIUSCIRANNO A FREGARCI! RICORDI? LO ABBIAMO DETTO IN QUESTO BLOG, LI DENUNCEREMO PER CONNIVENZA E CON LORO ANCHE IL VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO!!! CREDIMI I MAGISTRATI NON VEDONO L'ORA DI INIZIARE E TOGLIERSELI DALLE PALLE!!! CORAGGIO!! SIAMO CON TE!

lavoratoreonesto ha detto...

Caro Di Pietro, ti prego non permettere ai confederali di chiudere questa vertenza. Ti prego non ci abbandonare, siamo stremati dalla fame dalle preoccupazioni dalla tensione. Ti prego, io so che tu puoi davvero aiutarci mantenendo il controllo della situazione. Fallo, te ne saremo grati per la vita.

collettivolavoratorigetronics ha detto...

Onorevole Di Pietro La invitiamo a volerci contattare per qualunque iniziativa e/o comunicazione afferente la vertenza Eutelia-Agile-Omega al nostro indirizzo email: agileworkers@yahoo.it.
RingraziandoLa, Le significhiamo i nostri migliori saluti e La informiamo che abbiamo la necessità di consegnarLe materiale a supporto di altra denuncia penale che abbiamo intenzione di depositare prima dell'incontro alla Presidenza del Consiglio previsto per il 26novembre c.a.

Anonimo ha detto...

Ricordate la lotta dei lavoratori Alitalia?
Bene. La storia si ripete. Epifani,Angeletti, Bonanni e Polverini(sempre loro quattro!!)stanno preparando un altro 'pacco' e 'contropacco'....

Anonimo ha detto...

26 novembre, 27 novembre... troppi giorni da attendere, troppi soldi da trovare per continuare a vivere... E' questo il "grande risultato che volevamo ottenere"?
Scusate ma mi sembra poca cosa, veramente poca cosa: solo un altro, ennesimo logorante rinvio.
No... no... NO!
Ora, subito: stipendi e rimborsi SPETTANTI.
Ora, subito: commissariamento straordinario del gruppo, blocco di tutti i crediti.

ORA, SUBITO: non il 27 od il 26, non domani, ma OGGI!

Anonimo ha detto...

" Stasera dopo aver letto questo post ho pianto. Mi sono sentita impotente e stupida, manipolata dai sindacati, dal governo, da questi pseudoimprenditori che vincono sempre, a che a causa delle leggi vigenti che consentono loro di fare ciò che vogliono. Ho maledetto la mia famiglia per avermi insegnato l'onesta e la coerenza. Una vita spesa a rigare dritto senza mai cedere alle tentazioni senza mai tradire me stessa e le mie convinzioni. No,non ne vale la pena...vanno avanti sono quei pochi che riescono a farci credere ancora nelle favole. La disperazione ti fa credere ancora nelle favole ma poi c'è la realtà. L'amara realtà: ci hanno strumentalizzato ancora una volta. Presi in giro ancora una volta. Voglio farla finita questo mondo non mi appartiene più.“

Ti capisco, ho avuto anch'io un moto di sconforto ma se molli ora, nonostante le vergognose manovre della politica delle quali adesso ne senti tutto il peso, non avrai dato forza a quei valori nei quali hai creduto e vissuto fino ad oggi.Siamo tutti demoralizzati e personalmente non riesco a vedere una conclusione a nostro favore, ma la speranza e la tenacia, che ci contraddistingue, mi,permette di andare avanti e guardare in faccia i miei figli.No, non mollerò proprio ora, dopo un anno di rinunce ed ora sempre peggio, voglio vedere la fine di questa vicenda e fare tutto quello che posso per riscattare i valori in cui tu e tutti noi crediamo e portiamo avanti giorno per giorno, con difficoltà.
Mi auguro di vederti a Roma il 27 per poterti salutare, continua ad essere quello che sei.
Ciao Francesco Ginaldi.

Anonimo ha detto...

da inviare TUTTI a

sincert@sincert.it;segnalazioni@imq.it

Oggetto :EUTELIA>> Richiesta di revoca / sospensione della Certificazione ISO 9001:2008 n. 9111.EUTE scadenza 17/03/2011 rilasciata da IMQ/CSQ

In riferimento agli ultimi accadimenti su cui sta indagando la Magistratura ed ai vari esposti alla Procura delle Repubblica e relativamente al certificato ISO 9001 :2000 rilasciato ad EUTELIA Spa n.ro 9111.EUTE Settori EA 31b, 33, 35 scadenza 17/03/2011 relativamente a :Progettazione, installazione, erogazione e assistenza: servizi di telefonia vocale - servizi di telecomunicazione - trasmissione dati - servizi a valore aggiunto. progettazione, sviluppo, installazione, assistenza e vendita di : soluzioni software, sistemi di sicurezza, prodotti per l'informatica, per le comunicazioni, per il networking; progettazione e gestione contenuti multimediali e siti web; servizi professionali, consulenziali, di formazione tradizionale e a distanza, di comunicazione pubblica e interna di contact call center, di help desk, di conduzione funzionale, tecnica ed operativa di sistemi informativi Vi chiediamo di valutare secondo al Vs Procedura Interna PI-402 l'operato di Eutelia Spa e di provvedere se sussistono i presupposti per la revoca o sospensione dello stesso in quanto:

1) L'oggetto della Certificazione è mutato in quanto tutto il comparto IT è stato ceduto a Giugno 2009 con cessione di ramo d'Azienda ad Agile Srl

2) a causa delle ultime operazioni non del tutto trasparenti di cessione ramo d'Azienda sulle quali è stato presentato un esposto alla Procura della Repubblica da parte di lavoratori dell Azienda e dalle OO.SS , per una corretta gestione dei processi produttivi e finanziari dell Azienda viene meno il sistema di controllo interno

3) che l' ultimo bilancio 2008 non è stato certificato dalla Società di Revisione PriceWaterhouseCoopers



Inoltre si chiede di verificare :

l' evidenza dei controlli , ai sensi del Dlgs 196/03 , sui dati personali e di traffico di cui l'Azienda effettua il trattamento
se l'Azienda stessa abbia messo in campo alcuna azione atta a prevenire tramite i sistemi dei reclami, l’insorgere o il perdurare di cause di malessere che possano deteriorare il clima aziendale - prevenire la possibilità di abusi e violenze, psicologiche o sessuali, e le relative cause giudiziarie per trasformare un costo (quello di gestione e amministrazione del personale) in un valore dell’azienda anche economico spendibile sul mercato in termini di affidabilità/reputazione, per gli azionisti, i clienti, le banche, le pubbliche amministrazioni .In tal senso l'atteggiamento vessatorio sarebbe comprovato dagli ultimi accadimenti propsti sui giornali e media nazionali nei quali l'ex -Amministratore Delegato della Società ha fatto irruzione con alcuni uomini di una vigilanza privata allo scopo di intimidire e scacciare dai locali Eutelia di Via Bona a Roma alcuni impiegati ex Eutelia che occupavano la sede in difesa del proprio posto di lavoro ( ricordiamo che è stata aperta la procedura di leicenziamento collettivo per 1200 lavoratori exEutelia transitati appena 4 mesi fa in Agile che hanno percepito solo uno dei cinque stpendi di loro competenza)
se l'Azienda è ancora debitrice verso il personale oggetto della cessione di cui al punto 2 , di quote relative al reddito ( buoni pasto , trasferte ed altro) e che inoltre non risultano versate le quote della Previdenza integrativa (Fondo Telemaco) da Settembre 2008 a giugno 2009 nonchè è debitrice verso l'ENEL di quote per la fornitura di energia elettrica .


Chiediamo quindi di verificare quanto sopra e all'Organismo di Accreditamento SINCERT, esposto in copia conoscenza , di vigilare sul corretto iter della procedura di segnalazione per il reclamo in oggetto

Anonimo ha detto...

Stasera dopo aver letto questo post ho pianto. Mi sono sentita impotente e stupida, manipolata dai sindacati, dal governo, da questi pseudoimprenditori che vincono sempre, a che a causa delle leggi vigenti che consentono loro di fare ciò che vogliono. Ho maledetto la mia famiglia per avermi insegnato l'onesta e la coerenza. Una vita spesa a rigare dritto senza mai cedere alle tentazioni senza mai tradire me stessa e le mie convinzioni. No,non ne vale la pena...vanno avanti sono quei pochi che riescono a farci credere ancora nelle favole. La disperazione ti fa credere ancora nelle favole ma poi c'è la realtà. L'amara realtà: ci hanno strumentalizzato ancora una volta. Presi in giro ancora una volta. Voglio farla finita questo mondo non mi appartiene più.

Cara collega anche io come te ho avuto della mia famiglia l'insegnamento dell'onestà prima di tutto e come credo la maggior parte dei colleghi ma rinunciare alla lotta adesso significa darla vinta a questa gentaglia che ci ha imprigionato senza che noi ce ne accorgessimo.
Non mollare!!! E' vero che il problema principale è dare da mangiare alle nostre famiglie ora come ora (cosa che auguro a tutti i registi di questo complotto ed alle loro prossime 100 generazioni proprio perchè non so cosa potrebbero insegnare di buono) ma nel passato tanta gente è morta per darci quella libertà di cui siamo ora privati.
VINCEREMO NOI ALLA FINE. con le buone o le cattive!!!

Anonimo ha detto...

Solo due parole per io che ero li' davanti a Montecitorio:


GRAZIE DIPIETRO

Anonimo ha detto...

VERGOGNOSO E SQUALLIDO COMPORTAMENTO DEI “ sindacati “CGIL,UIL,CISL,UGL CHE A MO’ DI AVVOLTOI PIOMBANO SULLA PREDA CATTURATA DA DI PIETRO E VOGLIONO ATTRIBUIRSI IL SUCCESSO DELLA VERTENZA! COSI’CON IL LORO SOLITO SCIACALLAGGIO RIUSCIRANNO, COME AL SOLITO, A TENERE I PIEDI IN QUATTRO STAFFE. TOGLIETE I PRESIDI, MANDATE AFFANCULO I SINDACATI E CONTINUIAMO CON IL SOLO AIUTO DI DI PIETRO

Anonimo ha detto...

Ecco cosa abbiamo evitato : Da Milano Finanza
" Resta difficile la situazione di Eutelia (-3,23%). Secondo quanto scritto su MF, si sarebbe arenata la trattativa per la cessione di un immobile a Roma, operazione valutata 24,5 milioni di euro. Il quotidiano finanziario ha evidenziato che la mancata cessione dell’immobile potrebbe avere un impatto negativo sul piano finanziario del gruppo. Inoltre, MF ha scritto che Eutelia avrebbe in corso delle trattative con le banche creditrici per giungere a un accordo sul congelamento del debito per l’intero 2010. "

VOLEVANO VENDERE l'IMMOBILE DI VIA BONA !

Anonimo ha detto...

Massa,Giannettoni = Associazione a delinquere,dove cazzo siete finiti
non vi si sente più dove siete, state preparando le valigie per fuggire

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE ALLO SPEZZATINO!!!!
Vi stanno cuocendo a fuoco lento...

Anonimo ha detto...

scusate ma la frase "gia' incontrati sulla vertenza la settimana scorsa" scritta nell'articolo in neretto è una dichiarazione o una supposizione del redattore?

collettivolavoratorigetronics ha detto...

La nota è in neretto poiché messa in evidenza dalla redazione ma la frase è autentica. Leggi il comunicato stampa sul sito del MISE.

Anonimo ha detto...

Ho partecipato alla manifestazione di Roma e sono tornato con alcuni dubbi e una sola certezza che purtroppo riguarda il mio personale indirizzamento politico.

Appena letto della variazione dell'incontro, non nascondo una notevole incazzatura, ma dobbiamo andare avanti e fare una strategia.

Analizzando, l'unico partito che si è impegnato veramente è Italia Dei Valori che come lavoratori ringraziamo nelle figure più rappresentative a partire da Di Pietro e continuando con Orlando, Zipponi, Alfano, Giambrone, Mattaliano, ecc. ecc.

Ieri abbiamo visto anche Bersani, ma evidentemente aveva fretta, perchè dette due parole e strette un paio di mani, è andato via mentre i lavoratori cercavano di avvicinarlo.

Quindi, dobbiamo chiedere al PD maggiore coinvolgimento, e chiedere insieme a IDV di essere presenti all'incontro con Letta.

Inoltre all'incontro dove non possono partecipare tutti, devono necessariemente essere presenti tutte le RSU territoriali insieme a segretari generali dei sindacati e se rimane posto possono partecipare anche gli altri.

Quindi, cari rappresentanti sindacati nazionali e regionali dovete stare a casa, perchè occupate il posto dei lavoratori e le eventuali decisioni da prendere non vi coinvolgono direttamente, tanto voi il posto lo avete.

Inoltre rivolgo una domanda a tutti i lavoratori che hanno voltato per il PDL, ma perchè non inondate di mail i vs. riferimenti politici ?

Per chi avete votato ?
Lo volete capire che questi signori si fanno i ca..i loro e non gli frega niente di noi ?

Allora tutti i lavoratori devono scrivere una mail al proprio riferimento politico che contienepressatoco il seguente testo:

Sono un lavoratore Agile/Eutelia, ho votato insieme alla mia famiglia per Lei e il suo Partito, La informo che è stata avviata una procedura di licenziamento nei miei confronti da parte di .... che coinvolge più di mille lavoratori, chiedo cortesemente il suo interessamento alla vicenda così come Lei ha chiesto il mio sostegno alle precedenti elezioni.
La prego di informarmi circa le iniziative che vorra portare avanti ecc. ecc.

Se qualcuno ha altre iniziative le posti.

Anonimo ha detto...

non converrebbe far capire a Epifanie e soci che non siamo disposti a subire accordi sottobanco ? che se prima della data dell'incontro non ci chiariscono la posizione che intendono adottare si ritroveranno con 10.000 persone incaxxate a Roma ? chiediamo a Repubblica, Unità etc di pubblicare una lettera aperta nella quale chiariamo la nostra posizione.

Anonimo ha detto...

Grazie di cuore a Seccia e Potetti che sin dall’inizio di questa nostra grave crisi, sono sempre stati presenti nel farsi portavoce dei nostri diritti e necessità.
Grazie alla segreteria FIOM, a Rinaldini, Cremaschi e Spezia che li hanno fattivamente supportati, contribuendo ad ottenere il risultato dell’incontro alla Presidenza del Consiglio
Grazie all’ on. Di Pietro, senza il suo diretto intervento, non avremmo mai raggiunto questo risultato.
Grazie di cuore all’on. Di Pietro per essersi seduto a terra insieme a noi in p.zza Colonna e di esseri fatto portavoce dei nostri diritti e necessità.
Gli unici nostri rappresentanti DEVONO essere, come fino ad ora è stato, la FIOM in concerto con l’on. Di Pietro e spero che nessun altro voglia ora prendersi il merito di quanto sin qui raggiunto.

Anonimo ha detto...

...le alte cariche dei sindacati si stanno facendo tutti belli......ora.....ma dove siete stati fin'ora????
E' da tempo che urliamo, chiediamo e .....non prendiamo gli stipendi!!!!!!

siete collusi?????

Anonimo ha detto...

Ragazzi, ma di cosa vi lamentate??
Fino a ieri tutti a piangere perchè non avevamo attenzione.
Poi decine di post con scritto EPIFANI-EPIFANI-EPIFANI.
Ora ci si lamenta per l'inciucio senza sapere neanche cosa accadrà. Una cosa è vigilare, e dovremo farlo. Una cosa è screditare a priori.
Preferite una trattativa locale senza nessuno che vi fili o i massimi vertici sindacali, la presidenza del consiglio, i politici che vi seguono??
Se il vostro fine è quello di screditare il sindacato....suicidatevi.
Volete andare a parlare di persona con Letta??
Noi dobbiamo vigilare su come verrà condotta questa trattativa, ma lamentarci perchè sono coinvolti i massimi livelli dei sindacati confederali è da masochisti.

PS: come diceva Nanni Moretti: "continuiamo così....facciamoci del male...."

Luigi serra ha detto...

Un apprezzamento particolare per Antonio Di Pietro, che dopo essere stato nella nostra sede di Torino e aver promesso di stare affianco ai lavoratori per le porcherie che i Landi e gli altri pseudo imprenditori stanno perpetrando nei nostri confronti,sta mantenendo tali promesse a differenza di tanti altri che fanno solo chiacchiere.Grazie di cuore Antonio Di Pietro!!!!

Anonimo ha detto...

non si vuole screditare a priori il sindacato ma chiedere trasparenza. Se si viene a sapere che da giorni le più alte cariche del sindacato si incontrano con la PdC, vorrei sapere che cosa si sono detti e quale posizione hanno preso. Considerando che stanno parlando del nostro lavoro e della nostra vita.

