venerdì 15 gennaio 2010

EUTELIA CONDANNATA PER COMPORTAMENTO ANTISINDACALE. UNA SVOLTA?



LAVORO: EUTELIA CONDANNATA PER COMPORTAMENTO ANTISINDACALE (ANSA) - TORINO, 15 GEN -
Eutelia e' stata condannata per comportamento antisindacale sulla cessione ad Agile del ramo It. Lo rende noto la Fiom dopo la sentenza del Tribunale del lavoro di Roma. I lavoratori di Agile da luglio 2009 non ricevono lo stipendio e per il gruppo Omega, di cui la societa' fa parte, il governo ha caldeggiato il commissariamento. ''La scarsa trasparenza di tutta l'operazione di cessione da Eutelia ad Agile - commentano Laura Spezia, segretaria nazionale della Fiom e responsabile del settore informatica-Itc, e Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale per il gruppo Eutelia-Agile per la Fiom - denunciata da mesi dalle organizzazioni sindacali, emerge chiaramente dalla sentenza del giudice, che dispone l'antisindacalita' della condotta di Eutelia-Agile e che ordina di rimuovere gli effetti della cessione di ramo d'azienda e di pagare gli stipendi dei lavoratori''. Da questo l'appello all'esecutivo: ''Il governo convochi immediatamente il tavolo per risolvere finalmente una vicenda gravissima - concludono Spezia e Potetti - La condanna di Eutelia e il riconoscimento delle sue gravi responsabilita' giuridiche ed economiche sono un primo importante risultato delle lotte delle lavoratici, dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali''

141 commenti:

Anonimo ha detto...

55 Eutelia, Madia: Ok sentenza, ora Stato anticipi stipendi arretrati Roma, 15 GEN (Velino) - "Il tribunale del lavoro di Roma ha emesso una sentenza importante nella vicenda di Eutelia: l'azienda e' stata condannata per comportamenti antisindacali. Si conferma quanto era stato denunciato dai sindacati e posto all'attenzione di governo e parlamento da parte dell'opposizione. La giustizia fara' ora il suo corso, in tutti gli aspetti. Per garantire ai lavoratori un'attesa piu' serena, occorrerebbe approvare l'emendamento del Pd al decreto milleproroghe, affinche' i dipendenti possano vedersi anticipati dallo Stato gli stipendi arretrati". Cosi' la deputata democratica, componente della commissione Lavoro della Camera, Marianna Madia.

Anonimo ha detto...

Eutelia/ Azienda condannata per comportamento antisindacale Eutelia/ Azienda condannata per comportamento antisindacale Dal tribunale del lavoro di Roma Roma, 15 gen. (Apcom) - Il tribunale del lavoro di Roma ha condannato Eutelia per comportamento antisindacale. Lo riferisce il deputato del Pd, Marianna Madia, che parla di "sentenza importante". Il parlamentare democratico sottolinea che "la giustizia farà il suo corso. Per garantire ai lavoratori un'attesa più serena occorrerebbe approvare l'emendamento del Pd al decreto milleproroghe affinché i dipendenti possano vedersi anticipati dallo Stato gli stipendi arretrati". Vis 15-GEN-10 18:49

Anonimo ha detto...

Questo vuol dire essere reintegrati immediatamente in Eutelia? La "rimozione degli effetti della cessione" vuol dire che è stata invalidata???

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Le trattenute IRPEF 730 che sul cedolino di luglio 2009 l'azienda come sostituto d'imposta ha trattenuto ,sono state versate al fisco?
Come fare per avere delucidazioni e conferme se ciò è avvenuto?
E per gli anticipi IRPEF di Novembre 2009 cosa dobbiamo fare?
Il tutto per non incorrere in sanzioni future.
Credo siano molti i colleghi che hanno anche questo problema.
E.L.

Anonimo ha detto...

Che significato ha per noi?
Abbiamo vinto solo il primo round!!
Eutelia farà ricorso, nelfrattempo che sbatterà dentro NOITEL, altra scatola vuota, in attesa di trovare il metodo per eliminarci definitivamente ...

Trasferimento in massa tutti ad Arezzo? (si sa che la sede di Roma verrà venduta...)

Staremo a vedere !

In bocca al lupo a tutti!

Anonimo ha detto...

"Questo vuol dire essere reintegrati immediatamente in Eutelia? La "rimozione degli effetti della cessione" vuol dire che è stata invalidata???"

------------------------------------------
Forse, ma sicuramente, ricorreranno in appello se ne esiste la possibilità e quindi i tempi non saranno così immediati.Non sono molto esperto, in verità, di tribunali ma credo che l'iter processuale sia univoco per tutte le tipologie di cause. Magari i tempi saranno celeri rispetto a quelle civili.
Se qualcuno é meglio informato di me, per favore faccia chiarezza.Grazie.

Anonimo ha detto...

Questo vuol dire essere reintegrati immediatamente in Eutelia? La "rimozione degli effetti della cessione" vuol dire che è stata invalidata???

-------------------------

Bene saremo dipendenti del Monte dei Paschi

Meglio di cosi'


Ma salpy e' gia'a siena?

Anonimo ha detto...

premesso che non faccio parte di alcun sindacato ma sono uno che, come tanti, cerca di capire ogni giorno cosa ci succederà domani.

A chi contesta l'operato del sindacato (o meglio della Fiom che sta tirando le fila della questione) chiedo: ma cosa avrebbe dovuto o dovrebbe fare ?

Attraverso i presidi e le manifestazione si è ottenuto di arrivare alla presidenza del consiglio e di avere visibilità sui media.
Con l'art.28 è stata invalidata la cessione che, da quando sono cominciate le forme di sciopero, è sempre stato l'obiettivo dichiarato dei lavoratori.
Si voleva il commissariamento e si è ottenuto una sorta di pre-commissariamento.
Adesso chiedono ai lavoratori di dare un aiuto ai custodi che in questo momento sono gli unici che possono realmente cercare di salvare il salvabile.
Certo i soldi non sono ancora arrivati e sono sicuramente la cosa più importante oltre alle prospettive di lavoro, ma qui più che creare i presupposti per poterli ottenere (art.28, commissariamento e tutte le azioni verso gli enti pubblici per avere anticipi) onestamente non credo che possano fare altro.

Anonimo ha detto...

Bisogna commissariare Eutelia

Anonimo ha detto...

per Salpietro e chi dice che ha ragione.

Come sarebbero dovute andare le cose?

l'azienda metteva 1200 persone in mobilità (magari con una trattativa si otteneva la cassa integrazione ed un piccolo sconto sul n.). Poi alè, si ripartiva con una azienda snella e pronta a fare grandi cose sul mercato.

Ma veramente ci credi ? ma davvero non ti sei accorto che in questi mesi non c'è stata alcuna attenzione al mantenimento dei contratti da parte della proprietà o addirittura sono stati fatti sui clienti danni irreparabili ?
Non ti puzza che non sia stata fatta una due diligence e che, dopo aver siglato un contratto senza sapere (da parte Omega) cosa ci fosse dentro, ci fosse un accordo con Eutelia per gestire le cose a posteriori?
Non ti dice niente il curriculum degli amministratori di Omega?
Non ti sembra strano che per un'azienda nella quale non hanno investito nulla, che non li vuole, che ha perso la maggior parte dei contratti, siano disposti a fare un concordato preventivo che presuppone di dover tirar fuori, se portato a termine, decine di milioni di euro?

Pensavo che, anche se da sempre ottenebrato da manie di grandezza, fossi una persona intelligente. Ma a questo punto devo pensare che o non lo sei o sei prezzolato.

Anonimo ha detto...

Una domanda facilr facile:
Cessione inefficace,quindi contratti in essere di Eutelia,per cui tutti i contratti che ci sono stati scippati dai vari CONDOR non ultimo gli EX BULL sono inefficaci.

Anonimo ha detto...

Bisogna commissariare Eutelia

-----------------

Concordo tutti in eutelia a spese del Monte dei Paschi con commissariamento anche della Banca ormai siamo specialisti e occupazione degli sportelli MPS : quello che non mi torna e' che non abbiamo nessun avviso di garanzia tutti fanno tutto senza pene: voglio vedere se noi dipendenti rubiamo cosa ci succede


Basta parlare di Saly e Bagaria

Anonimo ha detto...

Una domanda facilr facile:
Cessione inefficace,quindi contratti in essere di Eutelia,per cui tutti i contratti che ci sono stati scippati dai vari CONDOR non ultimo gli EX BULL sono inefficaci.

-------------------------

Certamente con reintegro in azienda dei condor che partiranno dal livello precedente nella BU di Samuele Slanci

Anonimo ha detto...

Roma v.Bona - ore 07:00 parte un pullmann per Napoli (ritorno previsto per le 18:00) in supporto ai colleghi Agile di Napoli che hanno organizzato una manifestazione presso la Prefettura di p.zza Plebiscito. Per prenotazione posti e altro tel. Marcello Tocci 346 5024965.

Anonimo ha detto...

Roma v.Bona - ore 07:00 parte un pullmann per Napoli (ritorno previsto per le 18:00) in supporto ai colleghi Agile di Napoli che hanno organizzato una manifestazione presso la Prefettura di p.zza Plebiscito. Per prenotazione posti e altro tel. Marcello Tocci 346 5024965.

Bari - ore 07:30 A sostegno dei colleghi di Napoli, ormai da troppo tempo in una situazione che ha dell'incredibile, una delegazione di lavoratori della sede di Bari sarà a Napoli a sostenere le ragioni dei lavoratori all'incontro in prefettura. La partenza è prevista dal piazzale della sede.

Anonimo ha detto...

Ma la disabilitazione della maggior parte dei telefoni (non di tutti) che significa?
Stanno per arrivare le famose lettere?
Siamo a casa?

Anonimo ha detto...

Il Tribunale di Roma, si legge in una nota, ha affermato che "non puo' essere dichiarata la nullita' della cessione (...) ne' puo' essere dichiarata l'inefficacia della cessione (...) e non puo' inoltre essere sospesa l'efficacia della cessione" e ha ordinato "alle societa' convenute la rimozione degli effetti della cessione del ramo di azienda It da Eutelia ad Agile Srl, avvenuta lo scorso 15 giugno".

Anonimo ha detto...

Il Tribunale di Roma, si legge in una nota, ha affermato che "non puo' essere dichiarata la nullita' della cessione (...) ne' puo' essere dichiarata l'inefficacia della cessione (...) e non puo' inoltre essere sospesa l'efficacia della cessione" e ha ordinato "alle societa' convenute la rimozione degli effetti della cessione del ramo di azienda It da Eutelia ad Agile Srl, avvenuta lo scorso 15 giugno".

Qualcuno sa cosa significa esattamente?

Anonimo ha detto...

EUTELIA: DA TRIBUNALE ROMA STOP EFFETTI CESSIONE RAMO D'AZIENDA AD AGILE Milano, 18 gen. - (Adnkronos) - Il Tribunale di Roma ha ordinato la rimozione degli effetti della cessione del ramo di azienda It da Eutelia ad Agile, avvenuta il 15 giugno del 2009. Lo comunica Eutelia. Il Tribunale, si spiega dalla societa' di Arezzo, ha affermato che ''non puo' essere dichiarata la nullita' della cessione", "ne' puo' essere dichiarata l'inefficacia della cessione" e "non puo' inoltre essere sospesa l'efficacia della cessione''. Eutelia, si comunica dal gruppo, "ritiene la pronuncia del Tribunale di Roma del tutto infondata oltre che contraddittoria e ha gia' dato mandato ai propri legali, per ricorrere contro la stessa in tutte le sedi". Il Tribunale ha inoltre pronunciato l'"antisindacalita'" della condotta di Eutelia e di Agile, "in relazione alla mancata informativa circa il soggetto con il quale pendevano le trattative per l'acquisizione della totalita' delle quote di Agile, alla non corretta informativa in ordine al numero dei lavoratori coinvolti nella cessione ed in ordine alla mancata partecipazione di Agile all'incontro del 28 maggio 2009". (Red-Mba/Zn/Adnkronos) 18-GEN-10 09:10

Anonimo ha detto...