Anonimo ha detto...

Blogger giuly ha detto...

Cari colleghi il sig Landi dice che i cedolini di ottobre non possono essere fatti perche' abbiamo occupato le sedi,allora mi spiega samueluccio landuccio dove fanno i cedolini compreso stipendi e buoni pasti ai lavoratori di Agile citta' Potenza?non mi dite che li fanno a potenza x che so bene che non li fanno li ma li fanno a pregnana. quindi?....... samueluccio landuccio? ce la dai una risposta?

mercoledì, 18 novembre, 2009
========================
i dipendenti EUTELIA hanno il cedolino e i buoni pasto.
PREGNANA è occupate e gli stipendi AGILE non sono stati fatti.

Anonimo ha detto...

Caro Ragazzo che chiede ad altri di non lamentarsi.
Premetto che io c'ero sia in via cavour che in via del corso e che ho assistito alla passerella dei vari politici.
Una nostra collega molto impegnata(sindacalmente) in questa vicenda ha detto testualmente "Di Pietro ha oltrepassato i limite. Deve capire che questa è una questione sindacale che deve essere gestita sindacalmente. Come si è permesso di togliere il microfono a Rinaldini".
Già... nientepocodimenoche il mitico RINALDINI.
Qualcuno mi aiuti a ricordare quali fantastici risultati ci ha fatto raggiungere questo grigio signore negli ultimi mesi. Non è riuscito a trascinare nemmeno una volta l'altro mitico supererore di questa storia EPIFANI, non dico ad una nostra manifestazione, ma nemmeno in sede a portare la sua solidarietà(personale) ai lavoratori. Figuriamoci se sarebbe stato in grado di darci la visibilità che ci siamo conquistati e che in seguito ci ha dato DIPIETRO.
Cara signora "pasionaria" ti prego di riflettere e di non esprimere giudizi affrettati e di parte cercando i trascinare altri in questa visione settoriale della nostra vicenda. Questa non è come dice lei una vertenza sindacale... QUESTA E' UNA VERTENZA DEI LAVORATORI. SOno loro che scelgono chi li rappresenta e ti posso garantire che nessuno di loro si sconvolge di essere rappresentato ANCHE da uno come DIPIETRO.
Non credo ci sia da vergognarsi di una persona che decide di "SPORCARSI I PANTALONI CON I LAVORATORI" sedendosi provocatoriamente con loro sulla strada.
Lo preferiamo a chi attraversa rapidamente e distrattmente un corteo stringendo mani qua e là e promettendo un interessamento diretto di BERLUSCONI: Bersani ma facci il sacrosanto piacere... per lo meno taci!!
Comunque lo dichiaro apertamente che io(credo insieme a molti altri) chiederemo che al tavolo sieda qualcuno che i lavoratori hanno avuto vicino nei momenti difficili e anche di paura. Non mi riferisco ovviamente a EPIFANI!

Anonimo ha detto...

Sono un collega Eutelia - Agiledi sesso maschile.
Sono orgaglioso di quello che abbiamo fatto ma devo dire un grazie non solo ai colleghi ma soprattutto alle colleghe tutte. Sono state l'anima e qualcosa di più di questa piccola rivoluzione. Alle colleghe di Napoli che sono venute a Roma durante gli scioperi e l'occupazione, alle colleghe che portavano gli striscioni,alle colleghe di Bari sempre sorridenti anche dopo 6 ore di autobus, alle superbe colleghe di Roma chine a pulire ogni mattina i bagni per renderli agibili, alle donne di Pregnana incappucciate nella loro disperazione di mamme.
A loro va la mia più profonda ammirazione di uomo e di collega.

Anonimo ha detto...

Il Signor Epifani già mette le mani avanti e ci prepara il pacco. Leggete le sue dichiarazioni rese all'Ansa
----------------------------
EUTELIA: EPIFANI, BENE CONVOCAZIONE, ORA METTERE VERTENZA SU BINARI GIUSTI Roma, 18 nov. (Adnkronos) - "Abbiamo ottenuto quello che volevamo, il tavolo.Speriamo ora di mettere la vertenza sui binari giusti". E' il leader della Cgil, Guglielmo Epifani, a commentare cosi' la convocazione a Palazzo Chigi del gruppo Omega, di cui fanno parte Eutelia-Agile e Phonmedia, prevista per il 26 novembre prossimo. "I problemi cominciano adesso. E' una vertenza piuttosto difficile ed e' bene che si sviluppi a Palazzo Chigi sia per il numero dei lavoratori coinvolti che per la quantita' e la qualita' delle commesse di cui il gruppo dispone", aggiunge a margine dell'incontro tra lo Spi-Cgil ed i giovani in corso nella sede del sindacato. (Tes/Ct/Adnkronos) 18-NOV-09 11:07

Anonimo ha detto...

Ieri, se non vado errato, Rinaldini ha affermato che sarebbero cominciate oggi le procedure per mettere Agile in amministrazione controllata. Qualche notizia CONCRETA o si trattava solo di vane parole (art. 28 docet)?

Anonimo ha detto...

UNA TRISTE NOTIZIA DA PREGNANA

Oggi è deceduto il nostro collega Giorgio Toscani.
Da tempo era sofferente ed era appena stato dimesso dall'ospedale.
Gli mancavano solo pochissimi mesi alla pensione.
Sono certo che la situazione attuale ha contribuito non poco a peggiorare il suo stato di salute e perciò auguro a tutti i maledetti artefici di questo maledetto imbroglio di marcire per l'eternità nel più profondo dell'inferno.

Anonimo ha detto...

non si vuole screditare a priori il sindacato ma chiedere trasparenza. Se si viene a sapere che da giorni le più alte cariche del sindacato si incontrano con la PdC, vorrei sapere che cosa si sono detti e quale posizione hanno preso. Considerando che stanno parlando del nostro lavoro e della nostra vita.

SEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.

Ma da dove vieni ?

Anonimo ha detto...

"Grazie di cuore a Seccia e Potetti che sin dall’inizio di questa nostra grave crisi, sono sempre stati presenti nel farsi portavoce dei nostri diritti e necessità.
Grazie alla segreteria FIOM, a Rinaldini, Cremaschi e Spezia che li hanno fattivamente supportati, contribuendo ad ottenere il risultato dell’incontro alla Presidenza del Consiglio
Grazie all’ on. Di Pietro, senza il suo diretto intervento, non avremmo mai raggiunto questo risultato.
Grazie di cuore all’on. Di Pietro per essersi seduto a terra insieme a noi in p.zza Colonna e di esseri fatto portavoce dei nostri diritti e necessità.
Gli unici nostri rappresentanti DEVONO essere, come fino ad ora è stato, la FIOM in concerto con l’on. Di Pietro e spero che nessun altro voglia ora prendersi il merito di quanto sin qui raggiunto."

QUESTO E' IL GIUSTO MESSAGGIO CHE TUTTI NOI DOBBIAMO TENERE PRESENTE!
SE LA NOSTRA VERTENZA HA RAGGIUNTO IL PRIMO STEP POSITIVO NON E' CERTO PER EPIFANI,POLVERINI,ANGELETTI E BONANNI!
AL TAVOLO DELLA TRATTATIVA SI DOVRANNO SEDERE RINALDINI, CREMASCHI, SPEZIA, LA COSIDDETTA GENTE DEFINITA "ESTREMISTA" MA "SERIA" UNITAMENTE A SECCIA E POTETTI.
I SIGNORI A CAPO DELLE SIGLE SE NE STIANO A CASA COME HANNO FATTO FINO AD OGGI!
NON DEVONO VENIRE A PROVOCARE ALTRI DANNI O A FARE I LORO SPORCHI INTERESSI DI BOTTEGA.
A MODERARE GLI INCONTRI VOGLIAMO GENTE DELL'ITALIA DEI VALORI, CHE HA DIMOSTRATO DI SAPER TENERE TESTA ANCHE ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO, E NESSUN ALTRO!
E' ORA DI SMETTTERLA DI FARE I FROCI CON IL CULO DEGLI ALTRI!
AVETE CAPITO EPIFANI,ANGELETTI,BONANNI E POLVERINI?
ALTRIMENTI SCENDEREMO ANCORA IN PIAZZA, MA QUESTA VOLTA, CONTRO DI VOI! IMMAGINATE LE CONSEGUENZE!

Anonimo ha detto...

"si si è proprio vero,
Mediaset vuole mettere le mani su eutelia..ma dove cazzo li vedi sti film..ma roba da mat!!"

Se tu non sai di essere scemo, te lo dico io: SCEMO!!
Lo sai quanti Km di fibre ottiche possiede Eutelia?
Lo sai cosa ci fanno con le fibre ottiche? Ci trasmettono la TV via cavo.
Lo sai cosa vende Mediaset? Programmi televisivi.
Lo sai che chi acquista una casa la vuole libera dagli inquilini?
Lo sai che siamo noi gli inquilini?
Hai capito adesso?????

Anonimo ha detto...

Io c'ero al corteo, ci hanno fatto percorrere un tratto di strada in cui c'erano solo palazzi in ristrutturazione al loro interno.
Abbiamo visto tanti operai e muratori affacciati alle finestre che ci guardavano e fotografavano ma siamo stati di fatto emarginati.
Capisco che le manifestazioni ci sono ogni giorno a Roma ma se arriveranno a dare retta al sindaco Alemanno, presto le faranno fare sulla pista di atletica di uno stadio periferico.
V E R G O G N A
E per chi ha votato per il PDL, vi siete chiesti come mai nessuno, dico nessuno, di questo partito è mai intervenuto a nostra difesa?
Forse Silviolo lo ha proibito? E in questo caso perchè?

Anonimo ha detto...

Quello che abbiamo ottenuto è solo un punto di partenza.
Nessuno si illuda di avere vinto qualche cosa.
La guerra sarà ancora lunga ma abbiamo delle speranze di farcela.
I presidi vanno mantenuti fino alla fine dichiarata bilateralmente delle ostilità.
Il 26 a Roma dobbiamo essere in tanti perchè non si illudano di averci raccontato l'ennesima balla che potrebbe tenerci tranquilli, e questo vale soprattutto per i colleghi che sono stati accumunati alla triste sorte di Agile.
Oggi vi danno un acconto ma il resto ve lo mettono nel c.....

Anonimo ha detto...

Ma i vescovi non dovevano prendere posizione a nostro favore?
Non si sa più nulla?
O forse la P2, la massoneria e il Vaticano si conoscono?

Anonimo ha detto...

E Letta vorrebbe essere il candidato del PDL alla prossima Presidenza della Rupubblica?
Ho sempre pensato che fosse il meno peggio della cricca ma dopo quanto abbiamo dovuto e ancora stiamo sopportando, penso che sia indegno soltanto pensare a simile candidatura.

Anonimo ha detto...

Martedì ho bevuto un elisir di giovinezza, mi sono rivisto quando circa 40 anni or sono combattevo per i diritti dei lavoratori.
Mentre ero seduto con altri meravigliosi colleghi, non ho pensato alle possibili cariche delle forze dell'ordine, ho pensato solo che stavo facendo la cosa giusta.
Potevano prendermi a manganellate o portarmi via di peso. Potevano denunciarmi o arrestarmi, ma io ero dalla parte giusta, non temevo la Giustizia, quella con la G maiuscola.
Ringrazio i vertici delle forze dell'ordine che hanno capito da tempo chi sono i malfattori e che rispettano le manifestazioni non violente dei lavoratori.
Chiedo scusa ai cittadini romani per il disagio arrecato, purtroppo noi siamo sull'orlo della disperazione, non abbiamo più di che sfamarci e non abbiamo fatto altro che lavorare tutta la vita.

Anonimo ha detto...

Per chi non c'era al sit in in via del Corso:
Io ero pronto a farmi manganellare anche per voi.
Io sarei tornato a casa con una denuncia e con dei danni fisici.
Io sarei stato abbracciato da mia moglie e dai miei figli.
Io mi sento un uomo....e voi?

Anonimo ha detto...

Cari colleghi,
penso che questo sia il periodo peggiore di tutta la terribile vicenda di cui siamo oggetto.
Vi prego non scoraggiamoci proprio ora, dopo tanti sforzi, tanti sacrifici e tanta sofferenza.
Sono d'accordo con chi scrive che Di Pietro deve proprio esserci il 26, altri... solo se c'è posto...
Un abbraccio caloroso di incoraggiamento a tutti voi ed uno speciale a chi è più demoralizzata di altri!

Anonimo ha detto...

Mi chiedo (e vi chiedo): ma i vertici sindacali hanno una sufficiente conoscenza della matassa ingarbugliata che andranno a trattare? La mia paura viene dal fatto che a Ballaro' non ebbi l'impressione che Epifani conoscesse i risvolti della nostra storia, disse anche qualche imprecisione... Certo STAVOLTA non ci si puo' permettere di dire str....te, la situazione dovra' essere gestita da chi la conosce bene. Ricordiamoci tutti che la nostra non e' una vertenza 'NORMALE'..... purtroppo!

Anonimo ha detto...

si deve continuare con la linea dettata a roma ieri 17/11(commissariamento)e non tornare indietro a trattare con l'azienda(si fa per dire)altrimenti siamo rovinati,Epifani e compagnia bella stiano attenti,perche' la guerra e la nostra ira si spostera' su di loro

Anonimo ha detto...

Salve a tutti.
Una sola, semplice domanda senza alcuna polemica: ora, come ora, è più opportuno continuare l'occupazione delle sedi o interromperle?
Tutto questo per capire se chi ci rappresenterà il 26 novembre p.v. avrà maggior forza contrattuale in un caso o nell'altro.
Grazie e ciao

Anonimo ha detto...

I sindacalisti di professione si sono ridotti come i politici, ormai sono distanti anni di luce dai problemi della popolazione gli uni e dei lavoratori gli altri.
Il sistema elettorale è simile ai congressi sindacali di elezioni dei direttivi.
Ora basta, occorre applicare la democrazia e curare gli interessi dei propri elettori.
Dissociarsi dalla realtà, non applicare l'art.28 richiesto dai lavoratori o l'art. 270, la procedura che doveva essere iniziata oggi, fare accordi per evitare che anche questo non accada, porterà alla distruzione del sindacato che dimostrerà di lavorare esclusivamente nel proprio interessere ad accrescere potere occupazionale grazie ai servigi offerti all'imprenditoria disonesta.

Anonimo ha detto...

Porgo le mie più sentite condoglianze alla famiglia di Giorgio Toscani. Era un collega serio e laborioso, ma soprattutto un amico.

Un ex-collega Olivetti (Eutelia, caricatura d'azienda, per me non è mai esistita)

Anonimo ha detto...

Ciao Giorgio,
lotteremo anche per te che ci hai lasciato troppo presto.
Se puoi dacci la forza di continuare se tentenneremo di fronte alle difficoltà.
Ti ricorderemo sempre.

Anonimo ha detto...

Ragazzi, sapete perchè la vertenza è stata avocata da Epifani, Bonanni,Angeletti e Polverini? Perchè devono tutelare gli interessi del Monte dei Paschi di Siena che è uno dei principali gestori di tutti i fondi pensionistici integrativi(tutte le categorie) i cui consigli di amministrazione sono composti dai sindacalisti confederali

SALVINO ha detto...

Ciao Giorgio,maestro di generosità.

Salvino Macaluso

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Salve a tutti.
Una sola, semplice domanda senza alcuna polemica: ora, come ora, è più opportuno continuare l'occupazione delle sedi o interromperle?
Tutto questo per capire se chi ci rappresenterà il 26 novembre p.v. avrà maggior forza contrattuale in un caso o nell'altro.
Grazie e ciao

mercoledì, 18 novembre, 2009


**********************************************

Ma vaffanculoooo!!!

LOTTA AD OLTRANZA!!!

Anonimo ha detto...

va bene tutto ma che nessuno si permetta di usare l'amico Giorgio Toscani. sei un grande figlio di troia se hai il coraggio fatti avanti pertchè ti rompo letteralmente il culo come e quando vuoi. lavati la bocca spero che tua moglie resti presto vedova grandissimo bastrado. cornuto lo sei già di certo!!! per giorgio ti voglio bene ovunque tu sia

Anonimo ha detto...

L’assessore regionale al Lavoro della Campania Corrado Gabriele lancia l’allarme sul tentativo della famiglia Landi, proprietaria dell’azienda informatica Eutelia, di entrare nel nuovo Polo Tecnologico per l’Ambiente di prossima costruzione a Bagnoli: "Il PTA punta sull’efficienza e la qualità,questi parametri non sono legati soltanto a criteri di produttività ma anche alla responsabilità sociale che le imprese riescono a mettere in campo. Ebbene,scorrendo la lista delle aziende ammesse a partecipare al progetto –finanziato con 174 milioni di euro- ho notato la presenza della Technoatl, da una misura camerale semplice risulta che i proprietari dell’impresa sono i fratelli Landi, i medesimi che senza alcun motivo hanno buttato per strada gli oltre 2000 lavoratori di Eutelia. Credo necessario che i partner del progetto, tra cui è presente Bagnoli Futura, debbano porre in essere tutti i provvedimenti utili ad evitare che soldi pubblici finiscano nelle tasche di soggetti senza scrupoli, che puntano alla sola massimizzazione dei profitti, senza declinare alcuna forma di salvaguardia sociale del territorio. Sarebbe quindi davvero assurdo e contro ogni logica coinvolgere in un progetto di qualità tecnologica ed ambientale soggetti come i Landi. Anzi, credo che speculatori di quella risma andrebbero piuttosto iscritti in una vera e propria black list, composta da “imprenditori canaglia” a cui andrebbe interdetta ogni possibilità di accesso a fondi pubblici".

Anonimo ha detto...

si si è proprio vero,
Mediaset vuole mettere le mani su eutelia..ma dove cazzo li vedi sti film..ma roba da mat!!"

Se tu non sai di essere scemo, te lo dico io: SCEMO!!
Lo sai quanti Km di fibre ottiche possiede Eutelia?
Lo sai cosa ci fanno con le fibre ottiche? Ci trasmettono la TV via cavo.
Lo sai cosa vende Mediaset? Programmi televisivi.
Lo sai che chi acquista una casa la vuole libera dagli inquilini?
Lo sai che siamo noi gli inquilini?
Hai capito adesso?????

GUARDA CHE IL CRETINO SEI TU,MEDIASET ' VALE 5,9 MILIARDI DI EURO MENTRE EUTELIA 23 MILIONI DI EURO.
(CAPITALIZZAZIONE DI BORSA)FAI UN PO' TU IL RAPPORTO,IMBECILLE, E DIMMI QUANTO PUO' INTERESSARE A MEDIASET UNA COSA COSI'. PEBSA A COSE PIU' SERIE CHE A QUESTE CAZZATE!

Anonimo ha detto...

Linea Notte di mercoledì 18 nov

http://www.youtube.com/watch?v=lMX1n2G15SQ

Anonimo ha detto...

.......Anzi, credo che speculatori di quella risma andrebbero piuttosto iscritti in una vera e propria black list, composta da “imprenditori canaglia” a cui andrebbe interdetta ogni possibilità di accesso a fondi pubblici".

Magari fosse possibile ma in italia purtroppo non lo è.
Attenta famiglia Landi non ci provare neanche vigileremo sempre sappiate che ormai noi tutti siamo il vs peggior incubo.

Anonimo ha detto...

Il 17 a Roma qualche rappresentante nazionale e regionale della FIOM ha lasciato intendere che potrebbero esserci problemi per l'accesso agli ammortizzatori sociali ed alla mobilità se si dovesse continuare con i presidi ad oltranza e che quindi sarebbe cosa buona cominciare a sospenderli. Qualcuno ha qualche dettaglio in più?

Anonimo ha detto...

Ma sapete che i nostri attuali capi,ovvero quei pochi dirigenti rimasti e il loro scodazzo, che tra l'altro non si vedono quasi mai ai presidi, stanno facendo gli sciacalli tentando di fare pseudo società e fregarsi le commesse?????
Tra l'altro tutti sappiamo che se ci troviamo in questa situazione e anche grazie alla loro collusione con le proprietà che si sono succedute, guardando esclusivamente i loro interessi e fregandosene di gestire le cose razionalmente e con fini industriali!
E sappiano che se non so per quale miracolo dovessimo ripartire, loro saranno i primi ad essere invitati a farsi da parte! Se si deve cambiare si cambia ed amministrazione straordinaria non vuol dire cambiare solo la proprietà ma anche la classe dirigente e scodazzi vari che hanno permesso di arrivare a questo sfascio!!!!!!
RICORDIAMOCELO TUTTI!!!!

Anonimo ha detto...

I sindacalisti di professione si sono ridotti come i politici, ormai sono distanti anni di luce dai problemi della popolazione gli uni e dei lavoratori gli altri.
Il sistema elettorale è simile ai congressi sindacali di elezioni dei direttivi.
Ora basta, occorre applicare la democrazia e curare gli interessi dei propri elettori.
Dissociarsi dalla realtà, non applicare l'art.28 richiesto dai lavoratori o l'art. 270, la procedura che doveva essere iniziata oggi, fare accordi per evitare che anche questo non accada, porterà alla distruzione del sindacato che dimostrerà di lavorare esclusivamente nel proprio interessere ad accrescere potere occupazionale grazie ai servigi offerti all'imprenditoria disonesta.


E' inutile che continuiate a lamentarvi se poi gli andate dietro. Nella mia sede e' una protesta continua (dietro le quinte) ma tutti sono pronti a sbattere i tacchi al minimo ordine del "sindacalista" di turno. SIATE LIBERI !!!
Questi "sindacalisti" devono imparare a conquistare il consenso per convinzione interiore delle persone e non per PAURA o per CIECA ED ACRITICA MILITANZA.

Solo cosi' faranno davvero i nostri interessi.

Se gli e' garantito il consenso comunque e a prescindere, è chiaro che saranno liberi di fare qualunque cosa, non avendo nessuno a cui rispondere.

Io, pur riconoscendo in termini generali il fondamentale ruolo del sindacalismo, gia' da tempo li ho mollati al primo "maleodore" ed ai primi tentativi di irregimentarmi, poiche' sono un uomo libero.

Anonimo ha detto...

Ordine del Giorno

Il Consiglio Regionale della Campania

“Iniziative di sostegno e di supporto per la mobilitazione dei lavoratori dell’azienda Agile srl - ex Eutelia - ”



Premesso che :

- All’inizio del mese di Novembre la Direzione Aziendale di Agile srl –Ex Eutelia, azienda che raggruppa 2000 lavoratori su tutto il territorio nazionale - ha inviato 1.192 lettere di licenziamento (di cui 90 su 124 lavoratori presenti presso la sede di san Giovanni a Teduccio);

- Da mesi i lavoratori sono impegnati con l’attuale proprietà in una vertenza a difesa dei livelli minimi occupazionali e dei propri diritti e nel dare la giusta visibilità a livello mediatico;

- Eutelia SpA (5° operatore telefonico in Italia) nel giugno del 2009 cede ad Agile srl (società controllata al 100% da Eutelia stessa) 2000 lavoratori provenienti dalla Getronics (ex Olivetti) e Bull Italia. Contestualmente vende la proprietà di Agile srl a Omega SpA (società che conta circa 10000 dipendenti in tutta Italia).

- Agile srl, sin da subito, non paga gli stipendi ai lavoratori acquisiti e, a soli tre mesi dal suo avvento, e inizia ad aprire la procedura di licenziamento collettivo per 1200 lavoratori (leggi 1200 famiglie);











Considerato che :

- Attualmente, i lavoratori vivono uno stato di immobilismo imprenditoriale che non è legato alla crisi economica mondiale bensì alla assoluta assenza di un piano industriale che lascia intravedere la possibile volontà da parte del nuovo soggetto imprenditoriale di liberarsi dei lavoratori acquisiti dalla società Eutelia e di impossessarsi delle risorse economiche attualmente in azienda;

- I dipendenti ex Olivetti e Bull rappresentano attualmente una delle principali realtà informatiche e di servizi IT in Italia che operano su tutto il territorio nazionale con importanti commesse pubbliche e private (es.: Ministeri, Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Regioni, Province, EE.LL., etc.);

- dei passaggi proprietari da ex Olivetti, ex Bull, ex Getronics ad Eutelia e da Agile srl, occorre urgentemente interessamento formale degli organismi di controllo.

Vista

- la dimensione occupazionale investita, l’alta sensibilità del settore coinvolto e del ruolo strategico delle amministrazioni pubbliche in materia di difesa dei lavoratori;

- la drammaticità in cui attualmente versa l’Azienda: sede di Roma occupata, sede di Milano occupata, sede di San Giovanni a Teduccio senza energia elettrica con 18 mesi di morosità con volontà della nuova proprietà di trasferimento sulla sede di Avellino.

Impegna la Giunta Regionale

- all’Istituzione e, conseguentemente, convocazione ad horas di un “Tavolo di Crisi” presso l’Assessorato Regionale al Lavoro con tutti i protagonisti della vicenda a partire






dalle organizzazioni sindacali per permettere una elaborazione di proposte e iniziative in sinergia con quelle già in corso di valutazione – locali e nazionali - scongiurando fortemente una drammatica evoluzione della questione, con l’obiettivo primario di mantenere e rilanciare gli attuali livelli occupazionali;
- di chiedere, attraverso l’Assessorato Regionale alla Programmazione Economica, la convocazione ufficiale di una Conferenza Presidenti Regioni, atta alla Costituzione di un Coordinamento Interistituzionale con le altre Regioni Italiane in cui si trovano le sedi dell’Azienda (CAMPANIA, PIEMONTE, LOMBARDIA, VENETO, EMILIA ROMAGNA, TOSCANA, LAZIO, ABRUZZO, PUGLIA, CALABRIA e SICILIA), unitamente alle OO.SS. di categoria, che posizioni la Presidenza del Consiglio dei Ministri di farsi urgentemente carico della questione, mediante il coinvolgimento del competente Ministro per lo Sviluppo Economico, e che vada a sospendere qualsiasi procedura di riduzione del personale e dia avvio ad un confronto per una risoluzione condivisa a tutela della stabilità occupazionale.

Assicura
- la propria disponibilità a garantire carattere di prioritaria importanza alle iniziative concernenti la tematica in oggetto.

Napoli, 18 Novembre 2009

Anonimo ha detto...

Consiglio Regionale della Campania
Gruppo Consiliare
Partito Socialista – PSE
Il Presidente
Centro Direzionale Is. F/13, 7° Piano
Staff 081 7783478 – Fax 081 7783379

Napoli, 18 Novembre 2009

Ai Presidenti della Giunte Regionali

- REGIONE CAMPANIA -
- REGIONE PIEMONTE -
- REGIONE LOMBARDIA -
- REGIONE VENETO -
- REGIONE EMILIA ROMAGNA -
- REGIONE TOSCANA -
- REGIONE LAZIO -
- REGIONE ABRUZZO -
- REGIONE PUGLIA -
- REGIONE CALABRIA -
- REGIONE SICILIA -

NOTA TRASMESSA TRAMITE FAX

e. p.c.
Al Presidente
CONFERENZA PRESIDENTI REGIONI
E DELLE PROVINCE AUTONOME
On.le Vasco ERRANI
c/o CINSEDO
(Centro Interregionale Studi e Documentazione)

NOTA TRASMESSA TRAMITE FAX


Egregi Onorevoli Presidenti,

come già ampiamente noto alle SS.LL. di quanto sta accadendo in tutta Italia, in riferimento alle numerose vibranti mobilitazioni dei lavoratori e delle lavoratrici dell’Agile srl (Ex Eutelia) atte a sensibilizzare le Istituzioni, sia locali che nazionali, al fine di trovare giuste iniziative di supporto e di sostegno, la Presidenza del Gruppo del Consiglio Regionale della Campania Pse/Sel ha presentato nel Consiglio Regionale odierno il seguente Odg “Iniziative di sostegno e di supporto per la mobilitazione dei lavoratori dell’azienda Agile srl - ex Eutelia - ”, approvato all’unanimità dei presenti, che, opportunamente, viene allegato alla presente.
I licenziamenti in atto rappresentano lo stadio finale di una triste vicenda il cui prezzo ricade sulla pelle dei lavoratori e delle lavoratrici.
Dopo settimane di occupazione - stato d’agitazione di tutte le sedi della società, dopo una serie di iniziative parlamentari, dopo giorni di scioperi e manifestazioni, non si riesce tuttora ad ottenere la convocazione di un tavolo di crisi presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Riconoscendo la Vostra elevata sensibilità nell’esercizio del proprio esercizio istituzionale, con il contributo dell’Odg approvato, si chiede la Costituzione di un Coordinamento Interistituzionale con gli Assessorati Regionali competenti, attraverso la Conferenza dei Presidenti delle Regioni, unitamente alle organizzazioni sindacali nazionali e di categoria, e chiedere al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, di convocare immediatamente un tavolo di trattativa che sospendi la procedura di riduzione del personale e dia avvio ad un confronto per una soluzione condivisa a tutela della stabilità occupazionale
Nutro profonde speranze nell’agire comune presso il Governo consapevole della necessità di essere portatori di quel profondo senso etico di responsabilità atto a contribuire alla proposizione di iniziative adeguate che sappiano premiare la buona industria, e “perseguire e colpire” quella cattiva.

Con i migliori Saluti,

Anonimo ha detto...

Oh cacchio, conoscevo anch'io il collega Toscani; sentite condoglianze ai suoi familiari.

Ex collega dello STAC Olivetti Milano.
A.T.

Anonimo ha detto...

Da "La Repubblica"

Aggiungi due posti a tavola. Con voto bipartisan (239 sì, 12 no e 15 astenuti) il Senato approva una modifica del regolamento che gonfia il suo consiglio di presidenza con nuovi benefit e nuovi costi. I segretari d´aula da 10 diventano 12 per rispondere a una vecchia protesta dell´Italia dei Valori. Il partito di Antonio Di Pietro era stato escluso dalla spartizione dei posti di segretario all´inizio della legislatura, un anno e mezzo fa.


RICCARDO VILLARI - COPYRIGHT PIZZI

DI PIETRO CON LA MOGLIE
Nella divisione, 5 della maggioranza e 5 dell´opposizione, la sua poltrona era stata occupata a sorpresa da un rappresentante della Svp. Per mesi l´Idv ha contestato questa scelta rivendicando, legittimamente, il suo posto nel consiglio di presidenza.

Si poteva trovare una soluzione alternativa, ad esempio rivotando i segretari per sanare l´errore precedente. Riccardo Villari aveva suggerito questa strada ricordando la sua vicenda: nominato presidente della Vigilanza con i voti del centrodestra, aveva lasciato (dopo un lungo tira e molla), poi la commissione aveva votato un nuovo presidente, Sergio Zavoli.


SERGIO ZAVOLI - COPYRIGHT PIZZI
Ma su questo compromesso non è stato raggiunto un accordo. Così è stata offerta una poltrona in più al movimento di Di Pietro, con la necessaria compensazione per il centrodestra. La norma è transitoria, cioè vale solo per la legislatura in corsa. Intanto i due nuovi segretari avranno le dotazioni degli altri: auto, personale di segreteria e altri benefit. Anche se a loro verrà affidata la gestione dell´Aula ma non del Senato.


I radicali Marco Perduca e Donatella Poretti si sono opposti alla modifica. Denunciando il "doppio gioco" dell´Italia dei Valori. «Questa intesa è il frutto dell´ennesimo lavoro notturno del partito di Di Pietro con l´arcinemico Cavaliere. Vogliamo vedere - dicono i due - come lo giustificherà alla vigilia della manifestazione anti-Berlusconi del 5 dicembre».

Anonimo ha detto...

Scoperti Cribiori,Salpietro,Pioltelli,Grasso che dietro aumenti,dirigenze, BMW, pagamenti regolari sono strumenti e REFERENTI dei PRENDITORI.
Attenti a quello che si dice.

Pregnana Unita (e occupata)

Anonimo ha detto...

Mi giungie notizia da fonti molto attendibili
che qualcuno ha ricevuto lo stipendio di settembre qualcuno sa qualcosa.

Anonimo ha detto...



GUARDA CHE IL CRETINO SEI TU,MEDIASET ' VALE 5,9 MILIARDI DI EURO MENTRE EUTELIA 23 MILIONI DI EURO.
(CAPITALIZZAZIONE DI BORSA)FAI UN PO' TU IL RAPPORTO,IMBECILLE, E DIMMI QUANTO PUO' INTERESSARE A MEDIASET UNA COSA COSI'. PEBSA A COSE PIU' SERIE CHE A QUESTE CAZZATE!


non c'è bisogno di scrivere maiuscolo oppure è stato toccato qualche nervo scoperto? alla fine del servizio di martedi su rai 3 è stato buttato un sasso in tal senso....
inoltre ti consiglierei di leggere un articolo su repubblica di oggi relativo a Telecom - Mediaset.

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo con chi attacca DiPietro. Del resto doveva aspettarselo:
ha osato scavalcare i "sindacalisti".