EUTELIA: NICOTRA (PRC), PROVINCIA AREZZO VIGILI PERCHE' PAGHI STIPENDIO AI LAVORATORI ''CADUTO OGNI PRETESTO, ADESSO SI CHIEDA INTERVENTO TASK FORCE REGIONALE" Arezzo, 18 gen. - (Adnkronos) - "La cessione del ramo Information Technology di Eutelia a Omega e' stata dichiarata illegittima dal tribunale di Roma. Si tratta di una prima vittoria per gli oltre 1900 lavoratori che erano stati 'rottamati' da Eutelia e non riconosciuti piu' dipendenti del gruppo. La sentenza impone all'azienda di pagare gli stipendi, che molti non vedono da mesi ed e' compito di un ente pubblico come la Provincia, sul cui territorio ha sede la casa madre di Eutelia, vigilare affinche' questo sia fatto al piu' presto". E' quanto afferma, in una dichiarazione, Alfio Nicotra, capogruppo della Federazione della Sinistra/Prc/Pdci nel Consiglio provinciale di Arezzo. "Con la sentenza - prosegue Nicotra - cade definitivamente la giustificazione portata anche nella seduta del consiglio provinciale del 22 ottobre scorso, con la quale la giunta non interveniva sulla vicenda Agile/Omega perche' ormai esterne ad Eutelia e come tali non interessavano il nostro territorio. Una posizione attendista e miope che coltivava l'illusione che la sede aretina, dalla quale sono stati licenziati gia' una novantina di precari, fosse messa al riparo dalla crisi prodotta dalla proprieta' di Eutelia". (segue) (Red-Xio/Ct/Adnkronos) 18-GEN-10 11:41

Anonimo ha detto...

EUTELIA: NICOTRA (PRC), PROVINCIA AREZZO VIGILI PERCHE' PAGHI STIPENDIO AI LAVORATORI (2) (Adnkronos) - "Ora e' chiaro a tutti - precisa l'esponente comunista Alfio Nicotra - che i lavoratori di Eutelia di Arezzo si salvano soltanto se si salvano anche quelli di Roma, Napoli, Calenzano, Pregnana Milanese, Bari, Ivrea etc. La guerra tra lavoratori messa in atto dalla Eutelia e' stata per il momento sconfitta. Occorre un piano industriale di rilancio che valga sul piano nazionale." Per Nicotra " si prospetta concretamente per Eutelia la possibilita' di commissariamento dell'azienda da parte del governo. L'incapacita' di Eutelia di far fronte alle commesse e di riorganizzare il lavoro spinge in questa direzione. Al Presidente Vasai chiediamo di agire in sede regionale per convocare al piu' presto la Task Force e mettere in campo tutti quei provvedimenti a sostegno dei lavoratori e per tutelare un patrimonio di competenze che altrimenti rischia di andare dissipato". (Red-Xio/Ct/Adnkronos) 18-GEN-10 11:50

Anonimo ha detto...

In questo grande teatro vedo una grande orchestra (Aziende)un unico direttore e NOI i suonati

Anonimo ha detto...

Oggi a Napoli ennesima figura di merda della Regione Campania, con in capo quel pezzo di merda dell'Assessore al nonlavoro che corrisponde al nome di Corrado Gabriele (una vera lota fatta uomo)
Ancora una volta NIENTE di NIENTE, sono buoni solo a fare chiacchere. A marzo tutti a casa finalmente ritorneranno a scaldare le sedi dei loro partiti politici.
FATE SCHIFO e SIETE INUTILI

Anonimo ha detto...

Che bei custodi ci hanno assegnato, ma li hanno mandato a lezione da Massa e Liori prima di ammollarceli??
Si rubano 1% dei NOSTRI SOLDI e non rispondono nemmeno ad una domanda, ma che cazzo ci stanno a fare. Secondo me la prima cosa da fare è denunciarli per aver manipolato in maniera improria il nostro cartellino delle presenze, inserendo Permessi non Retributi.

Anonimo ha detto...

Chiediamo ai nostri avvocati di denunciare IMMEDATEMENTE Paganini e tutte le persone che lavorano all'ufficio del personale e al payroll, iniziando da Simona Invernizzi.
Cosi vediamo chi ha inserito ai dipendenti i Permessi non Retribuiti.
Prendiamo la denuncia degli avvocati e portiamola all'ispettorato del lavoro.
Se hanno commesso una frode facciamoli licenziare.

Anonimo ha detto...

Oggi i commissiari a Napoli hanno detto che non potevano incontrare i lavoratori poichè il loro mandato potrebbe essere rimosso a giorni a fronte della sentenza dell'art. 28.
Vediamo se domani incontrano quelli di Roma, coi si capisce se era solo una puerile scusa per non incontrarli o la verità

Anonimo ha detto...

AVORO: EUTELIA; GABRIELE, GOVERNO CONVOCHI TAVOLO NAZIONALE



(ANSA) - NAPOLI, 18 GEN - Nella Prefettura di Napoli si è
tenuto un incontro sulle sorti dell'azienda Agile, Ex-Eutelia
presieduto dal prefetto Alessandro Pansa con la partecipazione
dell'assessore regionale al Lavoro Corrado Gabriele, il Sindaco
di Napoli Rosa Russo Iervolino, l'assessore provinciale al
Lavoro Marilù Galdieri.
L'assessore Gabriele a margine dell'incontro ha dichiarato:
"Chiedo con forza che il Governo convochi nuovamente il tavolo
nazionale, stavolta alla presenza di Eutelia. La recente
sentenza del Tribunale fallimentare riconsidera infatti
posizione dell'ex proprietà. La Regione Campania è pronta ad
attivare per i lavoratori Agile i medesimi interventi di
sostegno al reddito già attivati per i precari della Fiat,
diamo inoltre piena disponibilità a garantire la continuità di
tutte le commesse affidate ad Agile dalla nostra
amministrazione, e, al fine di estendere al massimo l'utilizzo
delle preziose competenze di cui sono provvisti i lavoratori
campani di Agile, stiamo valutando di aggiungere ai rapporti
già esistenti con il settore della Ricerca Scientifica
ulteriori interventi nel campo della Sanità e dell'Ambiente".
"Siamo convinti che queste unità lavorative altamente
specializzate consentiranno un ulteriore miglioramento dei
servizi pubblici campani. E' evidente che occorre, a questo
punto, una chiarezza effettiva a livello nazionale sulle sorti
dell'azienda. Finora la situazione è stata talmente poco
trasparente da non consentire neppure l'attivazione degli
ammortizzatori sociali. Non è accettabile - conclude Gabriele -
che lavoratori laureati e specializzati restino senza alcuno
reddito e senza prospettive occupazionali".
(ANSA).

Anonimo ha detto...

Che bei custodi ci hanno assegnato, ma li hanno mandato a lezione da Massa e Liori prima di ammollarceli??
Si rubano 1% dei NOSTRI SOLDI e non rispondono nemmeno ad una domanda, ma che cazzo ci stanno a fare. Secondo me la prima cosa da fare è denunciarli per aver manipolato in maniera improria il nostro cartellino delle presenze, inserendo Permessi non Retributi.


Bisogna bloccare tutte la attività in essere.Commesse comprese.
Bisogna di nuovo staccare la rete.

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Oggi i commissiari a Napoli hanno detto che non potevano incontrare i lavoratori poichè il loro mandato potrebbe essere rimosso a giorni a fronte della sentenza dell'art. 28.
Vediamo se domani incontrano quelli di Roma, coi si capisce se era solo una puerile scusa per non incontrarli o la verità

===================================
Annullato incontro di domani, in attesa di chiarimenti.

Altro giro, altra corsa, che deve succedere ancora ?

Non ne possiamo piu'!!!!

Anonimo ha detto...

I custodi giudiziari, contattati, confermano gli impegni presi e
verbalizzati al tribunale fallimentare di Roma lo scorso 13 gennaio 010
riguardo l'imminente pagamento degli stipendi di Agosto e
le note spese.

Informano di essere in attesa di nei prossimi 2 o 3 giorni di
convocazione da parte del giudice del tribunale fallimentare di di Roma
per una verifica di chiarimento dei loro poteri e del processo di
custodia giudiziaria in funzione degli effetti della sentenza del 15
gennaio scorso ai sensi dell'ex.art.28 sulla cessione di ramo Eutelia Agile.

Anonimo ha detto...

L'incontro previsto oggi alle 16:00con i custodi giudiziari non avrà luogo.
A seguito dell'incontro di ieri a Napoli con i custodi, quest'ultimi hanno detto che a causa della sentenza sull'art. 28, devono chiarire il loro ruolo e la loro posizione con il Tribunale Fallimentare.
Pertanto il previsto incontro di oggi a Roma non avrà luogo.

Anonimo ha detto...

Qualcuno sa se sono stati confermati gli stipendi di agosto per questa settimana?

Anonimo ha detto...

E' ora di scendere in Piazza ..a ROMA o AREZZO intorno la Nave e da li' non ci moviamo ora basta mi sono rotto di tutto e tutti..

Se non ci incazziamo di brutto qui non ci caga nessuno..

Anonimo ha detto...

LAVORO: EUTELIA; RSU E FIOM, SUBITO INCONTRO A PALAZZO CHIGI LETTERA A BRESSO, SERVONO INIZIATIVE NAZIONALI SOSTEGNO REDDITO (ANSA) - TORINO, 19 GEN - Le Rsu di Agile-Eutelia di Torino e di Ivrea e la Fiom hanno scritto alla presidente della Regione, Mercedes Bresso e agli assessori regionali Andrea Bairati e Angela Migliasso perche' solleciti il governo a convocare le parti a Palazzo Chigi. I lavoratori chiedono che ''l'appello del governo del 26 novembre scorso alle Pubbliche Amministrazioni a conservare le commesse Agile si concretizzi in una disposizione formale'' in quanto ''non e' stato accolto dalla maggior parte delle imprese pubbliche che hanno rescisso i contratti con Agile''. Sono inoltre necessarie ''iniziative nazionali di sostegno al reddito per i lavoratori senza stipendio e senza ammortizzatori sociali sull'esempio di quanto fatto nelle Regioni Piemonte e Toscana''. I lavoratori del gruppo Agile-Eutelia sono circa 2.000 (circa 300 nelle sedi di Torino e Ivrea) e la maggior parte non riceve lo stipendio da luglio o agosto. (ANSA). ANG 19-GEN-10 15:13

Anonimo ha detto...

Roma fino a quando l'occupazione?
Sono stufo di tirare il somaro per tutti.

Anonimo ha detto...

Perso anche l'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano
(non ci siamo presentati al nuovo bando perche' non abbiamo i soldi per la fideussione)

Anonimo ha detto...

Perso anche Vodafone

Anonimo ha detto...


Roma fino a quando l'occupazione?
Sono stufo di tirare il somaro per tutti.


TUTTI??
Tutti chi??
Se voi a Roma continuate a pensare che siete l'ombelico del Mondo e vi ne' fregate di conoscere e sapere come va il mondo fuori dalla vostra sede sono problemi tuoi non miei.
Anche perche' mi sto stufando di sentire questi discorsi in stile Animal Farm,

Anonimo ha detto...

Il 14/1 è uscita la sentenza ex art. 28. Ad oggi non c'è ancora stata un'informativa dei sindacati...
COMPLIMENTI!

Anonimo ha detto...

GIUNGE NOTIZIA QUì A PREGNANA CHE ABBIAMO PERSO L' ENNESIMO CLIENTE PERSO
ISTITUTO DEI TUMORI.

Anonimo ha detto...

Mediaset, sciopero mercoledì 20
Solidarietà del Cdr di Tgcom
Il Cdr di Tgcom e il coordinamento dei Cdr Mediaset rinnovano la solidarietà nei confronti dei lavoratori del gruppo Mediaset che hanno proclamato uno sciopero per l’esternalizzazione del ramo sartoria, trucco e acconciature. I giornalisti si uniscono alla richiesta dei lavoratori all’Azienda di recedere dal progetto e di offrire ulteriori elementi di chiarezza a garanzia del percorso di sviluppo strategico e delle scelte produttive, organizzative ed occupazionali.