Saro' controcorrente (perche' LIBERO) ma continuo a ringraziarlo per quello che ha fatto per noi.

Anzi, alle prossime elezioni avra' il mio voto: promesso !

Anonimo ha detto...

FIAT dichiara di licenziare 173 persone, i dipendenti occupano la sala consigliare e SACCONI corre ha fare visita ai dipendenti; Agile dichiara di licenziare 1192 persone i dipendenti senza stipendio da agosto occupano tutte le sedi e SACCONI decide di aspetare il piano industriale che verrà presentato a gennaio.
...melo male che dietro non ci sono interessi politici

Anonimo ha detto...

Bella figura di merda che hanno fatto i sindacati a Roma e bastata una telefonata di Di Pietro e hanno fissato l'incontro e adesso scrivono che l'incontro era già fissato ma vi rendete conto a chi paghiamo la tessera io la straccio e adesso lo vogliono delegittimare ma non ci riuscirete FORZA DI PIETRO.

Anonimo ha detto...

....il conflitto d’interessi di Silvio Berlusconi. Eutelia è proprietaria di 13mila km di fibre ottiche, un patrimonio ghiotto per chi vuole puntare sulla televisione via web. Il valore delle azioni dell’azienda è in caduta libera e Mediaset non nasconde l’interesse a metterci le mani sopra.....

Prof.Spugna ha detto...

Cari collega,

"Scoperti Cribiori,Salpietro,Pioltelli,Grassoche",

Per quanto mi riguarda posso dirti:

dietro aumenti

Anche l'ultimo stipendio che ho preso ad agosto è pressoché identico al mio primo stipendio dell'agosto del 1997 quando fui assunto in quest'azienda (l'allora Olivetti)

dirigenze
Anche qui, fui assunto come 7Quadro, ed oggi sono ancora un 7Quadro.


BMW
Mai avuta una BMW aziendale, devi avere qualche problema di diotria: l'auto che ho è una STILO, anzi, forse da fine mese neppure più.

pagamenti regolari
Come già detto l'ultimo stipendio, come quasi tutti i colleghi, risale a quello di agosto: ma promesso, se mai dovessi percepire uno stipendio in più di tutti voi...lo darò in beneficienza al fondo per le Famiglie istituito dal cardinale Tettamanzi..promesso!

sono strumenti
mi reputo una persona nelle piene facoltà di intendere e di volere: non uno che crede a tutto, anche alle favole....soprattutto a quelle dei sindacalisti a tempo pieno/perso. Visto come sono stati trattati dai confederati o dal governo? impara!

e REFERENTI dei PRENDITORI.
Ti consiglio di cambiare informatore, questo ti spaccia roba scadente (almeno sul sottoscritto).

Attenti a quello che si dice.
Si dicono un sacco di stupidagini, e poi ci meravigliamo della fine che abbiamo fatto!?

Pregnana Unita (e occupata)
Per ora solo disoccupata, ma speriamo che cambi presto in meglio.

Grazie,
Daniele Salpietro
Lavoratore Agile
Servo della Giustizia


P.S.: il 25/11 è vicino: meglio sperare in un suo messaggio di salvezza, che cadere disperati dai messaggi che verranno il 26/11 degli uomini di questo mondo.

Anonimo ha detto...

Forza Di Pietro!!!
Rinaldini dopo 3 minuti ha avuto la data dell'incontro, aveva una linea superdiretta? ( e meno male che aveva l'agenda piena) ma a chi vuole raccontarla.. così come Epifani & C.
Comunque vado On. Di Pietro sono e sarò con lei. ci ha messo la faccia, anima e core :-)

Anonimo ha detto...

Mi giungie notizia da fonti molto attendibili
che qualcuno ha ricevuto lo stipendio di settembre qualcuno sa qualcosa.

**********************************
E si è confermato dei capi hanno preso lo stipendio di Settembre.

Anonimo ha detto...

Sempre e x Sempre dalla stessa parte mi troverai ....TUTTI a ROMA piu' incazzati che MAI...se vogliono prenderci x sfinimento si sbagliano di grosso..

Anonimo ha detto...

L'ultimo stipendio, come quasi tutti i colleghi, risale a quello di LUGLIO, non di agosto.

Inoltre perchè non dici chi sono le persone che hanno certificato i dati della cessione e che sono state rimosse dall'incarico non appena scoperto l'inganno?

Anonimo ha detto...

....il conflitto d’interessi di Silvio Berlusconi. Eutelia è proprietaria di 13mila km di fibre ottiche, un patrimonio ghiotto per chi vuole puntare sulla televisione via web. Il valore delle azioni dell’azienda è in caduta libera e Mediaset non nasconde l’interesse a metterci le mani sopra.....

BUUUMMMMM
UN METRO DI FIBRA OTTICA COSTA 7 EURO + 3 EURO PER LA POSA. QUINDI AVERE UN METRO DI FIBRA STESA VALE 10 EURO. 13.000 kM SONO PARI A 13.000.000 DI METRI CHE MOLTIPLICATI PER 10 EURO FA 130 MLN DI EURO. QUINDI EUTELIA VALE ,SECONDO LE CAZZATE CHE RACCONTI,SOLO PER LA FIBRA OTTICA PROPRIETARIA, 130 MLN DI EURO. COME MAI VALE SOLO 26 MLN IN BORSA?
MENO MALE CHE SIETE LA "CREMA" DEI PROFESSIONISTI ICT!!!

Anonimo ha detto...

--- COMUNICATO UFFICIALE ARKANOID N.1 ---

Ai lavoratori ex-Eutelia, Agile Srl, Phonemedia, Answer, Gruppo Omega Spa ed a quanti ne fanno sfortunatamente parte e che seguono tale vicenda come sostenitori e spettatori.

Siamo un gruppo di persone indignato ed offeso per quanto sta vivendo e subendo.
Crediamo fortemente nell'affermazione dei nostri diritti, nella lotta e mobilitazione di massa come mezzo per la loro salvaguardia.

Per mesi e mesi si è richiesto il sostegno e l'interessamento della politica e dei mezzi di comunicazione.
Ma a quanto pare eravamo “invisibili”.
Significativo è quanto avvenuto in occasione delle due manifestazioni a Piazza Barberini, con il cuore di Roma bloccato, paralizzato per due giorni, senza che alcun giornale rivelasse il vero motivo di quanto stesse accadendo.
"Il Messaggero", che ha sede a pochi passi, non si è mai degnato di dedicarci una sola riga.
Noi tutti abbiamo implorato attenzione senza riceverla.

L'unico vero motivo che ha saputo suscitare l'interesse mediatico verso il dramma e la truffa che stiamo subendo, è stata l'azione terroristica effettuata nottetempo da Samuele Landi insieme ad un gruppo di squadristi.

Pensateci bene. Stampa e TV non hanno parlato di noi per la drammaticità della situazione che stiamo vivendo, non perché si sta perpetuando una truffa da oltre 60 milioni di euro, ma solo per il gesto "spettacolare" messo in atto da un gruppo di balordi.

Se i "media" vogliono spettacolo, noi siamo pronti a darglielo.

Proprio ora che è arrivata quel poco di visibilità mediatica, è assolutamente necessario riuscire a mantenere alta l'attenzione e la visibilità. Sparire e cadere nel dimenticatoio è questione di un attimo.
Viviamo in una nazione dove i telegiornali danno spazio al gossip, ai litigi nella casa del Grande Fratello, alla presentazione dei programmi della De Filippi, alle rubriche gastronomiche e a fare marchette per film, fiction e dischi … ma di centinaia di migliaia di lavoratori vittime, non della crisi, ma di speculatori finanziari chi ne parla?

Benché quello che con fatica e lotta si è riusciti ad ottenere, è importantissimo mantenere alta l'attenzione e la visibilità e soprattutto riuscire a far comprendere la reale vastità del problema.
Ci portiamo dietro un nome, Agile/Omega, che agli italiani non indica nulla. Ma è pur vero che l'atto delinquenziale di cui siamo vittime, colpisce circa 11.000 persone, tanti quanti la vertenza Alitalia.

Pur non volendoci in alcun modo sostituire all'importante ed insostituibile figura del sindacato e di quanti a livello politico ci stanno sostenendo in questa lotta,
la finalità che ci prefiggiamo è quella di renderci autori e promotori di una serie di iniziative, atte a catturare l'attenzione ed a mantenere alta la visibilità sull'ennesima vicenda indecorosa che deve subire questo paese.


ANNUNCIAMO

a Voi tutti, che la nostra prima azione di “sensibilizzazione”, sarà quella di organizzare un “NETSTRIKE”.

Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di una forma di lotta virtuale, di una mobilitazione in Rete che consiste nell'inviare una massa considerevole di utenti possessori di accesso Internet e browsers, a puntare verso uno specifico URL, ad una precisa ora e ripetutamente.

A breve, comunicheremo la data dell'evento e l'obbiettivo “sensibile” a cui saranno destinate le nostre innocue attenzioni.

Anonimo ha detto...

Ci teniamo a chiarire, che non vogliamo danneggiare nessuno.
La nostra intenzione è quella di creare un evento in Rete che possa avere la maggior risonanza possibile.
L'evento sarà pubblicizzato attraverso i principali social network, forum, mailing list, ne saranno informati tutti gli organi di stampa e verrà dato vita ad un passaparola attraverso la rete.

L'obbiettivo, non è danneggiare, ma mettere in risalto l'importanza e la necessarietà della rete al giorno d'oggi, del ruolo fondamentale che riveste nella società, nel mondo della comunicazione, dell'economia e del lavoro.

Nonostante ciò, un manipolo di banditi, con l'appoggio di un importante gruppo bancario, con la compiacenza e l'irresponsabilità del Governo italiano, sta affossando la più grande realtà informatica italiana.

A presto …
dimenticavo, ci presentiamo,

Gruppo Arkanoid, abbattiamo il Muro di Gomma.

gruppoarkanoid@gmail.it

collettivolavoratorigetronics ha detto...

IL LEADER DELLA CISL DEFINISCE SCIACALLO DI PIETRO E SI PREPARA FA RCI IL PACCO(COME L'ALITALIA) IL PROSSIMO 26 NOVEMBRE...
......................
EUTELIA: BONANNI, MOLTI SCIACALLI SPECULANO SU POSTI LAVORO (ANSA) - BARI, 19 NOV - Sulla crisi dell'Eutelia, le cui aziende in Italia rischiano di chiudere, ''vedo troppo sciacalli che vogliono fare la loro battaglia non per sostenere quei posti di lavoro, ma per utilizzare quella vicenda come evento clamoroso''. Ne e' convinto il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, che oggi a Bari ne ha parlato con i giornalisti. ''Purtroppo - ha rilevato - stiamo andando verso campagne elettorali, e dico ai sindacalisti di stare lontani dalle vicende elettorali e molto vicino agli interessi economici e sociali dei lavoratori italiani''. Di Eutelia, per Bonanni, bisogna capire di chi ''e' la proprieta' e che piano industriale ha, per poter aprire una discussione che dia garanzie di mantenimento dei posti di lavoro''. ''Ma per fare questo - ha concluso - ci vuole molta serenita'''.(ANSA). YB8-LF 19-NOV-09 13:12

collettivolavoratorigetronics ha detto...

EUTELIA: PIZZICHI A DI PIETRO, INCONTRIAMOCI PER CHIARIMENTO SU OMEGA (ASCA) - Arezzo, 19 nov - Un incontro con il leader dell'IdV Antonio Di Pietro, per ''chiarire definitivamente la nostra assoluta estraneita' alle vicende ed alle difficolta' dei dipendenti della societa' Omega''. A chiederlo e' il presidente di Eutelia Leonardo Pizzichi, in una lettera aperta inviata a Di Pietro. ''Ormai da mesi - afferma Pizzichi nella lettera - la societa' che presiedo e' oggetto di una campagna falsa ed infamante della quale recentemente lei e' divenuto uno dei maggiori interpreti, artefici e promotori'' e in particolare ''le vicende relative alla dismissione di un nostro ramo d'azienda di circa 1900 dipendenti alla societa' Omega sono quotidiano oggetto di falsita' in merito alle modalita', agli scopi e finalita' della dismissione stessa''. Questo nonostante ''abbiamo gia' dato innumerevoli volte risposte sulla natura e le modalita' della cessione stessa, ai vari organismi di vigilanza ai quali siamo sottoposti''. Rilevando che ''al solo scopo di determinare clamore e attenzione mediatica si sta mettendo a repentaglio l'occupazione di centinaia di cittadini da parte di coloro che per primi ne dovrebbero tutelare gli interessi ed i diritti'', Pizzichi chiede quindi a Di Pietro un incontro ''possibilmente pubblico''. ''Certo - conclude Pizzichi - che la sua incisiva azione politica non voglia proseguire fondata su fraintendimenti, confusionarie ricostruzioni dei fatti ed assolute falsita' di merito, resto in attesa di una sua pronta risposta, nella speranza che anche i media vorranno iniziare a dare voce alla nostra piccola ma importante realta' e ai suoi dipendenti che ormai vedono nella cassa integrazione piu' che un rischio una certezza''. afe/cam/ss 191739 NOV 09

Anonimo ha detto...

Pizzichi chiede quindi a Di Pietro un incontro ''possibilmente pubblico''.

Ottimo! Dove e quando?

Anonimo ha detto...

Il presidente di Eutelia leonardo pizzichi oppure i landi ci spieghino come mai dismettendo il ramo IT con la cessione beffa agli spazzini omega si sono "dimenticati" di un ramo della stessa IT che si sono tenuti ben stretti ,quale ceva avellino e ricerca pozzuoli, per creare in gennaio 2010 una nuova societa' nella stessa sede di avellino dove e' gia' tutto pronto per il trasferimento E VEDI IL CASO L'ARTEFICE ED IL PROPRIETARIO E' ISACCO LANDI!!!!!!!!!! da notare che questo ramo IT ha importanti contratti ministeriali con consistenti fatturazioni, contratti da anni gestiti dalla ex bull ed ex getronics. COME VEDETE LO SCIACALLAGGIO EUTELIA CONTINUA ALLA LUCE DEL GIORNO SENZA CHE NESSUNO LO CONTRASTI!!! DI PIETRO PENSACI TU !!!!!!!!!!! COME DETTO A ROMA PROCEDERE PER INVALIDARE LA FALSA CESSIONE E COMMISSARIAMENTO SUBITO DI TUTTA EUTELIA/AGILE

Anonimo ha detto...

UN METRO DI FIBRA OTTICA COSTA 7 EURO + 3 EURO PER LA POSA. QUINDI AVERE UN METRO DI FIBRA STESA VALE 10 EURO. 13.000 kM SONO PARI A 13.000.000 DI METRI CHE MOLTIPLICATI PER 10 EURO FA 130 MLN DI EURO. QUINDI EUTELIA VALE ,SECONDO LE CAZZATE CHE RACCONTI,SOLO PER LA FIBRA OTTICA PROPRIETARIA, 130 MLN DI EURO. COME MAI VALE SOLO 26 MLN IN BORSA?
MENO MALE CHE SIETE LA "CREMA" DEI PROFESSIONISTI ICT!!!


+++++++++++++++++++

se ti vuoi divertire con i calcoli matematici fai pure,
ma se non ricordo male Eutelia ha comperato Gertronics sborsando un solo euro !!!!!!
e allora,dove sta la tua matematica?
Il silenzio della maggioranza (leggi SILVIO)fa pensare ad qualche interesse di carattere economico,non ti pare?

Anonimo ha detto...

ma va a cagare!!

Anonimo ha detto...

SPERO CHE SIA CHIARO AI SINDACATI NAZIONALI CHE IL COMMISSARIAMENTO SIA CON EUTELIA INCLUSA INVALIDANDO LA FALSA CESSIONE!!!!!!!!!!!!! E' CHIARO A TUTTI!!!!!!!!!! SPERO DI AVERE RISPOSTE IN MERITO...........

Anonimo ha detto...

"pagamenti regolari
Come già detto l'ultimo stipendio, come quasi tutti i colleghi, risale a quello di agosto:.."


ma che cazzo stai a'ddì?
agosto? ma chi l'ha visto..sei proprio quello che si dice in giro..

IL 26 TUTTI A ROMA,a me non fermeranno i manganelli,somo pronto a mettere la faccia,voi?

Anonimo ha detto...

BONANNI EPIFANI FUORI DAI COGLIONI,BORGHESI DEL CAZZO,O PIGLIATE 'NA MAZZATA IN FACCIA,SCIACALLI QUAQQUARAQQUA'DI'MMERDA!

Anonimo ha detto...

è chiaro che l'on.Di Pietro da fastidio a tanti farabutti, sono sicuro che non si farà intrappolare da questi ipocriti.
sa bene con chi ha a che fare.
forza Di Pietro, confidiamo nel tuo impegno, non sarai solo.
dobbiamo dare tutto il nostro appoggio, questi delinquenti stanno dando segni di panico, dobbiamo stanarli.

Anonimo ha detto...

ma di cosa sta parlando bonanni.
non ha ancora capito chi è la proprietà e chiede un piano industriale.
ma dove è stato tutto questo tempo?
colleghi qui bisogna continuare a lottare senza pietà per scardinare questa associazione di pezzenti

Anonimo ha detto...

ma di cosa sta parlando bonanni.
non ha ancora capito chi è la proprietà e chiede un piano industriale.
ma dove è stato tutto questo tempo?
colleghi qui bisogna continuare a lottare senza pietà per scardinare questa associazione di pezzenti

Anonimo ha detto...

EUTELIA: BONANNI, MOLTI SCIACALLI SPECULANO SU POSTI LAVORO (ANSA) - BARI, 19 NOV

Non hanno neanche il buon gusto di tacere, dopo che ci hanno ignorato per mesi.
Di Pietro ha fatto quello che avrebbero dovuto fare loro e ha avuto il meritato plauso. Ecco perche' stanno friggendo: il consenso che ha giustamente avuto Di Pietro in una settimana, loro non lo hanno mai avuto e non lo avranno mai.

Grazie Di Pietro !!!

Anonimo ha detto...

PER BONANNI:

INFATTI STARE QUATTRO MESI SENZA STIPENDIO NON E' UN EVENTO CLAMOROSO SPECIE PER TE CHE LO STIPENDIO LO RUBI TUTTI I GIORNI SCRIVENDO TRA L'ALTRO UNA CAZZATA DOPO L'ALTRA.

Anonimo ha detto...

10 Domande a quel bontempone di Pizzichi:
In riferimento alle dichiarazione del Presidente di EUTELIA Pizzichi , che solo ora , dopo 5 mesi di lotte ed iniziative spontanee dei lavoratori , e solo dopo che è stato ha rotto il muro di omerta e di silenzio, ci ha concesso" di poter leggere un suo comunicato all'Agenzia ASCA, comunicato nel quale chiede di incontrare l'on Di Pietro non per salvare i 2000 dipendenti brutalmente sacrificati e scaricati ad Agile, ma per salvare i rimanenti 800 di Eutelia da abbiamo da porre 10 domande

1) aAcosa mirava realmente quando è stata fatta la finta cessione del comparto IT ad Agile? Come poteva una Srl con 96.000 € di capitale sociale e senza aperture di credito verso le banche che Lei rappresentava , mantenere il rapporto di lavoro attivo con 2000 persone?



2) Quali sono le garanzie che EUTELIA ha verificato per l 'acquirente alla cessione , la cui analisi le ricordiamo doveva essere effettuata dall'advisor del venditore, per contemperare esigenze diverse tra cui completezza e trasparenza, riservatezza e attrattività nonchè capacità di sostentamento autonome della società ceduta? (art 2112 cc e Dlgs 276/03)


3) Perchè per ciascun dipendente ceduto non è stata data informativa della relativa quota di TFR versata ad AGILE?



4) Perchè mentre i dipendenti EUTELIA continuavano a ricevere i buoni pasto regolamente i "futuri cedendi" sin da gennaio 2009 non ricevevano il buono pasto accumulando crediti verso EUTELIA per centinaia di euro?Preveggenza o premeditazione?



5) Perchè per i futuri cedendi non sono stati versati più da settembre 2008 i contributi della Previdenza Integrativa al Fondo TELEMACO trattenendo però dallo stipendio e dallo stipendio le quote (1,5 % medio sul totale)? Preveggenza o premeditazione? Lei è a conoscenza che questo è un reato penale ed amministrativo?



6) Perchè ha aspettato tanto tempo a dimettersi dal CDA Monte dei Paschi e solo dopo che è venuto fuori lo scandalo della finta cessione?



7) Perchè non ha pagato il saldo delle bollette ENEL della Sede di Napoli costringendo i lavoratori di Napoli a rimanere senza energia elettrica al buio e senza i telefoni?



8) Come fa la società AGILE Srl a conoscere i nominativi dei dipendenti che hanno impugnato la cessione di ramo d'Azienda quando la raccomandata R/R è stata inviata solo ed esclusivamente ad EUTELIA Spa?



9) Perchè sulle sole tre buste paga emesse da Agile ( luglio-agosto e settembre) i dati fiscali riportati sono ancora quelli di EUTELIA, così come fatto rilevare dall'Ufficio Provinciale del Lavoro di Napoli ?



10) Perche l'ex Amministratore di EUTELIA ha fatto irruzione in Via Bona? Cosa cercava fra le carte che ha disperatamente tentato di prelevare prima che venisse la Polizia?

E un ultima domanda

Ma non si vergogna un pò per quello che sta succedendo??
A sentirla parlare di etica verso l'on DI Pietro ci viene un pò la pelle d'oca.. abbiamo buona memoria e ricordiamo tutti la lettera inviata dal grande Samuele Landi a maggio alla redazione di Arezzo Notizie che , scrivendo ai Dipendenti Eutelia che sarebbero rimasti (Preveggenza o premeditazione?) , diceva che il "nostro sacrificio " era necessario per salvare la "continuita aziendale"

Aspettiamo le sue risposte ...sig. Pizzichi


I Lavoratori di Napoli

Anonimo ha detto...

Il presidente di Eutelia leonardo pizzichi oppure i landi ci spieghino come mai dismettendo il ramo IT con la cessione beffa agli spazzini omega si sono "dimenticati" di un ramo della stessa IT che si sono tenuti ben stretti ,quale ceva avellino e ricerca pozzuoli, per creare in gennaio 2010 una nuova societa' nella stessa sede di avellino dove e' gia' tutto pronto per il trasferimento E VEDI IL CASO L'ARTEFICE ED IL PROPRIETARIO E' ISACCO LANDI!!!!!!!!!! da notare che questo ramo IT ha importanti contratti ministeriali con consistenti fatturazioni, contratti da anni gestiti dalla ex bull ed ex getronics. COME VEDETE LO SCIACALLAGGIO EUTELIA CONTINUA ALLA LUCE DEL GIORNO SENZA CHE NESSUNO LO CONTRASTI!!! DI PIETRO PENSACI TU !!!!!!!!!!! COME DETTO A ROMA PROCEDERE PER INVALIDARE LA FALSA CESSIONE E COMMISSARIAMENTO SUBITO DI TUTTA EUTELIA/AGILE
PUBBLICARE GRAZIE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

http://www.governo.it/rapportiparlamento/salastampa/comunicati/testo_int.asp?d=52956


Ex Eutelia, il 26 novembre parti convocate

19 Novembre 2009

“Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, dottor Gianni Letta, ha ricevuto a Palazzo Chigi nella giornata di martedì scorso una delegazione di rappresentanti sindacali dell'azienda ex-Eutelia. A seguito di tale incontro, d'intesa con i segretari confederali della CGIL, UIL, CISL e UGL, già incontrati nella scorsa settimana, è stata prevista la convocazione delle parti per il prossimo 26 novembre”. È quanto ha dichiarato il ministro per i rapporti con il Parlamento, on. Elio Vito, rispondendo al Question Time della Camera dei Deputati a un’interrogazione dell’on. Savino Pezzotta (Udc).

“Tale iniziativa della Presidenza del Consiglio comunque –ha aggiunto Vito- si inserisce nel complesso delle attività già poste in essere in particolare dal Ministero dello sviluppo economico. Infatti, a seguito della denuncia da parte della società dello stato di crisi aziendale sin dal maggio 2008, l'amministrazione ha convocato le prime riunioni invitando l'azienda a presentare il piano industriale. Nel gennaio 2009 l'azienda comunicò che il consiglio di amministrazione aveva deciso di focalizzare la propria attività sulle telecomunicazioni, uscendo pertanto dal settore delle tecnologie dell'informazione”.

“Dopo altri diversi incontri susseguitisi con scadenza quindicinale – ha spiegato - , il 15 giugno 2009, Eutelia, pur convocata al tavolo di confronto del Ministero dello sviluppo economico, non si presentò a concludere la complessa trattativa le cui linee erano state peraltro condivise anche con il sindacato e contestualmente attuò la cessione del ramo d'azienda del settore informatico alla propria controllata, Agile Srl, trasferendone oltre duemila dipendenti e immediatamente quanto inaspettatamente vendendo quest'ultima a Omega, società terza operante nel settore dei servizi. Tale cessione peraltro fu inizialmente valutata positivamente anche dalle organizzazioni sindacali e di categoria sulla base dell'annuncio che la nuova proprietà non avrebbe fatto ricorso alla cassa integrazione. Peraltro la cessione è avvenuta senza alcuna comunicazione preventiva né al tavolo di trattativa né alle istituzioni centrali. Nell'incontro tenutosi nel luglio di questo anno e richiesto dalle organizzazioni sindacali con la stessa società Omega gli uffici del Ministero dello sviluppo economico hanno chiesto che fosse illustrato il piano industriale ma questo non è a tutt'oggi né presentato né comunque disponibile, anche se ultimamente risulterebbe in fase di elaborazione”.

“Il Ministero comunque si è raccordato con la Presidenza del Consiglio per aumentare la pressione sull'azienda. Al momento il Ministero dello sviluppo economico ha verificato che la notizia relativa alla redazione in corso del piano industriale corrisponde ad un effettivo impegno in questo senso e ha quindi ribadito all'azienda l'esigenza che nell'arco di poche settimane lo stesso venga presentato”.

“Il futuro della realtà economica e occupazionale dell'azienda – ha concluso Vito- è quindi stato seguito con costante attenzione da parte del Governo, come del resto è stato riconosciuto, e posso assicurare che questo accadrà anche nel prossimo futuro attivando tutti gli strumenti che sono a disposizione del Governo”.

Anonimo ha detto...

Questa sera sono di ottimo umore mi sento particolarmente generoso e disponibile; disponibile a distribuire qualche VAFFANCULO a chi se lo è cercato con il lanternino;
Il primo lo vorrei indirizzare a Epifani che afferma "Abbiamo ottenuto quello che volevamo, il tavolo. Speriamo ora di mettere la vertenza sui binari giusti". E' il leader della Cgil, Guglielmo Epifani, a commentare cosi' la convocazione a Palazzo Chigi"
Una cosa non chiarisce Epifani: se per tavolo intende quello prenotato al Bolognese di piazza del Popolo o dal Toscano a via Ottaviano: io consiglio il secondo.
Il secondo vaffa vorrei porgerlo su un piatto d'argento a Bonanni che si permette di dire:
"vedo troppi sciacalli che vogliono fare la loro battaglia non per sostenere quei posti di lavoro, ma per utilizzare quella vicenda come evento clamoroso'', ovviamente riferito a Di Pietro; e aggiunge:
"Di Eutelia,bisogna capire di chi è la proprietà e che piano industriale ha, per poter aprire una discussione che dia garanzie di mantenimento dei posti di lavoro". "Ma per fare questo - ha concluso - ci vuole molta serenità".(ANSA)
Vorrei dire a Bonanni che, se dopo 4 mesi, non ha messo a fuoco il problema, non pretendo di certo che lo capisca, è meglio che cambi mestiere! Per quanto riguarda la serenità cercheremo di costruircela senza il suo aiuto; lui, Bonanni, la sua l'ha sempre avuta!
Il terzo vorrei regalarlo a questo, disconosciuto da MPS, funzionario di banca, ora salito al rango di Presidente di Eutelia, per la sua dichiarazione ASCA del 19 c.m.:
"Richiedo un incontro con il leader dell'IdV Antonio Di Pietro, per chiarire definitivamente la nostra assoluta estraneita' alle vicende ed alle difficolta' dei dipendenti della societa' Omega''.
"Ormai da mesi - afferma Pizzichi nella lettera - la societa' che presiedo e' oggetto di una campagna falsa ed infamante della quale recentemente lei e' divenuto uno dei maggiori interpreti, artefici e promotori,e,in particolare, le vicende relative alla dismissione di un nostro ramo d'azienda di circa 1900 dipendenti alla societa' Omega sono quotidiano oggetto di falsita' in merito alle modalita', agli scopi e finalita' della dismissione stessa";
E poi minaccia:
"al solo scopo di determinare clamore e attenzione mediatica si sta mettendo a repentaglio l'occupazione di centinaia di cittadini da parte di coloro che per primi ne dovrebbero tutelare gli interessi ed i diritti" con evidente riferimento ai cittadini di Arezzo.
In parole più semplici:colleghi di Eutelia, state per essere messi in cassa integrazione!

Anonimo ha detto...

Mio caro Bonanni, perchè non sei venuto a sederti davanti a piazza colonna insieme a tutti noi?

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE
giunge voce che nella sede di IVREA ci siano dei lavoratori che non intendono più continuare il presidio della sede, e vorrebbero ricominciare a "Timbrare" la presenza.
Il presidio DEVE andare avanti almeno fino al 26, che sia chiaro.

Anonimo ha detto...

BUUUMMMMM
UN METRO DI FIBRA OTTICA COSTA 7 EURO + 3 EURO PER LA POSA. QUINDI AVERE UN METRO DI FIBRA STESA VALE 10 EURO. 13.000 kM SONO PARI A 13.000.000 DI METRI CHE MOLTIPLICATI PER 10 EURO FA 130 MLN DI EURO. QUINDI EUTELIA VALE ,SECONDO LE CAZZATE CHE RACCONTI,SOLO PER LA FIBRA OTTICA PROPRIETARIA, 130 MLN DI EURO. COME MAI VALE SOLO 26 MLN IN BORSA?
MENO MALE CHE SIETE LA "CREMA" DEI PROFESSIONISTI ICT!!!

infatti non siamo speculatori finanziari, torna a scrivere su finanzaonline.. ps con i prezzi bassi è possibile una scalata. ma perchè vai in incadescenza???

Anonimo ha detto...

BONANNI? dove sei stato fino ad adesso?
tranquilità? noi lavoratori stiamo combattendo da mesi senza stipendio e tu chiedi tranquillità?
Ma abbi almeno il buongusto di stare zitto oppure hai avuto qualche ordine di scuderia di metterti in mezzo?
Grazie On. Di Pietro, comunque vada Grazie di cuore.

Anonimo ha detto...

cavolo. volevano sgomberare la sede di Roma per venderla? gli abbiamo fatto saltare la vendita.. una ventina di milioni di euro che non sono entrati nelle tasche Eutelia.

Anonimo ha detto...

Signori, qui c'è qualcosa che non quadra, i confederali screditano l'operato dell'On. Di Pietro, volendo prendere in gestione la nostra vertenza, non facciamoci infinocchiare.
Pieno appoggio al Grande Tonino Di Pietro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

PARTE 1
Bisogna insistere Governo debole e permissivo!

(Iniziative per la convocazione di un tavolo presso la Presidenza del Consiglio dei ministri in merito alla crisi Eutelia-Agile - n. 3-00782)

PRESIDENTE. L'onorevole Pezzotta ha facoltà di illustrare l'interrogazione Vietti n. 3-00872 concernente iniziative per la convocazione di un tavolo presso la Presidenza del Consiglio dei ministri in merito alla crisi Eutelia-Agile (vedi l'allegato A - Interrogazioni a risposta immediata), di cui è cofirmatario.
SAVINO PEZZOTTA. Signor Presidente, la richiesta che noi avevamo avanzato nella giornata di ieri nasceva dal fatto che migliaia di lavoratori, provenienti dalla Calabria, da Padova, da altre parti d'Italia, stavano protestando per quanto riguardava la questione della Omega ex Eutelia. Sappiamo che il Governo ha convocato per domani un incontro, però io vorrei sottolineare che vicende di questo genere si stanno costantemente ripetendo, perché oltre alla Omega ieri erano in piazza i lavoratori di Portovesme, della Sardegna (situazione quella della Sardegna pesante, di cui non discute nessuno), ma abbiamo segnali che costantemente la tensione sociale sul terreno dell'occupazione continuerà ad aumentare.
Io spero che l'intervento della Presidenza del Consiglio dei ministri sia in grado di affrontare il nodo delle proprietà, delle logiche delle operazioni condotte sulle spalle dei lavoratori e della collettività, e di salvaguardare le attività presenti in questa azienda e in questo gruppo.

PRESIDENTE. Il Ministro per i rapporti con il Parlamento, Elio Vito, ha facoltà di rispondere.