In segno di vicinanza ai lavoratori i giornalisti decidono di ritirare le firme dalle edizioni dei telegiornali di mercoledì 20 gennaio e saranno presenti con una propria delegazione al presidio che si terrà a Roma.

LA REPLICA DI MEDIASET
L’azienda rassicura tutti i propri dipendenti: il nuovo assetto delle attività di sartoria, trucco e acconciatura non comporterà alcun effetto sull’occupazione, né tanto meno sulle condizioni retributive e contrattuali delle persone coinvolte. Infatti, tutti i lavoratori interessati avranno un posto di lavoro e, oltre a continuare ad operare per Mediaset, potranno sviluppare nuove opportunità professionali presso una società che, operando in ambito televisivo, teatrale e cinematografico, è specializzata nella fornitura di servizi per la realizzazione di trasmissioni televisive. Mediaset, più in generale, conferma la propria volontà di continuare a investire in tutte le varie attività legate alla produzione televisiva, un’area strategica per il futuro dell’azienda.

Anonimo ha detto...

Cosi parlano dei lavoratori "phonemedia"

http://www.repubblica.it/economia/2010/01/19/news/phonemedia_senza_stipendi-2006216/

Anonimo ha detto...

http://www.corrierecomunicazioni.it/index.php?section=news&idNotizia=76335
"Per il futuro di Eutelia spunta l'ipotesi Almaviva"

Anonimo ha detto...

TUTTI??
Tutti chi??
Se voi a Roma continuate a pensare che siete l'ombelico del Mondo e vi ne' fregate di conoscere e sapere come va il mondo fuori dalla vostra sede sono problemi tuoi non miei.
Anche perche' mi sto stufando di sentire questi discorsi in stile Animal Farm,

Come volevasi dimostrare, cornuti e mazziati.
Anche se in parte avete ragione visto che la nostra sindacalista ha affermato che delle altre sedi ce ne dobbiamo fregare e che dobbiamo essere orgogliosi dei nostri PNR.
In tutta questa storia quello che più mi dispiace e la guerra che si
fa tra "poveri".
Spero per tutti noi che si apra uno spiraglio. Dobbiamo continuare a rimanere uniti.

Anonimo ha detto...

Per il futuro di Eutelia spunta l'ipotesi Almaviva

L'azienda guidata da Marco Tripi sarebbe interessata a dare vita a una nuova società, ma solo con un ok da parte di sindacati e istituzioni. E a patto che le commesse IT non vengano cedute

Almaviva nel futuro di Eutelia? L’ipotesi ribalza sulle pagine della cronaca di Roma di Repubblica. Secondo fonti interne all’azienda toscana la società guidata da Marco Tripi sarebbe disposta “a dare vita a una nuova società che si faccia carico dei 2mila lavoratori purché ci sia il supporto dei sindacati e l’assicurazione da parte delle amministrazioni centrali e locali che le commesse informatiche non vengano cedute ad altri”.
Un patto nazionale - scrive il quotidiano - “per preservare il know-how dell’azienda e dare un futuro ai dipendenti”.

Anonimo ha detto...

E' vero che è persa anche la commessa schengen?

Anonimo ha detto...

E' vero che è persa anche la commessa schengen?

Anonimo ha detto...

Un grazie ai colleghi ex Bull fuggiti con i clienti, gli auguro che ricevano lo stesso trattamento X 2 e di fa(r)lire al più presto...

Anonimo ha detto...

CORRIERE DELLE COMUNICAZIONI:
Per il futuro di Eutelia spunta l'ipotesi Almaviva
L'azienda guidata da Marco Tripi sarebbe interessata a dare vita a una nuova società, ma solo con un ok da parte di sindacati e istituzioni. E a patto che le commesse IT non vengano cedute
Almaviva nel futuro di Eutelia? L’ipotesi ribalza sulle pagine della cronaca di Roma di Repubblica. Secondo fonti interne all’azienda toscana la società guidata da Marco Tripi sarebbe disposta “a dare vita a una nuova società che si faccia carico dei 2mila lavoratori purché ci sia il supporto dei sindacati e l’assicurazione da parte delle amministrazioni centrali e locali che le commesse informatiche non vengano cedute ad altri”.
Un patto nazionale - scrive il quotidiano - “per preservare il know-how dell’azienda e dare un futuro ai dipendenti”.
Eutelia è ora guidata da tre custodi che stanno esaminando i conti in attesa che il 17 febbraio il tribunale si pronunci per chiedere il commissariamento oppure il fallimento.

19 gennaio 2010

Anonimo ha detto...

SU QUESTO BLOG SI PARLAVA GIA' DI ALMAVIVA!!!!!!VERGOGNA SINDACATI!!!!

giovedì 23 aprile 2009
Ricapitalizzazione e uscita della famiglia Landi
Il piano dei sindacati: «Così la salvezza». Ma serve chi compra

L A RICETTA c’è. E’ già pronta, è stata stilata con cura ed ripiegata nel valigetta ventiquattr’ore dei segretari nazionali dei metalmeccanici delle tre organizzazioni sindacali, che il prossimo 27 aprile si presenteranno a Palazzo Chigi per partecipare alla riunione dell’unità di crisi, istituita presso la presidenza del consiglio. Una cura salvavita articolata su tre punti: ricapitalizzazione di Eutelia, uscita dalla società della famiglia Landi, creazione di una compagine societaria pronta ad acquistare il gruppo. Un piano, quello per salvare l’azienda e duemila posti di lavoro, studiato nei minimi dettagli, che ha un’unica strada obbligatoria, la costituzione di una società acquirente, in grado di rimettere in moto tutta la macchina organizzativa dell’azienda. Il nuovo soggetto, chiedono i sindacati, dovrà nascere con quote di capitale pubblico e privato, soprattutto dovrà muovere i primi passi senza essere gravato dai debiti, che attualmente pesano sulle spalle di Eutelia. Come sperano di ottenere il miracolo, i sindacati? Semplice, impegnando la famiglia Landi a ricapitalizzare la società con soldi freschi e con la vendita delle grandi aree edificabili acquisite tramite Bull a Pregnana nel Milanese, proprio al centro della zona dove sorgerà Expo 2015. Ma questa è solo la prima parte del programma che sarà portato all’attenzione di Palazzo Chigi. Attualmente Eutelia partecipa con una quota pari al 90 per cento ad una società con la Regione Molise, che detiene il restante 10 per cento: ebbene, partendo da questa esperienza, i sindacati sollecitano la nascita di un gruppo a capitale misto, con quote delle società finanziarie della Regione Toscana, Lazio e Campania, a cui si aggiungano privati operatori, che hanno già mostrato attenzione a quanto sta accadendo in via Calamandrei. I nomi sono appena sussurrati, addirittura sono oggetto di decise smentite, che però non convincono più di tanto. A più riprese si è parlato della disponbilità di Almaviva e della Sirti, due aziende molto note che operano nel settore It, con capacità e conoscenze in grado di assumersi il ruolo di «salvagente». Non c’è dubbio che si tratta di un progetto articolato, destinato a coinvolgere tutte le parti in causa e il cui buon fine è legato all’accettazione dei vertici di Eutelia, che fino ad ora hanno mostrato di perseguire altri obiettivi.«L’AZIENDA — affermano i sindacati — vuol disfarsi del personale, 1957 unità, e mettere in vendita i lucrosi appalti che ha ottenuto dai ministeri, dalle Regioni, dalle banche e dagli enti locali, preoccupandosi così di tutelare solo i propri interessi». Nel corso dell’incontro al ministero dello sviluppo e del lavoro, Eutelia aveva ventilato la cessione di un ramo d’azienda, in grado di recuperare solo 287 posti di lavoro. «E’ un diversivo — hanno dichiarato i rappresentanti sindacati — che non accetteremo mai».

lunedì, 27 aprile, 2009

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Arezzo, 19 maggio 2009 - Cambia rotta la vertenza Eutelia. Sono almeno quattro le aziende che hanno fatto un passo avanti e si sono dette disponibili ad acquistare il settore information technology di Eutelia. I nomi sono chiusi nel cassetto del ministero dello sviluppo, ma, negli ultimi giorni, è stata verificata la loro concreta disponibilità a condurre in porto l’operazione. Le fonti ufficiali tacciono, ma le voci che si inseguono ripetono alcuni nomi sussurrati da tempo e comunque mai smentiti. Sono Almaviva, Bassilichi, Sirti e Mc Sistemi. Veri o presunti, ormai è certo: i compratori non sono fantasmi, sono venuti allo scoperto e hanno manifestato la loro volontà direttamente al ministero. In questa fase non si può pretendere di più.
martedì, 19 maggio, 2009

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
La società inglese Omega, che ha appena acquistato l'IT di Eutelia, rileva la proprietà della società di call center Phonemedia.

[ZEUS News - www.zeusnews.com - 15-08-2009]

Sembra che in Italia stia prendendo corpo una realtà aziendale molto simile al Gruppo Almaviva, che gestisce attività di call center come Atesia e attività informatiche come Finsiel.

Si tratta dell'Omega, società inglese che, dopo aver acquisito le attività informatiche di Eutelia, ora ha acquisito Phonemedia, importante società di call center in outsourcing, con sedi che vanno da Ivrea a Novara, da Casalecchio di Reno a Catanzaro.

Phonemedia negli ultimi tempi era oggetto di forti contestazioni sindacali causate dal mancato e ritardato pagamento delle competenze degli operatori, con scioperi e manifestazioni in tutta Italia.

La crisi finanziaria dell'azienda ha probabilmente indotto l'imprenditore Fabrizio Cazzago, amministratore delegato della società, a passare la mano agli inglesi.

Ora si tratta di vedere che piano industriale i nuovi azionisti hanno in mente per Phonemedia mentre non hanno ancora presentato i loro programmi per le attività IT ex Eutelia.
giovedì, 20 agosto, 2009

Anonimo ha detto...

TAG: Fusioni e acquisizioni - Almaviva
Almaviva acquisisce Gempliss
Il gruppo romano rileva la quota di maggioranza della società milanese specializzata in tecnologia semantica

Mercoledì 30 Dicembre 2009


Vota 24
Almaviva Consulting, la società di consulenza direzionale del gruppo Almaviva, ha annunciato l'acquisizione di Gempliss Srl, una realtà italiana attiva nel mercato dell’Information Technology e nello sviluppo di prodotti software con specializzazione nel settore semantico, già partner storico del gruppo romano.

Nello specifico, l’operazione consiste nell’acquisizione da parte di Almaviva Consulting del 60% del capitale sociale di Gempliss mediante la sottoscrizione di un aumento di capitale offerto in sottoscrizione dai soci fondatori a Almaviva Consulting.

Con sede a Desio (Milano), Gempliss è stata fondata nel 2004 per iniziativa di un gruppo di imprenditori privati con l'obiettivo di sviluppare un progetto industriale volto all’innovazione in ambito semantico. Oggi la società offre soluzioni e tecnologie semantiche per la comprensione e l’analisi dell’informazioni, con focalizzazione nei settori delle telecomunicazioni, dell’industria, dell’energia, della logistica, del retail, della grande distribuzione, del settore finanziario e della pubblica amministrazione.

Tra i clienti di Gempliss figurano nomi come CSI Piemonte, Unicredit, Telecom Italia, Autogrill, Lottomatica ed ERG. (sm)

Anonimo ha detto...

Le Ferrovie cedono TSF ad Almaviva sbloccando la gara per i servizi IT
Con il passaggio di Tele Sistemi Ferroviari alla società romana, le FS possono indire il bando per un contratto di outsourcing del valore di 1,26 miliardi di euro

Mercoledì 20 Gennaio 2010


Vota 4 (m.t.) Le Ferrovie dello Stato hanno ceduto ad Almaviva la loro quota in TSF, dando quindi al gruppo romano il totale controllo sulla società di servizi IT ferroviari. Con questa mossa, le FS hanno di fatto sbloccato la procedura per indire il bando di gara da oltre un miliardo di euro per la ricerca del nuovo fornitore di servizi IT, gara alla quale parteciperà anche la stessa Almaviva.

Ma procediamo con ordine.

Non considerando più l'attività IT un vero 'core business', le FS hanno ceduto la loro partecipazione del 39% in TSF ad Almaviva, che già deteneva il 61% del pacchetto azionario della società.