ELIO VITO, Ministro per i rapporti con il Parlamento. Signor Presidente, come ha ricordato opportunamente l'onorevole Pezzotta, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, dottor Gianni Letta, ha ricevuto a Palazzo Chigi nella giornata di martedì scorso una delegazione di rappresentanti sindacali dell'azienda ex-Eutelia. A seguito di tale incontro, d'intesa con i segretari confederali della CGIL, UIL, CISL e UGL, già incontrati nella scorsa settimana, è stata prevista la convocazione delle parti per il prossimo 26 novembre. Tale iniziativa della Presidenza del Consiglio comunque si inserisce nel complesso delle attività già poste in essere in particolare dal Ministero dello sviluppo economico. Infatti, a seguito della denuncia da parte della società dello stato di crisi aziendale sin dal maggio 2008, l'amministrazione ha convocato le prime riunioni invitando l'azienda a presentare il piano industriale. Nel gennaio 2009 l'azienda comunicò che il consiglio di amministrazione aveva deciso di focalizzare la propria attività sulle telecomunicazioni, uscendo pertanto dal settore delle tecnologie dell'informazione. Dopo altri diversi incontri susseguitisi con scadenza quindicinale, il 15 giugno 2009, Eutelia, pur convocata al tavolo di confronto del Ministero dello sviluppo economico, non si presentò a concludere la complessa trattativa le cui linee erano state peraltro condivise anche con il sindacato e contestualmente attuò la cessione del ramo d'azienda del settore informatico alla propria controllata, Agile Srl, trasferendone oltre duemila dipendenti e immediatamente quanto inaspettatamente vendendo quest'ultima a Omega, società terza operante nel settore dei servizi.

Anonimo ha detto...

PARTE 2
Tale cessione peraltro fu inizialmente valutata positivamente anche dalle organizzazioni sindacali e di categoria sulla base dell'annuncio che la nuova proprietà non avrebbe fatto ricorso alla cassa integrazione. Peraltro la cessione è avvenuta senza alcuna comunicazione preventiva né al tavolo di trattativa né alle istituzioni centrali. Nell'incontro tenutosi nel luglio di questo anno e richiesto dalle organizzazioni sindacali con la stessa società Omega gli uffici del Ministero dello sviluppo economico hanno chiesto che fosse illustrato il piano industriale ma questo non è a tutt'oggi né presentato né comunque disponibile, anche se ultimamente risulterebbe in fase di elaborazione. Il Ministero comunque si è raccordato con la Presidenza del Consiglio per aumentare la pressione sull'azienda. Al momento il Ministero dello sviluppo economico ha verificato che la notizia relativa alla redazione in corso del piano industriale corrisponde ad un effettivo impegno in questo senso e ha quindi ribadito all'azienda l'esigenza che nell'arco di poche settimane lo stesso venga presentato.

PRESIDENTE. La prego di concludere, Ministro Vito.

ELIO VITO, Ministro per i rapporti con il Parlamento. Il futuro della realtà economica e occupazionale dell'azienda, quindi onorevole Pezzotta, è quindi stato seguito come le ho ricordato con costante attenzione da parte del Governo, come del resto è stato riconosciuto, e le posso assicurare che questo accadrà anche nel prossimo futuro attivando tutti gli strumenti che sono a disposizione del Governo.

PRESIDENTE. L'onorevole Pezzotta ha facoltà di replicare per due minuti.

SAVINO PEZZOTTA. Signor Presidente, ne impiegherò molti meno. Ringrazio il Ministro e prendo atto delle sue dichiarazioni. Continuo a sottolineare che la vicenda mette in condizioni di grande difficoltà oltre settemila famiglie. Spero che il Governo riesca finalmente a sbloccare una situazione che altrimenti rischia veramente di essere deleteria non solo per l'azienda ma anche per il ruolo che un'azienda di questo genere gioca all'interno di un settore tecnologicamente importante per lo sviluppo del nostro Paese. Torno a richiamare l'attenzione del Ministro sull'insieme della situazione occupazionale. Stiamo andando verso un inverno che, al di là delle dichiarazioni che usciamo dalla crisi, da questo punto di vista sarà durissimo con elementi di tensione sociale che tenderanno ad aumentare, come abbiamo visto ieri davanti a Palazzo Chigi con i lavoratori sardi. Credo che sarebbe arrivato il tempo di aprire un dibattito parlamentare sulla questione occupazionale nel nostro Paese, anche per capire quali sono possano essere gli elementi da mettere in campo per accompagnare una situazione che si renderà sempre più difficile. Mi riservo di esprimere una valutazione complessiva sulla vicenda dopo l'incontro che avverrà con le parti sociali.

Anonimo ha detto...

http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70173&Itemid=2

Anonimo ha detto...

Stanno morendo LEGGETE


Eutelia rischia di diventare più un caso di cronaca che di borsa. La società ha infatti fatto parlare di sé da mesi più per le sorti dei propri ex dipendenti del settore IT finiti in Agile ora ribattezzata Omega, che per le proprie strategie. Di recente anche l'ingresso dell'ex amministratore delegato Samuele Landi in uno stabilimento con dei collaboratori per scongiurare l'occupazione da parte di alcuni operai ha finito per complicare le cose. Sempre di recente Tommaso Pompei si è dimesso dal consiglio di amministrazione per incompatibilità con altre cariche.

Nel frattempo Eutelia si trova nella black list della Consob a causa di una situazione patrimoniale molto a rischio. L'accordo di stand still con le banche per il congelamento del debito fino alla fine del 2010 non è ancora approdato a un assetto definitivo. La previsione di un aumento di capitale da 20 milioni di euro per l'anno prossimo può essere un utile pungolo, ma il via libera delle banche, dopo la violazione dei covenant sul debito è tuttora una condizione imprescindibile se si vuole evitare un default della società.

Allo scorso 30 settembre il conto economico dei tre mesi precedenti evidenziava ricavi da 71,7 milioni di euro a fronte dei 100,19 milioni del terzo trimestre 2008. Il conto sui nove mesi indicava invece una flessione da 319,2 a 245 milioni di euro. II costi per il personale risultano scesi notevolmente sicuramente grazie alla vendita degli asset IT che ha portato a un alleggerimento della struttura della società innegabile almeno dal punto di vista della struttura dei costi. Il rosso del terzo trimestre 2008 era di 25,5 milioni di euro, il rosso dell'ultimo trimestre è di 2,5 milioni di euro.

La posizione finanziaria è in netto miglioramento a 48,8 milioni di euro, ma è ancora troppo rispetto al margine operativo lordo da 13,9 milioni. Le covenants sui prestiti erogati da Centrobanca richiedono infatti un rapporto pfn/mol di 2 e quelle sui prestiti di Antonveneta di 3. Da qui l'urgenza di trovare un accordo su queste esposizioni che le banche potrebbero reclamare da subito.

A complicare ulteriormente le cose si sono poi messe le lungaggini nella cessione di un immobile da 24,5 milioni di euro a Roma che sarebbe importante per la società ma che è slittata dalla data originale del 15 ottobre a causa di problemi con il mutuo acceso dalla società acquirente con Intesa Sanpaolo.

In questo contesto i legami con Omega non sembrano affatto rescissi tanto che il gruppo Eutelia ha deciso di accantonare 13,4 milioni di euro per cautelarsi da effetti indiretti provenienti per esempio dal mancato pagamento delle esposizioni tributarie in capo alla stessa Omega.

A fronte di un patrimonio netto ormai ridotto a 29 milioni di euro il gruppo ha passività correnti per 267 milioni di euro e una liquidità di appena 10,7 milioni di euro. Sicuramente i passi avanti compiuti sono notevoli, tuttavia, senza un rapido accordo con le banche la situazione del gruppo Eutelia, anche al netto delle attività IT cedute con i correlati dipendenti, risulta davvero critica.

Anonimo ha detto...

Qualcuno può pubblicare il video del "fatto" (Rai 2), girato presso la sede di Roma il 17/11 e mandato in onda il 18/11? Grazie

Anonimo ha detto...

BAGNOLI: MINUCCI BENCIVENGA, EUTELIA NON PARTECIPERA' A PTA



(ANSA) - NAPOLI, 19 NOV - Il presidente del Pta Paolo Minucci
Bencivenga, ai margini del convegno "Bagnoli nella Napoli e
nella Campania del futuro" in corso di svolgimento questo
pomeriggio a Città della Scienza, precisa che la società
"Eutelia" non parteciperà al Polo tecnologico dell'ambiente.
"Eutelia - afferma Bencivenga - non compare nell'elenco delle
aziende che potranno insediarsi nel Polo alla fine del
completamento dei lavori, come è facile tra l'altro riscontrare
dalla graduatoria pubblicata sul sito del Pta all'indirizzo
ptambiente.com"
La precisazione è relativa alle voci circolate durante il
convegno secondo le quali Eutelia avrebbe definito un piano di
riorganizzazione aziendale, che prevede numerosi licenziamenti,
per la successiva delocalizzazione in una serie di siti fra i
quali il Pta.
(ANSA).

Anonimo ha detto...

Technoatl: presidente Isacco Landi, consigliere Samuele Landi e c'e' pure Pio Cesare....scoperti.
Denunciato il tutto a "Bagnoli futura".
SIETE FUORI ADESSO PROVATE A RUBARE ALTROVE

Anonimo ha detto...

79 Eutelia, Di Pietro a Pizzichi: Spieghi perche' 1.192 licenziamenti Roma, 19 NOV (Velino) - "L'Italia dei valori costruisce le proprie posizioni conoscendo bene cio' di cui parla e, nel caso specifico, ha non una ma centinaia di testimonianze che denunciano la gravissima situazione in cui versa uno dei settori di attivita' piu' importante del Paese, quale l'ex Eutelia, poi Agile e, oggi, Omega. Il Signor Pizzichi non deve spiegare a me, ma ai lavoratori il motivo per cui, oggi, il risultato delle sue operazioni ha portato 1192 licenziamenti". Risponde cosi' il presidente dell'Italia dei valori, Antonio Di Pietro, in merito alla richiesta di incontro avanzata dal presidente di Eutelia, Signor Leonardo Pizzichi. "Quindi - prosegue Di Pietro - se il signor Pizzichi ha voglia di chiarire, spiegare e motivare, non deve fare altro che recarsi nelle sedi preposte e adeguate per trattare direttamente con le organizzazioni sindacali e i lavoratori oppure con la magistratura. Una volta che egli ha convinto, spiegato e trovato le soluzioni ai problemi di cui e' 'protagonista' e quando ci sara' un accordo che risponda concretamente alle richieste dei lavoratori e al bene del Paese per salvaguardare un settore cosi' importante, non avro' nessun problema ad incontrarlo". (com/sis) 191843 NOV 09

Anonimo ha detto...

*Eutelia, Vito: La prossima settimana incontro tra le parti --IL VELINO LAZIO-- Roma, 19 NOV (Velino) - "E' stata prevista per il prossimo 26 novembre la convocazione delle parti in causa nella vicenda dell'azienda Eutelia". Lo ha confermato nel corso del question time in aula alla Camera il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito. "Tale iniziativa della presidenza del Consiglio - ha aggiunto Vito - comunque si inserisce nel complesso delle attivita' gia' poste in essere in particolare dal Ministero dello sviluppo economico. Infatti, a seguito della denuncia da parte della societa' dello stato di crisi aziendale sin dal maggio 2008, l'amministrazione ha convocato le prime riunioni invitando l'azienda a presentare il piano industriale. Nel gennaio 2009 l'azienda comunico' che il consiglio di amministrazione aveva deciso di focalizzare la propria attivita' sulle telecomunicazioni, uscendo pertanto dal settore delle tecnologie dell'informazione. Dopo altri diversi incontri susseguitisi con scadenza quindicinale, il 15 giugno 2009, Eutelia, pur convocata al tavolo di confronto del Ministero dello sviluppo economico, non si presento' a concludere la complessa trattativa le cui linee erano state peraltro condivise anche con il sindacato e contestualmente attuo' la cessione del ramo d'azienda del settore informatico alla propria controllata, Agile Srl, trasferendone oltre duemila dipendenti e immediatamente quanto inaspettatamente vendendo quest'ultima a Omega, societa' terza operante nel settore dei servizi". "Tale cessione peraltro - ha continuato Vito - fu inizialmente valutata positivamente anche dalle organizzazioni sindacali e di categoria sulla base dell'annuncio che la nuova proprieta' non avrebbe fatto ricorso alla cassa integrazione. Peraltro la cessione e' avvenuta senza alcuna comunicazione preventiva ne' al tavolo di trattativa ne' alle istituzioni centrali. Nell'incontro tenutosi nel luglio di questo anno e richiesto dalle organizzazioni sindacali con la stessa societa' Omega gli uffici del ministero dello sviluppo economico hanno chiesto che fosse illustrato il piano industriale ma questo non e' a tutt'oggi ne' presentato ne' comunque disponibile, anche se ultimamente risulterebbe in fase di elaborazione. Il ministero comunque si e' raccordato con la presidenza del Consiglio per aumentare la pressione sull'azienda. Al momento - ha concluso Vito - il ministero dello sviluppo economico ha verificato che la notizia relativa alla redazione in corso del piano industriale corrisponde a un effettivo impegno in questo senso e ha quindi ribadito all'azienda l'esigenza che nell'arco di poche settimane lo stesso venga presentato".

collettivolavoratorigetronics ha detto...

Cari colleghi, il pacco si prepara. Preparano il 'piano industriale' per legittimare la Cigs senza rientro con la complicità di Cgil, Cisl, Uil nazionali.
Non è un caso. Ma Bonanni ed Epifani hanno già lanciato il messaggio: vogliamo vedere il piano industriale...recitando il solito copione....


.........................
9011E1553 (FIN) Eutelia: Vito, piano industriale in corso elaborazione (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 19 nov - Il Piano industriale "non e' ne' presentato ne' disponibile, anche se ultimamente risulterebbe in fase di elaborazione". Lo ha confermato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito, rispondendo nel question time alla Camera a un'interrogazione sulla vicenda ex-Eutelia/Omega-Agile. "Il ministero dello Sviluppo economico - ha pero' assicurato Vito - si e' raccordato con la presidenza del Consiglio per aumentare la pressione sull'azienda. Al momento il Ministero ha verificato che la notizia relativa alla redazione in corso del piano industriale corrisponde a un effettivo impegno in questo senso e ha quindi ribadito all'azienda l'esigenza che nell'arco di poche settimane esso venga presentato". Il Ministro ha sottolineato che "il futuro della realta' economica e occupazionale dell'azienda e' stato seguito con costante attenzione dal Governo e questo accadra' anche nel prossimo futuro, con l'attivazione di tutti gli strumenti a disposizione". Mct-Nep (RADIOCOR) 19-11-09 15:53:00

Anonimo ha detto...

Ma MINUCCI BENCIVENGA non ha capito un cazzo o fa finta di non capire. Ma cosa c'entra Eutelia, oltretutto lo vediamo da soli che utelia non esiste nella graudatoria
! la società e la Technoatl, formata dai fratelli Landi e Cesare.
Ma chist'e' propri strunz.....

Anonimo ha detto...

Quei pezzi di merda di Bonanni, Angeletti e Polverini devno andarese affanculo a leccare il culo di Berlusconi.
Lotatre e cheider il tavoo alla Predisdenza dle Consigli non siginifica essere presi per il culo elegantemente.
Levatevi dai coglioni bastardi!

NO ALLA CIGS,
SI AL LAVORO PER TUTTI!!!

AVETE CAPITO KAZZONI??!!??

Anonimo ha detto...

Bella risposta a Pizzaefichi.

Bravo Di Pietro.

TI STIMO FRATELLO.

Anonimo ha detto...

I lavoratori hanno deciso da tanto tempo che vogliono il commissariamento straordinario dell'Azienda Eutelia.

I lavoratori vogliono come commissario un soggetto del calibro di SVILUPPO ITALIA.

CARI SINDACALISTI LO AVETE CAPITO ?

Anonimo ha detto...

Complimenti a Di Pietro per la esemplare risposta a quella specie di travestito di Pizzichi.
Pizzichi ha dimostrato di non conoscere assolutamente la situazione di cui si troverà, a breve, ad essere uno stupido capro-espiatorio.
Pompei,che forse è un pochino più sveglio, si è defilato subito.
Se Pizzichi si sente sicuro di se vada alla Procura della Repubblica a spiegare perchè sta lì e a fare cosa.

Anonimo ha detto...

Questa è l'unica soluzione, però lasciamo fuori gli altri OMEGA, altrimenti non si capisce più niente.

Lavoro per tutti e nessuna CIGS.

Sviluppo Italia può accedere alla mobilità per quanti hanno raggiunto il limite.

Altre soluzioni non garantirebbero i piani occupazionali di tutti.

Anonimo ha detto...

Ma Bonanni da chi è stipendiato da eutelia?
Se non sà neanche di cosa si stà parlando almeno visto la sua posizione gli converrebbe stare zitto.
Potrebbe come minimo visto il suo stipendio aiutare le famiglie in difficoltà come noi che non percepiscono un euro da agosto invece di guadagnare lo stipendio erogato da noi per starsere sulla sua poltrona a oziare.
Non ci si può più fidare di nessuno.
Ma i sindacati non dovevano aiutare i lavoratori?
Grazie all' onorevole Dipietro che si stà esponendo in prima persona magari anche per resoconto personale ma rimane l' unico che stà veramente lottando al fianco dei lavoratori.
Speriamo che giovedì prossimo si prenda una decisione anche perchè abbiamo finito le risorse economiche e non vorrei che ci costringessero a passare dall' altra sponda quella dei delinquenti.
Ciao

Anonimo ha detto...

Nella lettera indirizzata all'On. Di Pietro che riporto interamente si parla di cessione del rami IT "avvenuta lo scorso anno".
Inoltre dimentica di dire che l'immobile oggetto dell'irruzione è stato venduto con l'accollo di un mutuo di 24,5 MLE da parte dell'acquirente che non può entrare in possesso dell'immobile.

Quindi dopo Napoli, Roma e Pregnana, .. dai facciamo presto a vendere gli immobili e la fibra, così ai lavoratori non rimane niente.

Dal sito Eutelia:
Caro Dott. Di Pietro,
ormai da mesi la società che presiedo è oggetto di una campagna falsa ed infamante della quale
recentemente Lei è divenuto uno dei maggiori interpreti, artefici e promotori.
Le vicende relative alla dismissione di un nostro ramo d’azienda di circa 1900 dipendenti alla società
Omega sono quotidiano oggetto di falsità in merito alle modalità, agli scopi e finalità della dismissione
stessa. Omega, società che opera nel settore dell’Information Tecnology e dei Call Center, ha
acquistato il nostro settore It nel giugno dello scorso anno. La società acquirente ci ha illustrato,
all’epoca, una precisa idea di piano industriale e comunque non rappresentava alcun sintomo di crisi o
di difficoltà. In merito alle modalità della cessione stessa, abbiamo fatto fronte ai debiti, fra i quali il
tante volte citato TFR, attraverso il trasferimento di asset attivi per svariate decine di milioni di Euro,
tra i quali quasi l’intero patrimonio immobiliare dell’azienda, crediti verso clienti per oltre 30 milioni
di Euro e società o partecipazioni azionarie. Peraltro abbiamo già dato innumerevoli volte risposte
sulla natura e le modalità della cessione stessa, ai vari organismi di vigilanza ai quali siamo
sottoposti.
Oggi Omega è una società di circa 11.000 dipendenti (almeno questo è quello che leggiamo dai
giornali) che versa in uno stato di crisi, ma che non ha alcun legame di carattere organico, societario
od operativo con noi.
In merito, invece, alla recente irruzione di un nostro ex consigliere nella sede romana di via Bona, mi
preme fare delle precisazioni. La società ha preso da subito le distanze da quel fatto tanto che il
consigliere si è dimesso dal nostro CDA a distanza di solo due giorni dall’episodio. Ma vorrei
puntualizzare anche, che quella sede era occupata ormai da decine di giorni, che era soltanto una delle
quattro sedi alle quali ci veniva (e ci viene tuttora) illegalmente negato l’accesso, e che erano ormai
venti giorni che sollecitavamo alle autorità competenti, questura e prefettura, lo sgombero almeno
della nostra parte dello stabile senza alcun riscontro o fatto concreto. La situazione di allora e attuale è
che si nega, ormai da circa un mese, a centinaia di lavoratori (che comunque hanno continuato a
percepire regolarmente il proprio stipendio) di accedere al proprio posto di lavoro senza che ci sia
alcuna motivazione logica funzionale o di responsabilità.
Al solo scopo di determinare clamore e attenzione mediatica si sta mettendo a repentaglio
l’occupazione di centinaia di cittadini da parte di coloro che per primi ne dovrebbero tutelare gli
interessi ed i diritti.
Oggi Eutelia è una società di circa 500 dipendenti che ha riposizionato il focus operativo sulle
telecomunicazioni e che cerca con le proprie forze e soprattutto con quelle dei propri dipendenti di
superare la profonda crisi che l’ha colpita nel corso degli ultimi due esercizi.
A fronte di tutto questo mi metto a sua disposizione per un incontro, possibilmente pubblico, in modo
da chiarire definitivamente la nostra assoluta estraneità alle vicende ed alle difficoltà dei dipendenti
della società Omega ai quali, peraltro, esprimiamo in prima persona e come azienda tutta la nostra
solidarietà umana e professionale.
Certo che la Sua incisiva azione politica non voglia proseguire fondata su fraintendimenti,
confusionarie ricostruzioni dei fatti ed assolute falsità di merito, resto in attesa di una sua pronta
risposta, nella speranza ...................
Cordialmente,
EUTELIA S.p.A.
Il Presidente
Leonardo Pizzichi

Anonimo ha detto...

Pizzichi fino al 1999 non ha mai lavorato ed è amico di Samuele, anche lui è paracadutista.

Anonimo ha detto...

Grande Di Pietro
gia ti votavo
e continerò a farlo

Anonimo ha detto...

??? Come si fa ad inviare la domande a Pizzichi???
...................
10 Domande a quel bontempone di Pizzichi:
In riferimento alle dichiarazione del Presidente di EUTELIA Pizzichi , che solo ora , dopo 5 mesi di lotte ed iniziative spontanee dei lavoratori , e solo dopo che è stato ha rotto il muro di omerta e di silenzio, ci ha concesso" di poter leggere un suo comunicato all'Agenzia ASCA, comunicato nel quale chiede di incontrare l'on Di Pietro non per salvare i 2000 dipendenti brutalmente sacrificati e scaricati ad Agile, ma per salvare i rimanenti 800 di Eutelia da abbiamo da porre 10 domande

1) aAcosa mirava realmente quando è stata fatta la finta cessione del comparto IT ad Agile? Come poteva una Srl con 96.000 € di capitale sociale e senza aperture di credito verso le banche che Lei rappresentava , mantenere il rapporto di lavoro attivo con 2000 persone?



2) Quali sono le garanzie che EUTELIA ha verificato per l 'acquirente alla cessione , la cui analisi le ricordiamo doveva essere effettuata dall'advisor del venditore, per contemperare esigenze diverse tra cui completezza e trasparenza, riservatezza e attrattività nonchè capacità di sostentamento autonome della società ceduta? (art 2112 cc e Dlgs 276/03)


3) Perchè per ciascun dipendente ceduto non è stata data informativa della relativa quota di TFR versata ad AGILE?



4) Perchè mentre i dipendenti EUTELIA continuavano a ricevere i buoni pasto regolamente i "futuri cedendi" sin da gennaio 2009 non ricevevano il buono pasto accumulando crediti verso EUTELIA per centinaia di euro?Preveggenza o premeditazione?



5) Perchè per i futuri cedendi non sono stati versati più da settembre 2008 i contributi della Previdenza Integrativa al Fondo TELEMACO trattenendo però dallo stipendio e dallo stipendio le quote (1,5 % medio sul totale)? Preveggenza o premeditazione? Lei è a conoscenza che questo è un reato penale ed amministrativo?



6) Perchè ha aspettato tanto tempo a dimettersi dal CDA Monte dei Paschi e solo dopo che è venuto fuori lo scandalo della finta cessione?



7) Perchè non ha pagato il saldo delle bollette ENEL della Sede di Napoli costringendo i lavoratori di Napoli a rimanere senza energia elettrica al buio e senza i telefoni?



8) Come fa la società AGILE Srl a conoscere i nominativi dei dipendenti che hanno impugnato la cessione di ramo d'Azienda quando la raccomandata R/R è stata inviata solo ed esclusivamente ad EUTELIA Spa?



9) Perchè sulle sole tre buste paga emesse da Agile ( luglio-agosto e settembre) i dati fiscali riportati sono ancora quelli di EUTELIA, così come fatto rilevare dall'Ufficio Provinciale del Lavoro di Napoli ?



10) Perche l'ex Amministratore di EUTELIA ha fatto irruzione in Via Bona? Cosa cercava fra le carte che ha disperatamente tentato di prelevare prima che venisse la Polizia?

E un ultima domanda

Ma non si vergogna un pò per quello che sta succedendo??
A sentirla parlare di etica verso l'on DI Pietro ci viene un pò la pelle d'oca.. abbiamo buona memoria e ricordiamo tutti la lettera inviata dal grande Samuele Landi a maggio alla redazione di Arezzo Notizie che , scrivendo ai Dipendenti Eutelia che sarebbero rimasti (Preveggenza o premeditazione?) , diceva che il "nostro sacrificio " era necessario per salvare la "continuita aziendale"

Aspettiamo le sue risposte ...sig. Pizzichi


I Lavoratori di Napoli

Anonimo ha detto...

Perchè alla Fiat si sono mossi subito????

Fiat, Scajola: "Termini Imerese non chiuderà"

Il ministro: "Fiat ha garantito che manterrà la produzione in Sicilia, ma dal 2011 ci potrebbe essere una conversione". Ma gli operai protestano ancora.

Anonimo ha detto...

Piu' leggo questo blog e' piu' mi deprimo. I problemi che continuiamo ad avere TUTTI, forse ci stanno logorando. Siamo tanti e con diverse ideologie politiche, che ci stanno per l'ennesima volta disunendo. Leggendo il blog appare una lotta tra capi e sottoposti, proprieta' e lavoratori, leccaculo e disfattisti, governo e opposizione. MA FACCIAMOLA FINITA.
Anche tutte queste lotte tra sigle sindacali. Due palle. Le decisioni vanno prese dai lavoratori che stanno lottando da giorni, istituendo se' e ' il caso, dei referendum nazionali.
Ormai siamo all'epilogo, teniamo duro e' sicuramente otterremo dei risultati. Mi permetto di chiedere invece ai colleghi "assenteisti alla lotta" di riflettere. Va bene dare continuita' hai pochissimi e sottolineo pochissimi contratti che abbiamo, ma un minimo di solidarieta' per i colleghi mi sembra dovuta. NON C'E' PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE.
Lavoratore desolato e incazzato come tutti voi.
P.S. Un grazie di cuore a tutte le colleghe che si sono sparate 20 ore di pullman per essere con noi alla manifestazione. E un grazie di cuore a Di Pietro per il suo costante interessamento (e non sono un elettore IDV)
Scusate lo sfogo
Ciao a tutti

Anonimo ha detto...

Ma come cazzo è c'è gente che ha preso lo stipendio di settembre e nessuno ne parla.

Anonimo ha detto...

"QUINDI EUTELIA VALE ,SECONDO LE CAZZATE CHE RACCONTI,SOLO PER LA FIBRA OTTICA PROPRIETARIA, 130 MLN DI EURO. COME MAI VALE SOLO 26 MLN IN BORSA?
MENO MALE CHE SIETE LA "CREMA" DEI PROFESSIONISTI ICT!!!"

..... ma ci sei o ci fai? Un conto è quanto è quotata una società in borsa che è dovuto da una serie di fattori (incontro tra la domanda e l'offeta di azioni dovuto alle prospettive della società) un conto sono le proprietà mobili ed immobili (tra cui la rete) di cui essa dispone

Anonimo ha detto...

BAGNOLI: MINUCCI BENCIVENGA, EUTELIA NON PARTECIPERA' A PTA
-----------------------------------
Diamo inizio alle danze siete nella lista nera e mo sono cazzi vostri.
Cari amministratori di Eutelia l'avete fatta fuori dal vasino.

MA COME GODOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Anonimo ha detto...

"Technoatl: presidente Isacco Landi, consigliere Samuele Landi e c'e' pure Pio Cesare....scoperti.
Denunciato il tutto a "Bagnoli futura".

...Ma come Pio Cesare ora è in Agile come consulente e a quanto pare gli paghiamo pure lauti compensi, non ci sarà un piccolo conflitto di interessi

Anonimo ha detto...

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-d0906648-e2f0-463d-8d0c-f18aeb0374aa.html

Anonimo ha detto...

11a domanda al dottor pizzichi:
E' al corrente che la cessione di Eutelia ad Agile, e successivamente ad Omega, è avvenuta nel giugno del 2009??
Se si, ci può spiegare come mai nel suo comunicato è riportato questo??

"Omega, società che opera nel settore dell’Information Tecnology e dei Call Center, ha
acquistato il nostro settore It nel giugno dello scorso anno."

Se come presidente di Eutelia, in quanto azienda cedente il ramo IT, non è in grado di sapere neanche quando è stata effettuata la cessione, crede che noi possiamo fidarci delle sue cosiddette "precisazioni??".
Capisco che si senta un pò stretto tra la Banca che lo ha estromesso dal collegio sindacale e la gestione di una società che sta portando rapidamente, vista la situazione in borsa, al fallimento.
Comunque non si preoccupi.... per quanto riguarda i lavoratori ex Agile 1192 o 1193 licenziati non fa molta differenza quindi, se dovrà dimettersi dalla presidenza di Eutelia, la invitiamo a Roma il 26 novembre prossimo in Via del Corso. Lì troverà sia noi che l'onorevole Di Pietro. Così avrà modo di ottenere l'incontro pubblico richiesto e, contemporaneamente, solidarizzare con noi per il suo prossimo licenziamento.
Ci vediamo il 26.....

Anonimo ha detto...

COME MAI VALE SOLO 26 MLN IN BORSA?
MENO MALE CHE SIETE LA "CREMA" DEI PROFESSIONISTI ICT!!!
----------------
Infatti sei il solito "isolano" cazzaro:
valeva 26Mln anche quando aveva pregnana...Adesso spiegamelo TE ingegnè!

Anonimo ha detto...

Cerchiamo di far pubblicare le 10 domande sui quotidiani.
Ho fatto qualche errore di digitazione ecco quelle corrette
In riferimento alle dichiarazione del Presidente di EUTELIA Pizzichi , che solo ora , dopo 5 mesi di lotte ed iniziative spontanee dei lavoratori , e solo dopo che è stato ha rotto il muro di omerta e di silenzio, ci ha concesso" di poter leggere un suo comunicato all'Agenzia ASCA, comunicato nel quale chiede di incontrare l'on Di Pietro non per salvare i 2000 dipendenti brutalmente sacrificati e scaricati ad Agile, ma per salvare i rimanenti 800 di Eutelia da abbiamo da porre 10 domande

1) aAcosa mirava realmente quando è stata fatta la finta cessione del comparto IT ad Agile? Come poteva una Srl con 96.000 € di capitale sociale e senza aperture di credito verso le banche che Lei rappresentava , mantenere il rapporto di lavoro attivo con 2000 persone?



2) Quali sono le garanzie che EUTELIA ha verificato per l 'acquirente alla cessione , la cui analisi le ricordiamo doveva essere effettuata dall'advisor del venditore, per contemperare esigenze diverse tra cui completezza e trasparenza, riservatezza e attrattività nonchè capacità di sostentamento autonome della società ceduta? (art 2112 cc e Dlgs 276/03)


3) Perchè per ciascun dipendente ceduto non è stata data informativa della relativa quota di TFR versata ad AGILE?



4) Perchè mentre i dipendenti EUTELIA continuavano a ricevere i buoni pasto regolamente i "futuri cedendi" sin da gennaio 2009 non ricevevano il buono pasto accumulando crediti verso EUTELIA per centinaia di euro?Preveggenza o premeditazione?



5) Perchè per i futuri cedendi non sono stati versati più da settembre 2008 i contributi della Previdenza Integrativa al Fondo TELEMACO trattenendo però dalla quota TFR e dallo stipendio le quote (1,5 % medio sul totale)? Preveggenza o premeditazione? Lei è a conoscenza che questo è un reato penale ed amministrativo?



6) Perchè ha aspettato tanto tempo a dimettersi dal collegio dei revisori del Monte dei Paschi e solo dopo che è venuto fuori lo scandalo della finta cessione?



7) Perchè non ha pagato il saldo delle bollette ENEL della Sede di Napoli costringendo i lavoratori di Napoli a rimanere senza energia elettrica al buio e senza i telefoni?



8) Come fa la società AGILE Srl a conoscere i nominativi dei dipendenti che hanno impugnato la cessione di ramo d'Azienda quando la raccomandata R/R è stata inviata solo ed esclusivamente ad EUTELIA Spa?