Con il pieno passaggio ad Almaviva, TSF, che dal 1997 ha gestito i principali servizi IT per le aziende del Gruppo Ferrovie dello Stato, diventa un operatore specializzato in servizi ICT per il trasporto, spostando così la propria attività anche al di fuori dall'ambito ferroviario, dove peraltro vantava commesse non solo con FS.

L'acquisizione della quota di FS da parte di Almaviva è valutata intorno ai 32 milioni di euro. Non poca cosa, di questi tempi, ma certamente un ottimo investimento se si considera che in questo modo Almaviva diventa uno dei concorrenti più accreditati per la gara miliardaria che le Ferrovie dovrebbero indire quest'anno per la fornitura di tutti i servizi IT al gruppo.

Secondo infatti quanto anticipato da Il Sole 24 Ore Trasporti, le Ferrovie dello Stato starebbero per aprire la pratica per indire la gara pubblica che permetterà di scegliere l'outsourcer dei servizi IT per tutte le aziende della galassia FS.

Si tratta di una commessa da ben 1,26 miliardi di euro, che coprirà un periodo di 84 mesi (60 + 24 di eventuale rinnovo). Il contratto riguarderà la gestione dei sistemi IT e di rete del Gruppo FS, le applicazioni software (manutenzione e sviluppo) e il servizio di call center.

Come anticipato, Almaviva potrebbe giocare un ruolo da protagonista in questa gara. La società romana, afferma sempre Il Sole 24 Ore citando altre fonti, potrebbe partecipare in cordata con Telecom Italia e Finmeccanica per aumentare le possibilità di aggiudicarsi il mega-contratto.

Anonimo ha detto...

MA STA ALMAVIVA STA FACENDO UN SACCO DI ACQUISIZIONI...MI SEMBRA UN FILM GIA' VISTO. POVERI NOI!!

Anonimo ha detto...

IO PENSO CHE ALMAVIVA VOGLIA SOLTANTO ACCAPARRARSI LO STABILE DI PREGNANA, TENERSI QUALCHE COMMESSA E SCARICARE POI GLI ESUBERI SULLO STATO, LICENZIAMENTI O CASSA INTEGRAZONE. NOI NON LO PERMETTEREMO!!!

fateunpost! ha detto...

Cosa guadagna (e cosa rischia) Omega dall’operazione Eutelia
Chi si chiedeva cosa ci guadagnasse Omega, la società al centro dello scandalo Eutelia, ad acquisire aziende per tenerle ferme, potrebbe trovare delle risposte nell’inchiesta che sta conducendo la Procura di Milano.
IL TRUCCO. Fin da subito è stato chiaro quale fosse l’interesse di Eutelia, società aretina quotata in Borsa, a cedere il ramo d’azienda Agile, con debiti e oltre duemila dipendenti, a Omega: liberarsi di impiegati ormai indesiderati senza pagare loro la liquidazione (50 milioni di euro). Ma per quale motivo il gruppo che era (fino al recente commissariamento) capitanato da Claudio Marcello Massa e Sebastiano Liori si è fatto carico degli scarti di Eutelia? L’ipotesi che si sta delineando, qualora verificata, potrebbe portare a gravi risvolti penali e si può riassumere con una domanda: che fine hanno fatto i soldi che Agile ha incassato da quando è nelle mani di Omega, visto che gli impiegati sono da agosto senza stipendio e non risultano investimenti all’interno dell’azienda stessa? Si tratta di svariati milioni di euro, dal momento che Agile incassa ogni mese anticipi e rate dai clienti (inclusi ministeri, regioni e la Camera dei deputati) che acquistano i suoi servizi informatici. Da quando Omega ha rilevato Agile, ha licenziato la metà dei lavoratori e ha impedito ai più di svolgere le proprie mansioni. In alcune sedi è stata addirittura staccata l’elettricità (un ostacolo non da poco per un’azienda che si occupa di Internet). I sindacati credono che il trucco di Massa e di Liori sia palese: se la società fallisce, non bisogna nemmeno pagare i tfr al personale. Nel frattempo, però, i soldi sono stati incassati ma ad oggi nessuno è in grado di dire dove siano. Anche perché
più si cerca e più si trovano soltanto scatole cinesi (come la finanziaria anglo-milanese chiamata Libeccio) che rimandano a società con sede legale all’estero. Del gruppo Omega fanno parte oltre 10 mila dipendenti. Tutti facevano prima parte di altre società che, per liberarsene, li hanno ceduti a prezzi simbolici (Agile è stata comprata per 1 euro). Comincia a sembrare un metodo collaudato: impossessarsi gratis di aziende in agonia, spremere gli ultimi milioni di euro che queste possono offrire e poi abbandonarle alle procedure concorsuali. Ecco perché Voicity, il call center scorporato da Omnia Network, non è entrato in Omega che pure l’aveva addocchiato: Liori, che per mesi è stato vicepresidente di Omnia, voleva inglobare (come ha fatto anche con Agile) la società di cui fa parte Voicity in Omega, ma per farlo avrebbe dovuto investire ben 12 milioni di euro per ricapitalizzarla. Quindi ha rinunciato e si è dimesso. Sia Massa sia Liori
sono già stati protagonisti di vari fallimenti delle società che amministravano. Non si fanno trovare né dalla stampa né dai lavoratori che chiedono risposte. E negli ambienti della finanza sono ormai considerati soggetti troppo a rischio per avere a che fare con loro.

fateilpost! ha detto...

I REATI. Omega sembra sfruttare un meccanismo in apparenza lecito. Esternalizzare dipendenti e debiti e vendere la società, come ha fatto Eutelia con Agile, non è di per sé illegale. Lo diventa però se la scatola che si crea, riempita di ciò che non si desidera più, non viene messa in condizione di sopravvivere. In quel caso si parla di simulazione di contratto, cioè truffa: non è lecito creare contratti finalizzati solo a liquidare migliaia di persone. Se Omega poi fallisse, potrebbe ventilarsi l’ipotesi della bancarotta fraudolenta. Eutelia dopo la cessione di Agile ha rassicurato gli azionisti con numerosi comunicati stampa che la indicavano in ripresa. Essendo quotata in Borsa forse avrebbe dovuto esplicitare anche il fatto che se Omega dovesse fallire, Agile le tornerebbe sul groppone
con debiti e tfr da pagare. In quel caso sarebbe a rischio la sopravvivenza della stessa Eutelia. E comunicare al mercato informazioni errate o imprecise, in certi casi, ha portato all’accusa di aggiotaggio. Il pm Francesco Greco della Procura di Milano sta indagando su Omega, così come la Procura di Arezzo indaga su Eutelia. E presto potrebbero esserci delle svolte nelle inchieste.

(Beatrice Borromeo, Il Fatto, 14-01-2010)
© Il Fatto Quotidiano

Anonimo ha detto...

Almaviva si fa' avanti

http://www.almavivaitalia.it/wps/wcm/connect/fe9e1b004118bcdaac6eadb6f4c749b2/repubblica_190110.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=fe9e1b004118bcdaac6eadb6f4c749b2

Anonimo ha detto...

CRISI: FASSINA,EMENDAMENTO PD PER CASO EUTHELIA E PHONEMEDIA (ANSA) - ROMA, 20 GEN - ''Le condizioni dei lavoratori e delle lavoratrici del gruppo Omega, Phonemedia ed Eutelia-Agile, e' drammatica. Sono da mesi in un limbo giuridico, non ricevono gli stipendi, perdono le commesse necessarie a garantire il futuro delle attivita' produttive, non possono accedere alla cassa integrazione o all'indennita' di disoccupazione. Le situazioni di Phonemedia e Eutelia-Agile non hanno nulla a che vedere con la crisi globale. Sono aziende sane, avevano un mercato solido, ma sono state vittime di operazioni speculative ed irresponsabili attuate dalla proprieta' e dal management''. Lo afferma il responsabile Economia del Pd Stefano Fassina che annuncia un emendamento del Pd per istituire un ''fondo di garanzia per l'anticipazione dei crediti di lavoro''. ''L'obiettivo del fondo - afferma Fassina - e' anticipare, anche parzialmente, i crediti maturati dai lavoratori in caso di insolvenza dell'impresa nel pagamento delle retribuzioni. Il Fondo viene gestito dal Ministero del Lavoro al quale spetta il compito di valutare le condizioni effettive di ciascuna specifica situazione. All'intervento del Fondo possono accedere, a domanda, i lavoratori che abbiano maturato crediti di lavoro per un ammontare di almeno 4 mensilita'. Il Fondo ha carattere rotativo, in quanto l'amministrazione si sostituisce al lavoratore nel rapporto di credito con l'impresa''. Per tradurre la proposta in legge, il Pd presentera' lunedi' prossimo al Senato un emendamento al decreto mille-proroghe a firma dei senatori Nerozzi e Roilo e chiede alla maggioranza ed al Governo di sostenere l'emendamento.(ANSA). FEL 20-GEN-10 18:50

Anonimo ha detto...

GIUNGE NOTIZIA QUì A PREGNANA CHE ABBIAMO PERSO L' ENNESIMO CLIENTE PERSO
ISTITUTO DEI TUMORI.

-----------------------------------

Confermo è perso.

Anonimo ha detto...

Venerdì mattina 22 Gennaio 2010 l'On. Antonio Di Pietro si recherà a Napoli presso il presidio dei lavoratori Agile (ex Etelia) della sede di San Giovanni a Teduccio, in Via Ferrante Imparato, a Napoli per ascoltare la voce dei lavoratori e portare la sua solidarietà.

Nell'ambito della vertenza che vede coinvolte le Società Agile, Omega ed Eutelia e rispetto alla quale il 23 Dicembre u.s. il Tribunale Fallimentare di Roma si è pronunciato emettendo sentenza di custodia cautelare dei beni di Agile e la nomina di 3 custodi cautelari, i lavoratori Agile della sede di Napoli vivono una ulteriore drammaticità: dal 7 Gennaio i 120 lavoratori sono stati estromessi dalla loro sede di lavoro per insolvenza da parte dell'azienda nei confronti del proprietario dello stabile. Da allora continuano la loro lotta, con presidi fuori gli uffici, denunciando la vergognosa serrata messa in atto dalla società, a difesa del proprio lavoro e della sede di Napoli.

La denuncia ai custodi cautelari ed alle Istituzioni Locali della vergognosa situazione in cui versano i 120 lavoratori, ribadita anche ultimamente nell'incontro tenutosi con le parti presso la Prefettura di Napoli il giorno 18 Gennaio, non ha avuto alcun riscontro concreto ed i lavoratori continuano a ritrovarsi in strada.

La visita dell'On. Antonio Di Pietro sarà un ulteriore momento di incontro dei lavoratori con il mondo politico ed a Lui sarà avanzata la richiesta di farsi promotore verso la Presidenza del Consiglio, presso la quale è stata proclamata la manifestazione dei lavoratori il giorno 25 Gennaio, perchè intervenga nella risoluzione della vertenza e della difficile situazione dei lavoratori di Napoli e dei lavoratori tutti, da 7 mesi senza stipendio.



A nome dei 120 lavoratori della sede Agile di Napoli, rivolgo alle Spett.li Redazioni in indirizzo la preghiera di dare un ulteriore spazio alla nostra vicenda.
Grazie e cordiali saluti.

Anonimo ha detto...

Il 14/1 è uscita la sentenza ex art. 28. Ad oggi non c'è ancora stata un'informativa dei sindacati...
COMPLIMENTI!

===================================
L'ex art. 28 doveva essere fatto MESI FA a Milano, ma il sindacato ha preso tempo.
Poi lo hanno presentato a Roma, contemporaneamente o giù di lì all'istanza d'insolvenza nei confronti di Agile.

Ora devono scegliere quale delle due strade scegliere, perchè una esclude l'altra.

Il rischio concreto è che dopo 4 mesi si ritorni al punto di partenza.

Vediamo oggi i legali convocati dal giudice cosa decidono, ma una cosa è certa, hanno perso almeno 3 mesi e si sono incartati da soli, altro che soluzione politica !

Ecco perchè non possono fare alcun comunicato, dovrebbero autoaccusarsi, e inventarsi altre storielle per tenere buoni noi lavoratori.

Anonimo ha detto...

IO PENSO CHE ALMAVIVA VOGLIA SOLTANTO ACCAPARRARSI LO STABILE DI PREGNANA, TENERSI QUALCHE COMMESSA E SCARICARE POI GLI ESUBERI SULLO STATO, LICENZIAMENTI O CASSA INTEGRAZONE. NOI NON LO PERMETTEREMO!!!"

Pensi che adesso siamo messi meglio???Forse è l'unica rimasta.

Anonimo ha detto...

Bisogna guardare in faccia alla realtà. Il mondo politico ha fatto in modo che perdessimo tutto le commesse, è riuscito a temporeggiare forse con un obiettivo ben presente. DOBBIAMO FALLIRE, non abbiamo più commesse: ecco cosa devono fare i commissiari decretare la fine dei giochi. Ma noi non ci arrendiamo, FALLIAMO e ci rifacciamo su Eutelia/MPS: la partita si gioca ancora!!!

Anonimo ha detto...

E' ora che andiamo Tutti ad Arezzo nella sede di Eutelia o sotto casa dei LANDI ,visto che L'ex art. 28 ci rivuole in Eutelia...e causato sto' casino di situazione...che bravi Imprenditori ci sono in Italia Vergogna..

marcos ha detto...

Ragazzi, avete il ns. PIENO APPOGGIO...in cambio vi chiediamo una "controsolidarietà" ed il permesso di linkare il vs. blog al ns., cioè www.campobasenorthface.blogspot.com, poichè noi 160 dipendenti THE NORTH FACE ITALY, INASPETTATAMENTE in data 19 novembre abbiamo ricevuto la notizia della chiusura della sede italiana e il conseguente trasferimento delle attività a Lugano..

marcos ha detto...

Ciao Ragazzi,
sono una dipendente The North Face Italy, dal 19 novembre, INASPETTATAMENTE, la multinazionale americana a cui apparteniamo, VF CORP., ci ha comunicato, nonostante i più che positivi margini di guadagno e la crescita del brand, la decisione di chiudere la sede italiana e di trasferire le attività a Lugano.
Per tale motivo abbiamo dato vita ad un blog, per dare vera voce ai noi 160 dipendenti e per dare solidarietà a tutti coloro nelle ns. condizioni..
Possiamo, pertanto, linkare il vs. blog e chiedere di fare altrettando con il ns.?
www.campobasenorthface.blogspot.com
Siamo con voi
HASTA LA VICTORIA SIEMPRE!!

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici e collegi,

fra poco più di un mese ricorrera' il 50^ anniversario della morte di Adriano Olivetti, colui che ha dato vita a tutto quello che eravamo.

Non c'è più tempo....

Anonimo ha detto...

LUNEDI' 25 A ROMA! IO CI SARO' SOLO SE L'INTENZIONE E' QUELLA DI SOTTOPORRE 2 RICHIESTE:
PAGAMENTO DELLE SPETTANZE ARRETRATE E CASSA INTEGRAZIONE.

GUARDIAMO LA REALTA' E NON SIAMO IPOCRITI:
COME POSSIAMO IMMAGINARE CHE GLI ENTI LOCALI CI DIANO COMMESSE SENZA CHE CI SIA UNA VERA AZIENDA CHE OFFRA GARANZIE E NON ROGNE PUR SAPENDO BENE CHE DALL'ALTRO LATO I POLITICI ITALIANI HANNO CONSENTITO CHE MOLTI NOSTRI CLIENTI AFFLUISSERO PRESSO ALTRE IMPRESE? C'E' TROPPA CONTRADDIZIONE E SINCERAMENTE CREDO CHE MOLTI DI NOI ABBIANO PERSO LA LUCIDITA' PER POTER AMMETTERE CHE QUESTO SCENARIO DI CUI NOI SIAMO NS.MALGRADO, SPETTATORI (PUR LOTTANDO), ERA PREVISTO DA TUTTI E AD OGGI L'UNICO RISULTATO CHE OBIETTIVAMENTE NON LEGGO COME UN RISULTATO DEGNO E' LA SENTENZA RELATIVA ALL'ART.28 (FORSE E' UNA VITTORIA ESCLUSIVAMENTE PER IL SINDACATO IN QUALITA' DI ORGANISMO RICONOSCIUTO), QUEST'ULTIMO NON SI ESPRIME, NON FA' UN COMUNICATO CHE CI DICA A CHI APPARTENIAMO , SE SIAMO AL PUNTO DI PARTENZA, SE FORSE NON SIA STATA COMMESSA UN'IDIOZIA!! NON C'E' CHIAREZZA , ASSOLUTAMENTE NON UN PO' DI TRASPARENZA !!!!
QUESTE RISPOSTE CE LE DAREMO NEL TEMPO , SE QUESTO INCUBO SI PROTRARRA' SINO AL 15 GIUGNO 2010 SIGNIFICHERA' CHE ERA TUTTO CONCORDATO E FINALIZZATO AL FALLIMENTO.
UN'ALTRA DOMANDA CHE MI STO' QUOTIDIANAMENTE PONENDO E' PERCHE' IL SINDACATO NON SI E' MINIMAMENTE PREOCCUPATO DEGLI INTERESSI ECONOMICI IMMEDIATI DEI LAVORATORI?
MI SEMBRA CHE IL PROBLEMA SCOTTANTE PER LORO SIANO LE SEDI E LE COMMESSE (CHE SINO A IERI SI SON PERSE) E NON I LAVORATORI CHE NON SANNO COSA METTERE SULLA TAVOLA E CHE DEVONO PAGARE LE BOLLETTE, CHE DEVONO FORSE AFFRONTARE DELLE SPESE MEDICHE, CHE DEVONO PAGARE LE TASSE UNIVERSITARIE PER I FIGLI E CHE INSOMMA DOVREBBERO SOPRAVVIVERE.
LA VOSTRA FUNZIONE E' QUELLA DI DIFENDERE GLI INTERESSI DEI LAVORATORI, O NO?

Anonimo ha detto...

E’ alquanto strano che l’improvviso interessamento di Almaviva, a “farsi carico dei 2000 lavoratori e dar vita così ad una nuova società per preservare il know-how aziendale”, sia avvenuto dopo la sentenza del Tribunale di Roma.
Mmhh!! Strano! Molto strano!!
Che Eutelia cominci a sentire”puzza di bruciato” e stia cercando una nuova scappatoia?
Sindacato ….. in campana …eh !

Anonimo ha detto...

Propongo di riunirci tutti i truffati e vendere i nostri voti alle prossime elezioni.
Siamo migliaia e migliaia, qualcuno pronto a sposare la nostra causa si trova. Voti in cambio del lavoro e della dignità.
Altro che sindacati!

Anonimo ha detto...

Gira voce che, vista la novità di questi giorni, il giudice abbia anticipato l'udienza del 17 febbraio a domani (giovedì 21). Qualcuno può confermare? Grazie.

Anonimo ha detto...

ma non dovevano pagare agosto???

Anonimo ha detto...

Cari Amici e collegi,

fra poco più di un mese ricorrera' il 50^ anniversario della morte di Adriano Olivetti, colui che ha dato vita a tutto quello che eravamo.

Non c'è più tempo....

----------------------------

Ma dove sei finito ?

I tuoi fidi ti danno per disperso

Anonimo ha detto...

EUTELIA: SINDACATI, LUNEDI' STOP 8 ORE E MANIFESTAZIONE A ROMA (AGI) - Roma, 21 gen. - "La vertenza Eutelia/Agile e' tutt'altro che in dirittura di arrivo". La denuncia e' dei Fim, Fiom e Uilm che per questo hanno deciso di intensificare le iniziative di lotta e di indire per lunedi' 25 gennaio uno sciopero di 8 ore con manifestazione nazionale a Roma con presidio in piazza SS. Apostoli a partire dalle ore 12.00. "Prima che la situazione peggiori in modo irreversibile", si legge in una nota congiunta delle tre sigle, "e' urgente che il Governo assuma pienamente la regia di questa complicata vicenda, indirizzando tutti gli sforzi e le risorse necessarie per individuare una soluzione condivisa che salvi il posto di lavoro e le competenze di tutti i lavoratori di Eutelia/Agile. Chiediamo al Governo", proseguono i tre sindacati, "di mantenere gli impegni assunti nell'incontro a Palazzo Chigi del 9 dicembre sia riguardo i problemi relativi alle retribuzioni dei lavoratori, sia riguardo al mantenimento delle sedi e delle commesse. La presidenza del Consiglio dei ministri", conclude il comunicato, "convochi immediatamente Eutelia/Agile insieme alle Regioni e agli enti locali interessati alla vertenza". (AGI) Mau 211910 GEN

Anonimo ha detto...

E' ufficiale. Oggi il Giudice del Tribinale fallimentare si è espresso sulla vittoria dell'art. 28: i custodi giudiziari sono confermati e l'udienza si terrà - come previsto - il 17 febbraio 2010.

Anonimo ha detto...

E' ufficiale. Oggi il Giudice del Tribinale fallimentare si è espresso sulla vittoria dell'art. 28: i custodi giudiziari sono confermati e l'udienza si terrà - come previsto - il 17 febbraio 2010.

MA QUESTI CAZZO DI CUSTODI, QUANDO SI DECIDERANNO ALMENO AL PAGAMENTO DI AGOSTO 2009 ?
VISTO CHE I SOLDI X QUESTA OPERAZIONE CI SONO. (INFO CONFERMATA DA FONTI SINDACALI)


Maledetti tutti.

Anonimo ha detto...

E' ufficiale. Oggi il Giudice del Tribinale fallimentare si è espresso sulla vittoria dell'art. 28: i custodi giudiziari sono confermati e l'udienza si terrà - come previsto - il 17 febbraio 2010.

----------

....quindi pagano!

Anonimo ha detto...

Cari Sindacati/RSU oggi all'incontro con i cari CUSTODI (NULLA FACENTI) in Via Bona ore 14.00, dategli conferma di come possono essere emessi i CEDOLINI DI NOVEMBRE DICEMBRE e TREDICESIMA 2009.

Altrimenti questi devono nuovamente tornare dal giudice per chiedere anche se possono andare a cagare.

Mentre a noi serve per poter avere finalmente la situazione del "quanto" dobbiamo avere.
Oltre al fatto di avere finalmente un documento ufficiale.

Anonimo ha detto...

LUNEDI' 25 A ROMA! IO CI SARO' SOLO SE L'INTENZIONE E' QUELLA DI SOTTOPORRE 2 RICHIESTE:
PAGAMENTO DELLE SPETTANZE ARRETRATE E CASSA INTEGRAZIONE, ecc.


quoto senza dubbi il post del collega

Anonimo ha detto...

STAMATTINA DICONO CHE SONO PARTITI I BONIFICI DI AGOSTO

Anonimo ha detto...

Torino 22/01/2010 Piero della Francesca, torneo di calcetto femminile/ maschile.

Non ci sono parole...... questi sono gli ex BULL, GETRONICS, I VERI PROFESSIONISTI

Anonimo ha detto...

Per il post che dice di emettere i "CEDOLINI DI NOVEMBRE DICEMBRE e TREDICESIMA 2009".
Ma quali cedolini paga se il Personale sta inserendo (e già inserito) arbitrariamente i famosi PNR (Permesso Non Retribuito) già da Novembre per le giornate di presidio???
Il cedolino verrà emesso con gg. lavorativi 0 e quindi con nulla a pretendere.
Prima di scrivere fate funzionare il cervello...

Anonimo ha detto...