9) Perchè sulle sole tre buste paga emesse da Agile ( luglio-agosto e settembre) i dati fiscali riportati sono ancora quelli di EUTELIA, così come fatto rilevare dall'Ufficio Provinciale del Lavoro di Napoli ?



10) Perche l'ex Amministratore di EUTELIA ha fatto irruzione in Via Bona? Cosa cercava fra le carte che ha disperatamente tentato di prelevare prima che venisse la Polizia?

E un ultima domanda

Ma non si vergogna un pò per quello che sta succedendo??
A sentirla parlare di etica verso l'on DI Pietro ci viene un pò la pelle d'oca.. abbiamo buona memoria e ricordiamo tutti la lettera inviata dal grande Samuele Landi a maggio alla redazione di Arezzo Notizie che , scrivendo ai Dipendenti Eutelia che sarebbero rimasti (Preveggenza o premeditazione?) , diceva che il "nostro sacrificio " era necessario per salvare la "continuita aziendale"

Aspettiamo le sue risposte ...sig. Pizzichi


I Lavoratori di Napoli
Arezzo notizie già l'ha pubblicata, tempestiamo i media con questa mail!

Tashinka Witko (Cavallo pazzo ed infuriato!)

Anonimo ha detto...

SE IL 26 NON CI DANNO RISPOSTE CONCRETE BLOCCHIAMO GLI ACCESSI AGLI AEROPORTI COSI CI PRENDONO SUL SERIO

Anonimo ha detto...

http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70170&Itemid=2

mi sono permesso di rispondere

Forza e Onore

Anonimo ha detto...

La prima non la so, la seconda non mi risulta
-------------------------------------

Pizzichi fino al 1999 non ha mai lavorato ed è amico di Samuele, anche lui è paracadutista.

Anonimo ha detto...

Prof.Spugna ha detto...
Cari collega,

"Scoperti Cribiori,Salpietro,Pioltelli,Grassoche",

Per quanto mi riguarda posso dirti:

===================================
A te la dirigenza non l'hanno data,agli altri si, sono banditi ma mica rincoglioniti.
A te la Bmw non l'hanno data agli altri si, gli mancava la modifica per i nani.
Facci un favore, resta a Los Angeles e non tornare.

Pregnana Unita (e occupata)

Anonimo ha detto...

COME MAI VALE SOLO 26 MLN IN BORSA?
MENO MALE CHE SIETE LA "CREMA" DEI PROFESSIONISTI ICT!!!
----------------------------
Premesso che il valore di mercato delle azioni e' quasi sempre differente dal valore nominale o contabile, perche' entrano in gioco diversi fattori,il valore di una azienda non si misura solo sommando le attivita', ma per differenza tra attivita' e passivita'.
Per semplificare, se ha beni per 103 mln (la rete) e debiti per 104 ml, il valore dell'azienda sara' di 26 mln.

Anonimo ha detto...

X forza e onore
"A questo punto mi chiedo se è Eutelia a dissociarsi da Samuele o viceversa..."
SEI UN GRANDE, non per nulla sono Amico tuo.

Anonimo ha detto...

Visto che da pi parti, compresa la stessa redazione del blog, vengono sollevati (leggittimi) dubbi sull'incontro con Letta, propongo che tutti i lavoratori scrivano a Di Pietro chiedendo la sua presenza al tavolo, a garanzia dell'onestà e della correttezza delle trattative. Io l'ho già fatto, fatelo anche voi. ciao

Anonimo ha detto...

Sig.Pizzichi,io so che lei legge questo Blogger gli posso solo dire.
Falso ipocrica,certo che la parte peggiore dei Landi l'ha appresa subito,la smetta di parlare per bocca dei landi e ci metta un pò del suo,ha visto cosa le ha risposto DI PIETRO (approposito quando nomina quel nome si risciaqui la bocca)le faccio solo notare che ai tempi di mani pulite i suoi padroni sarebbero già a marcire a S.Vittore o a Regina Celi,io non ho dieci domande da farle ma una sola riflessione,se gli è rimasto un pò di dignità (e ne dubito fortemente)si dimetta e se ne vada si dedichi al giardinaggio.

Anonimo ha detto...

http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70170&Itemid=2

mi sono permesso di rispondere
**********************************

Hai fatto bene,l'unica cosa dovevi
incollare la risposta di Di Pietro.

Forza e Onore anche a te.
UNITI SI VINCE.

Anonimo ha detto...

L’altro giorno insieme a tanti colleghi, ero seduto in terra a p.zza Colonna e, guardandomi intorno, vedevo quelli che si affacciavano alle finestre di Palazzo Chigi o che ne uscivano.
Leggevo nei loro volti un senso di sorpreso-disturbo, dandomi la sensazione che il loro pensiero nei nostri riguardi non fosse certo di comprensione e solidarietà.
Probabilmente erano stizziti nel vedere tutta quella gente bloccare il traffico, facendo casino proprio sotto la Presidenza del Consiglio; ma, nonostante fossero infastiditi dalla nostra presenza, si sono finalmente resi conto della NOSTRA ESISTENZA.
E’ ovvio che nella situazione in cui versiamo, siamo pervasi da sentimenti pessimistici, ma quelli che ci hanno messo in questa condizione, convinti che lo sconforto avrebbe ben presto preso piede e la nostra determinazione si sarebbe via via spenta fino ad accettare passivamente le loro iniziative, hanno fatto i conti ( a proposito di conti: DATECI I NOSTRI SOLDI) senza l’oste, perché anziché scemare, questa determinazione si è rafforzata fino a diventare vera e propria INCAZZATURA.
LA DIFFERENZA TRA L'IMPOSSIBILE E IL POSSIBILE STA NELLA DETERMINAZIONE DELLA PERSONA.
Continuiamo così, sempre tutti uniti.

Anonimo ha detto...

A tutti i lavoratori del gruppo Omega,
Alle organizzazioni sindacali Cgil Cisl Uil Fiom Fim, Uilm.

Cari lavoratori e lavoratrici, ho ricevuto la lettera del Presidente di Eutelia che vi invio per conoscenza, cosi come la mia immediata risposta che invita l’imprenditore che ha generato questa gravissima crisi ad assumersene la responsabilità e a cercare con voi le soluzioni per ritirare i licenziamenti, proteggere il salario di tutti i lavoratori, applicando ciò che la legge italiana prevede nel caso di grave crisi , di cercare soluzioni imprenditoriali degne di questo nome, di salvaguardare uno dei settori più importanti dell’economia italiana. Insieme a Maurizio Zipponi, responsabile IdV lavoro e welfare, continuerò a seguire passo passo la vostra vicenda fino a che non troverà una soluzione da voi condivisa.

Antonio Di Pietro e Maurizio Zipponi



Risponde così il Presidente dell’Italia dei Valori, on. Antonio Di Pietro, in merito alla richiesta di incontro avanzata dal Presidente di Eutelia, Signor Leonardo Pizzichi.


“L’Italia dei Valori costruisce le proprie posizioni conoscendo bene ciò di cui parla e, nel caso specifico, ha non una ma centinaia di testimonianze che denunciano la gravissima situazione in cui versa uno dei settori di attività più importante del Paese, quale l’ex Eutelia, poi Agile e, oggi, Omega. Il Signor Pizzichi non deve spiegare a me, ma ai lavoratori il motivo per cui, oggi, il risultato delle sue operazioni ha portato 1192 licenziamenti. Quindi se il signor Pizzichi ha voglia di chiarire, spiegare e motivare, non deve fare altro che recarsi nelle sedi preposte e adeguate per trattare direttamente con le organizzazioni sindacali e i lavoratori oppure con la magistratura. Una volta che egli ha convinto, spiegato e trovato le soluzioni ai problemi di cui è ‘protagonista’ e quando ci sarà un accordo che risponda concretamente alle richieste dei lavoratori e al bene del Paese per salvaguardare un settore così importante, non avrò nessun problema ad incontrarlo”.

Anonimo ha detto...

L’assessore regionale al Lavoro della Campania Corrado Gabriele lancia l’allarme sul tentativo della famiglia Landi, proprietaria dell’azienda informatica Eutelia, di entrare nel nuovo Polo Tecnologico per l’Ambiente di prossima costruzione a Bagnoli: "Il PTA punta sull’efficienza e la qualità,questi parametri non sono legati soltanto a criteri di produttività ma anche alla responsabilità sociale che le imprese riescono a mettere in campo. Ebbene,scorrendo la lista delle aziende ammesse a partecipare al progetto –finanziato con 174 milioni di euro- ho notato la presenza della Technoatl, da una misura camerale semplice risulta che i proprietari dell’impresa sono i fratelli Landi, i medesimi che senza alcun motivo hanno buttato per strada gli oltre 2000 lavoratori di Eutelia. Credo necessario che i partner del progetto, tra cui è presente Bagnoli Futura, debbano porre in essere tutti i provvedimenti utili ad evitare che soldi pubblici finiscano nelle tasche di soggetti senza scrupoli, che puntano alla sola massimizzazione dei profitti, senza declinare alcuna forma di salvaguardia sociale del territorio. Sarebbe quindi davvero assurdo e contro ogni logica coinvolgere in un progetto di qualità tecnologica ed ambientale soggetti come i Landi. Anzi, credo che speculatori di quella risma andrebbero piuttosto iscritti in una vera e propria black list, composta da “imprenditori canaglia” a cui andrebbe interdetta ogni possibilità di accesso a fondi pubblici".

Anonimo ha detto...

Ma la certificazione di "AZIENDA ETICA" (non mi ricordo la sigle) è ancora attiva per euyelia

Anonimo ha detto...

Vorrei unirmi, anche se in ritardo, ai ringraziamenti per l'On. Di Pietro.
Mi dispiace di non poter aggiungere un voto in più alla sua base elettorale, in quanto ero già un suo elettore, ma vedrò di prodigarmi fra i miei conoscenti.


Due parole invece a chi lo accusa di opportunismo.
Personalmente non credo che lo stia facendo, appunto, per opportunismo; in ogni caso, se anche fosse, lo sta facendo mettendosi in discussione personalmente e per una causa a mio avviso più che giusta, quindi per una battaglia reale e più che condivisibile.
Considerate che altri, per opportunismo, promettono mari, monti e niente tasse per tutti da anni...
... e sinceramente non capisco come la gente ci possa cascare ancora!

Anonimo ha detto...

oggi mi sento decerebrato e quindi vogio provare a credere anche se con fatica che omega voglia avere un futuro
per fare questo occorre lascaire a casa 1200 persone
OK
tante aziende oggi riducono il personale,ma

credo che pagano gli stipendi fino all'ultimo delle persone che stanno per essere licenziate.
Credo che versino i contributi
Credo che versino i contributi integrativi.
credo che versino i soldi che ancora devono ai dipendenti, se veramente "questo sacrificio" serve a tenere l'azienda in vita.
Ormai da noi c'e gente che supera i 7mila euro solo di soldi cash(3 stipendi, 4 o 5 motorizzazioni, rimborsi) senza considerare appunto i contributi, i rimborsi fias ecc.

se veramente l'azienda conta di continuare, come pensa di risolvere sto problema?

E un ultima cosa: anche come cerebroleso non riesco veramente a credere, e si che mi sforzo eh, di credere che stanno mettendo a punto un piano industriale.

SPERO VIVAMENTE CHE NESSUNO POSSA MINIMAMENTE CREDERCI, nemmeno solo come risposta di facciata, perche a quel punto sarebbe VERAMENTE VERAMENTE IN MALAFEDE

Anonimo ha detto...

ma va a cagare!!

****************

noi forse non siamo la crema dell'ITC,
ma tu per rispondere così dottamente al mio commento devi aver perseguito minimo 12 LAUREE
congratulazioni!!!!!!

Anonimo ha detto...

Monte dei paschi = Siena
Andrea Iorio = Siena
Leonardo Pizzichi= Siena
Notaio cessione = Siena

Quindi visto che il MPS dichiara la sua completa estraenità, dovremo far incriminare il Sindaco di Siena ?

Anonimo ha detto...

Leggete un po' qua

http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70202&Itemid=2

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

http://www.eutelia.it/images/stories/salastampa/news/COMUNICATOSTAMPA20_11_2009.pdf

Anonimo ha detto...

www.arezzonotizie.it
Eutelia comunica che in data odierna ha avviato la procedura di Cassa Integrazione Ordinaria, finalizzata al riequilibrio momentaneo del numero degli addetti, tenuto anche conto dell'occupazione di alcune sedi aziendali da parte di dipendenti in agitazione di società del Gruppo Omega.

Anonimo ha detto...

Avete visto? EUTELIA ha aperto al procedura di CIGO per i suoi dipendenti.
Alla fine diranno che è per colpa nostra e giocheranno a fare le vittime...mettendo lavoratori contro lavoratori
In realtà il problema è solo uno: la mancata vendita dell'immobile di Via bona a Roma per 24,5 Mld di euro a causa di ritadi dell'erogazione del mutuo da parte del San Paolo all'acquirente !
Leggetevi Milano Finanza e capirete.. ogni pretesto è buono per coprire che stanno con le pezze sul didietro come OMEGA !
Sciacalli !

Anonimo ha detto...

a chi dice che non c'è nessun interesse alla fibra ottica di eutelia....

http://tlc.aduc.it/notizia/mediaset+telecom+indiscrezioni+incontri+smentite_113988.php

"CON MEDIASET COLLABORIAMO"

giù la maschera!

ma qua bisogna scrivere nero su bianco, fare un dossier ufficiale, una lettera aperta riportando tutte le notizie battute dalle agenzie!

VI STIAMO SMASCHERANDO!

Anonimo ha detto...

Eutelia comunica che in data odierna ha avviato la procedura di Cassa Integrazione
Ordinaria, finalizzata al riequilibrio momentaneo del numero degli addetti, tenuto
anche conto dell'occupazione di alcune sedi aziendali da parte di dipendenti in
agitazione di società del Gruppo Omega.

-----

... ma Arezzo non è occupata! Altra opportunità per epurare?

collettivolavoratorigetronics ha detto...

EUTELIA: AVVIATA OGGI PROCEDURA DI CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA Roma, 20 nov. (Adnkronos) - Eutelia ha avviato oggi la procedura di Cassa Integrazione Ordinaria, "finalizzata al riequilibrio momentaneo del numero degli addetti, tenuto anche conto dell'occupazione di alcune sedi aziendali da parte di dipendenti in agitazione di societa' del Gruppo Omega". E' quanto si legge in una nota della spa. (Sec/Zn/Adnkronos) 20-NOV-09 19:17

Anonimo ha detto...

Volevo informare i "dotti" personaggi delle TLC di Arezzo (appartenente alla Toscana, culla della lingua italiana), che si dice "conseguire" una laurea (nel senso di ottenere). L'azione di "perseguire" è invece quella che farà, fra non molto, la magistratura italiana nei confronti di Eutelia. Nomen omen...

Anonimo ha detto...

scusate ma che c... state parlando di mantenere i clienti con i presidi,lavorando gratis ecc. ecc.,quando anche lavorando al massimo livello e dando un servizio quasi perfetto anche a detta dei clienti stessi ,abbiamo comunque perso:gruppo s.paolo,banca etruria,antonveneta,unicredito,lottomatica,poste,alcune universita',credem,e per ultima credo anche la coop adriatica, e allora? la verita' e' che questi clienti sono fuggiti perche' non esiste piu' la proprieta' e anche perche' sanno di quale risma sono fatti i nostri datori di lavoro,e non ne vogliono piu' avere niente a che fare.Se non e' cosi' smentitemi;purtroppo e' inutile chiudere la stalla i buoi sono scappati
ciao

Anonimo ha detto...

Dal Paragrafo 12 "Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura del semestre" della Relazione Semestrale Eutelia

...
In data 31 luglio 2009 la società ha sottoscritto con Omega S.p.A. un preliminare di vendita avente
per oggetto l'immobile sito in Roma alla via G.V. Bona 67.
Il valore di cessione indicato in detto preliminare è pari a Euro 24,5 milioni e sarà pagato dal
promittente acquirente in parte (Euro 13,6 milioni) mediante accollo del residuo muto a suo tempo
concesso dalla Banca Intesa, in parte (Euro 10,4 milioni) mediante bonifico bancario o, anche in
parte, mediante liquidazione per conto di Eutelia di partite debitorie verso fornitori. Il termine
ultimo per la formalizzazione in atto pubblico della cessione è stato concordemente fissato nel
giorno 15 ottobre 2009.

Ciao

Anonimo ha detto...

Spero che i colleghi diArezzo possano occupare la sede.

Forza ragazzi non abbattetevi: tutti conto i Landi

Anonimo ha detto...

www.vanninochiti.com su eutelia