A: sincert@sincert.it; Segnalazioni

Oggetto: EUTELIA>> Richiesta di revoca / sospensione della Certificazione ISO 9001:2008 n. 9111.EUTE scadenza 17/03/2011 rilasciata da IMQ/CSQ Inoltrato automaticamente



In riferimento agli ultimi accadimenti su cui sta indagando la Magistratura ed ai vari esposti alla Procura delle Repubblica e relativamente al certificato ISO 9001 :2000 rilasciato ad EUTELIA Spa n.ro 9111.EUTE Settori EA 31b, 33, 35 scadenza 17/03/2011 relativamente a :Progettazione, installazione, erogazione e

assistenza: servizi di telefonia vocale - servizi di telecomunicazione - trasmissione dati - servizi a valore aggiunto. progettazione, sviluppo, installazione, assistenza e vendita di : soluzioni software, sistemi di sicurezza, prodotti per l'informatica, per le comunicazioni, per il networking; progettazione e gestione contenuti multimediali e siti web; servizi professionali, consulenziali, di formazione tradizionale e a distanza, di comunicazione pubblica e interna di contact call center, di help desk, di conduzione funzionale, tecnica ed operativa di sistemi informativi Vi chiediamo di valutare secondo al Vs Procedura Interna PI-402 l'operato di Eutelia Spa e di provvedere se sussistono i presupposti per la revoca o sospensione dello stesso in quanto:



1) L'oggetto della Certificazione è mutato in quanto tutto il comparto IT è stato ceduto a Giugno 2009 con cessione di ramo d'Azienda ad Agile Srl



2) a causa delle ultime operazioni non del tutto trasparenti di cessione ramo d'Azienda sulle quali è stato presentato un esposto alla Procura della Repubblica da parte di lavoratori dell Azienda e dalle OO.SS , per una corretta gestione dei processi produttivi e finanziari dell Azienda viene meno il sistema di controllo interno



3) che l' ultimo bilancio 2008 non è stato certificato dalla Società di Revisione PriceWaterhouseCoopers



Inoltre si chiede di verificare :



l' evidenza dei controlli , ai sensi del Dlgs 196/03 , sui dati personali e di traffico di cui l'Azienda effettua il trattamento se l'Azienda stessa abbia messo in campo alcuna azione atta a prevenire tramite i sistemi dei reclami, l'insorgere o il perdurare di cause di malessere che possano deteriorare il clima aziendale - prevenire la possibilità di abusi e violenze, psicologiche o sessuali, e le relative cause giudiziarie per trasformare un costo (quello di gestione e amministrazione del personale) in un valore dell'azienda anche economico spendibile sul mercato in termini di affidabilità/reputazione, per gli azionisti, i clienti, le banche, le pubbliche amministrazioni .In tal senso l'atteggiamento vessatorio sarebbe comprovato dagli ultimi accadimenti propsti sui giornali e media nazionali nei quali l'ex -Amministratore Delegato della Società ha fatto irruzione con alcuni uomini di una vigilanza privata allo scopo di intimidire e scacciare dai locali Eutelia di Via Bona a Roma alcuni impiegati ex Eutelia che occupavano la sede in difesa del proprio posto di lavoro ( ricordiamo che è stata aperta la procedura di leicenziamento collettivo per 1200 lavoratori exEutelia transitati appena 4 mesi fa in Agile che hanno percepito solo uno dei cinque stpendi di loro

competenza)

se l'Azienda è ancora debitrice verso il personale oggetto della cessione di cui al punto 2 , di quote relative al reddito ( buoni pasto , trasferte ed altro) e che inoltre non risultano versate le quote della Previdenza integrativa (Fondo

Telemaco) da Settembre 2008 a giugno 2009 nonchè è debitrice verso l'ENEL di quote per la fornitura di energia elettrica .





Chiediamo quindi di verificare quanto sopra e all'Organismo di Accreditamento SINCERT, esposto in copia conoscenza , di vigilare sul corretto iter della procedura di segnalazione per il reclamo in oggetto

Anonimo ha detto...

==================================

QUESTA LA RISPOSTA:

facendo seguito alla Sua segnalazione nei confronti di Eutelia S.p.A., siamo con la presente a precisare quanto segue:



- a seguito di comunicazione da parte di Eutelia S.p.A. in merito alla cessione del ramo di azienda relativo al comparto IT all'azienda Agile srl, abbiamo provveduto, sulla base delle evidenze fornite e tramite verifica documentale, all'aggiornamento dello scopo del certificato 9111.EUTE. La invitiamo a questo proposito a consultare la banca dati pubblica del ns sito (www.imq.it/bgml/azicsq.asp?l=italiano) per prendere visione dello scopo aggiornato del suddetto certificato



L'impatto di tale scorporo sulla attività di Eutelia e l'eventuale modifica dei processi relativi al Sistema di Gestione Qualità verrà ulteriormente approfondito nel corso della prossima attività di sorveglianza.



- Nel corso della successiva visita di sorveglianza ci faremo inoltre carico di valutare quelli tra gli aspetti segnalati nella Sua comunicazione che rientrano nell'ambito della norma ISO 9001. Ci è doveroso precisare a questo proposito come l'ambito di verifica relativa allo schema di certificazione dei Sistemi di Gestione Qualità sia obbligatoriamente circoscritto ai requisiti della norma ISO 9001.

Anonimo ha detto...

MA ANDATE A CAGARE, CHI VUOLE ANDARE AVANTI CON LA CASSAINTERGAZIONE, CHI CON ALMAVIVA, CHI CON UN DITO NEL CULO!

LOTTATE INVECE DI DIRE IDIOZIE E DI PARLARE DI COSE CHE NON SAPETE UN KAZZO!

Prof.Spugna ha detto...

Caro Collega,

"Ma dove sei finito ?
I tuoi fidi ti danno per disperso"


Sono dove c'è bisogno di me.....

Anonimo ha detto...

Cari Sindacati/RSU oggi all'incontro con i cari CUSTODI (NULLA FACENTI) in Via Bona ore 14.00, dategli conferma di come possono essere emessi i CEDOLINI DI NOVEMBRE DICEMBRE e TREDICESIMA 2009.
**********************
oltre ai cedolini ci vogliono i quattrini.
tra un paio di mesi si riparla di 730 e UNICO e sicuramente pagheremo le tasse anche per quei soldi che ancora non abbiamo ricevuto!!!!!

...becchi e bastonati,ancora una volta.

ma tocca sempre a noi??????
ne ho le palle piene!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Alessandro ha detto...

Ho ricevuto un appello intitolato COME LICENZIARE 9000 PERSONE SENZA CHE NESSUNO SE NE ACCORGA !!!
Inviato: Mer 13 gennaio 2010, 09:41:48
L'ho inoltrato a decine di contatti con l'invito a far pressione sui media nazionali.

Ha risposto RadioRai3:

Abbiamo ricevuto questa Vostra. Se volete, potremmo parlarne attraverso una telefonata durante il nostro 'Filo Diretto' con gli ascolatori di Prima Pagina (RadioRAI 3) in onda tutti i giorni dalle 8.00 alle 8.30. Se foste interessati, Vi preghiamo di chiamare il nostro numero verde 800 050 333 tra le 7.15 e le 8.30 o di iviarci a mezzo mail un numero al quale contattavi noi.
Grazie
La redazione

A voi il compito di contattare il programma.
In bocca al lupo!

Alessandro Midulla

Anonimo ha detto...

ma che cassa integrazione: bisogna puntare al rientro prima in eutelia!ma quando andiamo a romprere i coglioni a quei truffatori di arezzo? DOBBIAMO DIVENTARE IL LORO INCUBO!!! PULLMAN AD AREZZO !!

Anonimo ha detto...

...il pullman e' scomodo
...mi fa male la schiena
...la prostata non mi tiene
...mio figlio senza di me non si addormenta

ANCORA UNO SFORZO: ANDIAMO A ROMA

_________________________________

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Colleghi romani c'è stato l'incontro con i tre CUSTODI ?

===================================
Le Rsu (meno Tulini assente), hanno chiesto assicurazione scritta che Agile ed Eutelia non denunceranno i sindacalisti per l'occupazione, peccato che Eutelia ha già da due mesi presentato denuncia, al limite chiedete di ritirarla!
Inoltre chiesta garanzia che alla riaqpertura Eutelia non ci sfratti.
Il custode si è impegnato per Agile e chiederà disponibilità di Eutelia.
parlato di cigs che potrebbe partire da 1 feb.

Anonimo ha detto...

Risposta ricevuta da IMQ/CSQ

Buongiorno,
facendo seguito alle diverse segnalazioni di medesimo contenuto (riportato in calce) ricevute dal ns Ente nei confronti di Eutelia S.p.A., siamo con la presente a precisare come, di norma, i reclami anonimi non vengano presi in considerazione. Tuttavia, alla luce di quanto evidenziato, abbiamo provveduto a svolgere in merito un’approfondita analisi.
Doverosamente premesso quanto sopra, siamo con la presente a precisare quanto segue:
- a seguito di comunicazione da parte di Eutelia S.p.A. in merito alla cessione del ramo di azienda relativo al comparto IT all’azienda Agile srl, abbiamo provveduto, sulla base delle evidenze fornite e tramite verifica documentale, all’aggiornamento dello scopo del certificato 9111.EUTE. Vi invitiamo a questo proposito a consultare la banca dati pubblica del ns sito (www.imq.it/bgml/azicsq.asp?l=italiano) per prendere visione dello scopo aggiornato del suddetto certificato.
L’impatto di tale scorporo sulla attività di Eutelia e l’eventuale modifica dei processi relativi al Sistema di Gestione Qualità verrà ulteriormente approfondito nel corso della prossima attività di sorveglianza.
- Nel corso della successiva visita di sorveglianza ci faremo inoltre carico di valutare quelli tra gli aspetti segnalati che rientrano nell’ambito della norma ISO 9001. Sottolineiamo a questo proposito come l’ambito di verifica relativa allo schema di certificazione dei Sistemi di Gestione Qualità sia obbligatoriamente circoscritto ai requisiti della norma ISO 9001.
Ricordando che non ci sarà possibile dare seguito ad ulteriori segnalazioni che pervenissero in forma anonima, restiamo a per qualsiasi ulteriore chiarimento.
Cordiali saluti

Anonimo ha detto...

NO ALLA CASSA INTEGRAZIONE!

ANDIAMO SUBITO AD AREZZO A MANIFESTARE E STARE IN PRESIDIO PERMANENTE SOTTO EUTELIA E LE CASE DEI LANDI!

BASTARDI!!!

Anonimo ha detto...

Sono dove c'è bisogno di me.....


------------------

Risposta non convincente stile Getronics

Anonimo ha detto...

...parlato di cigs che potrebbe partire da 1 feb.
---------

CIGS:iL 1 feb parte la richiesta?
Per averla quanto tempo ci vuole ancora?

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

ma che cazzo ci frega di iso 9000 di eutelia VOGLIAMO I NS SOLDI SUBITO

Anonimo ha detto...

Stavo pensando...

Ormai saremo rimasti circa 1500.
Con un po' di scivolo per la pensione potrebbe andarsene un bel numero di persone (che so, la metà?)
Quei pochi clienti rimasti,
un po' di pressioni su Dell per riavere il lavoro,
qualche cliente che ci ha lasciato, ma che si lamenta del nuovo fornitore...

Un po' di speranza?

Anonimo ha detto...

Stamattina ho verificato la mia posizione sul sito di Telemaco. Risultano versato con valuta 31/12/2008 le quote di Ottobre, Novembre, Dicembre 2008 e Gennaio 2009.
Verificate se stanno procedendo a tappeto.

Anonimo ha detto...

TELEMACO:

anche a me è stata versata la quota ott. nov. e dic. 2008 ma non la quota genn. 2009

Anonimo ha detto...

NO ALLACASSA INTEGRAZIONE!!!
NO ALLACASSA INTEGRAZIONE!!!
NO ALLACASSA INTEGRAZIONE!!!
NO ALLACASSA INTEGRAZIONE!!!
NO ALLACASSA INTEGRAZIONE!!!


CONTINUIAMO CON LA LOTTA!!!

Anonimo ha detto...

Ipotesi.
Ieri c'è stato l'incontro RSU-CUSTODI.Hanno deciso per la CIGS,ma le RSU non hanno detto nulla.Se avessero fatto un comunicato,alla manifestazione del 25 non ci sarebbe andato nessuno. Regge?Se è così non è il massimo della correttezza

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

>> Un po' di speranza?

Direi che sei un po' troppo ottimista...! Andra' certamente peggio. Non ci sara' lavoro per piu' di 200 persone (se va bene..bene..bene) e inoltre non potremo continuare con un nome di azienda "sputtanato" come questo.
Siamo ancora piu' di 1600, per gli scivoli credo siano sono molti meno (3-400).
Approfitto! Per quei bifolchi che usano offese e termini scurrili: abbiamo gia' toccato il fondo della latrina, evitate almeno di raschiarlo, questo fondo... Grazie.

Anonimo ha detto...


Per il post che dice di emettere i "CEDOLINI DI NOVEMBRE DICEMBRE e TREDICESIMA 2009".
Ma quali cedolini paga se il Personale sta inserendo (e già inserito) arbitrariamente i famosi PNR (Permesso Non Retribuito) già da Novembre per le giornate di presidio???
Il cedolino verrà emesso con gg. lavorativi 0 e quindi con nulla a pretendere.
Prima di scrivere fate funzionare il cervello...



Rispondo al collega, che suggerisce di far funzionare il cervello prima di scrivere.

RICORDANDOGLI che nei mesi sotto accusa c'è stata gente che ha anche lavorato presso i clienti per tentare di salvare le commesse.
Ed inoltre partecipava al mantenimento dei presidi.

Suggerisco al collega, la prossima volta di riflettere un pò di più prima di rispondere .

Comunque anche a valore 0 , sono sempre documenti ufficiali che ci servono a vario titolo, e per legge vanno emessi.

Senza rancore, speriamo di farcela !!

Anonimo ha detto...

...parlato di cigs che potrebbe partire da 1 feb.
---------

CIGS:iL 1 feb parte la richiesta?
Per averla quanto tempo ci vuole ancora?

ANONIMO MODERNO

23 gennaio 2010 09.08

===================================
Ci vuole che il sindacato, altro mese di trattativa così piano piano arriviamo a marzo, si presenti con una proposta di solidarietà con turnazione di tutti i dipendenti.
Così questa volta chiudiamo definitivamente !

Anonimo ha detto...

Che fine hanno fatto i colleghi ex bull?
Sono spariti dall'organigramma

Anonimo ha detto...

Penso che la CIGS vada bene a quelle persone che hanno un doppio reddito, a quelle persone che fra un poco andranno in pensione, a chi non ha le palle, a chi si è arreso. Io continuo a sostenere che sono stato truffato e se non posso tornare a lavorare VOGLIO il fallimento di Agile prima e Eutelia dopo. Lotterò fino alla morte affinchè i nostri diritti non vengano cancellati da gente ignorante come Landi, Massa o Liori. Questi sono solo avanzi di galera.
Al massimo il sindacato e noi dobbiamo fare la guerra per la solidarietà. Come risolvere il problema deve essere un loro cazzo non il nostro. Noi vogliamo solo lavorare con persone oneste

UNITI SI VINCE

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo con la CIGS, prima o poi finise eci ritroviamo con le pezze al culo. Anzi dopo la vittoria dell'art.28 ritorneri ad Arezzo e a Siena dai signori del MPS. La guerra non finisce mai!!!

Anonimo ha detto...

Che fine hanno fatto i colleghi ex bull?

saranno andati via presso il cliente.Se è così beati loro!

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Prof.Spugna ha detto...
Caro Collega,

"Ma dove sei finito ?
I tuoi fidi ti danno per disperso"

Sono dove c'è bisogno di me.....


SI, AL CESSO!

Anonimo ha detto...

Ma chi vuole la cigs perchè non alza la mano. Facciamo una cigs volontaria cosi salviamo automaticamente chi come me vuole continuare a lavorare....

Anonimo ha detto...

Rispondo al collega, che suggerisce di far funzionare il cervello prima di scrivere.

RICORDANDOGLI che nei mesi sotto accusa c'è stata gente che ha anche lavorato presso i clienti per tentare di salvare le commesse.
Ed inoltre partecipava al mantenimento dei presidi.

Suggerisco al collega, la prossima volta di riflettere un pò di più prima di rispondere .

Comunque anche a valore 0 , sono sempre documenti ufficiali che ci servono a vario titolo, e per legge vanno emessi.

__________________________
Pregherei i colleghi che sono dal cliente di SMETTERLA di prenderci per il culo dicendo che hanno "lavorato presso i clienti per tentare di salvare le commesse".
Siano onesti e dicano che lo hanno fatto per pararsi il culo!!!!
Alla faccia dei presidi minimi!!!!
E soprattutto grazie per la collaborazione!!!

Anonimo ha detto...

Rispondo al collega, che suggerisce di far funzionare il cervello prima di scrivere.

RICORDANDOGLI che nei mesi sotto accusa c'è stata gente che ha anche lavorato presso i clienti per tentare di salvare le commesse.
Ed inoltre partecipava al mantenimento dei presidi.
Suggerisco al collega, la prossima volta di riflettere un pò di più prima di rispondere .

Comunque anche a valore 0 , sono sempre documenti ufficiali che ci servono a vario titolo, e per legge vanno emessi.

Senza rancore, speriamo di farcela !!
_________________________________

Rispondo al collega su alcuni punti da lui affermati.
1) salvare le commesse: il lavoro dei colleghi certamente non avrebbe salvato la commessa. Essendo semplici esecutori, e quindi non designatori dell'attività lavorativa,
non dipende da loro il salvataggio delle commesse ma dagli stessi Clienti aderire ancora o meno al servizo da noi erogato. In parole povere, quindi, significa essere stati sfruttati e non pagagti (magari faceva comodo anche al Cliente in attesa di "ricambio": il che è successo).
Comunque tanto di cappello ai colleghi che hanno lavorato purtroppo inutilmente.
2) timbratura: ai colleghi che hanno lavorato per davvero, purtroppo, si aggiungono i colleghi furbi che hanno firmato/timbrato ma non hanno lavorato. La responsabilità di tutto ciò non la dò a loro ma esclusivamente ai loro responsabili che hanno avallato questo comportamento e spero che saranno i primi ad essere puniti.
3) cedolino paga a 0: il cedolino a valore 0 non ha valore per qualsiasi forma di legittimazione in quanto, per esempio, per una richiesta di decreto ingiuntivo cosa chiedi ???
Per questa questione, e cioè per quelli come me che non hanno lavorato e quindi senza timbratura, il sindacato non ha ancora preso una decisione sulla forzatura del PNR nei cartellini da parte del Personale.
Ovviamente chi ha lavorato e timbrato e chi non ha lavorato e timbrato se ne frega altamente.
Se il sindacato non sta prendendo una decisione in merito vuol dire che tutti gli altri sono una netta minoranza e non vale la pena sporcarsi le mani per questo.
Ribadisco, prima di rispondere, di guardarsi attorno e vedere quale è la nostra realtà aziendale.

Senza rancore, speriamo di farcela !!!

Anonimo ha detto...

TELEMACO:

come il collega precedente, a me è stata versata la quota ott. nov. e dic. 2008 ma non la quota genn. 2009

per l'organigramma Bull scomparso:
non ho fatto verifiche puntuali ma so' di molti colleghi ex bull che hanno dato le dimissioni a gennaio: forse sono stati ceduti a qualche concorrente insieme al relativo contratto, certamente qualche loro dirigente ha saputo muoversi bene, i nostri invece (i 3capoccioni delle tre aree geografiche...) sono da anni sul groppone e non riusciamo ancora a scaricarli..., non c'e riuscito neanche landi, ce la faranno i nostri custodi?

Anonimo ha detto...

Facciamo una cigs volontaria cosi salviamo automaticamente chi come me vuole continuare a lavorare....

Credo che la cigs (purtroppo) non è volontaria.La deve richiedere l'azienda.Una volta fatta la richieste se ne può parlare.

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

Incontro RSU-CUSTODI di venerdi scorso.
Si può fare un film:

IL MISTERIOSO INCONTRO RSU-CUSTODI. Storia di un inciucio.

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...

per l'organigramma Bull scomparso:
non ho fatto verifiche puntuali ma so' di molti colleghi ex bull che hanno dato le dimissioni a gennaio: forse sono stati ceduti a qualche concorrente insieme al relativo contratto,
-----------------------------------

Sansogni, Badalucco e Milesi hanno fatto disdire il contratto Bull con Eutelia/Agile il 18 dicembre, per stipularlo con Servizi Informatici srl di Mantova.
I 29 ex Bull dimessi sono andati tutti a lavorare in questa società.

Non vi inventate le cose , perchè come vedete la verità e sempre molto semplice.

Pregnana Aperta

Anonimo ha detto...

Eutelia/ Centinaia lavoratori in presidio davanti a palazzo Chigi Eutelia/ Centinaia lavoratori in presidio davanti a palazzo Chigi "Senza stipendio da settembre, famiglie non ce la fanno più" Roma, 25 gen. (Apcom) - Alcune centinaia di lavoratori di Agile (ex Eutelia) e di Phonemedia stanno manifestando a Roma, nei pressi di palazzo Chigi, di fronte alla galleria Sordi. Alla protesta, organizzata contestualmente a uno sciopero nazionale di 8 ore indetto da Fiom-Cgil, Uilm-Uil e Fim-Cisl, con presidio in piazza SS. Apostoli, hanno preso parte impiegati e tecnici. "Siamo senza stipendio da settembre", racconta Girolamo, un 30enne impiegato della sede di Trino Vercellese di Phonemedia. "Su dodici sedi, 10 sono in stato di occupazione. Ci sono famiglie che non ce la fanno più, molte madri di famiglia monoreddito sono costrette a chiedere aiuto alla Caritas. Gli enti locali continuano a proporci prestiti, ma noi non siamo interessati, abbiamo paura di ritrovarci senza lavoro e con un mare di debiti". A Trino lo stabilimento è occupato 24 ore su 24: "La notte rimaniamo noi giovani, di giorno ci stanno anche gli altri. Domani - annuncia - occuperemo la strada di fronte alla Cerutti, una storica azienda di Vercelli in crisi". "Stiamo continuando a perdere commesse", spiega Franco, un tecnico dell'Agile di Torino. "Serve subito il commissariamento, in modo che le attività ripartano subito, per mantenere quelle poche commesse che ancora non abbiamo perso". Attualmente l'azienda è sotto è sotto la tutela di tre custodi cautelari nominati dal giudice del tribunale fallimentare di Roma lo scorso 23 dicembre. Solidarietà con la protesta esprime in una nota il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti: "Mi unisco al coro dei lavoratori - scrive - che stanno manifestando a Roma in queste ore per chiedere a palazzo Chigi di essere ricevuti e di avere risposte chiare su una vertenza che si sta trascinando ormai da troppi mesi. Ancora una volta è in gioco il futuro di moltissime persone e delle loro famiglie, coinvolte in una vicenda a cui chi ci governa ha il dovere di trovare al più presto una soluzione. Come rappresentante di un ente locale sento ancora di più l'onere di alzare la voce e di chiedere a questo Governo di rispettare gli impegni assunti oltre un mese fa con i rappresentanti di Agile/Ex Eutelia, tracciando una strategia condivisa che coinvolga parti sociali, sindacati, istituzioni e lavoratori". Dpn 25-GEN-10 14:55

Anonimo ha detto...

EUTELIA: CONSOB, SAMUELE LANDI AL 7,46% Roma, 25 gen. - (Adnkronos) - Samuele Landi detiene, dallo scorso 20 gennaio, il 7,46% del capitale sociale di Eutelia spa. E' quanto si legge negli aggiornamenti della Consob. (Eca/Gs/Adnkronos) 25-GEN-10 12:42

Anonimo ha detto...

Eutelia/ IdV: Governo mantenga impegno commissariamento Eutelia/ IdV: Governo mantenga impegno commissariamento Settore non è in crisi Roma, 25 gen. (Apcom) - Italia dei Valori rinnova la propria solidarietà alla protesta dei lavoratori Eutelia. "Palazzo Chigi - ricorda il responsabile Lavoro Idv Maurizio Zipponi - si è assunto un impegno importante che deve essere mantenuto: la ricerca di una nuova soluzione industriale, perseguendo contemporaneamente le gravissime responsabilità, che hanno superato i limiti della legge italiana, di chi, di scatola in scatola, si passato la proprietà dellazienda. L'Italia dei Valori ribadisce con forza che questo settore non è in crisi, le commesse ci sono e i clienti vanno dai ministeri alla pubblica amministrazione e alle grandi aziende". "Per noi dell'IdV il commissariamento, la legge Prodi, i nuovi soggetti industriali e il pagamento dei salari arretrati sono obiettivi e strumenti raggiungibili a disposizione del Governo. Verso metà febbraio - ricorda ancora il dirigente dipietrista- il tribunale di Roma dovrà decidere il da farsi. Ci auguriamo che prevalga l'interesse del Paese ai tentativi oscuri dell'attuale proprietà di impedire il commissariamento. Sono in gioco non solo i 2 mila posti di ex-Eutelia, ma altri 123 mila posti del gruppo Omega, a partire dai dipendenti Phonemedia che attendono da mesi salari arretrati".

Anonimo ha detto...

LAVORO: ZINGARETTI, GOVERNO RICEVA LAVORATORI AGILE/EX EUTELIA Roma, 25 gen. (Adnkronos) - "Mi unisco al coro dei lavoratori che stanno manifestando a Roma in queste ore per chiedere a Palazzo Chigi di essere ricevuti e di avere risposte chiare su una vertenza che si sta trascinando ormai da troppi mesi. Ancora una volta e' in gioco il futuro di moltissime persone e delle loro famiglie, coinvolte in una vicenda a cui chi ci governa ha il dovere di trovare al piu' presto una soluzione". Lo dichiara in una nota il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti. "Come rappresentante di un ente locale sento ancora di piu' l'onere di alzare la voce e di chiedere a questo Governo di rispettare gli impegni assunti oltre un mese fa con i rappresentanti di Agile/Ex Eutelia, tracciando una strategia condivisa che coinvolga parti sociali, sindacati, istituzioni e lavoratori". (Rre/Opr/Adnkronos) 25-GEN-10 14:39

Anonimo ha detto...

87 Eutelia, Barbato (Idv): Lavori Camera in via del Corso tra operai Roma, 25 GEN (Velino) - "La Camera lasci Montecitorio e si trasferisca in via del Corso tra i lavoratori disoccupati di Eutelia e affronti e risolva con urgenza i loro drammatici problemi". Lo afferma Franco Barbato, durante la manifestazione che i lavoratori dell'Eutelia stanno tenendo davanti a Palazzo Chigi. "E' incredibile - aggiunge - che i deputati domani siano chiamati a discutere del 'processo breve', mentre l'Italia vive una crisi occupazionale senza precedenti con lavoratori che da Termini Imerese, a Pomigliano d'Arco, all'Eutelia di Roma, alla Fiat di Arese soffrono la drammatica condizione della disoccupazione, della Cassa integrazione o dei licenziamenti che ogni giorno gettano tante famiglie nella disperazione. Nel pomeriggio insieme a Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista, avevamo chiesto di incontrare il governo per individuare insieme le soluzioni per i lavoratori di Eutelia. E siamo stati ricevuti a Palazzo Chigi da un semplice funzionario della Camera. E' vergognoso che la Camera sia chiamata d'urgenza solo per risolvere i guai giudiziari di Berlusconi. E' vergognoso che il governo ignori volutamente l'emergenza dei lavoratori dell'Eutelia/Agila che sotto la pioggia manifestano la loro disperazione. Da oggi mi trasferisco in via del Corso. Qui passero' la notte e in mezzo a loro faro' il parlamentare, fino alla risoluzione di questa drammatica vicenda!". (com/mat) 251744 GEN 10

Anonimo ha detto...

Video Manifestazione di ROMA

http://www.c6.tv/archivio?task=view&id=7801

http://www.c6.tv/archivio?task=view&id=7804

http://www.c6.tv/archivio?task=view&id=7795

Anonimo ha detto...

Da Rai News
.............
Sono da ore nelle vicinanze di palazzo Chigi ma da alcuni minuti si sono avvicinati e protestano più rumorosamente. Sono i lavoratori di Eutelia/Agile. Una delegazione sindacale è in questo momento a palazzo Chigi ma i lavoratori hanno saputo che non è presente all'incontro il sottosegretario Gianni Letta (ma solo un rappresentante della sua segreteria tecnica) che li aveva incontrati il 9 dicembre.

Inoltre, ai lavoratori arriva la notizia che da palazzo Chigi ci sia un sostanziale rinvio della questione alla magistratura. Ma i sindacati chiedono un impegno dell'esecutivo, almeno sul fronte delle commesse pubbliche, visto che, segnalano i lavoratori, già la Rai e la Camera avrebbero disdettato i loro contratti

Anonimo ha detto...

Esce la delegazione da Palazzo chigi..
http://www.c6.tv/archivio?id=7804

Anonimo ha detto...

probabilmente,come abbiamo visto in TV, l'on.Letta era impegnatissimo con i cardinali a ripristinare i crocefissi nelle scuole,e ne lui e ne i prelati si sono accorti dei poveri Cristi che erano davanti a palazzo Chigi.

w la mugnaia

Anonimo ha detto...

Eutelia/ Governo convoca sindacati lunedì 1 febbraio Eutelia/ Governo convoca sindacati lunedì 1 febbraio Fiom-Cgil: Incontro non sia di rito, servono soluzioni concrete Roma, 25 gen. (Apcom) - Il governo convoca i sindacati lunedì 1 febbraio per affrontare la questione di Eutelia. Lo rende noto un comunicato della Fiom. "Dopo il lungo presidio dei lavoratori di Eutelia-Agile, che da mezzogiorno si è svolto di fronte a palazzo Chigi, è finalmente arrivata la convocazione dalla presidenza del Consiglio dei ministri, dell'onorevole Gianni Letta, per lunedì 1 febbraio alle ore 20,30", riferiscono Laura Spezia, segretaria nazionale della Fiom-Cgil e Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale per il gruppo Eutelia-Agile per la Fiom-Cgil. "I lavoratori - proseguono - hanno bloccato via del Corso dalle 14.00 di oggi pomeriggio fino alle 19.00, in attesa di un'interlocuzione con l'Esecutivo, mentre da 7 mesi aspettano ancora di percepire lo stipendio." "L'incontro di lunedì - spiegano - non deve essere un appuntamento rituale, ma è necessario individuare soluzioni concrete per questi lavoratori che vivono ormai da troppo tempo in una situazione drammatica. Il presidio sarà ricostituito in occasione dell'incontro del 1 febbraio". Red/Gab 25-GEN-10 19:41

Anonimo ha detto...

EUTELIA: FIOM CGIL, PRESIDENZA CDM CONVOCA SINDACATI IL 1 FEBBRAIO Roma, 25 gen. - (Adnkronos) - ''Dopo il lungo presidio dei lavoratori di Eutelia-Agile, che da mezzogiorno si e' svolto di fronte a Palazzo Chigi, e' finalmente arrivata la convocazione dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell'onorevole Gianni Letta, per lunedi' 1° febbraio alle ore 20,30". E' quanto dichiarano Laura Spezia, segretaria nazionale della Fiom-Cgil e responsabile del settore informatica-Itc, e Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale per il gruppo Eutelia-Agile per la Fiom-Cgil. ''I lavoratori hanno bloccato via del Corso dalle 14,00 di oggi pomeriggio fino alle 19,00, in attesa di un'interlocuzione con l'Esecutivo, mentre da 7 mesi aspettano ancora di percepire lo stipendio. L'incontro di lunedi' non deve essere un appuntamento rituale, ma e' necessario individuare soluzioni concrete per questi lavoratori che vivono ormai da troppo tempo in una situazione drammatica. Il presidio sara' ricostituito in occasione dell'incontro del 1° febbraio". (Sec-Arm/Pn/Adnkronos) 25-GEN-10 19:40

Anonimo ha detto...

EUTELIA: DAMIANO (PD), GOVERNO ACCETTI LA NOSTRA PROPOSTA PRESENTATO EMENDAMENTO A 'MILLE PROROGHE' PER PAGAMENTO STIPNEDI ARRETRATI Roma, 25 gen. - (Adnkronos) - ''I parlamentari del Partito democratico esprimono la loro totale solidarieta' ai lavoratori dell'Eutelia, in lotta per l'occupazione e per il reddito". E' quanto dichiara in una nota Cesare Damiano, capogruppo Pd in Commissione Lavoro alla Camera. "La mobilitazione dei lavoratori ha fatto si che il governo convochi le parti la prossima settimana: questo e' un fatto positivo - commenta Damiano - occorre dare seguito agli impegni sottoscritti alla fine dello scorso anno. In particolare, diventa urgente il pagamento degli stipendi arretrati da ormai sette mesi. A questo proposito il Partito democratico ha presentato un emendamento al 'Mille proroghe' al Senato per risolvere questo problema. Il governo dimostri la volonta' di trovare una soluzione anche accettando la proposta del Partito democratico''. (Sec/Pn/Adnkronos) 25-GEN-10 19:42

Anonimo ha detto...

Sansogni, Badalucco e Milesi hanno fatto disdire il
---------------

Da bravi bullisti hanno sacrificato tanti comapgni di avventura da anni

Milesi vergognati di aver fatto i presidi

Sei un pessimo esmpio

Prof.Spugna ha detto...

Cari Amici,

c'era una volta...

"IL RIASSETTO MANDA IN ROSSO IL GRUPPO USA. PINTO: BENE LE ATTIVITA' ITALIANE"
Alla Olsy (ex Olivetti) parte la cura Wang

http://archiviostorico.corriere.it/1998/maggio/21/Alla_Olsy_Olivetti_parte_cura_co_0_9805216368.shtml

ma la cura a qualcuno non piace:


"Io sono un delegato sindacale, e parlo a nome della RSU della ex Olivetti (ora chiamata ufficialmente Wang Global dopo che l’americana Wang ha acquisito la maggioranza delle azioni)...."

http://www2.polito.it/strutture/rsu/o981109.htm

a distanza di 10 anni, siamo ancora allo stesso punto, come se per tutto questo tempo il tempo si fosse fermato!?

Anonimo ha detto...

I parlamentari del Partito democratico esprimono la loro "totale solidarietà ai lavoratori dell'Eutelia...

Il PD ieri ha dichiarato la sua solidarietà per noi:perchè prima è stao ai margini, ed ora gli preme la nostra situazione?Ah già:adesso ci sono le elezioni....

Che partito il PD!

ANONIMO MODERNO

Anonimo ha detto...


Cari CUSTODI (Angeli o Diavoli !?) non pensate di aver risolto i problemi con il contentino di Agosto 2009.



Quì le nostre famiglie hanno fame, muovetevi a pagare prima del 17-Febbraio-2010 (data udienza) almeno i cedolini emessi, ossia :

SETTEMBRE 2009
OTTOBRE 2009


Mentre per NOV. e DIC. 2009, cercate una soluzione con le nostre RSU per iniziare ad emettere i cedolini.

(ops.., c'è da emettere anche il cedolino della TREDICESIMA 2009, non vi dimenticate)


Un agile affamato !!!!

Anonimo ha detto...

Ho ricevuto anch'io oggi lo stipendio di Agosto con valuta 21/01/2010, ma mancano i famosi 200euro rispetto al cedolino.

Anonimo ha detto...

Vorrei ricordare a tutti coloro che non erano a Roma a manifestre che ieri Cesare Damiano (PD) è passato tra di noi e faceva finta di parlare al cellulare. Non ci ha cagato proprio, nemmeno salutato manco fossimo degli appestati
Ricordiamoci dei danni che ha fatto Bersani ai tempi di Eutelia

PD=PDL Pezzi di merda ed inutili

Anonimo ha detto...

Ho ricevuto anch'io oggi lo stipendio di Agosto con valuta 12/01/2010 però, ma mancano i famosi 200 euro rispetto al cedolino.

Anonimo ha detto...

http://www.ilmediano.it/aspx/visArticolo.aspx?id=8465

Anonimo ha detto...

.......ieri Cesare Damiano (PD) è passato tra di noi e faceva ......


Damiano era al'interno della galleris Sordi e si è fermato parecchi tempo con i delegati sindacali.

Questo non sognifica che siano tutti dei pupazzi

Anonimo ha detto...

http://www.leggonline.it/articolo.php?id=43608

Anonimo ha detto...

Ho inserito più volte dei commenti che evidentemente non vi garbano.
Siete dei poveri cristi.